lunedì 5 febbraio 2018

New Writers? New Hearts!

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders, 
buon inizio settimana! Avete trascorso un bel weekend? E' iniziato bene questo primo giorno della settimana? In realtà qui da me oggi è festa, oggi 5 Febbraio infatti si festeggia S. Agata, la Santa Patrona di Catania, quindi si prospetta un bel giorno di vacanza.

Anche se è ancora mattina, sono già  prontissima a fare incetta di olivette dolci e mini cassate.. w gli zuccheri per oggi! Sono questi i dolci tipici della nostra festa, tutti molto zuccherini devo dire, però per un unico giorno all'anno si può fare, no?


  


Per iniziare la settimana ho pensato di proporvi due letture, si tratta di libri che mi hanno presentato le autrici stesse e di cui voglio parlarvi, ecco che torna quindi  "New Writers? New Hearts!",  la mia rubrica dedicata ai giovani autori. Pronti a scoprire insieme a me cosa c'è di nuovo?


OLTRE IL TEMPO 
(PARTE SECONDA - VOL. I) 

DI DARIA REIANI

TITOLO: Oltre il tempo
AUTORE: Daria Reiani
GENERE: romance, storico
LA SERIE E' DISPONIBILE SU WATTPAD QUI
EBOOK E PRESTO IL CARTACEO DISPONIBILI QUI

Cos'è successo quel giorno? Com'è possibile che non sia morta? E che cos'ha a che fare questo con la persona che ama? Sono molte le domande alle quali Vivian cerca di trovare risposta. Per farlo dovrà abbandonare gran parte delle sue certezze, seguire il suo cuore a dispetto dei rischi e della razionalità, intraprendendo un viaggio che non poteva nemmeno immaginare...



VIRTUAL
DI MARTINA TARGIONI

TITOLO: Virtual
AUTORE: Martina Targioni
GENERE Fantasy/fantascienza
PREZZO: 3,99 euro ebook
PAGINE: 525
ISBN: 9788822833884
DATA DI PUBBLICAZIONE: 19/08/2016

Mi chiamo Violet Asmara, ho sedici anni e sono una Virtual.
A quest'età voi andate a scuola, alle feste e pensate al futuro, mentre noi, da quando ci avete conquistati e pretendete sacrifici sempre più grandi, molte volte non ne abbiamo nessuno. Vi siete presi le Città Sorelle e molte delle loro risorse. Vi siete presi la nostra dignità, lasciandoci nella paura di un nuovo conflitto. E, soprattutto, ogni mese vi prendete il primogenito di ogni famiglia, costringendolo a passare alla sua forma digitale per entrare in uno dei dieci videogiochi che avete progettato per noi.
Per cinque anni siamo nelle vostre mani, un personaggio che guidate a piacimento in una versione crudele di una casa delle bambole. Abbiamo cinquanta Vite. Se ce le facciamo bastare, possiamo tornare a casa. Altrimenti, siamo morti per evitare una guerra.
Ho sedici anni, e ora è il mio turno. Non verrò assegnata alle Oasi per bambine, non sono il tipo adatto. Dan lo era, e LORO lo hanno ucciso. Il mio destino è l'Oasi degli Eroi, di cui nessuno ha mai sentito parlare, dove interpreto uno dei Ruoli principali. Ma non ho intenzione di restare.
Devo riprendermi Dan.
Tirare fuori due amici a cui ho fatto una promessa.
Andarmene lontano, dove non mi potrete più trovare.
Dan diceva sempre: " Tu sei Violet Asmara, e puoi fare tutto. "
Non mi importa se ho una Vita sola.

Una narrazione con il ritmo di un videogioco per il primo romanzo della trilogia di Violet Asmara, che vi trascinerà in due mondi violenti, dalle tinte oscure, che costringono i personaggi principali ad incontrarsi, cambiando la storia.

ESTRATTO:
In quello strano posto, però, di ladri non ce n'erano.
Io sembravo essere l'unica.
Ancora una volta, il panico causato dal pensiero di essere completamente sola minacciò di controllarmi, ma riuscii a dominarlo. Non dovevo farmi suggestionare da certi pensieri. L'assenza di ladri significava semplicemente più roba per...
Mi bloccai, paralizzata da ciò che vedevo attraverso il vetro della finestra, i ladri improvvisamente lontani da qualsiasi mio pensiero.
Mi avvicinai ancora un po', sperando che fosse solo un effetto della luce, ma la visione che mi si parava davanti non cambiò di una virgola.
Vuota. La stanza su cui dava l'apertura era completamente vuota, senza un mobile o un oggetto a renderla un po' più reale.
Non c'era nemmeno qualche cartone da abusivi.
Impressionata da questa scoperta, mi precipitai goffamente al livello superiore delle scale, appiccicandomi al vetro come se da questa conoscenza dipendesse la mia vita. Anche il secondo appartamento era vuoto, così come quello ancora sopra. Dopo il quarto, non sentii neanche il bisogno di controllare gli altri.
Erano tutti vuoti, tutti finti, proprio come nello scenario di un videogioco.
E in effetti è così, mi resi conto con orrore. Questo E' lo scenario di un videogioco. E a quale Giocatore importa se tutte le case sono piene di roba e perfettamente arredate? Lui non potrebbe comunque vederle, perché si sa, vede solo gli scenari utili ai Livelli. Era così che andavano le cose.
Era questo il problema più grosso, con gli Umani. Giocavano con un mondo finto, semplificato, ma noi eravamo veri.
Noi?, mi domandai tutt'a un tratto, incerta. Ero a Utopia da almeno quaranta minuti, eppure non avevo trovato una prova che fosse una della presenza di qualcun altro all'interno dell'Oasi. Ora i dubbi cominciavano ad attanagliarmi, a diventare talmente pressanti che non riuscii più a sottrarmene.
Avevo detto "noi".
Ma... se non ci fosse stato un "noi"?
E se ci fosse stato solo un "io"?

Mi vidi come la protagonista di un film dell'orrore, inseguita da chissà cosa, un mostro forse, o un assassino. Oppure inseguita da niente, perché in quella realtà senza senso non c'era nessun altro. Forse, pensai, mi hanno mandato quaggiù solo per sbarazzarsi di me. E' una prigione, non un'Oasi, e rimarrò qui, da sola, finché non morirò di sete in una di queste case vuote.
Possibile che dovesse finire così?
Fu allora che sentii il ruggito.

Ecco le due autrici di oggi heartreaders. Che ne dite? Avete iniziato già la serie a cui ha dato vita Daria? E che mi dite di "Virtual"? Conoscevate già queste autrici? Vi incuriosiscono queste letture? Fatemi sapere che ne pensate!



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

Nessun commento:

Posta un commento