venerdì 28 settembre 2018

Blog Tour: "Everland" di Luigi Nunziante - Playlist

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
siete pronti a godervi il meritato relax del weekend? Per rendere più sopportabile quest'ultimo giorno di lavoro prima del fatidico sabato, che ne dite di farci una bella chiacchierata librosa parlando di una delle pubblicazioni fantasy più attese di questo autunno?


Si, esatto, stiamo per parlare di Everland, ovvero l'esordio di Luigi Nunziante che molti di voi conosceranno come l'admin del bellissimo, nonchè sempre aggiornatissimo, blog Everpop! Luigi ha pochi giorni fa pubblicato il suo bellissimo Everland: attraverso lo specchio ed io spero che ci regali ancora molti altri capitoli di questa incredibile saga.


Everland: attraverso 

lo specchio


Luigi Nunziante


Editore: Decima Musa
Prezzo: Rigido 16,00€ Ebook --,--
Pagine: 312
Serie: Everland #1
Genere: Fantasy, YA

Trama: “Tutte le storie iniziano da qualche parte”. Quella di Lara, una giovane adolescente di Denver, inizia nel preciso istante in cui viene costretta dal padre a trasferirsi dai nonni a Wichita, dove dovrà necessariamente ricominciare “da capo” per superare il lutto per la perdita della madre. Arrivata nella nuova casa, Lara mai avrebbe immaginato che l’amicizia con il giovanissimo vicino appena conosciuto, di nome Damian, l’avrebbe catapultata in una folle e pericolosa avventura su un altro mondo di nome Everland. Tra amori e incantesimi e tanti personaggi, più o meno noti, Lara e Damian dovranno far ritorno a casa, ricorrendo alla magia… in un mondo dove la magia non esiste..

Il Regno dei Libri ha oggi il piacere di partecipare al Blog Tour che ne promuove il release, la mia sarà una tappa musicale perchè il mio compito è proprio quello di regalarvi due playlist per rendere omaggio a Lara e Dal-an ed alla loro incredibile storia. Siete pronti? Bene... colleghiamo le cuffie ed iniziamo a cantare insieme!

LARA




Dua Lipa - Homesick




giovedì 27 settembre 2018

Review Party - Recensione: "La battaglia della corona maledetta" di Kendare Blake

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
come sta procedendo la vostra settimana librosa? Qui bene, le letture in corso mi stanno piacendo e questo non può che influire positivamente sulle giornate. Capita a voi che se il libro in lettura stenta a procedere anche la giornata è meno scattante? Ebbene, per me funziona così. Sarò libropatica! 

Una delle mie letture più recenti è stata appunto quella dell'attesissimo "La battaglia della corona maledetta" di Kendare Blake, seguito diretto del bellissimo "La battaglia delle tre corone" (QUI la mia recensione) che l'anno scorso mi aveva lasciato davvero senza parole. Proprio da oggi troverete infatti in libreria l'attesissimo La battaglia della corona maledetta ed io sono prontissima a parlarvene in anteprima.


Come vedete, la mia recensione fa parte del Review Party organizzato per il lancio, quindi vi invito a non lasciarvi scappare le recensioni delle mie colleghe blogger che partecipano all'evento per avere un quadro ancora meglio delineato di questo bellissimo fantasy.


La battaglia della corona maledetta

Kendare Blake


💝💝💝💝

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 4,99
Pagine: 416
Serie:  Three Dark Crowns, #2
Genere: Fantasy

Trama: Tre sorelle. Un solo trono. Una guerra all’ultimo sangue. Dopo gli incredibili avvenimenti che si sono succeduti durante l’Esordio delle tre sorelle regine, è iniziato l’anno dell’Ascensione. Ciascuna delle tre, Katharine, Arsinoe e Mirabella, dovrà accrescere il proprio potere per annientare le altre, fino a che non ne rimarrà una sola a reclamare per sé il trono. Katharine, un tempo la più debole e innocua, è più forte di quanto non sia mai stata. Arsinoe, dopo aver scoperto la verità sui suoi poteri, deve decidere al più presto una strategia senza far sapere alle rivali che cosa le è successo. Mirabella, da tutti ritenuta la minaccia più pericolosa, deve fronteggiare le insidie che si abbattono su coloro che la circondano, mettendoli in un pericolo che lei stessa non sembra in grado di evitare. Chi riuscirà a prevalere sulle altre e a conquistare, finalmente, la corona?.



Recensione


La battaglia della corona maledetta lo considero davvero il degno sequel di un primo capitolo stellare heartreaders, questo romanzo mi ha infatti regalato quelle emozioni forti che mi aspettavo. 

Leggere La battaglia delle tre corone l'anno scorso mi aveva messo addosso tanta curiosità e quell'epilogo così pieno di interrogativi ha fatto si che, per un anno intero, io ne bramassi il seguito. Oggi posso dire che ne La battaglia della corona maledetta ho trovato alcune delle risposte che desideravo ottenere ma non solo, perchè la storia magistralmente costruita dalla Blake è riuscita a sorprendermi ed a farmi venire voglia di fiondarmi sul prossimo libro!

lunedì 24 settembre 2018

"Disney in BookLand"di Susy ed Ely

Buondì a tutti carissimi heartreaders 
spero abbiate trascorso un bel weekend, pieno di letture interessanti e relax. Sulla carta questo avrebbe dovuto essere il primo weekend autunnale ma purtroppo lo è stato solo sulla carta appunto perchè, sebbene il questi giorni il tempo sia stato ballerino ed instabile, il caldo non accenna a fare i bagagli, anzi l'umidità è così tanta che i capelli hanno già battuto bandiera bianca da un po'! Ma vabbè... passerà...intanto dal prossimo mese inizieremo a parlare di addobbi natalizi e pandori che fa sempre bene!

Ma torniamo ai nostri amati libri, siete d'accordo? La settimana librosa del Regno dei Libri si apre con la nostra tanto amata rubrica disneyana, nata da un'idea mia e della mia cara amica Susy.

Disney in Bookland si era presa una meritata vacanza durante le ferie estive ma oggi è prontissima a ritornare alla grande 💓


"Disney in BookLand di Susy ed Ely" è la rubrica inventata da me e Susy, admin del bellissimo Blog I miei Magici Mondi, in cui, a cadenza mensile, associamo ad un personaggio tratto da un film Disney il personaggio di un libro che abbiamo letto, desiderando che anche voi ci scriviate se condividete le nostre scelte o se invece voi avreste preferito associare il personaggio disney del mese con quello di un altro libro.

Anche questo mese siete stati proprio voi a scegliere il personaggio disneyano a cui io e Susy abbiamo recapitato il nostro invito e questa volta  la scelta è caduta su un villain:

JAFAR



Jafar è il Gran Visir di Agraba ed è anche l'odiosissimo villain del celeberrimo 31° classico disney Aladdin. Di questo classico abbiamo già parlato spulciando le differenze fra il testo della fiaba originale e la versione di Mr Disney quando ad essere protagonisti della nostra rubrica sono stati il Genio (qui il mio post e qui quello di Susy) e la principessa Jasmine (qui il mio post e qui quello di Susy), quindi per ulteriori approfondimenti vi rimando a quei post.

Focalizziamoci adesso però su Jafar. Il personaggio di Jafar è stato sapientemente costruito dalla Disney in parte sulla base del Mago che fu il villain della versione originale della favola tratta da Le mille e una notte (Aladino e la lampada meravigliosa) ed in parte sulla figura realmente esistita del Gran Visir  Ja'far ibn Yahya al-Barmaki (767-803). 

venerdì 21 settembre 2018

Recensione: "La distanza tra me e il ciliegio" di Paola Peretti

Buondì a tutti carisasimi heartreaders,
la settimana librosa del Regno dei Libri si conclude con la recensione a 5 stelle di un libro che mi ha rapito il cuore regalandomi una lettura dolce amara che ha saputo emozionarmi come poche. Sto parlando de "La distanza tra me e il ciliegio" di Paola Peretti edito dalla Garzanti che ringrazio per l'invio di una copia cartacea del romanzo.

Dovete sapere che questo romanzo l'ho letto insieme alla mia cara amica Susy (admin del blog I miei magici mondi), volete sapere cosa ne pensiamo entrambe? Bene, allora sappiate che abbiamo deciso di postare le nostre due recensioni in contemporanea, a fine lettura non mancate quindi di volare sul blog di Susy per sapere cosa ne pensa anche lei di questo romanzo!



La distanza tra me e il ciliegio

Paola Peretti


💝💝💝💝💝

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 18,00€ Ebook 9,99
Pagine: 222
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa

Trama: "Mafalda ha nove anni, indossa un paio di occhiali spessi e gialli e conosce a memoria ""Il barone rampante"" di Italo Calvino. Mafalda soffre di una rara malattia che in breve tempo la priverà della vista. E’ una bambina curiosa e l'idea di rimanere al buio la spaventa: tiene un diario in cui annota le cose che non potrà più fare, come contare le stelle, giocare a calcio insieme ai maschi o arrampicarsi sul ciliegio della scuola, che riesce a vedere sempre meno ogni giorno che passa. Ma presto capisce che un altro modo di vedere esiste. Impara a misurare la distanza dal ciliegio in base al profumo dei fiori e comincia a scrivere un nuovo elenco: quello delle cose a cui tiene e che riesce ancora a fare".


Recensione


La distanza tra me e il ciliegio segna il meraviglioso esordio letterario di Paola Peretti, giovanissima autrice italiana (classe '86) della quale credo proprio sentiremo parlare a lungo e sempre in toni entusiasti. La sua penna è fluida, delicata ma potente, tenera ma incisiva, decisamente indimenticabile.

Con vigore narrativo ma anche con infinita dolcezza, la Peretti da voce a Mafalda, una bambina alla quale è stata appena diagnosticata una malattia tanto rara quanto devastante che la porterà, entro non più di sei mesi, a perdere completamente la vista.

"Tutti i bambini hanno paura del buio. Il buio è come una stanza senza porte e senza finestre, con i mostri che ti prendono e ti mangiano in silenzio. Io ho paura solo del mio buio, quello che ho dentro gli occhi."

La storia di Mafalda è raccontata dalla sua stessa voce di bambina e questo vi fa già capire quanta tenerezza possa celarsi tra queste pagine. Heartreaders, lo sapete, io leggo romanzi distopici, fantasy, paranormal e chi più ne ha più ne metta ma so bene che niente riesce a sorprendermi quanto la forza dei bambini, la loro tenacia, unita alla loro ingenuità, è disarmante come poche altre cose. Con semplicità, Mafalda entrerà nei vostri cuori in punta di piedi e li conquisterà immediatamente.

martedì 18 settembre 2018

Blog Tour - 5 motivi per leggere ... "L'apprendista geniale" di Anna Dalton

Buondì a tutti heartreaders,
il martedì del Regno dei Libri è tutto dedicato ad una recentissima pubblicazione Garzanti davvero interessante che ha saputo piacevolmente colpirmi durante le vacanze estive quando sono riuscita a leggerlo in anteprima.

Sto parlando de "L'apprendista geniale", primo romanzo firmato dalla giovanissima attrice italo-irlandese Anna Dalton nota  al grande pubblico fra l'altro per aver interpretato il ruolo di Cordelia nella serie tv L'Allieva tratta dall'omonima serie librosa firmata da Alessia Gazzola.

Al suo esordio nell'editoria, la Dalton ci consegna il primo capitolo di quella che si preannuncia una una serie di successo che racconta la storia di una giovanissima ragazza nel cui cuore arde il sogno di seguire le orme della madre diventando una grande giornalista.

Come vi dicevo, ho avuto il grandissimo piacere di leggere questo romanzo in anteprima e di poter partecipare oggi al Blog Tour ufficiale iniziato lo scorso 15 settembre, per questo ringrazio Miriam, admin del bellissimo blog Meandbooks, per avermi coinvolta nell'evento e la Garzanti per l'invio di una copia del romanzo.


Il mio compito oggi è quello di darvi cinque motivi per leggere L'apprendista geniale, un compito più che facilissimo il mio perchè ve ne potrei offrire molti di più di motivi, credetemi!  Iniziamo allora..


1. La scrittura vivace e scorrevole della Dalton vi conquisterà


Divorerete L'apprendista geniale in un batter d'occhio heartreaders, la scrittura è talmente fluida e scorrevole infatti da far sembrare che questo romanzo sia nato dalla penna di un'autrice navigata, vi sorprenderà invece sapere che la Dalton è al suo esordio nella narrativa! Con grazia e leggerezza, Anna (si per me sarà sempre la Anna di Amici di Maria De Filippi 2003. Cosa?! Non l'avevate riconosciuta? Si, è proprio lei!) ci regala una storia davvero coinvolgente, a tratti toccante, a tratti esilarante. Il ritmo della narrazione è ben accordato al testo e  mai forzato, la costruzione ben studiata e priva di luoghi comuni, anzi sempre piena di novità.

lunedì 17 settembre 2018

Baby Book - Recensione: "Masha e Orso : giochiamo a nascondino?"

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
buon inizio di settimana a tutti! Questo lunedì nel Regno dei Libri ritorna una delle rubriche più tenere e coccolose ovvero quella dedicata ai baby lettori ed alle loro mamme: Baby Book!



Oggi parleremo di ben tre libri davvero speciali, tutti e tre dedicati al celeberrimo cartone: Masha e Orso. Chi ha bimbi ancora piccolini oppure chi ha nipotini, cuginetti o chi lavora con loro  come maestra o baby sitter sa bene quanto Masha ed il suo fidato Orso siano diventati popolari. In breve tempo infatti il merchandising di questo cartone ha invaso le nostre case, con buona pace delle mamme che oramai conoscono a memoria ogni puntata. 

Io adoro Masha che è davvero una protagonista dolcissima e simpatica, adoro guardare le sue avventure in tv con la mia principessa e dunque credo proprio che collezioneremo anche la collana librosa!

Oggi infatti, grazie alla Fabbri Editore (che ringrazio di cuore per l'invio dei tre libri di cui stiamo per parlare) Masha torna in libreria con  una nuova edizione coloratissima, curatissima e ricca di sorprese che faranno brillare gli occhietti dei baby lettori. 

Siete pronti a dare una sbirciatina fra queste nuove pubblicazioni? Bene, iniziamo!


Masha e Orso: giochiamo a nascondino?

A.A.V.V.


💝💝💝💝💝

Editore: Fabbri Editore
Prezzo: Rigido -9,90 € Ebook --,--
Pagine: 160
Serie: Masha e Orso
Genere: Libri per bambini

Trama: Masha è una campionessa di nascondino e ti sfida a trovare insieme a lei gli amici nascosti. Gira le pagine e solleva le alette, tante divertenti sorprese ti aspettano!.


Questo primo libro che vi propongo oggi è adatto anche ai bimbi più piccoli, le pagine sono infatti interamente cartonate ed al loro interno i bimbi potranno davvero giocare a nascondino con Masha perchè il libro nasconde delle caselle che, sollevandole, permettono di scoprire il nascondiglio di Masha o di Orso. 

La mia principessa ha poco più di un annetto, lo sapete, quindi ho dovuto aiutarla a sollevare le caselline cartonate ovviamente ma che sorpresa quando ha scoperto dove si stesse nascondendo la sua cara Masha!

Questo libro stimola sicuramente la curiosità dei bimbi, anche di quelli più piccoli che, con l'aiuto della mamma, ne saranno conquistati. Le ambientazioni che propongono queste pagine sono curatissime, coloratissime e riproducono fedelmente le immagini ufficiali del cartone tv. 

Chi ama guardare la serie in tv adorerà sfogliare questo libro prima con la mamma e poi da soli ovviamente. Un regalo splendido, divertente e che stimola l'immaginazione dei baby lettori che consiglio assolutamente quindi!

venerdì 14 settembre 2018

Review Party - Recensione: "Il volo dei cuori sospesi" di Elvia Grazi

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
la settimana librosa è stata caratterizzata dalle recensioni, il Regno dei libri ha infatti avuto il grande piacere di ospitare ben tre eventi, l'ultimo dei quali proprio oggi chiude la settimana per darvi appuntamento alla prossima. Ben tre recensioni e tutte e tre positive, ciò vuol dire che non posso proprio lamentarmi delle mie letture, vero? Già, questo pre-autunno è davvero iniziato alla grande, le case editrici sono infatti tornate al lavoro stra cariche per portarci tantissimi titoli interessanti. Bene per noi, un po' meno per il portafogli. E sono sicura che più ci avvicineremo al Natale e più la situazione migliorerà per noi e degenererà per il portafogli.. vedrete! Ma bando alle chiacchiere ed andiamo al sodo, siete d'accordo?

Dal 6 settembre trovate in libreria il nuovo romanzo di Elvia Grazi dal titolo "Il volo dei cuori sospesi" edito dalla Garzanti che ringrazio per la copia cartacea in omaggio. Come vedete, la mia recensione oggi ha il piacere di inserirsi fra quelle di alcune carissime amiche blogger per celebrare il release e per questo voglio ringraziare di cuore la mia cara Susy (I miei magici mondi) che ha curato l'organizzazione dell'evento e la BookCreativa che ha realizzato la meravigliosa grafica.

Ed ora heartreaders, siete pronti a conoscere la mia opinione su "Il volo dei cuori sospesi"? Mi raccomando ovviamente di volare, al termine della lettura, dalle mie amiche per leggere anche i loro pareri!


Il volo dei cuori sospesi

Elvia Grazi


💝💝💝 1/2

Editore: Garzanti
Prezzo: Rigido 17,60€ Ebook 9,99
Pagine: 311
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa

Trama: Le gemelle Ariele e Rebecca, di origine ebraica, non potrebbero essere più diverse. La prima, occhi così limpidi che ci si può vedere attraverso, è timida e schiva; la seconda, penetranti occhi verdi, è una ribelle pronta a sfidare tutto e tutti pur di non subire la vita. Ma Ariele possiede un talento che Rebecca non ha: fa sogni premonitori. Una fortuna e una condanna, perché spesso le cose che vede accadono senza che lei possa impedirlo. A nulla, infatti, servono quei sogni quando l’odio nazista si riversa sul paese in cui hanno trovato riparo. Così, la loro madre Giuditta si trova costretta a prendere una decisione cui nessuno dovrebbe essere chiamato: può salvare solo una delle figlie. E sceglie di salvare Ariele, affidandola alle cure di un’amica, e di portare con sé ad Auschwitz Rebecca, convinta che il suo carattere forte potrà salvarla. Una decisione che lascia un segno indelebile nella storia di tutta la famiglia. Negli anni a venire, Rebecca, che sopravvive all’orrore dei campi, chiude il suo cuore al mondo e decide che a nessuno sarà più permesso di calpestarlo. Al contrario, Ariele cerca di non sprecare l’occasione che le è stata offerta. Accoglie l’amore che le viene dato e se ne fa portavoce nella vita di tutti giorni. Senza mai tirarsi indietro. Anche quando Rebecca, con la quale non è più riuscita a ricostruire un rapporto, bussa alla sua porta e le chiede di occuparsi di una figlia, la sua, che non riesce nemmeno ad abbracciare, una bimba cui ha voluto dare un nome che racconta tutta una storia: Catena. Talvolta i ricordi sono come sassi che possono trascinarci a fondo, bloccando in un freddo, sincopato respiro gli ingranaggi del cuore..


Recensione


Il volo dei cuori sospesi è davvero un libro tosto, uno di quelli che ti lascia quasi con le ossa spezzate, con l'anima nascosta in un angolino di cuore e con la profonda  convinzione di non dover mai dimenticare che il vero arcobaleno della vita è l'amore.

Ci sono persone che cercano in tutti i modi di immaginare il futuro, che interrogano le carte, leggono gli oroscopi, consultano i veggenti. Io me ne guardo bene, voglio vivere qua, ora, nell’immediato presente. Sogno di fare come i fiori nei prati, che non hanno coscienza, si schiudono al sole o bevono la pioggia, e non sanno neppure immaginare l’eventuale strappo di una mano che trancia lo stelo. Sorridono alla vita come fosse per sempre e, senza inutili corse in avanti, sono inconsapevolmente sereni. Questo è quello che penso e che vorrei per me, ma la mia mente talvolta scarta e, nonostante mi sforzi di mettere a fuoco solo il presente, il futuro mi viene a cercare, mi stana dalla mia bolla di tranquillità ignorante. Mi basta, infatti, chiudere gli occhi per scoprire ciò che deve ancora succedere. Purtroppo. Non sempre, non ogni notte, ma nel bene o nel male i momenti salienti della mia vita li ho indovinati tutti, con una precisione spaventosa, guardandoli come spettatrice di un film.

Se avete sbirciato la trama heartreaders sapete già che le protagoniste di questo romanzo sono Ariele e Rebecca, due gemelle identiche nell'aspetto ma diversissime nell'animo. Tanto Ariele è introversa quanto Rebecca è estroversa, piena di brio e voglia di protagonismo. Due gemelle diverse nell'animo che però non riusciranno di fare di queste differenze il loro punto di forza, anzi saranno proprio i loro caratteri opposti che le separeranno per tutta la vita in nome di gelosia ed invidia. 

Le ragazzine (si, le conosciamo quando sono ancora adolescenti) si troveranno a vivere uno dei periodi storici più cupi dell'umanità, ovvero l'ascesa al potere del Nazismo. Ariele e Rebecca così come la madre, vista la loro origine ebraica,  molto presto dovranno fare i conti con tutto l'orrore che la Germania Nazista riservò a questo popolo.

Costretta all'inumana scelta tra le due figlie su quale portare con sè ad Auschwitz  e chi salvare lasciando alle cure di una fidata amica, la madre lascerà Ariele, la più timida, portando con sè Rebecca, convinta che la tempra più forte della figlia avrebbe potuto salvarla. La ragazza si salverà, si è vero, ma solo nel corpo perchè nell'animo la ferita riportata non si rimarginerà più.


mercoledì 12 settembre 2018

Blog Tour - Recensione: "La teoria imperfetta dell'amore di Julie Buxbaum

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
oggi si conclude il lunghissimo blog tour dedicato al meraviglioso ed attesissimo "La teoria impefetta dell'amore" di Julie Buxbaum, una delle pubblicazioni settembrine (a ragione!) più attese. 

Io ho avuto il piacere di leggere questo romanzo in super anteprima questa estate e devo dire che, ad oggi, la mia emozione nel ricordarne i personaggi non vacilla assolutamente!

Durante il lungo blog tour (QUI la mia tappa), io e le ragazze abbiamo messo in luce i profondissimi temi centrali toccati dalla Buxbaum, perciò, per avere un quadro completo, vi consiglio assolutamente di recuperare tutti i post che eventualmente vi foste lasciati indietro, oggi invece su tutti i blog partecipanti troverete le nostre recensioni, mi raccomando di venirci a trovare tutte!


La teoria imperfetta dell'amore

Julie Buxbaum


💝💝💝💝💝

Editore: DeA Planeta Libri
Prezzo: Rigido 14,99€ Ebook 6,99
Pagine: 400
Serie: Autoconclusivo
Genere: Young Adult

Trama: Da quando suo padre è morto in un incidente d'auto, Kit non è più la stessa. Non ha più voglia di ridere, scherzare o confidarsi con le amiche di sempre. L'unica cosa che desidera è chiudere fuori il mondo intero. Per questo decide di lasciare il tavolo affollato a cui si siede ogni giorno in mensa e prendere posto a quello di David. David, che ha la sindrome di Asperger e non parla mai con nessuno. David, che odia il mondo e ama la scienza. I due non potrebbero essere più diversi, ma lentamente quei pranzi in solitudine diventano un appuntamento fisso, atteso. Tra sguardi e parole sussurrate, Kit e David imparano a essere amici, e forse qualcosa di più. Sarà proprio lui a ricomporre i pezzi del cuore infranto di Kit. E sarà lei ad aiutare il ragazzo ad affrontare sé stesso e gli altri. Ma quando le cose si complicano per davvero, il sentimento che li lega sarà abbastanza forte per salvare entrambi?.


Recensione

Ad iniziare dalla bellissima e suggestiva cover creata dalla DeA, credo che ogni pagina di questo libro trasudi perfezione heartreaders. Si, perchè se è vero che avevo già adorato la storia di "Dimmi tre segreti" posso affermare con assoluta certezza che Julie Buxbaum questa volta si è davvero superata scrivendo un capolavoro che rimarrà nella storia degli ya per impatto emotivo, potenza e stile narrativo.  Già, in sostanza credo proprio che La teoria imperfetta dell'amore sia destinato ad essere una delle star più brillanti di questo genere letterario. E, si, se anche per i libri ci fosse una Walk of Fame, la Buxbaum avrebbe una delle stelle più meritate! 

Difficilmente dimenticherò infatti la storia di David e Kit e, quando ripenserò a loro, immagino  già che non potrò fare a meno di emozionarmi ogni volta. Ma si, lo so, da quando per la prima volta vi ho parlato de La teoria imperfetta dell'amore non faccio altro che dirvi quanto sia meraviglioso senza andare più in profondità ma, credetemi, appena lo leggerete capirete che dietro al mio "è meraviglioso" si cela un'emozione capace di prendere alla gola lasciando senza parole. Ma capisco anche che questa è una recensione (o così dovrebbe essere visto il titolo del post) quindi, si, immagino che voi vogliate più di queste due parole. Tenterò quindi di accontentarvi ma sarà una recensione davvero difficile da scrivere, poco ma sicuro.

(...) diverso” non è la stessa cosa di “spaventoso”. È incredibile quanto facilmente le persone confondano le due cose.

Kit e David sono i protagonisti di questa potentissima storia heartreaders. Sono due ragazzini ma le loro giovani vite devono ogni giorno fare i conti con qualcosa più grande di loro che  rischia di inghiottirli. Kit ha appena perso il padre in uno sfortunato incidente d'auto, da reginetta della scuola ad outsider il passo sarà breve perchè com'è possibile riprendere la propria vita come se niente fosse dopo la tragedia che è l'ha colpita? Come possono continuare ad esistere i balli, i trucchi ed i fermagli per capelli dopo che in un attimo lo scontro tra due macchine le ha portato via il papà? Kit vivrà e rivivrà nel cuore e nella mente quel fatale incidente che l'ha cambiata profondamente tanto da non riuscire più a riconoscere se stessa ed il mondo in cui viveva.

martedì 11 settembre 2018

Review Party - Recensione: "Flawed. Il momento della scelta" di Cecelia Ahern

Buondì a tutti heartreaders,
oggi la settimana inizia di martedì, che ne pensate infatti di abolire il lunedì? Non dico sul blog ma in generale proprio. Depenniamo e via, non ci pensiamo più! Cosa dite? Non si può fare, altrimenti qualcuno lo avrebbe già fatto? Eh, probabilmente avete ragione, si! Va bene, metto via la penna, ad ogni modo ieri è stato un lunedì un po' pieno, un primo giorno della settimana davvero bello tosto in cui ho comunque scritto dei post programmandoli per riempire la settimana librosa, quindi eccome se vi ho pensati! Già, perchè in questa settimana vi parlerò di ben tre libri, stay tuned quindi. Si inizia oggi con l'attesissimo "Flawed. Il momento della scelta" o, per semplificarci la vita, "Flawed #2" che conclude la duologià iniziata nel 2016 (per l'Italia) con il primo (interessantissimo) romanzo ya firmato dalla grandissima Cecelia Ahern ovvero "Flawed. Gli imperfetti".


Io ho avuto il piacere di leggere in anteprima questo attesissimo romanzo e dunque oggi, in occasione del release, sono prontissima a parlarvi di questo meraviglioso capitolo conclusivo partecipando al Review party organizzato dalla carissima Jess, admin di Loving Books, che ringrazio per aver organizzato l'evento. Prima di iniziare la recensione vera e propria ci tengo a ringraziare anche Rosalba (admin de La Rapunzel dei Libri) per aver creato la bellissima grafica del Review Party ed ovviamente la DeA per la copia digitale del romanzo in anteprima.


Flawed. Il momento della scelta


Cecelia Ahern


💝💝💝💝 1/2

Editore: DeA
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 6,99
Pagine: 410
Serie: Flawed#2
Genere: Distopia, YA

Trama: Celestine è in fuga. Fino a poche settimane fa era una delle ragazze più in vista della città: aveva una famiglia che la amava, un fidanzato meraviglioso e un destino invidiabile. Ora la sua esistenza si è trasformata in un interminabile incubo. La sua vita dorata non esiste più. Celestine è finita in cima alla lista dei ricercati della Gilda. È il nemico Numero Uno. Lei infatti è l’unica a possedere le prove che potrebbero distruggere per sempre il sistema che stabilisce chi è perfetto e chi Fallato. Chi merita un futuro e chi no. Perfino il giudice Crevan, capo del tribunale che l’ha condannata, è al suo inseguimento. L’uomo crede di poter facilmente mettere alle strette una come Celestine, una ragazza che ha perso tutto: famiglia, fidanzato, amici. Ma si sbaglia. Il tenebroso Carrick non l’ha abbandonata e anzi è più determinato che mai a sostenerla, qualunque sia la scelta di Celestine. Perché adesso a decidere sarà lei. Scappare e mettersi in salvo, o rischiare tutto, tornare nella tana del leone e demolire il sistema dall’interno? Dalla penna dell’autrice bestseller internazionale di P.S. I love you e Scrivimi ancora, il capitolo conclusivo della saga iniziata con Flawed. Gli imperfetti, una serie distopica che mette sotto i riflettori la follia della ricerca della perfezione..


Recensione


Flawed. Il momento della scelta riprende la storia di Celestine da dove si era interrotta al termine di Flawed. Gli imperfetti, ritroviamo quindi una Celestine in fuga e lontana dagli affetti, confusa e disorientata, piena di dubbi e paure ma anche decisa a combattere. In questo adrenalinico secondo ed ultimo capitolo della duologia, assistiamo ad una profondissima crescita della protagonista che da ingenua ragazzina scoprirà in sè un grande coraggio che la porterà a diventare un'eroina che difficilmente verrà dimenticata. 

PERFETTO: ideale, esemplare, immune da difetti, errori, lacune, mancanze, impeccabile, eccellente, assoluto, compiuto; (relativo a persona) avente tutte le caratteristiche, le qualità o gli elementi richiesti o auspicabili; insuperabile.

La società descritta dalla Ahern è al collasso dopo l'abuso di potere del Giudice Crevan ed il tentativo di insabbiamento della vicenda, la Gilda rischia grosso. Esiste infatti un video di quanto accaduto ed è così che una ragazzina rischia di sovvertire un'intera società.

venerdì 7 settembre 2018

Recensione: " Pensa alla dolcezza" di Clémentine Beauvais

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
oggi ritorno da voi con la recensione di una delle mie letture estive, ovvero "Pensa alla dolcezza" di  Clémentine Beauvais. Questo libro è stato pubblicato dalla Rizzoli lo scorso 26 Giugno e, appena letta la trama, è subito entrato nella mia TBR. Volete sapere se è riuscito a mantenere le promesse? Vado subito a recensirlo, prima però voglio dire grazie alla Rizzoli per avermene inviato una copia cartacea omaggio.


Pensa alla dolcezza

Clémentine Beauvais


💝💝💝

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 15,30€ Ebook 9,99€
Pagine: 242
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa

Trama: Eccoli, Eugène e Tatiana, al loro secondo incontro. Il primo è avvenuto dieci anni prima, d'estate, quando lui aveva diciassette anni e lei quattordici. Per lei, ragazzina piena di ideali e ingenuità, quella era una passione improvvisa e prepotente; Eugène invece era il classico flâneur di buona famiglia, mai sconfitto, annoiato di tutto, incapace di sentire la vita. Ora, dieci anni dopo, i due si rivedono per caso a Parigi, è gennaio: lui è un consulente già stufo della propria routine, lei è sbocciata, è una giovane donna appassionata di arte che sta per terminare il dottorato. L'emozione riaffiora, di nuovo, nuova per entrambi. Ma, appena più dietro, ci sono i segni lasciati da quell'estate fondamentale e il ricordo di Lensky, amico di sempre, giovane poeta in erba che aveva condiviso con loro quel pezzo di adolescenza. Allora che farsene, adesso, del cuore che batte forte mentre la metro ferma alla Gare de Lyon? Pensa alla dolcezza è una storia d'amore raccontata dalla scrittura libera e coraggiosa di Clémentine Beauvais, che fa correre il lettore su un'unica onda lunga fino al cuore dell'adolescenza, ai suoi fremiti così limpidi e astratti, ingrati e prepotenti. Agli amori di quando si aveva un'età che sembra non essere mai esistita, che pure, se la ritrovi, pulsa ancora..


Recensione

Dopo un solo sguardo alla cover super romantica, Pensa alla dolcezza mi aveva attirata, dopo una breve lettura della trama poi, mi aveva già conquistata. Quale altra scelta avevo quindi se non decidere di leggere immediatamente la storia di Tatiana ed Eugène? Se anche voi amate Puskin ed avete letto l'intramontabile Eugenio Onegin, sono certa che a questo punto starete iniziando a fare 2+2. Si, perchè, se accostati insieme, i nomi di Tatiana ed Eugène gridano "Onegin" naturalmente. 

Io faccio parte della schiera dei fan di Puskin e come io lo abbia conosciuto è chiaro: tramite la lettura del romanzo del mio cuore, ovvero "Il cavaliere d'inverno" di Paullina Simons. Se non lo sapeste ancora, il capolavoro della Simons è ambientato prevalentemente in Russia (Unione Sovietica) il cui poeta più famoso è Aleksandr Puskin, autore (tra l'altro) del poema "Il cavaliere di bronzo" e dell'"Eugenio Onegin" appunto.

Ecco perchè in passato ho vissuto il mio libroso "periodo russo" (per dirla alla Picasso) in cui ho sperimentato la letteratura e la poesia russa (oltre a qualche piatto devo dire niente male, mai provati per esempio i bliny? Consigliati!) conoscendo proprio così il famoso Puskin.

Con queste premesse, potevo non voler leggere Pensa alla dolcezza? Non direi, perchè questo romanzo ammicca proprio all'originale Eugenio Onegin per la storia che racconta ma anche per la forma. Curiosi?