venerdì 30 novembre 2018

Cover Reveal: "Dal Vangelo secondo Paolo Fox" di Sara Arenaccio

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
la settimana librosa termina con la cover reveal del nuovo romanzo di Sara Arenaccio dal titolo  Dal Vangelo secondo Paolo Fox. Io lo trovo un titolo davvero stuzzicante e voi? Sono certa di si e non avete ancora visto la cover! Siete pronti? Sveliamola insieme allora!


Il romanzo appartiene al genere Chick Lit ed è disponibile da oggi sia in versione digitale che cartacea. Io personalmente non vedo l'ora di leggerlo perchè dire che è riuscito a stuzzicare il mio interesse è poco! Di seguito troverete: cover, dati del libro, la biografia dell'autrice ed un imperdibile estratto.



Cosa può succedere se Paolo Fox predice un anno travolgente per il tuo segno zodiacale?
Di tutto. 
Ed è proprio ciò che accade a Beatrice che, con i suoi trentatré anni, ha una vita monotona che le calza a pennello: un lavoro sottopagato, una situazione sentimentale non pervenuta e una famiglia ingombrante che sembra avere da ridire su ogni sua scelta. 
Tra feste, incontri inaspettati e nuove conoscenze, sarà pronta ad assistere al completo stravolgimento della sua esistenza? 
D’altronde, se lo dice Paolo Fox

giovedì 29 novembre 2018

Review Tour - Recensione: "Darkest Minds 3. L'ultimo bagliore" di Alexandra Bracken

Ben ritrovati a tutti heartreaders! 💓 Come preannunciato e promesso, torno da voi con la recensione di uno dei romanzi distopici più attesi di questo periodo pre natalizio, ovvero il terzo capitolo della serie Darkest Minds firmata da Alexandra Bracken


La Sperling & Kupfer, mantenendo la promessa che più piace a noi lettori, non ha deluso le aspettative dei fans e, a  vero tempo di record, ci ha consegnato l'intera trilogia che da inizio alla serie ormai di culto Darkest Minds. 

Come già accaduto per i primi due romanzi, anche oggi ho il piacere di promuovere questa pubblicazione partecipando ad un lungo Review Tour che spero seguirete e che vi farà conoscere ancora meglio questa incredibile serie. Da oggi e fino al 6 dicembre, ogni giorno sarà online una nuova recensione, per non perderne nessuna a fine post troverete il calendario del Review Tour!

Prima di iniziare però che ne dite di fare un po' d'ordine? Si perchè con questo terzo romanzo si conclude una parte della serie, ovvero la trilogia che ha come protagonista Ruby, quindi, visto che la serie è in realtà prolifica di titoli, credo sia giusto fare il punto della situazione.


Ecco com'è composta la serie Darkest Minds:


1.0 Darkest Minds (The Darkest Minds) (QUI la mia recensione)
1.5 In Time (novella inedita)
1.6 Liam's story (novella inedita)
2.0 Darkest Minds 2. Una ragazza pericolosa (Never Fade) (QUI la mia recensione)
2.5 Sparks Rise (novella inedita)
3.0 Darkest Minds 3. L'ultimo bagliore (In the Afterlight) 
3.5 Beyond the Night (novella inedita)
4.0 The Darkerst Legacy (inedito) - Protagonista Zu.
Collection: Through the Dark (collezione inedita contenente le novelle 1.5, 2.5 e 3.5)


Dunque, sono stati pubblicati i tre volumi che compongono la trilogia avente come protagonista Rubi la cui storia quindi si conclude con questo terzo romanzo. In aggiunta la Bracken ha scritto le novelle che vi ho citato, non so se arriveranno in Italia (appena avrò notizie vi farò sapere!), io ovviamente io ci spero perchè ne ho letto recensioni entusiaste. Per quanto invece al libro n.4 ovvero The Darkest Legacy,la Bracken ha voluto dare spazio ad un personaggio molto amato dai fans della seria infatti la protagonista di questo quarto romanzo a sè stante è Zu. Questo ve lo dico perchè in molti mi hanno scritto che, prima di iniziare a leggere questa serie, volevano essere certi di poterla trovare completa in libreria e con la pubblicazione di Darkest Minds 3 L'ultimo bagliore non ci sono più ostacoli.

Ed ora che ne dite di iniziare la recensione di Darkest Minds 3. L'ultimo bagliore e fangirlare insieme?


Recensione



Darkest Minds 3. 

L'ultimo bagliore


Alexandra Bracken


💝💝💝💝 1/2


Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: Rigido 17,90€ Ebook --,--
Pagine: 409
Serie: Darkest Minds #3
Genere: Distopia


Trama: Ruby non può permettersi di guardare indietro. Il quartier generale della Lega dei Bambini è stato raso al suolo. E ora lei e i giovani sopravvissuti all'attacco del governo a Los Angeles stanno viaggiando verso nord per riunirsi. Insieme a loro, c'è anche un pericoloso prigioniero, con le stesse incredibili abilità di Ruby. Per questo, solo lei può tenerlo sotto controllo: un solo errore e potrebbe scatenarsi il caos. È una sfida difficile da vincere ma, seppur distrutta da una perdita insopportabile, Ruby sa di non poter mollare adesso. Non quando è così vicina dal far cadere il governo e dal liberare le migliaia di ragazzi che ancora soffrono nei campi di riabilitazione governativi sparsi in tutto il Paese, e in particolare a Thurmond. La missione di Ruby è chiara, anche se non tutti la condividono e le tensioni non si faranno attendere. La resa dei conti è vicina, e allora anche i segreti più oscuri verranno a galla, e i sentimenti più forti saranno messi alla prova..


Ho letto questo romanzo in un soffio, senza quasi darmi il tempo di un respiro. Complice una storia che decolla e lascia senza fiato, Darkest Minds 3. L'ultimo bagliore mi ha davvero conquistata heartreaders. La storia di Ruby e dei suoi compagni ha infatti subìto un'escalation a partire da quel primo romanzo. Tutto è diventato molto più adrenalinico con il secondo capitolo della serie e si è fatto davvero esplosivo con questo terzo fino ad arrivare ad una giusta conclusione.

Il nero è la promessa di un domani privo di menzogne e di odio. Tradimento.

Se nel primo romanzo avevamo conosciuto una Ruby spaventata, una Ruby che non sempre riusciva a trovare il coraggio di essere se stessa, nel secondo romanzo avevamo scoperto un lato nuovo di Ruby che è diventata una vera macchina da guerra, una leader coraggiosa e senza paura, una tipa tosta che farebbe di tutto per salvare i suoi amici anche a discapito di se stessa. 

«Non voglio essere un peso», sussurrai. Non volevo far altro che proteggervi.

Non è un peso se la gente è disposta a portarlo (...)

In questo terzo romanzo ho trovato la Ruby che più mi piace, una Ruby che ha preso coscienza di sè, una Ruby che ha trovato un suo equilibrio interiore, una Ruby che ha fatto pace con il passato e che è pronta ad abbracciare il futuro senza spettri nell'armadio.

In L'ultimo bagliore, in poche parole, ho adorato Ruby, il fatto che sia pronta a pareggiare i conti ma anche a chiudere un capitolo per andare dritta al prossimo. Ruby è cresciuta, è maturata, ha un equilibrio. E' pronta insomma a diventare adulta e lo farà nel modo migliore possibile, perchè ci vuole più coraggio nel non cercare una vendetta inutile più che nel perseguirne una senza che ve ne sia una vera ragione. Bellissima la Ruby che ho trovato in questo romanzo. Chapeau, anche e soprattutto nel finale!

Prima di voltare pagina però bisogna portare a termine quello che si è iniziato, bisogna liberare tutti i bambini ancora in mano al Governo e per farlo ci sarà bisogno di tutto l'appoggio possibile, adesso Ruby lo sa, ed  in primis sarà necessario il sostegno di Liam ovviamente.

Review Pary - Recensione: "Shadowsong" di S. Jae-Jones

Buongiorno a tutti carisssimi mei heartreaders,
la giornata nel Regno dei Libri inizia presto e proseguirà all'insegna delle grandissime (nonchè attesissime) novità librose. Eh si, oggi avrò infatti il piacere di parlarvi in anteprima di ben due nuove pubblicazioni che non possono non rendere super felici! Iniziamo subito, d'accordo? Ecco la prima:


Da oggi, 29 Novembre 2018, in libreria approda Shadowsong, l'attesissimo secondo ed ultimo capitolo della duologia iniziata l'anno scorso con Wintersong e firmata dalla penna di  S. Jae-Jones

Se, come me, avete amato le atmosfere quasi oniriche di Wintersong e siete state ammaliate dal fascino del Re dei Goblin, sono certa che stiate facendo i salti di gioia in questo momento. 



L'attesa è finita menomale e, come promesso, a circa un anno dalla pubblicazione di Wintersong, la Newton Compton ci regala l'ultimo atto di questa bellissima duologia. Io ho avuto il grande piacere di leggere in anteprima questo romanzo grazie al Review Party organizzato per promuovere il release, dunque, ci siamo. Sono prontissima a parlarvene ma, per avere un quadro più completo del romanzo, vi invito come sempre a non perdere le altre recensioni dell'evento.. mi raccomando!


Vi ricordo che la duologia Wintersong è così composta:
1- Wintersong (QUI la mia recensione)
2 - Shadowsong


Recensione



Shadowsong

S. Jae-Jones


💝💝💝💝

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 10,00€ Ebook 4,99
Pagine: 384
Serie: Wintersong #2
Genere: Fantasy


Trama: Sei mesi dopo essere riemersa dal Sottosuolo, Liesl si sta impegnando per promuovere, oltre alla carriera musicale del fratello, anche la propria. È determinata a concentrarsi sul futuro, senza pensare al passato, ma la vita nel mondo di sopra non è semplice. Suo fratello Josef è freddo, distante e riservato, mentre Liesl non riesce a smettere di pensare all’uomo misterioso che ha dovuto abbandonare oltre la barriera magica, colui che ha saputo ispirarle nel cuore una musica struggente e bellissima. Ma quando l’equilibrio tra i due mondi all’improvviso comincia a vacillare, Liesl dovrà fare ritorno nel Sottosuolo per risolvere un mistero che riguarda la vita, la morte… e il suo amato Re dei Goblin. Chi è? Da dove viene? Qual è il suo destino? Ora che il patto è stato infranto, il prezzo da pagare è altissimo: una vita per una vita. Se Liesl vuole davvero scoprire la verità, dovrà infrangere tutte le antiche leggi e sacrificarsi in nome di ciò che ama. Ma compiere questa scelta la renderà libera una volta per tutte o la condannerà per sempre?.


La prima nota positiva che salta subito all'occhio è sicuramente la meravigliosa cover heartreaders. La Newton Compton ha infatti mantenuto la promessa e, come già accaduto l'anno scorso con il primo libro di questa duologia, ha deciso di mantenere la stupenda cover originale. Insieme, Wintersong e Shadowsong, sono due volumi davvero meravigliosi, ipnotici ed onirici, ovvero due punte di diamante che sicuramente avranno un posto d'onore nella mia libreria.

Sono una ragazza che ha la musica nell’anima. Una sorella, una figlia, un’amica che protegge fieramente i suoi cari. Una ragazza a cui piacciono le fragole, la torta al cioccolato, le canzoni in minore, i momenti rubati tra una faccenda e l’altra e i giochi da bambina.

Come sapete, avevo amato Wintersong, avendone apprezzato le atmosfere oniriche e lo stile narrativo ipnotico. Per questo motivo sono stata ben felice di ritrovare gli stessi tratti distintivi in questo secondo volume che però, per altri versi, si è dimostrato ben diverso dal "fratello maggiore". In che senso? Andiamo con ordine.

Come vi accennavo, l'atmosfera in cui è ambientato Shadowsong è ipnotica come quella di Wintersong, anche se gran parte della scena si svolge nel Mondo di Sopra, il Sottosuolo risulta infatti  ben protagonista grazie a Liesl che, nonostante vi sia fuggita alla fine del primo libro, vi risulta inesorabilmente "legata" a doppio filo. Nessuno può ritornare nel Mondo di Sopra, neanche se questo è il volere del Re dei Goblin in persona, neanche se si tratta della Regina dei Goblin. Ecco perchè Liesl  "sente" le forse misteriose, quasi un vero e proprio esercito ultraterreno, che sgomita per riportare ordine e ripristinare le antiche leggi.

Ho adorato la carica onirica che ho trovato fra queste pagine, le atmosfere dark ed ultraterrene, i riferimenti mitologici ed ogni riferimento alle antiche leggende ricche di mistero. Rapimenti, scomparse, antiche superstizioni e leggende mitologiche sono in agguato ad ogni angolo e rendono davvero suggestiva la lettura, perfettamente sorretta da uno stile narrativo che "sussurra" una favola piena di misteri. L'autrice dimostra assolutamente maestria cimentandosi con un romanzo dalle atmosfere meno evocative del precedente ma di certo più intimo ed introspettivo, mostrando però di non voler abbandonare mai il lato onirico, fantasy e misterioso di questa incredibile storia.

mercoledì 28 novembre 2018

W.... W... W... Wednesday!!!

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
il post di oggi arriva di prima mattina, la mia giornata prevede una gran quantità di commissioni quindi occorre un bel caffè doppio. Come sta andando la vostra settimana? State già pensando ai regali di Natale? Io non vorrei ridurmi all'ultimo secondo e quindi sto già iniziando a stilare una lista, ce la farò a non sforare con i tempi com'è successo in passato? Lo vedremo...

Intanto però, meglio cercare di non sforare con le chiacchiere andando invece al succo, non vorrei mica rimbambirvi di chiacchiere di prima mattina! 

Oggi, come consuetudine vuole, la giornata librosa è dedicata al recap settimanale delle letture. Cosa c'è di nuovo sui vostri comodini? Quali sono le vostre letture presenti, passate e future? A rispondere a queste domande ci aiuta l'appuntamento con la "W.... W... W... Wednesday", ovvero la rubrica inventata da MizB del Blog Should Be Reading in cui, ogni mercoledì, vi aggiorno sulle mie letture rispondendo alle tre fatidiche domande:



WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?


(Cosa stai leggendo?)



Sul mio comodino c'è L'ultima volta che ti ho vista, un thriller che mi ispira davvero parecchio e del quale non vedo l'ora di potervi parlare!

martedì 27 novembre 2018

Segnalazione: "Non riesco a non amarti" di Susy Tomasiello

Buondì a tutti cari miei heartreaders,
il martedì del Regno dei Libri è tutto dedicato a Susy Tomasiello, mia carissima amica, collega blogger (I miei magici mondi), nonchè talentuosissima autrice. Susy ha all'attivo una già amatissima produzione romance, di recente ha però pubblicato un nuovo romanzo dal titolo Non riesco a non amarti ed io, proprio su questo romanzo, oggi voglio puntare i riflettori del Regno dei Libri presentandovelo anche grazie a degli estratti. 



Non riesco a non amarti

Susy Tomasiello


💝💝💝💝💝

Editore: La Collana Floreale (PubMe)
Prezzo: Rigido 13,00€ Ebook € 2,99 ma ancora per poco gratis su Kindle Unlimited poi disponibile in tutti gli store
Pagine: 240
Serie: Autoconclusivo
Genere: Romance

Trama: "Non si sfugge all'amore ed è tempo che lei lo sappia." Il più bel bacio della sua vita, Sofia lo ha ricevuto in un momento di puro panico e da un perfetto sconosciuto. Ma quello che doveva essere un momento speciale si trasformerà nel più grande dei malintesi. Quell'uomo, si rivela essere completamente diverso da ciò che lei sperava: ovvero, insopportabile e arrogante. Per Giulio il bacio è stato solo un momento di debolezza, infatti coi sentimenti ha chiuso da tempo, e per questo cercherà di mettere più distanza possibile tra lui e Sofia. Due caratteri completamente diversi, gusti totalmente disparati, lui di Milano, lei di Napoli... Ma si sa: gli opposti si attraggono. Oppure no?.



Io non ho ancora letto questo romanzo ma posso dirvi già che mi incuriosisce davvero tanto la trama, così come anche la cover. Mi sembrano entrambe molto suggestive e romantiche, penso proprio che questi nuovi protagonisti non potranno che fare breccia nel mio cuore! 
A seguire, Susy è stata così gentile di regalarci tre piccoli estratti, ve li aggiungo quindi tutti e tre che trovate confezionati in card che potrete stampare e conservare.
Di certo parleremo ancora qui sul blog di questo romanzo, dopo averlo letto infatti aspettatevi quindi una mia recensione!

lunedì 26 novembre 2018

"Disney in BookLand"di Susy ed Ely

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
essendo l'ultimo lunedì del mese, torna l'appuntamento con la rubrica disneyana crossover tra Il Regno dei Libri e I miei Magici Mondi. Che ne dite di stemperare la proverbiale negatività del lunedì con la nostra fiabesca rubrica? Io direi proprio che la Disney è il più potente vaccino contro le paturnie del lunedì, siete d'accordo?



"Disney in BookLand di Susy ed Ely" è la rubrica inventata da me e Susy, admin del bellissimo Blog I miei Magici Mondi, in cui, a cadenza mensile, associamo ad un personaggio tratto da un film Disney quello di un libro che abbiamo letto, desiderando che anche voi ci scriviate se condividete le nostre scelte o se invece avreste preferito associare il personaggio disney del mese a quello di un altro libro.

Anche questo mese siete stati proprio voi a scegliere il personaggio disneyano a cui io e Susy abbiamo recapitato il nostro invito e questa volta  la scelta è caduta su un principe:

ERIC



Direttamente dall'indimenticabile Classico Disney "La Sirenetta", arriva quindi il Principe Eric. 

Eric è uno dei personaggi che più ricordo con piacere, da piccola mi ha sempre fatto molta simpatia ed è certamente fra i principi disney che più sono riusciti a farmi sognare. Eric è dolce, è un sognatore, idealista ed anche molto fedele, alle sue idee ed ovviamente alla ragazza che ama. 

Si innamora di Ariel, la Sirenetta, anzi fra loro è un vero e proprio colpo di fulmine. Peccato che però, trovandosi a  bordo della nave reale, impazzerà una terribile tempesta e quindi, dopo aver rischiato di perdere la vita, Eric ricorderà ben poco della sirena che gli ha salvato la vita. Solo il melodioso canto di Ariel rimarrà infatti nei ricordi e nel cuore di Eric.

Ariel, la Sirenetta, incapace di dimenticare il suo principe, stringerà un losco accordo con la cattiva Strega del Mare, Ursula, arrivando persino a scambiare con lei la sua melodiosa voce per diventare umana ed andare alla ricerca di Eric. Peccato che Eric non sembrerà riconoscere Ariel proprio a causa del fatto che la sirena ha perso la sua indimenticabile voce. 

Tra sotterfugi, incantesimi, personaggi indimenticabili come il pesciolino Flounder o il granchio Sebastian, oltre ovviamente al bacio del vero amore (l'unico sortilegio in grado di ridare la voce ad Ariel), il capolavoro Disney ha fatto innamorare miliardi di bambine della storia d'amore tra la sirenetta e il principe Eric, me compresa.

Se seguite ad amate come me e Susy la nostra rubrica disneyana, ricorderete che di questo Classico Disney abbiamo già parlato in uno dei primissimi appuntamenti, per la precisione quando abbiamo puntato i riflettori sul personaggio di Ariel. QUI il mio post e QUI quello di Susy.

In quella occasione sia io che Susy abbiamo approfondito l'origine della fiaba e le differenze tra il testo originale ed il film disney, quindi, qualora foste interessati, vi invitiamo a cliccare sui nostri link!

venerdì 23 novembre 2018

Recensione: "La porta di mezzanotte" di Dave Eggers

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
la settimana librosa termina con una nuova recensione. Il libro che vi propongo oggi è indirizzato ai ragazzi ma credo che, se letto dagli adulti, possa regalare altrettante belle emozioni, oltre che spunti di riflessione. Sto parlando de "La porta di mezzanotte" di Dave Eggers, in libreria dallo scorso 16 Ottobre grazie alla Mondadori.


E' la prima volta che Eggers si cimenta a scirvere un libro per ragazzi, io non avevo mai letto questo autore, quindi si è trattato nel nostro "primo appuntamento libroso", ma il suo stile mi è piaciuto così tanto da avere molta voglia di continuare a leggerlo, magari recuperando qualche suo precedente romanzo.

Oggi siamo qui per parlare de La porta di Mezzanotte di Dave Eggers, siete pronti? Iniziamo subito allora!

Recensione



La porta di mezzanotte

Dave Eggers


💝💝💝💝

Editore: Mondadori
Prezzo: Rigido 18,00€ Ebook 9,99
Pagine: 347
Serie: Autoconclusivo
Genere: Libri per ragazzi


Trama: Granito, Gran per gli amici, ha dodici anni e si è appena trasferito nello sperduto paesino di Carosello con la sua famiglia. A scuola l'unica ad accorgersi di lui è la misteriosa Catalina Catalan, che nasconde un segreto legato alle voragini che da qualche tempo si aprono nel terreno della città inghiottendo case, strade e alberi. Ben presto Gran scopre un mondo di tunnel percorsi dai Vuoti, forze distruttive attirate ovunque dalla tristezza degli esseri umani. Catalina e altri ragazzini come lei sono i Sollevatori che ogni giorno lottano per tenere in piedi la Terra con bastoni e mazze da hockey, e ora Gran è pronto a diventare uno di loro... .

Grazie di cuore alla Mondadori per l'invio di una copia cartacea del romanzo in omaggio.

Quella de La porta di mezzanotte è stata una lettura scorrevole ma che ha saputo lanciarmi dei profondi spunti di riflessione ma, in fondo, tutti i libri per ragazzi hanno questo particolare, nonchè inestimabile, dono.

Il protagonista di questa storia è Granito, un ragazzino che ha vissuto un'infanzia non semplice e che sia appresta a vivere un'altrettanto poco serena adolescenza. La famiglia di Granito non ha una tranquillità economica ferrea, il padre, per racimolare uno stipendio in grado di mantenere la sua famiglia, ha persino dovuto trasferirsi da solo per un periodo, con la conseguenza di incrementare il disagio del menàge familiare. La madre di Granito un tempo era un'artista, lavorava in un museo e faceva si che gli animali imbalsamati quasi quasi sembrassero veri animali. Poi purtroppo un terribile incidente la costrinse alla sedia a rotelle e nulla per lei fu più lo stesso. Ora la mamma di Granito è una persona diversa, chiusa, sempre "sul chi va là", una persona totalmente diversa da quella che era stata.

Se vi steste, a questo punto, domandando se Granito, visto il suo nome, sia un ragazzino forte e risoluto sareste sulla via sbagliata. Si, perchè Granito ha sempre subito angherie dai compagni di scuola, proprio a causa del suo nome. Granito è un ragazzino dolce ed ha sempre patito questi sbeffeggiamenti, continuando però allo stesso tempo a fare ciò che lo ha sempre fatto sentire se stesso: lavorare l'argilla. Davvero un bell'ossimoro, visto il suo nome, vero?

La nostra storia inizia quando la famiglia di Granito si trasferisce a Carosello, la cittadina in cui il padre di granito ha trovato un nuovo lavoro. Sarà lì che Granito avrà il suo riscatto? Si, perchè Granito vede in questo trasferimento l'opportunità di essere un ragazzino nuovo, Gran, non più Granito, per cercare di avere quella vita "normale" che ha sempre desiderato, una vita che ricomprenda amici veri insomma. 

giovedì 22 novembre 2018

Blog Tour - "Quasi tre" di Tommaso Avati: Genitori all'improvviso

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
il giovedì del Regno dei Libri è dedicato ad un romanzo davvero molto profondo: Quasi tre di Tommaso Avati, già disponibile in libreria grazie alla Rizzoli.

Quasi tre è un romanzo davvero scorrevole, uno di quelli che si leggono in fretta ma che hanno il pregio di seminare importanti riflessioni nei cuori dei lettori. 

Io oggi ho il grandissimo piacere di partecipare al Blog Tour, un evento davvero ricco che vi permetterà di comprendere meglio il libro che avete davanti e che spero vi porterà a dargli una chance perchè è davvero ben scritto oltre che ricco di profondità emotiva.


L'evento è già in corso perchè ha avuto inizio lo scorso lunedì, 19 Novembre, e terminerà il prossimo 24 Novembre. Si tratta di un evento ricco di riflessioni personali, un evento dunque di cui vi invito a non perdere nessuna tappa di cui quindi vi lascio il calendario in calce al mio post!



Quasi tre

Tommaso Avati


Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 16,00€ Ebook 9,99
Pagine: 237
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa


Trama: Raffaele e Benedetta, undici anni di matrimonio, zero figli, due adorabili maialini d'appartamento da chiamare "bambini". Due voci, l'una il controcanto dell'altra, che si rincorrono e ci raccontano la loro storia: lei segretaria in un'agenzia romana per lo spettacolo e appassionata di cucina, lui sceneggiatore mancato riciclatosi insegnante, figlio d'arte in attesa perenne di sfondare nel mondo del cinema. Un rapporto ormai cristallizzato in una routine distratta, il loro, eroso dall'abitudine e dalla delusione di non essere riusciti a fare della propria esistenza qualcosa di cui andare fieri. Poi accade l'impensabile. A quarantasei anni, quando già comincia a pensare alla menopausa, Benedetta rimane incinta: il caso, con grande ironia, inizia a giocare con Lele e Benny, concedendo loro un'altra possibilità, l'occasione per riprendere il controllo del loro matrimonio e delle loro vite. Ma a volte non c'è niente di meglio di un "secondo tempo" per rimescolare le carte di una vita intera: tra genitori disfunzionali e colleghi sull'orlo di una crisi di nervi, Lele e Benedetta vengono risucchiati in un turbine di incomprensioni, aspettative malriposte e disavventure esilaranti, dove la posta in gioco è un amore dolceamaro, quasi acido. Insomma, un amore normale..

Grazie di cuore alla Rizzoli per la copia del romanzo in omaggio.

GENITORI ALL'IMPROVVISO



Il mio compito oggi è quello di parlarvi delle dinamiche di coppia quando all'improvviso arriva un bebè, cercato lungamente oppure arrivato all'improvviso.

E' sempre un momento delicatissimo quando si scopre di essere rimasta incinta, sia quando ce lo si aspetta e sia quando non se ne ha idea. In realtà, si tratta sempre di una sorpresa, anche quando il bebè si è cercato. Il test positivo scatena infatti la più grande incredulità, soprattutto se si tratta della prima gravidanza. "Com'è possibile che ci sia davvero un bambino nella mia pancia?" Eh beh, io me lo sono chiesta eccome. Si, anche dopo aver fatto le analisi del sangue, anche dopo aver sentito per la prima volta il battito del suo cuoricino. Incredibile. Indescrivibile. Eppure ancora non riuscivo a crederci, anzi così è stato finchè la pancia non ha iniziato a crescere, finchè non ho scoperto di aspettare una femminuccia e poi finchè non è nata e l'ho potuta tenere fra le mie braccia.

No, non piango. Non voglio piangere. Non ancora. Voglio restare lucida. Forse d’altra parte ha ragione lui, dobbiamo rimanere coi piedi per terra, non perdere la testa, non farci trasportare dall’emozione prima del tempo. Devo stare calma. Devo crederci, senza crederci troppo. Ma come si fa? Com’è possibile? O ci credi o non ci credi.

Fino ad ora ho sempre però scritto "Io", ve ne siete accorti heartreaders? Eh si, perchè appena scopri di essere rimasta incinta la prima cosa a cui pensi è "Io diventerò mamma", credo infatti che il primo passo sia metabolizzare individualmente l'immane cambiamento che si sta per affrontare, anche se ancora (alla prima gravidanza) non se ne immagina assolutamente la portata. Perchè appena scopri di essere incinta sei già mamma, c'è poco da fare. I papà ci mettono forse un po' di più a "comprendere" la situazione ma la mamma diventa subito "mamma" appena lo viene a scoprire. E poi cambia tutto. Questa differenza fra i due momenti in cui la coppia prende coscienza di ciò che sta accadendo è fondamentale perchè tutto sta per cambiare, anzi, è già cambiato. Tutti gli equilibri, tutte le priorità.

mercoledì 21 novembre 2018

W.... W... W... Wednesday!!!

Buondì a tutti cari miei heartreaders,
dopo aver mangiato a colazione uno yogurt davvero schifosissimo (la giornata non sta iniziando bene, proprio no!) ed aver bevuto (menomale!) il mio caffè, sono pronta a scrivervi "live" questa mattina ..

Dopo, ovviamente dovrò volare al supermercato per cercare il mio solito yogurt che ieri sera all' iper vicino casa non sono riuscita a trovare, ragion per cui mi sono dovuta affidare alla scelta di qualcos'altro, non sia mai di dover replicare domani mattina lo show di uno yogurt amarissimo!

Ma visto che quando scrivo "live" mi dilungo il chiacchiere poco interessanti, ritorno al punto del del giorno.

Oggi, come consuetudine vuole, la giornata librosa è dedicata al recap settimanale delle letture. Cosa c'è di nuovo sui vostri comodini? Quali sono le vostre letture presenti, passate e future?A rispondere a queste domande ci aiuta l'appuntamento con la "W.... W... W... Wednesday", ovvero la rubrica inventata da MizB del Blog Should Be Reading in cui, ogni mercoledì, vi aggiorno sulle mie letture rispondendo alle tre fatidiche domande:



WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?


(Cosa stai leggendo?)



Shadowsong è la mia attuale lettura e devo dire che davvero non vedevo l'ora di leggere di Lisl e del Re dei Goblin! Sarà in libreria dal prossimo 29 Novembre ed io ve ne parlerò proprio il giorno del release in occasione del Review Party!

martedì 20 novembre 2018

Review Party - Recensione: "L'Emporio dei piccoli miracoli" di Keigo Higashino

Buondì a tutti cari miei heartreaders,
la settimana librosa del Regno dei libri continua con una nuova recensione, questa volta si tratta di un'anteprima e posso già anticiparvi che la mia opinione sarà super positiva ma d'altra parte, se mi seguite su Instagram e Facebook (link nell'apposito modulo nella colonna di destra della home), lo sapete già visto che non sono proprio riuscita a trattenermi con stories adoranti sul romanzo in questione! 

L'attesa è finalmente finita perchè da oggi, grazie alla Sperling & Kupfer, troverete  in libreria  l'emozionante "L'Emporio dei piccoli miracoli" di Keigo Higashino che io ho avuto il grandissimo piacere di leggere in anteprima grazie al Review Party organizzato per promuovere il release.



Prima di iniziare a fangirlare recensendo questa piccola meraviglia, ringrazio la Sperling & Kupfer per l'invio di una copia omaggio e naturalmente vi invito a non perdere le altre recensioni dell' evento che si svolge in due giornate e di cui vi allego il calendario in calce.



Recensione


L'Emporio dei piccoli miracoli

Keigo Higashino


💝💝💝💝💝

Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: Rigido 18,50 € Ebook 9,99
Pagine: 340
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa

Trama: Tre giovani ladri un po' pasticcioni - Shota, Kohei e Atsuya - hanno appena svaligiato una casa in una piccola cittadina di campagna, quando vengono lasciati a piedi dall'auto con cui sarebbero dovuti scappare. Decidono allora di nascondersi in un vecchio negozietto che sembra abbandonato, l'Emporio Namiya. Nel cuore della notte, però, succede qualcosa di strano: una lettera viene infilata sotto la serranda abbassata del negozio. È una richiesta di aiuto, indirizzata all'anziano proprietario dell'Emporio, che anni addietro era diventato celebre perché dispensava massime di saggezza e consigli di vita a chiunque gli chiedesse una mano. I tre, così, decidono di fare le sue veci e depositano una risposta scritta fuori dalla porta. Shota, Kohei e Atsuya, pensando di aver risolto la questione, tornano a discutere della fuga all'alba, ma dopo qualche istante giunge la replica, e questa volta capiscono che incredibilmente quelle lettere sono inviate da qualcuno che vive nel 1979, più di trent'anni indietro rispetto al loro presente. Da quel momento, le lettere di aiuto si moltiplicano, inviate da nuovi mittenti, ognuno con i propri problemi, tutti diversi e tutti complicati. Coinvolti in quella bizzarra macchina del tempo, i tre ladri decideranno di prestare il proprio aiuto a tutti quelli che lo richiedono, provando con le loro risposte a cambiare, in meglio, il passato. Scegliendo il miglior destino possibile per quei perfetti sconosciuti..


Questo libro è stata davvero una sorpresa per me, non ero infatti preparata al fatto che me ne sarei innamorata perdutamente. La cover, è vero, mi aveva letteralmente conquistata al primo sguardo, ma mai avrei pensato di star per "incontrare" un libro così emotivamente d'impatto. Keigo Higashino è riuscito, con il suo stile naturalmente impregnato di Oriente, a farmi provare emozioni ad ogni pagina ed io non posso che sentirmi immensamente grata.

Ci sono libri che riescono a parlare al cuore in modo talmente naturale da apparire magici e L'Emporio dei piccoli miracoli per me ne è un esempio. Ci sono tantissimi motivi per cui mi sento di promuovere questo romanzo a pieni voti (e man mano cercherò di raccontarveli tutti) ma quello dal quale voglio partire è la struggente dolcezza che racconta.

«Senti, ma intanto non potremmo scriverle qualcosa?» domandò Kōhei, esitante. «Qualcosa?» chiese Shōta. «Sì, una risposta. Non ce la faccio a lasciare le cose così.» «Ma sei cretino?» rispose Atsuya. «Che cavolo te ne frega?» «Secondo me fa una bella differenza se le scriviamo qualcosa, bastano due righe. Spesso succede che le persone ti sono grate anche solo per averle ascoltate. Lei sta soffrendo e non può rivela- re a nessuno ciò che la affligge. Non servono grandi consigli, basterebbe risponderle che capiamo la sua sofferenza e di farsi forza, e sicuramente questo le darebbe un po’ di conforto.»

Protagonista di questa magica storia è L'Emporio Namiya, uno degli empori più antichi della cittadina giapponese in cui è ambientata questa storia. Il proprietario, il sig. Namyia, oramai deceduto da più di trent'anni, è rimasto nei cuori di tutti perchè non è stato solo un semplice commerciante ma, dopo la dolorosa perdita della moglie, ha dato vita ad un singolare Servizio di Consulenza, o meglio "consigli", tramite lettere che i compaesani lasciavano nella buca del latte alla porta del suo Emporio. 

Iniziato come per gioco da bambini che chiedevano al vecchietto consigli per prendere a scuola buoni voti  senza studiare, è presto diventato qualcosa di più. Il sig. Namyia rispondeva proprio a tutti, con cuore aperto e con compassionevole dedizione, ogni notte si sedeva e cercava di dare i migliori consigli di cui era capace. Per il sig. Namyia era diventata la missione della sua vita perchè chi gli scriveva aveva davvero bisogno di lui, anche soltanto di una sua parola, di un suo incoraggiamento, di qualcosa, sostanzialmente, che gli avrebbe fatto capire quale strada intraprendere.

Dopo ben trent'anni, in una notte davvero particolare, il 13 settembre ( a 33 anni esatti della morte del sig. Namyia), tre ladruncoli pasticcioni, tre ragazzi, Shota, Kohei e Atsuya, dopo aver svaligiato una casa in periferia, si rifugiano per scampare all'arresto proprio nel vecchio Emporio dove, incredibilmente, accade qualcosa di davvero incredibile: nuove lettere iniziano ad arrivare, lettere con cui perfetti sconosciuti chiedono consigli al sig. Namyia, trovando invece al suo posto i tre ragazzi. 

Un particolare non indifferenti sta nel fatto che tutte le lettere giungono direttamente dal passato ed arrivano all'Emporio solo se la porta d'ingresso risulta chiusa! Una incredibile magia sembra essersi attivata dopo più di trent'anni, una sorta di macchina del tempo che renderà possibile una magia ancora più grande: risanare i cuori dei tre ladri e dare un destino a molte altre persone.

Atsuya fece una smorfia. «Del passato? Ma che dici!» «La mia teoria è questa: la buca delle lettere sulla serranda e la cassetta per il latte sono collegate al passato. Quando qualcuno imbuca una lettera all’ Emporio Namiya di quell’epoca, la lettera arriva a quello del presente e, al contrario, quando noi la infiliamo nella cassetta per il latte finisce dentro quella del passato. Perché questo accada non lo so proprio, ma la spiegazione fila»

La trama che vi ho snocciolato è volutamente riduttiva, non vi ho detto una quantità incredibile di dettagli che vorrei scopriste man mano, così come ho fatto io, di cui sono certa vi innamorerete.