martedì 19 settembre 2017

Recensione: "Aspettami fino all'ultima pagina" di Sofìa Rhei

Buongiorno a tutti cari miei heartreaders,
come state? Procede bene la settimana? Io vi scrivo, come sempre oramai, prima dell'alba per far conciliare gli orari di Alessia con la mia passione. Leggo e vi scrivo quasi sempre dalle 4 di notte alle 8 del mattino, il sonno si sente eh però devo dire che vedere albeggiare è uno spettacolo che mi emoziona ogni giorno. Vedere sorgere il sole mentre alzo lo sguardo dal libro/i pad oppure dal monitor del mio computer, beh devo dire che è una meravigliosa sensazione che non provavo da anni ed anni. Si, da ragazzina mi piaceva svegliarmi presto per leggere prima di fare colazione, me ne rimanevo rannicchiata a letto in inverno e mi immergevo nel libro di turno, poi suonava la sveglia che mi strappava da quei mondi unici ed iniziavo la giornata correndo a fare prima colazione e subito dopo a scuola.

Ero solita portare con me, sia in cucina che a scuola, il libro che stavo leggendo quel giorno, non me ne separavo mai.. trovavo sempre lo spazio nello zaino per questo. Per anni mi sono portata dietro questa abitudine, ho sempre sviluppato un rapporto quasi fisico con i miei libri. Fino all'anno scorso, quando andavo al lavoro, mi portavo sempre l'ipad (in questo caso una standing ovation al digitale così che nessuno possa sbirciare cosa leggo!) , adesso quando esco ho troppe cose da prendere, compresa la mia borsa ed il borsone di Alessia e finisco per non portarmi dietro nulla, non potrei neanche leggere, sarebbe peso inutile, almeno per il momento è così, più avanti magari sarà diverso. Adoro essere mamma però queste orette per me sono magiche!

Mi sono messa a chiacchierare oggi, scusate, forse ho perso il filo del discorso. Oggi sono qui per recensire un libro davvero particolarissimo "Aspettami fino all'ultima pagina" di Sofìa Rhei edito Newton Compton che ringrazio per la copia cartacea.

Perchè l'ho definito "un libro particolarissimo"? Scopritelo leggendo la mia recensione!


Aspettami fino all'ultima pagina
Sofìa Rhei

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 10,00€ Ebook 0,99
Pagine: 256
Serie: Autoconclusivo

Trama: ilvia ha quasi quarant’anni, vive e lavora a Parigi e ha una relazione difficile con Alain, un uomo sposato che da mesi le racconta di essere sul punto di lasciare la moglie. Dopo tante promesse, sembra che lui si sia finalmente deciso, ma la fatidica sera in cui dovrebbe trasferirsi da lei, le cose non vanno come previsto. E Silvia, in una spirale di dolore e umiliazione, decide di farla finita con quell’uomo falso e ingannatore e di riprendere in mano la sua vita. Alain però non si dà per vinto, e Silvia non è abbastanza forte da rimanere indifferente alle avances dell’uomo che ama... Dopo giorni e notti di disperazione, viene convinta dalla sua migliore amica a fare visita a un bizzarro terapeuta, il signor O’Flahertie, che sembra sia capace di curare le persone con la letteratura. Grazie ad autori come Oscar Wilde, Italo Calvino, Gustave Flaubert, Mary Shelley, e al potere delle loro storie, Silvia comincia a riflettere su chi sia realmente, su quali siano i suoi desideri più profondi e su cosa invece dovrebbe eliminare dalla sua vita... . 


💖 Recensione 💖

Quando ho iniziato a leggere "Aspettami fino all'ultima pagina" non sapevo cosa aspettarmi avendolo letto a scatola chiusa, senza leggere la trama. Devo dire che questa sensazione mi ha accompagnata quasi fino alla prima metà del libro la cui storia parte in sordina. Silvia è una protagonista con cui non sono entrata in empatia, è una giovane donna che ha perso la capacità di amarsi e rispettarsi da quando è rimasta invischiata nella tormentata storia con un uomo sposato, Alain. Quest'ultimo è il classico marito fedifrago che tiene un piede in due staffe, non riesce a lasciare la moglie (è comodo tornare a casa nel proprio porto sicuro) ma nel frattempo tiene Silvia sulla corda promettendole una vita insieme alla luce del sole. A questo punto, non sentite anche voi riecheggiare le note di una famosissima canzone? "Minuetto" cantata da Mia Martini, per le giovanissime che non la ricordassero o per chi la volesse riascoltare, eccola:


Trovo che Minuetto sia la perfetta colonna sonora di questo romanzo, Silvia mi ha ricordato la protagonista della canzone già alle prime battute.

Silvia è una donna con la d minuscola, una donna che ha perso se stessa donandosi completamente ad un uomo che non la merita e che,  pur dicendole di amarla, non la rispetta. La scarsa autostima di Silvia, il suo svendersi ed il suo scarsissimo amor proprio mi hanno procurato con pochi momenti di orticaria acuta. Questo finchè Silvia non ha deciso di incontrare un improbabile terapeuta che, ammantato da un'aurea di mistero misto a magia, la aiuterà a ritrovare se stessa e, cosa più importante, a ritornare ad amarsi e rispettarsi. 
"La vita offre tanti inizi affascinanti, esordi possibili di storie incredibilmente promettenti. Ma pochissimi di questi inizi si svilupperanno in una trama ed ancor meno avranno un finale all'altezza. L'unico modo per guarire dagli inizi era trovare, o costruire, un proseguimento altrettanto accattivante. E questo poteva farlo soltanto il lettore, cioè lo spettatore della vita. Se stessa."


Monsieur O' Flahertie l'ho amato quando ancora non era stato svelato il mistero che lo avvolge, appena poi è stato tutto chiaro, l'ho semplicemente adorato. Ho sorriso come una bimba e mi sono ritrovata ad alzare drasticamente il giudizio complessivo da dare ad "Aspettami fino all'ultima pagina"

Ecco qual'è stato l'aspetto più particolare di questa lettura che è partita in sordina, non le avrei dato più di 2/3 stelle. Via via, proseguendo, la protagonista Silvia ha mostrato chiari segnali di evoluzione che la porterà ad imparare nuovamente ad amarsi ed ad amare,  e questo mi è molto piaciuto. La figura di Monsieur O' Flahertie, il terapeuta che usa i libri per aiutare i suoi pazienti, mi ha convinta ad alzare il mio voto a 4 stelle. Questo strano terapeuta aiuta infatti Silvia parlandole dei suoi libri preferiti e regalandole, ad ogni seduta, un libro su cui riflettere fino al prossimo incontro. Così facendo, l'autrice ci fa conoscere (o ci ricorda) molti romanzi e questo, per chi come noi ama i libri, non può che essere entusiasmante, siete d'accordo?

Arrivata al momento in cui la Rhei ha fatto cadere quel velo di mistero che celava la figura del terapista, beh, mi sono così emozionata che ho gridato "wow, questo libro è da 5 stelle"!. Insomma, partita dalle 2 stelle sono arrivata a 5, almeno " a caldo". Sono passati due giorni e posso dire che, facendo una media, direi che il giusto voto per me sarebbe 3 stelle e mezzo. Visto che però non uso i mezzi voti e visto che mi piace dare ascolto al mio cuore che adora entusiasmarsi, beh, alla fine le stelle sono state 4.

Lo stile dell'autrice è abbastanza scorrevole, anche se avrei preferito che la voce narrante fosse Silvia stessa, invece l'autrice ha deciso di scrivere in terza persona. Il ritmo della narrazione è altalenante, l'inizio, come ho detto, l'ho trovato un po' lento ma, dopo quasi la metà del romanzo, il ritmo si è decisamente alzato per poi correre un filino sul finale.

La protagonista risulta comunque ben tracciata, la figura di Alain è descritta solo quanto basta per capire meglio la protagonista. I personaggi secondari raccontano ciascuno una propria storia ma non li ho avvertiti come figure ben approfondite.

Una nota decisamente positiva va alla cover che trovo davvero carina ed accattivante, brava la CE!

Consiglio la lettura di questo libro a lettori maturi per meglio comprendere Silvia ed il buco nero in cui è inciampato il suo cuore, anche se, riflettendoci, potrebbe essere anche un ottimo monito per le le giovanissime: mai smettere di amarsi e rispettarsi perchè l'amore vero è solo quello che nasce e cresce alla luce del sole, non quello che si nasconde e che finisce per renderci invisibili persino a noi stesse.

E questo è tutto cari miei heartreaders, voi che ne pensate? Avete letto "Aspettami fino all'ultima pagina"? Spero che lo facciate e che non vi perdiate la sorpresa che nasconde la Rhei sul finale e che, ne sono certa, vi piacerà perchè tutti noi siamo accomunati dal grandissimo amore per i libri, un espediente quello scelto dall'autrice che ha dato a questo romanzo quel tocco di magia che lo ha reso unico e che me lo farà ricordare in futuro.
"Capì che era stata la solitudine a ridurla così, una solitudine profonda che la stava intaccando fino a portarla alla rovina…
doveva… trovare la sua isola dell’ultima pagina."

Beh, aspetto di parlarne con voi, di sapere se lo avete letto, se la pensate come me, se questa lettura vi ispira, sono qui prontissima a leggere tutto ciò che vorrete raccontarmi 💓


Intanto vi auguro buona giornata!


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

12 commenti:

  1. Ciao Ely, è molto bello quando un libro ci sorprende, ovviamente in positivo! La storia è molto curiosa e ammetto che mi incuriosisce ;-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Ely,
    che meravigliosa immagine hai dato a introduzione di questo post. Io non sono proprio mattiniera ma ammetto che mi affascina vedere il sole come dici tu deve essere davvero stupendo. Vedrai che appena Alessia diventerà un pò più gestibile potrai tornare a portare i libri con te!
    Riguardo al libro, devo ammettere che invece a me incuriosisce poco quindi stavolta passo

    RispondiElimina
  3. Ciao Ely, leggere di notte è bellissimo ma se poi non puoi dormire è dura!xD
    Bellissima la canzone della Martini, anche se la mia preferita sua è "Gli uomini non cambiano"*-*
    Questo sembra un libro molto particolare. Se l'inizio non mi ha entusiasmata, mi ha incuriosita invece la parte relativa alla "terapia letteraria" e al csmbiamento che hai riscontrato nella protagonista. E già solo il tuo passare da 2 a 4 è indice di quanto tu abbia rivalutato questa lettura:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia eh si, se poi non si può dormire di giorno è terribile eccome! Comunque si, la parte della terapia letteraria è la migliore! <3

      Elimina
  4. Ciao! Bellissima recensione questo libro sarà il prossimo che comprerò, proprio per questo messaggio di guarigione attraverso i libri. Non adoro la tematica del tradimento in genere, ma sono troppo curiosa.Ciaooo =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena ciao, fammi sapere allora! La parte della terapia letteraria è molto molto interessante e vedrai che la sorpresa finale ti stupirà piacevolmente, almeno così è stato per me <3

      Elimina
  5. Cara Ely.. ma come fai a leggere così presto la mattina??? Io ho un sonno assurdo! Mi addormenterei di sicuro sulle pagine del libro!! :D :D
    Dovresti vedermi uscir di casa: borsa mia, borsa con il cambio e necessario per ogni emergenza di Daniel, la borsa con il necessario per la pappa e infine gli immancabili sacchi della spazzatura che di quelli sian sempre sommersi!! Praticamente barcollo invece di camminare!! Mi sto dilungando troppo, scusa!!

    Come ti dicevo ho acquistato questo libro con l'offerta a 0,99. Poi ho letto le recensioni e non erano molto positive.. sono contenta che tu la pensi diversamente. Mi hai fatto venire voglia di leggerlo! :)

    RispondiElimina
  6. ciao Ely, che brava a svegliarti presto, io al sonno faccio fatica a rinunciare. E' la cosa che più ho patito quando avevo i bambini piccoli, soprattutto con il secondo che non dormiva mai.
    Parlando del libro mi fa piacere leggere questo tuo parere perché ce l'ho da leggere

    RispondiElimina
  7. Ciao Ely, anche io come te ero un po' incerta sul voto :) a me è piaciuta soprattutto la fine, in particolar modo il tocco di magia che l'autrice ha deciso di donare al libro :)

    RispondiElimina
  8. Ciao Ely! Purtroppo questo libro non sono riuscita ad apprezzarlo fino in fondo a causa della protagonista, ha tolto molto alla narrazione e non sono riuscita a farmela piacere. Al contrario trovo che il modo in cui sono stati trattati i libri sia bellissimo e poteva sicuramente essere un libro molto bello se di base la storia fosse stata opposta a quella che l'autrice ci ha voluto raccontare.

    RispondiElimina