martedì 6 settembre 2016

#Recensione: "That Girl" di Jillian Dodd

Buongiorno miei carissimi heartreaders,
come state oggi? Le letture procedono bene? Siete immersi in una distopia, oppure vi state facendo tentare da un new adult? No, aspettate, fatemi indovinare, vi state rinfrescando i cuoricini con un young adult? Oppure sognate ad occhi aperti sfogliando un fantasy? Io ho deciso di dare un cambio di look alle mie letture, per questa volta, ed ho sconvolto anche me stessa scegliendo un contemporary romance. A quale romanzo alludo? Beh, a "That Girl" di Jillian Dodd di cui la Newton Compton, che ringrazio infinitamente,  mi ha gentilmente inviato una copia digitale. 
Pronti a scoprire cosa ne penso?

Titolo: That Girl (That boy#2)
Autrice: Jillian Dodd
Casa Editrice: Newton Compton
Serie: That Boy
Data di pubblicazione: Maggio 2016
Prezzo cartaceo: € 9,90



Si può sposare il proprio migliore amico? L’anello di fidanzamento che ho al dito racconta perfettamente la mia felicità. Mi sento così elettrizzata, con un futuro pieno di promesse, perché io so che è lui il ragazzo che voglio. Il mio principe. Il mio lieto fine. Ma poi il prete comincia a fare un sacco di domande. I suoi genitori dicono che non ho affrontato il mio passato. La notte ho gli incubi: sogno che le mie nozze saranno un disastro. Non riesco a trovare il vestito. Il mio migliore amico è convinto che io abbia intenzione di rovinare ogni cosa. Tutto improvvisamente mi spaventa e mi fa mettere in discussione ciò che mi sembrava una certezza.

Devo decidere. Sono disposta a rinunciare al vero amore per sempre, o devo ascoltare il mio cuore e sposarlo?



"That Girl" riprende la storia di Jay e Phillip dal punto esatto nel quale li avevamo lasciati con "That Boy". E si, se non avete letto "That Boy" vi consiglio di farlo prima di aprire questo libro, vi aiuterà ad entrare in confidenza con questi personaggi e la loro love story , si, decisamente, vi permetterà di apprezzare meglio questo secondo romanzo. Dico questo perchè il libro che mi sono trovata tra le mani è la diretta conseguenza del primo e, senza molti preamboli, investe immediatamente il lettore con la narrazione del "dopo". Jay ha accettato la proposta di matrimonio del suo migliore amico ed ora viene il bello! Si heartreaders, ho proprio scritto "matrimonio", immaginate cosa ci sia dietro ad una parolina tanto piccola che sembra fatta di nuvole e zucchero filato? Ah si che io lo so, eccome se lo so. E no, la parola con la "m" ("matrimonio"shhhh mi spavento anche a pronunciarla ad alta voce) può avere ripercussioni, strascichi (no, non solo quello del vestito da sposa) che letteralmente possono mandare fuori di testa anche chi, da piccola, non ci ha mai pensato. 

"Insomma, pensate a Cenerentola. La favola parla di lei e del principe azzurro, di come lui la corteggia per tutto il tempo. Solo alla fine suonano le campane della chiesa, gli uccellini volano e loro si baciano. Nessuno è andato a chiedere a Cenerentola che tema preferisse per il matrimonio: è stato celebrato, e basta. Non credete?"

Io faccio parte della schiera di bambine che sognavano il principe azzurro, che rubavano dai cassetti della mamma un lenzuolo bianco per metterselo in testa, gironzolando verso un ipotetico altare (di solito il mio lettino) per giocare "a fare la sposa". State immaginando quella bambina? Si io ero così. Era chiaro che, quando colui che oggi è mio marito, si è inginocchiato davanti a me chiedendomi di sposarlo io sapessi già cosa volevo, come lo volevo e su cosa non sarei mai scesa a compromessi. Lo sognavo da una ventina d'anni in fondo! Jay invece no, non lo ha mai sognato, anzi non ci ha mai minimamente pensato. Figuriamoci poi se avrebbe mai pensato di sposare Phil, il suo migliore amico da sempre. Ed è questo il motivo per cui leggere questo libro mi ha divertita da pazzi. Si, perchè ho rivissuto i preparativi del matrimonio ma in modo diametralmente opposto a come sono andati realmente per me. Tutto ciò che ha fatto Jay io non l'ho fatto, tutto ciò che ha pensato, tutto ciò che ha voluto per il suo matrimonio è stato esattamente agli antipodi delle mie scelte. E' stato divertente vedere le stesse scene da una prospettiva diversa. In fondo, non è questo che fanno i libri? Ci fanno vivere altre vite, ci danno assaggi di qualcosa che non abbiamo vissuto, nel bene o nel male che sia.
Con Jay quindi non sono entrata in empatia ma mi ha divertito seguirla nei preparativi. Jay è una ragazza che fa sorridere, almeno così è stato per me, ma che, a volte, mi ha anche dato sui nervi perchè commette errori di leggerezza e, per paura di sbagliare, mette in discussione Phillip che mi è sembrato più maturo di lei e più deciso. Phillip si riconferma infatti un uomo sicuro, comprensivo e pronto seriamente ad impegnarsi. All'inizio mi ha disturbata questo divario tra i protagonisti, poi mi sono data una spiegazione. Forse Phillip era più "abituato" all'idea di sposare Jay perchè sapeva da una vita di essere innamorato di lei, mentre per Jay le cose non sono state così lineari ed ovviamente "That boy" è stato ampiamente esaustivo per spiegarlo. 

"Ti ho chiesto di sposarmi a dieci anni e oggi sono qui per tenere fede a quella promessa. Nessuno è mai stato paragonabile a te. Tu sei sempre stata il mio mondo. Sei la mia migliore amica, il mio amore, la mia vita. La mia principessa."

"That girl" è stata una lettura veloce per me. Mi ha tenuta compagnia per circa due serate, mi ha fatta sorridere, è vero, ma mi ha fatto anche alzare le sopracciglia più volte per le scelte fatte con un po' troppa leggerezza e per il fatto che molto spesso Jay ha dato più importanza al lato fisico del rapporto. Il continuo voler risolvere i problemi ed i dubbi affidandosi al lato fisico della relazione mi ha dato qualche fastidio. Di certo è importante ma secondo me Jay lo inflaziona eccessivamente. Nonostante questo, la lettura risulta piacevole e coinvolgente. Non sono entrata in empatia con Jay è vero ma la ricorderò di certo perchè la storia della Dodd si fa di certo ricordare perchè frizzante e fluida. Un contemporary romance che centra il bersaglio nell'ottica del genere a cui appartiene. Leggerò il terzo romanzo della serie? Si heartreaders, sicuramente leggerò "That Baby". Lo farò perchè ho proprio voglia di vedere come proseguirà la storia e perchè non vedo l'ora di vedere Jay e Phillip alle prese con la vita matrimoniale.

"Quand’ero piccola, ripetevo sempre ai miei genitori che avrei sposato un principe. Mi rispondevano di non essere sciocca, perché invece avrei dovuto sposare te. Ci avevamo visto giusto entrambi, e chi l’avrebbe mai detto? Per molto tempo ho pensato che il mio principe non esistesse, ma poi ho capito di averlo avuto accanto per tutta la vita. Grazie per aver creduto in noi, anche se io non ne ero così sicura. Grazie per avermi amata tutte le volte che sono stata testarda ed ero convinta di non poter sbagliare. Grazie per avermi fatto credere che il vero amore, quello delle fiabe, esiste davvero."
Lo ricorderò con piacere
Il titolo del terzo capitolo della serie ci fa capire subito dove Jillian Dodd voglia andare a parare, però le prime pagine che ho letto in anteprima e che troviamo alla fine di "That Girl" mi hanno tenuta incollata, prospettano altri guai, altre preoccupazioni e sicuramente altre risate.  
Questa scrittrice scrive con uno stile assolutamente "visivo", vi sembrerà di guardare una bella serie tv. Vi assicuro che saranno serate da divano e pop corn!
Se avete voglia di una lettura simpatica, frizzante, leggera, una lettura divertente in pieno stile contemporary romance, allora,si, vi consiglio la serie della Dodd. Se avete voglia di staccare un po' la spina dai romanzi in cui le emozioni vengono analizzate ed approfondite ed invece volete una storia leggera, da godervi senza pensare, senza analizzare, allora vi consiglio di iniziare a leggere il primo libro della serie, vedrete crescere i protagonisti di libro in libro e trascorrerete delle serate davvero simpatiche in loro compagnia. E di sicuro si, il prossimo contempoary romance che leggerò sarà "That Baby" di cui di seguito vi lascio cover e trama.


Titolo: That Baby
Autrice Jillian Dodd
Casa Editrice: Newton Compton
Prezzo cartaceo: €9,90
Prezzo ebook: €4,99



«Ãˆ sorprendente come poche parole possano cambiare la vita. Si inizia con un semplice Ti amo. Ed è fatta. Come è successo a me. Jadyn è la ragazza che amo. La ragazza che ho sempre amato. Le nostre vite sono come singoli fili prodigiosamente tessuti insieme, un arazzo che ha uno squisito sapore di passato, presente e futuro. Ci sono molte cose che lei mi ha svelato e insegnato a capire. E poi sono arrivate quelle paroline che hanno fatto cambiare il senso ad ogni cosa: Aspetto un bambino…» Per Philip quello che sta succedendo è molto più di quanto avesse potuto pensare. E, a dire tutta la verità, quello che sta per accadere era davvero difficile da immaginare per chiunque. Emozioni forti, lacrime incontenibili e momenti esilaranti in questo ultimo, imperdibile episodio della trilogia che ha commosso e divertito i lettori di tutto il mondo.


E voi heartreaders? Avete letto questa serie? Se si, pensate di leggere "That Baby"? Vi piace qualche volta dedicarvi a letture di questo genere? Non vedo l'ora di sapere la vostra opinione!

L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

13 commenti:

  1. Ciao dolce Ely! Come ti dissi poco tempo fa, aspettavo la tua recensione di questo romanzo, avendo solo letto il primo. Una conferma maggiore ho avuto dalle tue parole e ho capito che questo secondo libro mantiene lo stesso stile e le stesse atmosfere leggere e frizzanti del primo romanzo. Insomma, proprio come dici tu, una lettura non impegnativa che serve proprio a staccare da storie un po' più complicate e che davvero impegnano anima e cuore, per non parlare della mente e delle manine che come ora nel mio caso, saranno impegnate a scrivere la recensione di Uccidimi, ultimo capitolo della serie dark di Chiara Cilli. Insomma la tua recensione mi ha fatto staccare un po' e mi ha fatto respirare un'aria più colorata e sorridente.
    Un bacio e un abbraccio fortissimo! <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gremellina eccomi, sono proprio d'accordo qualche lettura leggera eccome se ci sta, sono felice di sentire che leggerai "that girl" non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi *_* un bacione

      Elimina
  2. Questa trilogia non è nelle mie corde - sarà perché poi adesso sono in pieno periodo "romanticismo: levate". xD
    Ma comunque mi è piaciuto un sacco leggere la tua recensione! :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Ely,
    io mi sono fermata alla lettura del primo romanzo di questa serie e non penso di continuarla. Non è bruttissima, ma non mi è nemmeno piaciuta tanto. Come te ho fatto fatica a provare empatia per la protagonista e quindi tutta la storia ne ha un pò risentito.
    Dopo la tua recensione, capisco di aver fatto bene e non penso che la continuerò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh quando la protagonista sta un po' antipatica è dura! *sospiro*

      Elimina
  4. Ciao Ely! Non ho ancora letto il primo libro e non so se lo farò, ma ero curiosa di leggere la recensione del seguito anche per farmi una mini idea della trilogia. Mi è piaciuta la tua recensione perché ci hai messo del tuo, la tua personale esperienza, quindi l'ho apprezzata moltissimo anche solo per questo! Penso che un libro intero sulla pazzia dei preparativi non so se lo reggerei, ma se mai leggerò il primo e mi piacerà continuerò la serie =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie jess sono felice ti sia piaciuta *_*

      Elimina
  5. Ciaoooo le letture più leggere ci vogliono per staccare sono d'accordo, un po' di respiro in mezzo a libri strappa-cuore. Il libro sembra carino, ma con la lista infinita che mi trovo non credo lo inizierò al momento xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena, a chi lo dici nche io ho una montagna di letture arretrate xD

      Elimina
  6. Ciao Ely :-* complimenti per la recensione, come sempre mi fai incuriosire di storie che non sono proprio del mio genere preferito..Vedremo, ho tanti libri da smaltire, ma se deciderò di iniziare, sicuramente lo farò prima da That boy :)
    Un bacione :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria sei un tesoro! un bacione

      Elimina
  7. no direi che questo non è proprio il mio genere :/

    RispondiElimina