martedì 4 aprile 2017

Recensione: "L'universo nei tuoi occhi" di Jennifer Niven

Buongiorno a tutti miei carissimi heartreaders,
come va lì da voi? Che mi raccontate di bello? Qui da me al sud sembra sia tornato l'inverno, il weekend è stato scandito da pioggia e temporali e, conseguentemente, anche la temperatura si è di nuovo abbassata costringendomi a riprendere il giubbotto invernale che, se volete sentirla tutta, stenta ad entrarmi. Ebbene si, la vostra Ely sta davvero diventando una mongolfiera. Lievito come un panetto di pizza a riposo sostanzialmente! Come dite? Dovrei optare per le mantelle? Lo so ma che ci posso fare se pensando di mettere una mantella mi sento un cavallo da corsa in relax?! Ahhhhhh non c'è soluzione! O almeno sapete che soluzione sto adottando? Beh, lascio i giubbotti aperti e metto delle sciarpone per non far vedere che non si chiudono! Ok, ok lo so devo pensare a qualcos'altro e fare una puntatina nei negozi pre mamàn, vi terrò aggiornati anche su questo ma ora bando alle ciance, lo so che stavo intavolando uno sclero un argomento poco interessante. 

Oggi, in realtà, sono qui per tornare a recensire! Esatto, la sottoscritta è riuscita a leggere un nuovo libro finalmente! Dopo lo stop forzato di più di un mese (che mi è comunque sembrato un anno!), come vi ho raccontato, sono riuscita a leggere I love shopping per il Baby della Kinsella ma si è trattato di una rilettura quindi non so se valga come "ritorno alla lettura". Successivamente però, grazie alla DeA che ringrazio per avermi mandato una copia digitale, ho letto ed apprezzato il nuovo libro di Jennifer Niven "L'universo nei tuoi occhi" di cui appunto sto per parlarvi e dunque eccovi la recensione!

Pronti a sapere cosa ne penso? Bene, partiamo allora!


L'universo nei tuoi occhi
Jennifer Niven

Editore: DeA
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 6,99
Pagine: 371
Serie: Autoconclusivo

Trama: Jack ha 16 anni, si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per farsi accettare dai suoi compagni. Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, un gioco che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due tipi più diversi di loro. Eppure... più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera. . 


💖 Recensione 💖

"L'universo nei tuoi occhi" è uno di quei libri che ti insegnano qualcosa sin dalla prima pagina, è uno di quei libri che ti fa riflettere e che si ricorda sia per il tema che tratta e sia per il magistrale stile in cui è stato scritto. Premetto che si tratta del mio "primo incontro" con Jennifer Niven perchè devo ancora recuperare il celeberrimo "Raccontami di un giorno perfetto" che ho però già in libreria e che spero di leggere a breve. 
Ho sentito molto parlare di questa autrice e sempre in toni davvero entusiasti, posso assicurarvi che condivido ogni lode ed ogni complimento al suo stile, l'ho semplicemente adorato. Capitoli brevi, periodi taglienti ed immediati, caratterizzazione precisa ma mai prolissa, linguaggio diretto e mai ridondante, in sostanza Jennifer scrive direttamente al cuore. La magistrale caratterizzazione dei personaggi li ha resi immortali per me che li porterò nei miei ricordi come amici autentici e non di carta. Libby e Jack sono due protagonisti apparentemente diversi tra loro che invece condividono la parte più profonda di sè.

«Pensavo di andare a mangiare qualcosa, e poi vediamo» dice. Ma quello che sento è:Pensavo di portarti sulla luna e raccogliere le stelle per regalartele.


Libby è l'outsider per antonomasia, "la teenager più grassa d'America" (ma quanto sono brutte le etichette eh?!), Jack invece all'apparenza sembrerebbe il ragazzo più popolare della scuola ma nell'anima custodisce il segreto della sua vita, Jack infatti non riesce a ricordare e riconoscere chi gli sta intorno quotidianamente a causa di un raro disturbo chiamato "prosopagnosia" che tiene segreto a tutti, compresa la sua famiglia, facendo veri e propri salti mortali che tolgono il fiato.
Libby è una ragazza davvero straordinaria, sulla pelle porta i segni di un dolore atroce, ha perso la madre troppo presto e, cercando disperatamente ed involontariamente di colmare un vuoto impossibile da riempire, mangiava fino all'inverosimile. I kg sono diventali esorbitanti senza neanche accorgersene ed ha vissuto per anni in isolamento a casa senza neanche potersi muovere. Passano gli anni e Libby reagisce e perde peso, è pronta per tornare a vivere, è qui che inizia la nostra storia anche se, grazie a flashback e ricordi raccontati da Libby stessa, entriamo nel suo passato riuscendo a conoscere una ragazza semplicemente unica.

Non sei desiderata.» Di recente qualcuno mi ha scritto questo in un biglietto anonimo. Vorrei proprio sapere chi si sente legittimato a dire una cosa del genere a una persona. No, sul serio, rifletteteci. «Non sei desiderata.» È la cosa più meschina che possiate dire a qualcuno.In realtà quello che pensate è: Mi fai schifo perché sei grassa. Allora perché non lo dite? Voi non potete sapere se sono desiderata o no. Be’, vi dico questo: io mi sento desiderata e desiderabile.

La storia di Libby è una storia piena di dolore è vero ma è anche una storia di rinascita, di coraggio e di vita; questa è una storia di passione come quella per la danza, è una storia di lotta contro i pregiudizi e la cattiveria, è una storia dannatamente vera e reale. Oggi si usa purtroppo quasi quotidianamente il termine "bullismo" ma non si tratta di un fenomeno nuovo, anzi, è vecchio quanto il mondo. Il vocabolario treccani definisce "bullismo s. m. [der. di bullo]. – Comportamento da bullo; spavalderia arrogante e sfrontata. In partic., atteggiamento di sopraffazione sui più deboli, con riferimento a violenze fisiche e psicologiche attuate spec. in ambienti scolastici o giovanili" ma anche se il termine viene usato di più al giorno d'oggi si tratta di un comportamento radicato nel tempo purtroppo; molti bambini di ieri ne hanno sofferto ed io non mi vergogno di ammettere che sono stata tra questi. Il motivo? Beh ero in sovrappeso e per questo sono stata discriminata molte volte a scuola da quelle che erano le mie prime "amiche". Pensate che per non farmi giocare con loro alle guerriere saylor mi relegavano sempre nel ruolo del mostro di turno da sconfiggere. L'alternativa? O fare il mostro o non giocare. Alla fine, visto che la situazione è durata un po', non ho più giocato. Gli anni sono passati ed ho però avuto le mie rivincite, quel periodo mi ha segnata ma mi ha insegnato molto, non dico assolutamente che vorrei la stessa cosa per la mia bimba perchè non sarebbe mai vero, ne ho sofferto eccome, però ne sono uscita e adesso mi sento una persona più forte. Ecco perchè mi sono immedesimata in Libby, ho compreso pienamente il messaggio che ha voluto portare in giro ed ho davvero fatto il tifo per lei ad ogni pagina, vi sorprenderà il suo coraggio e seppur certi gesti potrebbero apparirvi estremi pensate a cosa avreste provato voi, Libby reagisce per sè e per tutti coloro che hanno subito le sue stesse gratuite angherie.

La vita è troppo breve per perdere tempo a giudicare gli altri. Che diritto abbiamo di dire al prossimo come dovrebbe sentirsi o cosa dovrebbe essere? Perché non cerchiamo di migliorare noi stessi, invece? Non ti conosco, ma sono sicura che anche tu hai qualche problema. Magari hai un corpo da modella e un viso perfetto, ma scommetto che anche tu nascondi delle insicurezze. Per esempio, non avresti mai il coraggio di mostrarti davanti a tutti con addosso solo un bikini viola.

Anche Jack non è il belloccio di turno, il suo fardello è pesante e per accettarlo ed accettarsi gli ci vorrà tempo, sforzi e soprattutto l'amore di Libby. Ho adorato entrambi i protagonisti e li considero perfetti così come sono.

E a tutte le altre dico: siete desiderate e desiderabili. Grasse e magre, alte e basse, carine o bruttine, estroverse o timide. Non permettete a nessuno di sostenere il contrario. Nemmeno a voi stesse. Soprattutto a voi stesse.

Bullismo, dolore, crudeltà e prosopagnosia vi hanno forse indotto a pensare che questo sia un libro "pesante"? Ebbene si, è verto, questo young adult non tocca tematiche frivole assolutamente ma vi assicuro che Jennifer Niven l'ha scritto con uno stile talmente scorrevole che non farete alcuna fatica ad immergervi nel mondo che avrete davanti agli occhi. 

"L'universo nei tuoi occhi" è uno young adult che non vi scorrerà sulla pelle ma vi attraverserà il cuore, ripenserete a Libby e Jack e saranno una parte di voi e della vostra sensibilità. E' questo, per come la vedo io, il dono della Niven, affronta argomenti che sono vere e proprie bombe atomiche con parole così vellutate che sembrano petali di rose.

A chiunque leggerà questo libro:
Tu non sei un mostro.
Sei desiderato.
Sei indispensabile.
Sei unico e irripetibile.
Non aver paura di uscire dal castello.
Il mondo è un posto meraviglioso.

Un libro davvero profondo ed indimenticabile che dunque vi consiglio di cuore miei carissimi heartreaders. Voi lo avete già letto? Che ne pensate? fatemi sapere, non vedo l'ora di parlarne insieme come sempre.

A presto 💓


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

21 commenti:

  1. Dolce Ely è sempre un piacere leggerti. Il messaggio di questo libro è bellissimo e Libby andrebbe da esempio per molti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara Susy eccome se sono d'accordo sul fatto che Libby vada proprio presa ad esempio!

      Elimina
  2. Cara Ely, ma non devi nascondere che i giubbotti non si chiudono, è così bello mettere in mostra la pancia quando si è incinta, dai è un motivo d'orgoglio e felicità!!
    Della Niven devo decidermi a leggere il primo libro che ho da un bel po' nel lettore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, sono d'accordo il problema è che ancora il tempo è pazzerello e sento freddino ma prima o poi il caldo arriverà ^^

      Elimina
  3. Ciao Ely!
    Che bella la pancia che cresce! ^_^
    Questo libro l'ho preso settimana scorsa e non vedo l'ora di iniziarlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere che ne pensi allora, non vedo l'ora! <3

      Elimina
  4. Uuh la pancia che cresce è una bella cosa, non nasconderla! ^^

    Il libro è bellissimo e ho amato Lilly!

    RispondiElimina
  5. Cara Ely, come ho scritto nel commento all'altro post, quello del tuo ritorno, ero curiosa di leggere questa recensione perchè ho in ebook questo romanzo e come te non ho mai letto la Niven prima. Dalle tue parole ho conferma di tutte le belle cose che si dicono di questa autrice che riesce a trattare temi non facili coinvolgendo ed appassionando.
    Insomma, da non perdere!
    Anche io penso che non dovresti nascondere eccessivamente la pancia :-) Ma neanche fare come alcune donne che si mettono maglie corte o strettissime per mostrare qualcosa che comunque rimane estremamente intimo e dolce e delicato. Insomma, la giusta misura che sono certa tu possiedi. <3
    Un abbraccio forte! <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Antonietta non vedo l'ora di leggere la tua recensione allora, sono certa che grazie alla tua sensibilità apprezzerai questo romanzo ^^ Sono d'accordo per il resto, tutto nella giusta misura è più che l'ideale in tutte le cose, figurati che io non amo star stretta neanche normalmente, figuriamoci col pancione ^^ un abbraccione grande <3 <3

      Elimina
  6. Ciao Ely, concordo con chi ti ha scritto che la pancia che cresce non va nascosta, è una cosa di cui essere orgogliose :-) Non sono appassionata di youg adult ma questo romanzo sembra molto bello, pieno di spunti di riflessione e non superficiale... molto bella la tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariel ^^ Sono certa che apprezzerai molto questo young, fasmmi sapere allora <3

      Elimina
  7. Ciao Ely hai scelto proprio un libro interessante. Ho in wl il precedente romanzo che spero di recuperare presto! Chissà che bella esperienza stai vivendo!Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io spero di leggere al più presto il primo! ^^ Un abbraccione

      Elimina
  8. Ti dico solo che già leggendo gli estratti, sto piangendo. Anche io ahimè sono stata vittima dei bulli ma per il senso opposto, l'eccessiva magrezza dovuta a problemi che mi portavo dietro, il tutto corredato da un bel paio d'occhiali..puoi capire le prese di mira. Quest'autrice è bella tosta e non affronta tematiche facili, ma chi ha letto i suoi libri ne loda le capacità, quindi chissà! xD Un bacio e vivi spensierata questo bel periodo =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Serena ci capiamo bene allora anche se per situazioni opposte, sono certa che apprezzerai molto questo libro quando lo leggerai, io spero di leggere presto il primo e di parlarne insieme <3 Un abbraccione grande grande <3

      Elimina
  9. Cara Ely, è sempre bello leggerti! Anch'io sto lievitando a vista d'occhio.. Avevo optato per una mantella ma non ne vendono più! Passato l'inverno ci sono solo cose già estive.. Così ho spolverato un cappottino che mi stava largo, e di cui ora riesco a chiudere solo un bottone! 😂😂😂
    A parte questo, sono felice che il libro sia piaciuto anche a te! La Niven non si è smentita neppure questa volta! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jasmine cara ci capiamo alla perfezione! Qui nei legozi trovo solo magliette estive o a maniche lunghe ma purtroppo come giubbottini davvero pochi! Eppure il tempo è ancora molto incerto e con le feste che si avvicinano un po' di shopping male non farebbe, ci sentiamo su whatsapp così ci consoliamo allora ^^

      Elimina
  10. Ma io adoro le tue recensioni, tu sei troppo dolceee!!!

    RispondiElimina
  11. hai scritto delle parole stupende che condivido in pieno!

    RispondiElimina