lunedì 4 settembre 2017

Recensione: "The Winners's Curse. La maledizione" di Maria Rutkoski

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
rieccomi da voi, oggi è tempo di recensire un libro che mi ha tenuto compagnia subito dopo la nascita di Alessia. Come sapete, il tempo che ho per la lettura è fortemente diminuito, quindi spero di essere sempre così fortunata e di imbattermi sempre in libri davvero meritevoli ed indimenticabili come "The winner's curse" appunto!

Eh si, dall'introduzione penso abbiate già capito che questo libro mi ha davvero fatta innamorare eh? Adesso sono in trepidante attesa dei successivi due e spero che la CE non ci faccia attendere troppo.

Prima di iniziare a parlarne più approfonditamente, voglio ringraziare la Leggereditore per avermi inviato una copia del libro, la mia piccola Alessia che ha dormito tranquilla abbastanza da permettermi di leggerlo e mia mamma che in questo momento sta cullando Alessia permettendo così a me di recensirlo adesso!

Ed ora andiamo a recensire!


The winner's curse. La maledizione
Marie Rutkoski

Editore: Leggereditore
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 4,99
Pagine: 246
Serie: #The winner's curse

Trama: In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell'esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni... Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all'asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l'hanno spinta a seguire il proprio istinto e a comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l'amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l'uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare.... 


💖 Recensione ðŸ’–

Se mi chiedeste di riassumere cosa penso di questo libro con una sola parola mi verrebbe veramente facile, sapete heartreaders? Eh si, sebbene io sia pienamente consapevole di non possedere il dono della sintesi, in questo caso sarei davvero facilitata perchè "The winner's curse. La maledizione" può essere descritto anche con una semplice parola.: WOWWW!

Eh si, questo libro mi ha davvero stregata, mi ha ipnotizzata, mi ha emozionata e mi ha lasciata col fiato sospeso. In sostanza, l'inizio di questa acclamatissima serie che ha riscosso un successo strepitoso in patria, mi ha lasciata senza parole e con una voglia matta di avere tra le mani il sequel. 

Partiamo come sempre dalla cover: unica, insostituibile. Infatti la Leggereditore ha mantenuto quella originale ed appena l'ho saputo ho fatto i salti di gioia. Io la trovo davvero magnetica, non vi pare? Tonalità dei colori e soggetto li trovo perfettamente in linea con la storia, oltre che di una bellezza mozzafiato e di un fascino, come ho detto, magnetico. Già dalla cover si capisce che le ambientazioni di questo libro sono fantasy e che la storia che racconta racchiude in sè un mondo dal quale si fatica ad uscire.

Una delle cose che mi ha colpito di più durante la lettura è stata proprio l'ambientazione. La Rutkoski non perde tempo in puntigliose descrizioni che, se non estremamente ben scritte io normalmente trovo noiose, no, la Rutkoski ha quel raro dono di catapultare il lettore nel suo mondo pur non dovendolo descrivere nei dettagli. Con poche frasi, invece, l'autrice riesce a farci vedere, respirare e vivere l'universo di The winner's curse.

"Kestrel provò un'istintiva curiosità. Poi si ricordoò che era stata proprio la curiosità a portarla a questo: cinquanta sesterzi per un cantante che si rifiutava di cantare, un amico che non era un amico, una persona che le apparteneva eppure non sarebbe mai stata sua. Smise di guardarlo. Giurò a se stessa che non l'avrebbe più guardato."

Il mondo di The winner's curse fa riecheggiare tinte medievali miscelandole con una pura atmosfera fantasy, questo mondo  Ã¨ dominato dalla stirpe dei valoriani alla quale appartiene la protagonista, lady Kestrel, figlia del Generale Trajan. Kestrel è una protagonista davvero forte e piena di charme. La giovane è molto legata al padre che vorrebbe lei si arruolasse nel suo esercito e che non smette di cercare di persuaderla anche se Kestrel, non sentendo di avere le abilità fisiche necessarie al combattimento, cerca sempre di prendere tempo. L'alternativa? Sposarsi e perdere comunque ogni qualunque libertà sottomettendosi al marito. Kestrel ha una decisione difficile da prendere dunque ed, in entrambi i casi, sembrerebbe destinata a perdere la libertà ed una parte di sè, la parte più intima e vera con cui entra in contatto solo mentre suona il pianoforte. Ah dimenticavo, la musica è proibita ai valoriani, solo i servi e gli schiavi la praticano, ovvero gli herrani che una volta erano al potere e che sono stati sottomessi dai valoriani anni addietro. 

"Suonava ogni volta che aveva del tempo libero, adesso che poteva farlo. La musica la faceva sentire come se tetenesse in mano una lampada che gettava un fascio di luce attorno alla sua persona, e anche se sapeva che nel buio oltre quel bagliore la attendevano persone e responsabilità, non riusciva a vederle. Il fuoco che sentiva quando suonava la rendeva deliziosamente ignara di tutto."
Proprio uno schiavo in cerca di vendetta, dotato delle stesse doti di stratega di Kestrel, sconvolgerà il mondo, il cuore ed il futuro di Kestrel: Arin, lo schiavo, il cantante.

Il fascino di questa storia è paragonabile solo al potere che ha la musica di farci estraniare da tutto ciò che abbiamo intorno. Come ascoltare una canzone melodiosa, l'amore fra Kestrel ed Arin sarà ipnotico per il lettore, emozionante, coinvolgente ed avvolgente,

La storia d'amore non è mai smielata ma vera, psicologica ma anche travolgente. Kestrel ed Arin sono due mondi che si inseguono, che lottano per la loro esistenza, l'uno è la nemesi dell'altro, eternamente in lotta, eternamente contrapposti.

"La Maledizione del Vincitore accade quando vinci l'asta ma solo pagando un prezzo esagerato"

Le vicende di Kestrel ed Arin non sono destinate a rimanere private, la società guarda, tutti osservano, parlano, giudicano e ben presto quello che nasce come un sentimento al quale neanche i diretti interessati sanno dare un nome, diventa di dominio pubblico e fonte di pettegolezzi; tutta la società li tiene sotto il proprio mirino. E loro? Kestrel ed Arin sono pedine molto importanti ciascuno per il proprio mondo, irrinunciabili, unici. Sono gli strateghi delle loro famiglie, si contrappongono così come i loro mondi. Rimarranno contrapposti anche i loro cuori? 

La storia di The winner's curse è una storia di strategie, di lotte, di sacrificio, di coraggio, di potere oltre che una storia intrisa d'amore, quindi le lettrici che hanno un palato allergico al romance possono stare tranquille, non rimarranno deluse affatto dall'intreccio di questa saga. Tutto è ben dosato se consideriamo che comunque si tratta del volume iniziale della serie, i semi sono stati ben piantati dalla Rutkoski e certamente germoglieranno in seguito.

I due protagonisti sono entrambi forti, indipendenti e pieni di risorse. Perfetti, li ho adorati! Non sono vittime di colpi di fulmine istantanei ma i loro sentimenti li scoprono pian piano, anzi direi che sono i sentimenti a scoprire loro ed a farli scoprire vicendevolmente. I personaggi secondari sono tutti ben delineati, tutti hanno un loro carattere ben definito e ciascuno ha un ruolo ben tracciato, la storia così risulta ben intrecciata e sempre sensata.

Lo stile dell'autrice è lineare, scorrevole, mai ridondante ma visionario e molto suggestivo. Incantevole ed incantatore. Il numero delle pagine non è assolutamente troppo elevato, questo, a mio avviso, è un punto a favore invece che a sfavore perchè la storia risulta ben raccontata senza far perdere mai interesse nel lettore. Il ritmo non è mai lento in modo da non appesantire mai lettura, senza per questo lasciare insoddisfatto il lettore.

Questo primo libro si conclude proprio quando la storia si complica, quando si spiega davanti a Kestrel ed Arin un futuro al quale, da lettrice romantica quale sono, non voglio credere, sono certa che il proseguimento sarà degno di questo straordinario inizio. Potrei paragonare il finale di questo libro a quello de "La moglie del Califfo" di Renèe Ahdieh, pensandoci bene anzi potrei spingermi a dire che, sebbene si tratti di storie totalmente diverse, mi sono entrambe entrate nell'anima allo stesso modo e mi hanno entrambe regalato emozioni intense, uniche. Se avete amato l'uno, sono certa che adorerete anche l'altro, almeno così è stato per me, 

In poche parole, non vedo l'ora di leggere l'intera serie della Rutkoski e conto i giorni che mi separano dall'avere tra le mani il secondo volume!
"Fai strategie Kestrel, se io non fossi sopravvissuto, nessuno ricorderebbe mia madre, non come la ricordo io."
Kestrel non riuscì più a rimanere sveglia. Il sonno ebbe la meglio.
"E non ti avrei mai conosciuta".


Voi che ne dite heartreaders? Siete d'accordo con me? Vi siete lasciati trasportare dalla sotia di Kester ed arin? Attendete il secondo volume? Non vedo l'ora di sapere cosa ne pensate e ricordate che la vostra Ely è prontissima ad entrare nel mood fangirl in qualunque momento!


La serie The winner's curse è composta da:
The winner's curse. La maledizione 
The winner's crime
The winner's kiss


Buon lunedì! A prestissimo..



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

14 commenti:

  1. Ho appena finito di leggere questo libro ed è stato, a mio parere, un buon inizio per la serie con un mondo creato molto bene e curato nei dettagli peccato che la love story non sia stata più emozionante. Carino ma non trascendentale.
    Un abbraccio 🤗

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sentito che tutto si farà ancora più coinvolgente negli altri libri, spero arrivino presto anche da noi <3

      Elimina
  2. Ciao Ely! Io avevo puntato questa serie già prima che arrivasse da noi, per le meravigliose cover! E una volta letta la trama mi ha incantata. Ancora è in lista, ma spero di prenderlo presto e che i successivi arrivino in fretta. La tua bellissima recensione mi ha fatto venire più voglia di leggerlo! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, felicissima di sapere che lo leggerai, aspetto il tuo parere allora <3 Se ho notizie sugli altri libri lo dico subito <3

      Elimina
  3. Io ho trovato la prima parte (fino al 40% per intenderci) piuttosto lento, ci è stato descritto bene il contesto ma di fatto succedeva molto poco. Da lì in poi la narrazione inizia a velocizzarsi e non riuscivo a smettere di leggere! Voglio i seguiti assolutamente!! Bellissimo libro, mi han detto che gli altri due son migliori! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, anche io ho sentito che gli altri due libri sono più che all'altezza, non vedo l'ora li portino nelle nostre librerie *___*

      Elimina
  4. lo devo ancora leggere, mi incuriosisce molto ma ora sono ancora più motivata!

    RispondiElimina