martedì 23 agosto 2016

Recensione: "Le strane logiche dell'amore" di Tania Paxia

Buongiorno a tutti heartreaders ...Sorpresa! Eccomi qui!


Lo so lo so, vi avevo detto che fino a settembre il Regno dei Libri avrebbe fatto un sonnellino di relax ma eccomi qui, apro gli occhietti per un attimino si. Come mai? Beh per due ragioni:

1) Mi mancate tanto, tantissimissimo heartreaders, non vedo l'ora di sapere come stanno andando le vostre vacanze e per raccontarvi le mie ma pubblicherò un post apposito al vero e proprio "rientro" dalle ferie;
2) Il secondo non meno importante motivo è che io e la mia carissima amica Ink (Jess, lo so lo so è Jess ma per me è Ink forever) dicevo, io ed Ink abbiamo deciso di leggere lo stesso libro per recensirlo lo stesso giorno e quindi fare un "gemellaggio" tra The Ink Spell ed Il Regno dei Libri.
Quale libro abbiamo scelto? "Le strane logiche dell'amore" di Tania Paxia. La nostra scelta è caduta proprio su questa autrice perchè è stata proprio Ink a farmela conoscere consigliandomi la lettura di "The Woden's Day" (qui la mia recensione e qui la recensione di Ink) e così abbiamo deciso di continuare insieme la lettura di questa autrice! 
Svelato l'arcano, siete pronti per leggere la mia recensione? 


Titolo: Le strane logiche dell'amore
Autrice: Tania Paxia
Autopubblicato
Data di pubblicazione: 20/07/2016
Prezzo: € 0,99
Dove acquistarlo: Amazon


«Non scapperai anche tu, vero?» ingoiò la saliva,
facendo sussultare il pomo d’Adamo.
«Se non scapperai prima tu, no».

Cameo ha ventisei anni e vive a Londra, insieme al suo fidato Flash, il Basset Hound di due anni con il quale condivide l’appartamento. Gestisce un blog letterario e per mantenersi lavora nella sala da tè di sua madre a Notting Hill. Ha una vita piuttosto monotona, fatta di passeggiate nel parco, di letture notturne, di pettegolezzi e di sabati di shopping insieme a sua cugina Nancy, prossima alle nozze. Tutto questo cambia, quando riceve un libro da recensire in anteprima esclusiva. Un libro che la porterà a oltrepassare ogni logica, pur di scoprire il mistero che si cela dietro al nome dell’autore…

Tristan Moseley, Canterbury, Kent, 1986, prima di dedicarsi alla scrittura si laurea in letteratura inglese al King’s London College e compie dei viaggi intorno al mondo come inviato di alcune riviste scientifiche e d’informazione.

Ma chi è davvero Tristan Moseley? È davvero l’autore di Sweet Olivia, il libro che Cameo ha ricevuto in anteprima? Tra vari dubbi, inseguimenti, concerti e glow party, cercherà di trovare la soluzione, lasciandosi guidare dai propri sentimenti.



Ho letto questo libro appena rientrata dalla vacanza a Malta. Ero ovviamente contenta di ritornare al mio ipad ed alla tastiera ovviamente perchè in fondo nessun posto è come casa e non è una frase fatta, almeno per me è così. Sono felice di partire ma ad un certo punto semplicemente mi mancano "le mie cose". Sono strana lo so. Ma questo lo sapete anche voi. Se inventassero il teletrasporto sarei la persona più felice del mondo, viaggerei molto di più se potessi tornare a casa quando voglio con uno schiocco di dita. Ok, se proprio non è possibile al momento il teletrasporto, che ne dite delle scarpette rosse di Dorothy? Si? Si può fare? Qualcosa mi dice di no, uffa.
Comunque, cercando di non divagare più (cosa impossibile per me) ho letto il libro di Tania appena rientrata dalla vacanza, mi sono riappropriata del mio divano, dell'aria condizionata e dell'i pad e l'ho finito in circa tre giorni. Ho anche dovuto rimettere a posto la casa, tant'è che non ho potuto leggere ininterrottamente!
Partiamo come sempre dalla cover, mi risulta che Tania le curi sempre personalmente e sono davvero tutte bellissime, questa compresa. Il sottotitolo "quando un libro può cambiare tutto" mi ha subito attratta, è proprio vero che un libro possa davvero cambiare tutto. Un libro può essere tutto. "Un libro. Due autori. Una blogger." Ok, ha scritto una parolina magica: "blogger". E qui potrebbe benissimo apparire la mia foto con sopra la scritta "conquistata" (non "wanted", tranquilli!). Un libro dove la protagonista è una blogger non poteva non attrarmi come una calamita. Dovevo leggerlo. Complice Ink, come vi ho detto, mi sono buttata nella lettura.
Devo dire che ho apprezzato molto la trama, l'ho trovata molto fresca e di sicuro nuova! Ci sono libri rosa che quasi sembra che seguano lo stesso copione, questo parte da un punto di vista diverso, parte da una blogger come noi.
"A ventisei anni suonati ero ancora un’adolescente, ma solo dentro la mia testa. Non avevo un genere preferito. Ero una lettrice onnivora, quindi tutto ciò che era pubblicato su carta – o con l’inchiostro elettronico – io lo leggevo"
La protagonista è una blogger e questa parte della storia mi ha davvero fatta sentire a casa. Sebbene come ben sapete  Il Regno dei Libri  sia molto giovane, io mi sono ambientata proprio in fretta in questo mondo. Mi piace la blogosfera, ho incontrato alcune persone splendide ed il blog davvero porta magia ad ogni mia giornata, quando non riesco a postare per mancanza di tempo comunque non lo abbandono. E' casa.
"Avevo appena pubblicato quella recensione e avevo già ricevuto due commenti. Era bello poter parlare con qualcuno che aveva la tua stessa passione per la lettura, anche se solo attraverso uno schermo."
Mi sono ritrovata nelle emozioni della protagonista che considera il suo blog come il suo diario di lettrice e non solo. La gioia nel ricevere un libro direttamente dalla casa editrice, ancora più magica di quella della mattina di Natale. L'ho provata quando la DeAgostini mi ha mandato il primo libro e le bozze non corrette di "Flawed" di Cecelia Ahern ma ve ne riparlerò più avanti, eccome se ve ne parlerò presto, quello che posso assicurarvi è che in tutta onestà è stata una delle emozioni più grandi di sempre e sono davvero ma davvero sincera al 100%!
Ma torniamo subito al libro di Tania, si,  ho adorato che la protagonista fosse una blogger. Anche Tania lo è e devo dire che ha saputo perfettamente far breccia nel mio cuore. Più dettagli inseriva circa "la vita da blogger" più il mio entusiasmo di lettrice cresceva.
"Immergermi nei libri, oltre a farmi svuotare la mente da ogni preoccupazione, mi infondeva un senso di tranquillità paragonabile a quello di una tazza di camomilla fumante."
Se è vero che mi sono immedesimata nelle emozioni della protagonista quando descriveva la "vita da blogger"(nonostante Cameo gestisca un blog molto ma molto più in vista del mio eh, non c'entra niente con "Il Regno dei Libri") comunque dicevo, nonostante questo aspetto della vita di Cameo mi abbia fatto entrare in empatia con lei, alcune sue scelte non le ho condivise pienamente, una presa di coraggio per assumersi la propria responsabilità  prima di mettere in mezzo certi sentimenti l'avrei apprezzata di più. Andiamo a Tristan, il protagonista maschile. Così come per Cameo ci sono punti che me lo hanno fatto considerare un bel protagonista ed altri un po' meno. Un giovane autore non può non essere affascinante ad i nostri occhi di lettrici, no? Tristan non fa eccezione, in quanto autore mi ha affascinata, è stato davvero ben descritto. Però, anche in questo caso, Tristan ha avuto dei comportamenti che mi sarei aspettata da un protagonista più acerbo, meno maturo, più piccolo insomma, quando invece Tristan è un uomo, ed ha una situazione familiare abbastanza delicata. Non posso entrare nei dettagli perchè altrimenti svelerei delle dinamiche che, conosciute in anticipo, potrebbero rovinarvi la lettura. Posso comunque dire che per l'età dei protagonisti a volte mi sarei aspettata delle scelte diverse, più mature e ponderate,e che secondo me Cameo da parte sua avrebbe potuto essere più coraggiosa e che Tristan avrebbe dovuto fare passi meno accelerati, passi frettolosi che mi hanno un po' stonato vista la sua situazione. Concludendo su questo punto, se l'età dei protagonisti fosse stata un po' più bassa o se non avessero entrambi avuto alle spalle il passato zeppo di eventi significativi che invece hanno avuto, non avrei fatto questo piccolo appunto e mi sarei sentita più in connessione con loro.

Sono "le strane logiche dell’amore”, continuò a parlare a bassa voce, anche se non ve ne era motivo. Forse perché era più confidenziale e intimo. “Quando hai perso le speranze, ecco che all’improvviso il destino ti sorprende facendoti scontrare con una ragazza in un locale e incontrare la stessa ragazza pochi giorni dopo per motivi professionali”. Nel nostro caso non era stato il destino, però. E fu in quell’ istante che mi resi conto di essere andata oltre.
Il libro scorre veloce, a volte purtroppo ho riscontrato piccole pecche di battitura e qualche espressione colloquiale che avrei evitato ma mi ha entusiasmata. L'entusiasmo è stato maggiore nella parte in cui ha approfondito le dinamiche editoriali. A mio avviso è questo il punto di forza di questo libro, Tania ha scelto un argomento nuovo, ha avuto una bella idea e l'ha portata avanti bene. Avrei dato più spazio a questa parte? Si mi sarebbe piaciuto leggere più pagine su questo argomento e meno per esempio sull'organizzazione del matrimonio di Nancy, la cugina della protagonista. Avrei voluto avere tra le mani più pagine sulla scrittrice Selma McGuire, sulla casa editrice, sul mondo dell'editoria in genere. Avrei voluto vedere Cameo più impegnata nella ricerca della sua vera passione professionale. Ogni volta che Tristan ha parlato del suo lavoro ho drizzato le antenne, ne avrei voluto sempre di più. Ma va bene così. E se Tania decidesse di fare di questo libro il primo di una serie magari sul mondo delle blogger, se decidesse di far mantenere una promessa ad una certa Selma (chi ha già letto il libro ha sicuramente inteso a cosa alludo) penso che sarebbe davvero grandioso perchè realizzerebbe il mio desiderio di ritrovarmi davanti ad una Cameo che ha trovato la sua strada e che mi farebbe visitare il mondo dell'editoria che, inutile dirlo, mi appare magico e luminoso come fosse il mio personale DisneyWorld.

"Accetti un consiglio spassionato? Continua a leggere. Non guardare il nome dell’autore, ma la storia che viene raccontata in ogni libro. Solo così non verrai più delusa. Esistono i ghostwriter, è vero, però questo non vuol dire che dietro a ogni titolo non ci sia davvero il nome dell’autore in copertina."


Grande idea Tania, complimentissimi! Come sempre grazie per avermi tenuto compagnia, pensaci al sequel mi raccomando, una serie sui blogger mi piacerebbe proprio leggerla!

Lo ricorderò con piacere


Ps Finalmente ho anche dato un nome al mio colore preferito, prima dicevo solo che il mio colore preferito era il rosa, adesso grazie a questo libro so che il mio colore preferito è il rosa cameo pink!


E voi heartreders che mi dite? spero che le vostre vacanze stiano procedendo bene e che siano piene di letture entusiasmanti. Spero vi abbia fatto piacere questo post a sorpresa.
Avete letto questo libro?Fa parte della vostra TBR estiva? Non vedo l'ora di sapere cosa ne pensate?


E adesso su, venite, volate insieme a me a leggere la recensione di Ink su The Ink Spell!

L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

25 commenti:

  1. Beh dai, più o meno abbiamo detto le stesse cose xD Mi sento meno "zappata" xD Certo, con il tuo stile riusciresti a vendere ghiaccio agli eschimesi eh ❤❤❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu mi fai sempre diventare rossaaa ahahah *_* <3 <3 <3 <3

      Elimina
  2. Ciao Ely, ben tornata:) Il libro sembra carinissimo e, come te, mi attira il fatto cha la protagonista sia una blogger. Come dici tu, la trama sembra originale e cattura fin dall'inizio:)
    Ah, e non sei l'unica che non vede l'ora di tornare a casa! Mi piacciono le vacanze, però ho bisogno di rilassarmi un po' fra le mie cose anch'io:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Virginia! Eccome la trama è davvero originale mi ha conquistata all'istante <3 che bello sapere che non sono l'unica ad amare anche il ritorno a casa ^_^

      Elimina
  3. Grazie Ely per averlo letto! ^^
    Se Cameo avesse fatto scelte diverse non sarebbe stata più "lei", con i suoi difetti e la sua capacità di incasinarsi la vita. Sia Cameo che Tristan sono due personaggi che non si fidano molto delle persone e per timore di rimanere scottati alla fine hanno creato un gran bel caos, soprattutto Cameo. ^^ O almeno è quello che ho cercato di trasmettere con questi due personaggi. :) Sono contenta che ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Tania per averlo scritto, è sempre un piacere leggerti <3 <3

      Elimina
  4. Bellissima recensione, Ely!
    I libri di Tania mi incuriosiscono da un po', ma finora non ne ho ancora letto nessuno - questo lo segno subito in WL!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice grazieee! <3 <3 questo è il secondo libro di Tania che leggo, penso proprio che ne leggerò altri in futuro <3

      Elimina
  5. Ciaooo è bellissimo leggerti di nuovo! Questo libro mi aveva già incuriosita quando era stato presentato, il mondo dei blogger, l'editoria, sono argomenti interssanti e mi piace quando dice che leggere per lei equivale al rilassamento dato da una tazza di camomilla. Anche per me è così, mi ha sempre dato una gran tranquillità e quando non leggo si vede xD Bella recensione, alla prossima =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serenaaa sono felicissima anche io di rileggerti e sono contentissima che pensi di leggere Tania ^_^ un abbraccione ed a presto!

      Elimina
  6. Ciao! Grazie per avermi fatto scoprire un romanzo che mi è sfuggito ;) Bentornata! <3

    RispondiElimina
  7. Ciao Ely e bentornata :-) Guarda, siamo in due a non riuscire a stare troppo tempo fuori casa..Preferisco fare piccoli viaggetti di un giorno, massimo due, anche se così facendo vedo sempre posti vicino casa mia e non mi allontano mai..Servirebbe il teletrasporto anche a me :-D
    Comunque, anche a me la trama è piaciuta soprattutto perché la protagonista è una blogger e le tue recensioni, poi, sono sempre precise e piene di entusiasmo e quindi molto convincenti..penso proprio che farò un pensierino su questo libro :-)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria che bello sapere che la pensiamo allo stesso modo, se hai notizie sul teletrasporto fammi sapere ;) un abbraccione ed a presto!

      Elimina
  8. Ciao Ely ben tornataaa! Intanto bellissima recensione, come sempre *^* Non ho ancora letto un libro basato sui blogger, ma questo sembra leggero e carino :) *Segnato in wish list*
    A presto ^^
    -G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie G <3 <3 <3 <3 sono felice che ti sia piaciuta, fammi sapere quando leggerai Tania ^_^ un abbraccione ed a prestoo!

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Ciao Ely, bella recensione, non ho letto il romanzo ma l'ho visto su amazon: dalle tue parole sembra veramente molto carino! :-)

    RispondiElimina
  11. Ehi Ely! Bellissima recensione! "Le strane logiche dell'amore" era già nella mia lista di libri da acquistare...grazie alle tue parole adesso non vedo l'ora di averlo tra le mani! Anche se purtroppo dovrò prima finire i libri per scuola :((
    Solo una domanda: le incongruenze tra le azioni dei personaggi e le loro età si notano davvero così tanto? Quanto "rovinano" la storia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alex sono felice di leggerti, sono certa che questo bel romance ti terrà buona compagnia. Non perderti neanche "The woden's aday" di Tania Paxia, se leggerai la mia recensione vedrai che ha avuto il mio punteggio, stra meritatissimo direi *_* fammi sapere se li leggi <3

      Elimina
  12. Ciao Ely! Bellissima recensione! Questo è un libro che ho adocchiato e spero proprio di leggerlo. Mi ispira ancora di più per il teme editoria/blogger che ci tocca un po' da vicino =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazieeeee! sono felice di sapere che ti ispiri! <3

      Elimina