venerdì 18 maggio 2018

Baby Book - Recensione: "Ollie e i giocattoli dimenticati" di di William Joyce

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders, oggi si chiude la settimana librosa del Regno dei Libri in bellezza perchè ho il piacere di parlarvi di un libro che è davvero un gioiello.


Lo inserisco nella rubrica baby book perchè è un libro per bambini/ragazzi ma non pensate minimamente di non dargli una chance solo per questo perchè, in realtà, è un libro talmente emozionante e magico che non serve la scusa di avere un baby lettore/lettrice a cui regalarlo.

Eh no, quindi se mi state per dire "aspetterò di avere qualcuno a cui regalarlo" non sarò magnanima, sappiatelo. Io sono mamma, lo sapete, ma credetemi se vi dico che questo libro lo avrei comprato ad occhi chiusi per me stessa anche se non ci fosse la mia principessa con me. Continuate a leggere e poi ditemi se sbaglio..


Prima di iniziare davvero a recensire questo meraviglioso gioiello letterario però ci tengo a ringraziare di cuore la Rizzoli per la copia cartacea inviatami, io e la mia principessa la custodiremo con cura!


Ollie e i giocattoli dimenticati
William Joyce


💝💝💝💝💝

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 18,00€ Ebook 8,99
Pagine: 300
Serie: Autoconclusivo
Genere: Letteratura per l'infanzia

Trama: Nel regno segreto dei giocattoli ci sono molti misteri. C'è il Codice dei Giocattoli, che è antico come l'infanzia. C'è anche la magia di diventare il preferito, il più grande onore nel regno dei giocattoli. La mamma di Billy ha cucito Ollie con le sue mani: era un giocattolo speciale. È diventato il miglior amico di Billy, il suo confidente, il suo compagno di giochi, e sì, il suo "preferito". Ma esistono esseri malvagi nel regno dei giocattoli; Zozo, il re pagliaccio, è il più temuto. Lui e i suoi tirapiedi, i Grinfi, hanno giurato di rubare e imprigionare i giocattoli preferiti, perché dimentichino i loro bambini e nessuno li ritrovi più. Quando Ollie viene rapito, Billy parte per salvare il suo amato pupazzo dal covo sotterraneo di Zozo, nella Fiera Oscura. Mai un viaggio tanto breve è stato così epico.. Vivamus 


Recensione


Ollie e i giocattoli dimenticati di William Joyce è un vero tesoro da custodire gelosamente in libreria e nel proprio cuore. Perchè è magico? E' magico perchè ha il potere di farvi tornare bambini, vi farà scintillare gli occhi, vi farà stupire delle piccole cose e vi porterà nel regno più magico del mondo: quello dei Giocattoli.

 "Giocattolo" è una parola associata a pensieri e ricordi piacevoli. Ma è anche una parola limitata. Nelle giuste circostanze un giocattolo può diventare molto, molto più di qualcosa con cui si gioca o ci si diverte.
Può diventare prodigioso.

Abbiamo tutti avuti un giocattolo preferito da bambini, vero? Un peluche, una bambola, una copertina, qualcosa che ci portavamo dietro ovunque andassino, qualcosa che ci faceva sentire al sicuro, a casa. Ollie è un coniglietto di pezza ed è il preferito di Billy. Ollie e Billy vivono insieme mille mila Venture (Billy dice così, non "avventure"), dormono insieme, giocano, mangiano, sono inseparabili. Quello che ancora non vi ho detto è che Ollie è stato cucito a mano proprio dalla mamma di Billie che ha utilizzato la stoffa del vecchio vestito di Nina che, a sua volta, era stata la sua bambola preferita. 



Dovete sapere che alla nascita, Billy non stava bene, aveva un buco nel cuore, per questo non ha potuto lasciare subito l'ospedale insieme alla sua mamma. Durante quel periodo di attesa e profonda paura, la mamma di Billy ha cucito a mano Ollie ben sapendo che, cucendo quei pezzi di stoffa appartenuti alla sua Nina, stava donando ad Ollie ed al suo bambino qualcosa di unico. Nina era una bellissima ballerina dotata di un campanellinino tintinnante che la mamma di Billy ha conservato gelosamente negli anni e proprio quel campanellino,diventerà il cuore di Ollie dandogli così  la vita.

Billy si salverà, potete tirare un sospiro di sollievo ed insieme, lui ed Ollie, vivranno una grande Ventura. Proprio quando Billy confesserà ad Ollie che è  lui il suo preferito,  nel regno dei giocattoli succederà qualcosa di incredibile e spaventoso. Il perchè di tutto ciò ha origine fra le pieghe del passato e le sue ripercussioni saranno davvero importanti. Dovete sapere infatti che il regno dei giocattoli ha un vecchio re, il pagliaccio Zozo, un tempo la star ed attrazione indiscussa di un grandiss
imo Luna Park. Zozo, incattivito dalla solitudine, è stato dimenticato da tutti i bambini che lo avevano amato e questo lo ha reso malvagio.

Le prime ore di vita di un giocattolo nuovo possono risultare molto intense. È come se si vegliasse da un lungo sonno e riscoprisse ogni aspetto della vita. Soprattutto un pupazzo fatto a mano. Perché tra le cuciture e nella stoffa si possono avvertire, come un'eco pezzetti del passato di chi l'ha cucito.

L'avventura che vivrete con Ollie e Billy sarà sorprendente e magica, ben presto capirete ciò che lega Zozo a Nina ed ora quindi anche ad Ollie. Allacciate le cinture heartreaders perchè, se ne avrete voglia, Joyce vi porterà nell'incredibile regno dei giocattoli dimenticati e, quando alla fine, arriverete all'ultima pagina scoprirete di aver trattenuto il fiato per tutto il tempo

Lo stile dell'autore mi ha conquistata completamente, è semplice, lineare, evocativo ma anche malinconico. Questa storia ha il potere di commuovere e di accelerare i battiti del cuore di chi legge. I baby lettori ( 7 -11 anni) saranno particolarmente affascinati dalle ambientazioni e dal regno dei giocattoli dimenticati che io personalmente ho immaginato come fosse un'opera di Tim Burton.

I lettori meno baby saranno conquistati dalla storia che risveglierà la loro parte bambina, sarà una magia quella che vi coglierà heartreaders e che, alla fine, vi farà ripensare con nostalgia alla vostra infanzia. Tornerete bambini nel cuore, nei sogni, nella meraviglia e nell'intensità di sentimenti e vi commuoverete.  Assicurato.


Quando hanno paura, i bambini si nascondono sotto le coperte, o piangono, o gridano: "Ho paura!". Invece i grandi rimangono calmi e si comportano come se niente fosse. E anche se avrebbero voglia di nascondersi, o di piangere, o di gridare, in genere non lo fanno. Si tratta di una cosa da adulti chiamata "resistere", che in verità è solo un modo carino per dire che sono terrorizzati.

Siete conquistati? Bene e non vi ho ancora parlato di un aspetto che rende magnifico e perfetto questo libro! Di cosa parlo? Dell'edizione heartreaders che mi ha lasciata senza fiato. La Rizzoli ha creato un'edizione che mi lascia a bocca aperta ogni volta che la prendo fra le mani. La cover è cartonata e robusta, le pagine sono spesse e lucide, i caratteri ben leggibili ed adatti anche ai piccoli lettori. Le pagine dedicate ad Ollie hanno lo sfondo bianco ma quelle dedicate a Zozo sono ingiallite peroprio perchè riecheggiano il passato. Le illustrazioni poi rendono prezioso all'inverosimile questo volume perchè hanno il potere di risvegliare il nostro io bambino. Sono perfettamente curate, i colori accarezzano l'occhio del lettore e rendono vivo il personaggio rappresentato. Luminose o cupe che siano, sono magiche e perfette perchè danno l'anima ad una storia che ricorderete per sempre e che vi farà rimpiangere l'emozione dell'infanzia, quando ogni Ventura era magica.

 


Bene heartreaders che ne dite? Spero di essere riuscita a trasmettervi almeno una briciliona della profonda emozione che mi ha regalato questa bellissima storia, di sicuro leggerò altro dell'autore, qujindi, penso che riparleremo in futuro di William Joyce! Voi avete letto Ollie e i giocattoli dimenticati? Vi incuriosisce? Accoglierete il mio consiglio libroso? Io mi sento di consigliarvelo con tutto il cuore senza se e senza ma, vedrete che non vi pentirete di averlo nelle vostre librerie. 

Fatemi sapere che ne pensate, io intanto vi auguro buon weekend e vi do appuntamento a lunedì!


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

7 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Davvero carino! Io da bambina avevo una bambolina di pezza, che mi trascinavo ovunque, con somma gioia di mia madre xD infatti in tutte le foto di quando ero bambina si intravede nella mia mano, non riuscivano proprio a togliermela. Bei ricordi però*.* complimenti per la recensione. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, questo libro mi ha davvero conquistata e l'edizione poi è curatissima.. tanto amore per ollie insomma *___*

      Elimina
  3. Ooh che bella recensione Ely!
    Adoro, adoro già questo libro devo assolutamente metterlo in lista per leggerlo

    RispondiElimina
  4. Carino questo libro anche la Rubrica non l'avevo mai vista...Se ti va viene a vedere la mia Rubrica che si chiama Progetto Infanzia è curata proprio da un mio amico educatore ;-) Magari trovi qualcosa di carino per la tua piccolina
    http://ilsalottodelgattolibraio.blogspot.it/search/label/progetto%20infanzia?&max-results=20

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh che bello passo a dare una sbirciatina con grande interesse ^^

      Elimina