martedì 27 settembre 2016

Recensione "L'imperfetta" di Carmela Scotti

Buongiorno carissimi heartreaders,
la recensione che vi propongo oggi, credetemi, è stata difficile da scrivere come difficile, allo stesso modo, è stata tutta la lettura di questo libro. Poche pagine, è vero, ma pagine pesanti, pagine scritte non con l'inchiostro, bensì con il sangue.

"L'imperfetta" di Carmela Scotti non ha bisogno di preamboli, prima di iniziare lasciatemi solamente ringraziare di cuore la Garzanti per avermi inviato una copia digitale del romanzo.


Titolo: L'Imperfetta
Autrice: Carmela Scotti
Casa Editrice: Garzanti
Pagine: 208
Prezzo cartaceo: € 14,90
Data di pubblicazione: 25 Agosto 2016

Per Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c'è più, Catena ha imparato che la notte può anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L'ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell'amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa. Catena ha solo sedici anni e decide che non vuole più avere paura. E l'ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. È grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore, forse imperfetto, ma forte come il vento. Con questo romanzo potente, finalista al prestigioso Premio Calvino, Carmela Scotti ci guida al cuore di una storia antica e insieme attualissima, illuminata da un'intensa e affilata voce femminile. La storia di una ragazza coraggiosa e troppo sola. Della sua voglia di vivere contro tutti e tutti. Di una stella che continua a brillare anche in un cielo coperto di nuvole. 

"Notte e giorno dicevo nella testa le parole dei libri di mio padre.
Le avevo tutte nella memoria, nessuno può rubare i pensieri senza peso, sottrarli nel sonno a chi li tiene stretti."


 Recensione

Forse la mia recensione non vi sembrerà lucida, vi avverto, ma in questo libro non c'è lucidità, non c'è razionalità, c'è solo dolore. Questo libro è dolore puro, è odio. O meglio, questo libro è odio e dolore insieme, è odio che nasce dal dolore. Molto spesso siamo portati a pensare che "odio" ed "amore" siano sentimenti antitetici. Non è sempre così, la storia di Catena ci mostra chiaramente che l'odio, a volte, è una conseguenza naturale ed umana dell'assenza di amore. Senza l'amore l'essere umano perde la sua natura, perde la ragione, perde la sua stessa umanità ed è lì, nell'assenza, nella desolazione, che nasce l'odio.

Le pagine di questo libro sono scritte con il sangue di Catena, pagine che non sono piene solamente di parole, no, ci troverete anche macchie, le macchie del sangue di Catena. Sangue sporco, sangue nero, sangue che non è vita, è morte. Ma è vero.

Ho iniziato questa lettura in digitale ma non sono riuscita ad andare avanti, non c'è niente di digitale nella storia di Catena, tutto è reale, tutto è tangibile, tutto è vero ed ho sentito il bisogno di toccare materialmente le pagine di questo libro, così sono andata in libreria per comprare l'edizione cartacea ed ho continuato la lettura. Ovviamente non me ne sono pentita.

Lo stile di Carmela Scotti è diretto, i capitoli sono brevi e taglienti come colpi di mannaia. La narrazione procede su due piani temporali, un prima ed un dopo a cui assistiamo impotenti e col cuore in gola, due piani che si ricongiungono solamente nell'epilogo. La voce che ascoltiamo è sempre quella di Catena, solamente nelle ultime pagine parla una voce diversa, a chi appartenga qui di certo  non vi svelo.

Catena è una protagonista che non può essere dimenticata, l'imperfetta, l'indesiderata che diventerà carnefice dei propri carnefici. Durante tutta la lettura il mio cuore si è rimpicciolito, parola dopo parola, è diventato freddo e duro come la pietra ed io che, in realtà, ho il vizio di incendiarmi all'improvviso ho odiato. Per quanto mi riguarda un libro che riesce a fare questo non può neanche essere definito un libro con la L maiuscola perchè sarebbe riduttivo. E' una storia talmente reale che prepotentemente si è imposta al mondo, voleva, doveva, essere raccontata e la Scotti l'ha fatto nel miglior modo possibile. L'esordio della Scotti è magistrale, il suo stile evocativo e coinvolgente. 

"L'imperfetta" penetra sotto pelle, rompe i capillari ed esplode. E' un'emorraggia di dolore ma anche di vita. Viviamo quasi nell'illusione che il destino di Catena sia relegato nel passato. Ce lo diciamo, così per non turbarci forse, eppure non c'è bisogno di andare troppo in là per capire che non è così. Maledizione, no, non è così! Non c'è passato, non c'è presente ed io temo che non ci sarà neanche futuro. Non c'è nord, non c'è sud. C'è la parte meno umana del genere umano, c'è lo schifo del mondo. Sono questi i veri "scherzi della natura", questo è uno dei veri mostri dell'umanità.

E allora perchè leggere questo libro? Perchè non mettere, ancora, la testa sotto la sabbia? Perchè ha ragione Catena, i libri salvano, le parole sono preziose, le storie portano magia. Le parole sono preghiere per non dimenticare, per vedere, per ricordare, per guarire perchè i libri, le parole, sono i ricordi del mondo, sono la storia del mondo e, perchè si, forse la guarigione nasce proprio dai ricordi, anche da quelli più dolorosi. 

L'umanità deve vedere di cosa l'odio è capace, deve sentire lo stesso dolore e poi deve accorgersi che è comunque l'amore il può forte, l'unica potenza che fa nascere la vita dalla morte.

Heartreaders aprendo questo libro non troverete una storia d'amore romantico, troverete una storia che inizia con il fallimento del genere umano, una storia che continua con la dolorosa presa di coscienza che alcune ferite sono talmente profonde da non poter guarire e che si chiude nell'eternità dell'amore vero.

La vita ha bisogno di ricordare, di sapere, per non commettere gli stessi errori, per rinascere più pura.



Un libro da leggere, assolutamente. E voi heartreaders? Pensate di essere pronti ad affrontare questa lettura? Spero di essere riuscita a trasmettervi un po' delle riflessioni e delle emozioni che questo libro mi ha permesso di provare. E' sconvolgente quanto sia profondo, la Scotti ha proprio esordito "col botto" ed io non vedo l'ora di vedere come proseguirà il suo cammino di scrittrice.

In attesa di sapere da voi cosa pensate di questa lettura e se pensate di leggere presto "L'imperfetta" vi saluto come al nostro solito.



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

33 commenti:

  1. bene Ely direi che sono proprio dell'umore per immergermi in Catena. Andrò a procurarmelo e ti farò sapere.. intanto grazie :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara Saya allora non vedo l'ora di avere news da te <3

      Elimina
  2. Credo sinceramente di non essere pronta al momento per tanto dolore.. periodo non facile e ho bisogno di letture più leggere. Tralasciando questo però, la prima cosa che ho pensato leggendo la tua recensione è stata: "wow che potenza". Le tue parole mi sono arrivate dritte alla bocca dello stomaco, mi hai dato delle immagini mentali forti, anche se non ho letto il libro. Quindi non posso non farti i complimenti per questa splendida recensione, che hai tirato fuori dal profondo del cuore. Un abbraccio =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Serena, non sai che emozione siano state le tue parole <3

      Elimina
  3. Accidenti Ely, che recensione!! Tutto questo dolore ce lo hai trasmesso a noi con le tue parole su questo libro xD Non me la sento di affrontarlo, perchè sono più il tipo da letture leggere e spensierate, ma magari chissà, un giorno lo farò. D'altronde mai dire mai :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nicky ma certo sono d'accordo è una lettura che va affrontata al suo momento <3

      Elimina
  4. Ciao dolcissima Ely! Una recensione davvero bellissima! Ho letto anche io questo esordio straordinario e mi trovi più che d'accordo con le tue parole, sensazioni ed emozioni.
    Un romanzo pieno di dolore e di tormento e non ti nascondo che io apprezzo moltissimo questo genere di storie, ancora di più quando lo stile è visionario, particolare, assolutamente diverso dal solito.
    Grazie di cuore per tutte le emozioni che sai regalarci e posso assicurarti che tutto quello che volevi farci arrivare, io l'ho sentito!
    Un abbraccio grandissimo! <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gemellina mia grazie, sapere che le mie parole ti abbiano raggiunta è la cosa più bella, era una recensione difficile da scrivere perchè ogni parola trasudava emozione e tormento e non sapevo se fossi in grado di esprimerlo, grazie <3

      Elimina
  5. Ciao Ely,
    questa è una di quelle letture che secondo me devono trovare il momento giusto per essere lette. La trama mi attira molto soprattutto per la verità che si cela dietro le parole, avevo già deciso di farci un pensiero e dopo la tua recensione ne sono più che convinta.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Susy sono pienamente d'accordo e non vedo l'ora di sapere da te che ne pensi <3

      Elimina
  6. Una recensione sentita e vissuta, come al solito, e che arriva al lettore come una sferzata. Questo libro sta facendo il giro del web e ne parlate tutte in toni molto più che entusiastici. Mi sa che toccherà farci un pensierino:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Virginia ^_^ Fammi sapere se lo leggerai ci tengo <3

      Elimina
  7. Ciao Ely, ho percepito molti sentimenti nella tua recensione: anche questo è uno di quei libri che ho visto spesso in libreria e in biblioteca, a dir la vierità non mi sono soffermata molto su di esso, ma ora mi stai facendo fare un pensierino...
    Questa storia mi ha fatto venire in mente un romanzo che ho letto quest'inverno, molto duro, denso di sofferenza ma impossibile da non leggere: "La bambina numero otto", te lo consiglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel grazie di cuore, non conoscevo il romanzo che hai citato lo segno immediatamente <3

      Elimina
  8. Ciao Ely, ho una gran voglia si leggere questo libro. Recensione BELLISSIMA
    Baci

    RispondiElimina
  9. Adoro la tua recensione, Ely - non mi aspettavo niente di meno. ♥ ♥ ♥

    RispondiElimina
  10. Ely, tu hai definito questo esordio "con il botto". Ebbene, anche la tua recensione lo è. Pensavi forse di non riuscire a trasmettere tutto quello che riesci a trasmettere e che, credimi, per quanto mi riguarda è come se avessi infilato la testa nella mia anima... perché ti assicuro che quando nella tua vita non c'è amore, quando non hai qualcuno di fisico, di reale nel senso che lo puoi guardare negli occhi e toccarlo mentre gli parli e che lui ti ascolta facendoti capire che non vorrebbe trovarsi in nessun altro posto se non lì, con te... finisci sul serio che perdi la ragione, la lucidità e senza rendertene conto, la tua vita diventa qualcosa che non puoi più chiamare "vita". E non riesco a trovare le parole per dirti quanto amore, quanta dolcezza e quanta tenerezza tu sia riuscita a trasmettermi quando ho letto che sei dovuta andare in libreria per comprare la copia cartacea... penso anch'io che certe emozioni diventino più tutt'uno con le tue se hai il libro vero e proprio in mano, e soltanto per quel profumo così buono che ci dà alla testa ne vale ancora di più la pena, no? E credimi, dicendo questo la mia mente è volata subito a Un passo da te di Emma Hart *________* <3 Mi è bastato un attimo, un attimo soltanto per capire che quel libro DOVEVA essere MIO... e non posso svelarti di più perché la mia recensione l'ho incorporata nel mio libro <3 Posso solo dirti che certi libri è come se siano stati scritti per noi, solo per noi, e questo libro per me è come la Bibbia per un sacerdote... spero non comincerà a cadermi a pezzi, altrimenti sarei costretta a comprarmi un'altra copia!! *_____________* <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede che dire se non che certamente certi libri devono necessariamente essere letti in cartaceo per viverli pienamente, questo è uno di quelli. Come ho detto la lettura non ha niente di digitale, è talmente vera e profonda che non ammette altro che fogli ed inchiostro <3

      Elimina
    2. Come darti torto, cara Ely? L'ho visto giusto oggi, ho letto qualche pagina e fin da subito ti rendi conto che vorresti leggerlo dalla prima all'ultima senza interromperti neanche per andare in bagno. <3

      Elimina
  11. Ciao Ely,
    avevo scartato questo libro, ma dopo aver letto la tua recensione mi sa proprio che lo inizierò prossimamente!:)
    Un caro saluto Lettrice di Libri

    RispondiElimina
  12. Ciao Ely.
    Ti seguo da molto tempo, lo sai. Ho letto praticamente tutte le tue recensioni, e in questo momento ti dico con il cuore in mano che questa è la più bella, sentita e penetrante recensione che a mio parere tu abbia mai scritto.
    Era un libro in lista ma non pensavo potesse suscitare così tante emozioni.
    Ad un certo punto, leggendoti, mi è venuta letteralmente la pelle d'oca.
    Le tua parole sono andate dritte al mio cuore.
    Che altro dire? un libro che provoca così tante emozioni nel lettore è il frutto di autore fortunato perchè ha di certo un dono meraviglioso: riuscire ad arrivare all'anima del lettore.
    La prossima cosa che farò? Acquistarlo a tutti i costi!
    Un fortissimo abbraccio!
    Jasmine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jasmine cara carissima Jasmine grazie, avevo avevo la paura matta di non riuscire a trasmettere quanto forte sia questo libro, la storia di Catena è una storia che merita giustizia e se mi ci sono anche lontanamente avvicinata allora ne sono felice <3 Grazie grazie grazie <3 ps fammi sapere <3

      Elimina
  13. Ciao Ely :-* Speravo che leggessi questo libro anche perché volevo assolutamente conoscere la tua opinione..e che dire? Sono rimasta senza fiato..sei riuscita a far trapelare tutto il dolore e l'odio provato dalla protagonista, che ho sentito sulla mia pelle attraverso le tue parole..questa volta ti sei superata, sei stata davvero brava, complimenti davvero ^_^
    Inutile dirti che se già bramavo questo libro, ora davvero non vedo l'ora di leggerlo..
    Un bacione :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maraia con tutto il cuore se anche lontamente mi sono avvicinata ad esprimere tutto ciò che ho provato allora ne sono felice, aspetto di sapere cosa ne pensi e tutte le emozioni cha la storia di Catena ti porterà, non potrai dimenticarla vedrai <3

      Elimina
  14. mi ispirava. Adesso lo voglio proprio leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice Chiara e benvenuta ne Il Regno dei Libri <3

      Elimina
  15. Ciao Ely! Questo libro mi attira! Recensione molto sentita e una storia non facile da affrontare! Lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice grazie di cuore <3

      Elimina
  16. Eccomi qui, come promesso!

    La tua recensione è davvero schietta, incisiva. Hai scagliato le parole dritte nel cuore di chi le legge. Che dire.. ho i brividi! Non vedo l'ora di poterlo finalmente leggere. Ora, più che mai, guardo un libro con occhi famelici.

    RispondiElimina
  17. Ciao Ely! Trovo la tua recensione stupenda e sentita, si avverte ogni sentimento che ti ha trasmesso questo libro e non posso fare a meno di volerlo leggere. Ogni tanto si ha bisogno di questi libri forti e profondi, anche se prevale il dolore se il lettore lo sente è un libro perfetto!

    RispondiElimina