giovedì 15 febbraio 2018

Coppie Librose: Hazel e Gus (Colpa delle stelle)

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
come va? E' iniziato bene questo giovedì? Nonostante S. Valentino sia passato, il tema del post di oggi resta l'amore romantico, quello con la A maiuscola, ovvero l'Amore libroso in cui noi heartreaders amiamo perderci e che rende migliori le nostre giornate. Sono certissima che anche anche a voi, come succede a me, capiti spesso di innamorarvi delle coppie di cui leggete e che abbiate una miriade di book boyfriend a cui avete regalato un pezzettino del vostro cuore! 

Ammettiamolo dai, dei personaggi di un libro ci si può davvero innamorare, siete d'accordo? 


Confidatemelo heartreaders, chi sono i book boyfriend del vostro cuore? Non siate timide, dai mettiamo tutte le carte in tavola.. di chi è quello sguardo che,  ad ogni rilettura, buca le pagine in cui è racchiuso? Ok inizio io, ma, visto che di book boyfriend ne ho un'infinità ve ne dirò giusto tre, ok? Se mi leggete sapete bene che il primo posto non può non andare a lui, il mio soldato, l'unico e meraviglioso Alexander Barrigton, il protagonista di quel kolossal indimenticabile che è il libro del mio cuore, ovvero "Il Cavaliere d'inverno" di Paullina Simons (QUI la mia recensione). A seguire, non posso non parlare di colui che mi ha tolto il respiro tante e tante volte, Warner, il protagonista maschile della serie  "Shatter me" di Tahere Mafi ( QUI abbiamo parlato di "Shatter me", QUI la mia recensione di "Unravel me", QUI la mia recensione di "Ignite me"). Vi dico solo "Ignite" ed ho detto tutto. Ed ora andiamo al mio terzo indimenticabile  book boyfriend, Augustus Waters, una delle due metà di una meravigliosa coppia librosa che rimarrà per sempre nel mio cuore ed è proprio di questa, si, che stiamo per parlare oggi heartreaders!

La mia carissima amica Susy, admin del blog I miei magici mondi, nonchè talentuosissima giovane autrice, mi ha coinvolta in un bellissimo evento a tema dal titolo "Coppie librose". Adoro partecipare a questi eventi organizzati da Susy perchè ci mette davvero il cuore e sceglie sempre argomenti che amo profondamente


Ringraziando ancora Susy per avermi coinvolta anche questa volta, sto quindi per parlarvi di una delle coppie librose che più amo, una di quelle che più mi ha emozionata e che custodirò per sempre nel cuore. Ho scelto infatti di parlavi di...

HAZEL E GUS, I PROTAGONISTI DI  
"COLPA DELLE STELLE" DI JOHN GREEN


Hazel e Gus formano una di quelle coppie che ricorderemo nel tempo, una di quelle coppie immortali che vivranno sempre e per sempre. Come Romeo e Giulietta, Hazel e Gus vivono un amore avversato dalle stelle ma non per questo meno vero. L'amore tra Hazel e Gus è uno dei più puri, uno dei più veri ed uno dei più profondi, ecco perchè ho scelto di parlare di loro!



Colpa delle stelle
John Green

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 13,00€ Ebook 2,99€
Pagine: 352
Serie: Autoconclusivo

Trama: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato. 



Colpa delle stelle per me resta l'indiscusso ed indimenticabile capolavoro di John Green, uno di quei libri talmente preziosi che restano intoccabili nel tempo. E' come se Colpa delle stelle fosse custodito in una teca di cristallo nell'aula magna del mio cuore. Mille sensori a raggi x per proteggere quello che secondo me è uno dei tesori più preziosi. 
Non è colpa tua, Hazel Grace. Siamo tutti solo effetti collaterali, giusto?» «Cirripedi attaccati alla nave mercantile della coscienza» ho detto, citando Un'imperiale afflizione. «Okay» ha detto lui. «Devo andare a dormire. È quasi l'una.» «Okay» ho detto. «Okay» ha detto. Ho fatto una risatina e ho detto: «Okay.» E a quel punto silenzio, ma non abbiamo messo giù. Mi sembrava quasi di averlo lì nella stanza con me… Però no, era anche meglio: come se io non fossi nella mia stanza e lui non fosse nella sua, ma ci trovassimo invece insieme in un invisibile, impalpabile terzo spazio, che si poteva raggiungere solo via telefono.
«Okay» ha detto lui dopo un'eternità. «Forse okay sarà il nostro sempre.» «Okay» ho detto. 
I libri sono mondi magici, o meglio, sono varchi che conducono a mondi magici e, già  solo per questo, sono veri e propri tesori preziosi. Quando poi uno di questi libri, oltre a condurci per mano in un altro mondo, ci offre anche degli spunti che migliorano la nostra vita nel mondo in cui viviamo quotidianamente, beh, a mio avviso abbiamo tra le mani un vero tesoro inestimabile. E' questo ciò che fa, ad ogni rilettura, Colpa delle stelle, mi aiuta a vivere la vita in modo migliore, mi ricorda quanto possa essere meravigliosa, che inimmaginabile dono sia e come non si debba sprecarla. Neanche un solo attimo. Mai. Perchè "alcuni infiniti sono più piccoli di altri infiniti" e nessuno mai dovrebbe sprecare neanche un minuto del proprio magico, preziosissimo, inestimabile infinito. All'interno di ogni infinito vi è un "per sempre" ed è questo che lo rende magico, che lo rende unico, che lo rende immortale... l'Amore.




Davvero c'è qualcuno di voi che non conosce la storia di Hazel Grace Lancaster ed Augustus Waters? Davvero? Davvero? Naa.. non ci credo, è una storia che parla direttamente al cuore, non potete averla persa ma, se così non fosse, vi consiglio assolutamente di rimediare ed intanto cerco di introdurvi nel piccolo, immenso, infinito di Hazel e Gus.

A volte le persone non capiscono le promesse che fanno nel momento in cui le fanno» ho detto. Isaac mi ha scoccato uno sguardo. «Sì, certo. Ma la promessa la mantieni lo stesso. È questo l'amore. L'amore è mantenere lo stesso la promessa. Tu non credi nel vero amore?» Non ho risposto. Non avevo una risposta. Ma ho pensato che se il vero amore esiste davvero, quella era una definizione piuttosto riuscita. 
Hazel e Gus sono due ragazzi malati di cancro. Ok, l'ho detto, ecco cosa potrebbe spaventarvi, la sofferenza. Ma "il dolore esige di essere vissuto" per essere sconfitto, o quantomeno esorcizzato.

  
Non starò qui a raccontarvi storie, non siamo davanti ad uno young adult tutto rose e fiori. Non avrete davanti i protagonisti stereotipati del classico romanzo mieloso che, per carità, a volte ci sta anche e sono la prima a dirlo....

Colpa delle stelle vi offre una storia di vita vera ma raccontata con talmente tanto spirito e sagacia che correrete il rischio di dimenticare il crudele fato dei due protagonisti. 

Hazel e Gus sono unici, sono divertenti, spiritosi, sagaci. In una parola? Sono brillanti! Anche se custodiscono nel cuore tantissime paure, com'è naturale che sia, insieme trovano il modo per esorcizzare i loro demoni ed insieme troveranno il "per sempre" nel loro piccolo infinito. Hazel teme di rovinare la vita dei suoi amati genitori, che faranno dopo che lei se ne sarà andata? La loro vita sarà spazzata via proprio come la sua? Gus ha paura dell'oblio, di non lasciare un segno nel mondo come invece fanno gli eroi dei suoi amati videogames. Ha paura di scomparire per sempre, di essere dimenticato. Fianco a fianco, Hazel e Gus, impareranno che è l'amore ciò che resta, per sempre.



In Colpa delle stelle c'è la tenerezza del primo amore che sarà anche l'ultimo, fra queste pagine c'è dolcezza, c'è romanticismo e c'è tanto, tantissimo vero sentimento. Non abbiate paura di soffrire con Hazel e Gus perchè il dolore che inevitabilmente proverete renderà migliori le vostre vite, questi due imperfetti/perfetti ragazzi hanno tanto da insegnarvi e troveranno il modo di farsi ricordare, oh si se lo troveranno!
«Mi chiamo Hazel. Augustus Waters è stato il grande amore avversato dalle stelle della mia vita. La nostra è stata una storia d'amore epica, e io non riuscirò ad aggiungere nemmeno un'altra frase senza scomparire in una pozza di lacrime. Gus sapeva. Gus sa. Non vi racconterò la nostra storia d'amore perché come tutte le vere storie d'amore morirà con noi, come deve. Speravo che facesse lui il discorso funebre per me, perché non c'è nessun altro che vorrei facesse…» Mi sono messa piangere. «Okay, come non piangere? Come posso… Okay. Okay.» Ho fatto alcuni respiri e sono tornata al mio foglio. «Non posso parlare della nostra storia d'amore, quindi vi parlerò di matematica. Non sono un matematico, ma una cosa la so: ci sono infiniti numeri tra 0 e 1. C'è 0,1 e 0,12 e 0,112 e una lista infinita di altri numeri. Naturalmente c'è una serie infinita di numeri ancora più grande tra 0 e 2, o tra 0 e un milione. Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti.
Ce l'ha insegnato uno scrittore che un tempo abbiamo amato. Ci sono giorni, e sono molti, in cui mi pesano le dimensioni della mia serie infinita. Vorrei più numeri di quanti è probabile che ne vivrò, e Dio, voglio più numeri per Augustus Waters di quelli che gli sono stati concessi. Ma Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata.» 
Da Colpa delle stelle è stato tratto l'indimenticabile film con Shailene Woodley ed Ansel Elgort. Devo dire che Shay ed Ansel sono i volti che vedo nel mio cuore ogni volta che penso ad Hazel e Gus, li hanno interpretati così profondamente che nel mio immaginario sono davvero loro. Shay ed Ansel si sono dimostrati ben al di sopra delle mie aspettative perchè, si ammettiamolo, quando vi deve un film tratto da un libro si ha sempre tantissima paura di rimanere delusi, capita il maggiorn numero delle volte d'altronde! La paura era legittima, soprattutto quando si sta per assistere alla trasposizione cinematografica di uno dei libri che ci hanno dato di più. 


Per una volta posso dire di essermi preoccupata inutilmente perchè attori e regista hanno dimostrato non solo di aver letto il libro che stavano per interpretare ma anche e soprattutto di averlo amato tanto. Questo si vede da ogni scena e la mano dello stesso John Green è visibilissima, ha curato ogni dettaglio ed era presente sul set accanto a Shay ed Ansel. Moltissime sono le foto trapelate sul web. 


Inoltre, piccola chicca, John Green ha anche girato una scena del film, poi questa scena è stata eliminata ma la trovate nella versione estesa contenuta del dvd/blue ray ufficiale del film. L'autore ha davvero mostrato quanto sia importante per lui in primis Colpa delle Stelle, non l'ha svenduto, anzi, l'ha reso immortale grazie ad attori che hanno dimostrato di avere la sensibilità necessaria, al pari dello stesso regista, per interpretare magistralmente Hazel e Gus. 

Ritroverete nel film quasi ogni scena scritta da Green, è tutto fedelissimo e davvero le emozioni sono amplificate a mille.

Se avete visto il film sapete bene che la scena in cui Hazel e Gus sono seduti su una panchina di Amsterdam è importantissima. Ebbene, dovete sapere che quella panchina è diventata così famosa che nel 2014 è stata rubata da ignoti per essere poi ritrovata e rimessa al suo posto una settimana dopo, così da diventare una tappa fondamentale per chi va a visitare Amsterdam!

Una panchina del tutto uguale è poi stata collocata negli studi della 20th Century Fox a Los Angeles ma purtroppo l'ingresso al lotto è riservato.


Una cosa è certa, Colpa delle stelle è e rimarrà per sempre nei cuori di milioni di fan, così come Hazel e Gus che splenderanno immortali nel cielo del nostro cuore. Due ragazzi che hanno molto da insegnarci sulla vita, due ragazzi che devono rinunciare a tantissime, troppe cose. Due ragazzi che non potrebbero sognare ma che decidono di farlo dando a noi che assistiamo al loro fato delle lezioni importantissime. Li guardo e vedo l'amore nel vero senso della parola, li guardo ed imparo cosa voglia dire vivere, si, proprio da loro due.


Hazel e Gus sono meravigliosi ed unici, due ragazzi che meriterebbero l'universo intero, due ragazzi che sono due stelle lucenti che continueranno sempre a brillare nel cielo immenso.
Non puoi scegliere di essere ferito in questo mondo, vecchio mio, ma hai qualche possibilità di scegliere da chi farti ferire. A me piacciono le mie scelte. Spero che a lei piacciano le sue. Mi piacciono, Augustus. Mi piacciono.

Una delle coppie più belle della letteratura secondo il mio parere ovviamente! 



So di non essere riuscita a rendere giustizia ad un amore così dolce però posso dire di averci provato! E voi che ne dite heartreaders? Amate anche voi Hazel e Gus? Portate nel cuore la loro storia? Fatemi sapere che ne pensate! Prima di salutarvi come al nostro solito, ringrazio ancora Susy per avermi dato l'occasione di parlare di uno dei miei libri preferiti e, di seguito, vi lascio il calendario dell'evento per non perdervi neanche un post.



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely


16 commenti:

  1. Ciao Ely! Io ho visto il film... è bellissimo, mi ha fatto commuovere! Ammetto di non aver ancora letto il libro, ma lo recupererò al più presto :-)

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia di post Ely!!!!
    Ma d'altronde non mi aspettavo niente di meno da te.
    Adoro collaborare con te lo sai e ricevere sempre il tuo entusiasmo per i miei progetti mi riempie sempre di gioia.
    Mi piace tantissimo la coppia che hai scelto, una storia triste è vero che però da tanta speranza, commuove e fa riflettere.
    Bellissime parole hai usato per loro, bravissima come sempre.
    Mi hai fatto venire voglia di riprendere in mano il libro e so che mi commuoverò ancora una volta con loro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Susy, scegli sempre argomenti così belli che è un piacere collaborare con te mettendoci anima e cuore <3

      Elimina
  3. Ely che bel post! Ho amato tantissimo il libro, mi è piaciuto anche il film e hai ragione, c'è stata attenzione a renderlo fedele al libro. La cosa della panchina non la sapevo ma se andrò ad Amsterdam andrò a cercarla di sicuro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara, eh si, se dovessi un giorno andare ad Amsterdam sarà assolutamente una tappa obbligata quella panchina *___*

      Elimina
  4. Me lo sentivo che avresti scelto loro e non avevo dubbi sul fatto che avresti scritto un post meraviglioso! ♥

    RispondiElimina
  5. Ciao Ely, non ho visto il film ma ho letto il libro e comprendo benissimo la passione per questa così giovane e brillante ma anche molto sfortunata... bellissimo post!

    RispondiElimina
  6. Ciao Ely!! Nonostante non abbia nè letto il libro nè visto il film, la conosco questa bellissima storia d'amore! Ma lo leggerò entro quest'anno! Promesso XD

    RispondiElimina
  7. Ciaoo! Se non ricordo male, questo film è uscito negli USA con un paio di mesi d'anticipo rispetto a qui, giusto? Ricordo di aver letto il libro, di averlo adorato... e di essere andata a cercarmi il film appena uscito laggiù... e di aver pianto in tutte le situazioni ahah

    RispondiElimina
  8. Uno dei pochi libri (e film) per cui ho pianto tanto!

    RispondiElimina