lunedì 4 giugno 2018

Gruppo di lettura: "Il cavaliere d'inverno" di Paullina Simons (3°Recap)

Rieccomi da voi cari miei heartreaders,
questo lunedì si fa sempre più librosamente interessante! Se mi seguite (e se seguite il Gruppo di lettura de Il Cavaliere d'inverno che io e Susy stiamo portando avanti), sapete che proprio oggi è tempo di dedicarci al terzo recap. Ovvero, è tempo di fermarci un attimo a fare il punto della situazione!


Siamo giunti quindi all'ultimo step di lettura prima della volata perso il finale di questo primo romanzo della trilogia sugli indimenticabili Tatiana ed Alexander.

AVVERTENZA - RISCHIO SPOILER: Se per caso non aveste ancora letto il libro o se, pur seguendo il Gruppo di lettura, non foste al passo con le tappe, vi prego di non proseguire oltre nella lettura del post, perchè potrei spoilerarvi qualcosa!

Le pagine che fin qui abbiamo letto raccontano una delle storie d'amore più epiche che abbia mai letto, la più epica per me. L'amore tra Tatiana ed Alexander è così naturale e totalizzante che ha segnato la mia concezione stessa dell'amore. Le pagine che ci hanno raccontato della divina Lazarevo mi hanno fatto battere il cuore all'impazzata e sognare ad occhi aperti. 

Pagine di sentimento con la s maiuscola e di un amore che è fatto di fede ed eternità. Se è vero che proprio il mese scorso abbiamo assistito al royal wedding tra il Principe Harry e Meghan Markle, per quanto mi abbia emozionata, questa non è paragonabile all'emozione regalatami dal matrimonio tra Tatiana ed Alexander. Nessuno sfarzo, solo due ragazzi che vogliono promettersi amore  eterno davanti a Dio: un giovane ufficiale in divisa ed una ragazzina che non indossa nessuna tiara ma soltanto  il suo vestito bianco con le rose rosse, il suo abito più bello. Un bacio sul sagrato della chiesa di San Serafino, l'ultimo baluardo di un Dio dimenticato dal Suo popolo. Due ragazzi, un bacio ed un amore eterno. Io ho la pelle d'oca ogni volta che ci penso. E poi? E poi un valzer...il valzer del Danubio.

E visto che io, al solo pensiero, mi sono già commossa, non riesco a raccontarvi l'emozione che mi assale ogni volta! Sapete allora che faccio? Vi invito a leggere/rileggere quella indimenticabile scena ed intanto io vi regalo la ricetta di un dolce speciale: Il Danubio dolce.


Una ricetta è un modo per onorare il suo matrimonio che Tatiana adorerebbe, visto quanto lei ami cucinare, soprattutto per il suo Alexander, siete d'accordo? Bene ... Iniziamo a cucinare allora!




DANUBIO DOLCE


200 gr latte intero  + qb
1/2 cubetto lievito di birra fresco(12,5 gr)
50 gr zucchero semolato
1 uovo
500 gr farina di forza + qb
50 gr burro a pezzi
1/2 cucchiaino di sale
300 gr nutella


PROCEDIMENTO

  1. Fare sciogliere il lievito in un po' di latte riscaldato 
  2. Mettere 2/3 della farina (+ zucchero e sale) in una ciotola capiente e formare una fontanella
  3. Al centro della fontanella aggiungere il composto di latte e lievito, il burro a pezzi ed iniziare ad impastare aggiungendo la. farina ed il latte che erano rimasti da parte (MB. il tutto può essere fatto a mano, con l'impastatrice o con il bimby). Continuare a lavorare l'impasto fino ad ottenere una palla elastica ed omogenea. Coprire poi con un canovaccio e lasciare lievitare per circa un'ora.
  4. Dividere il panetto lievitato in due e stendere entrambe le parti, con l'aiuto del mattarello, formando due sfoglie di circa 2/3 mm. Dividere le sfoglie in quadrati da farcire con la nutella per poi formare, lavorandole con le mani, delle palline che avranno tutte, più o meno, la stessa dimensione.
  5. Disporre tutte le palline all'interno di una tortiera foderata da carta da forno facendo attenzione a lasciare un po' di spazio (non troppo!) tra le palline. 
  6. Far lievitare il Danubio per un'altra ora nel forno spento.
  7. Al temine dell'ora, spennellare il dolce con un po' di latte tiepido e cuocere il Danubio in forno statico a 180° per 20/25 minuti.
  8. Lasciare raffreddare, sformare e cospargere di zucchero a velo.

Bene heartreaders, che ne dite? Io trovo questo dolce perfetto sia come merenda che a colazione. Inoltre, più nutella metterete e più il Danubio risulterà goloso. Morbido ed irresistibile, vedrete che finirà in un batter d'occhio. Visto il suo nome, ogni volta che lo preparo penso ai miei amatissimi Tatiana ed Alexander, cosa aspettate a provarlo anche voi?


Bene heartreaders, io sono pronta all'ultimo step di questa rilettura del Il Cavaliere d'inverno e voi? State seguendo il gruppo di lettura? Come sta andando? Spero vi stia regalando le stesse emozioni che mi regala ogni volta. 

Come sempre vi ricordo il link al Gruppo Facebook del Gruppo di Lettura, io e Susy vi aspettiamo:



Io e Susy vi aspettiamo per fangirlare insieme sia sui social che qui nei commenti ai nostri post, fateci sapere come procede la lettura!


Noi ci rileggiamo il 25 giugno per le considerazioni finali di questo evento 💓




L'abbraccio più grande del mondo,


6 commenti:

  1. Bellissimo il libro, l'ho amato! Soprattutto il primo, gli altri meno.
    La ricetta del danubio so di averla in giro ma non mi ricordo se l'ho mai fatto o no AHAHAHAHA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah devi provarla allora... spettacolarmente morbida e golosa!

      Elimina
  2. Quanto mi sta piacendo questa storia e non ti ringrazierò mai abbastanza per avermi spinto a leggerla.
    Adoro, adoro, adoro!
    E poi il Danubio è buonissimo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che felicità sentendo quanto questa storia ti stia emozionando!!!

      Elimina
  3. Questa ricetta mi fa scintillare gli occhi *.* sembra buonissima. Io con il romanzo sono leggermente indietro, ma conto di recuperare in questi giorni. Trovo la storia davvero romantica e toccante, ti ringrazio anche io per avermi fatto conoscere questi personaggi^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena che meraviglia che Tatia e Shura ti stiano conquistando! E il danubio è spettacolare fidati... io ti consiglio di abbondare di nutella ma io sono una golosona è risaputo xD

      Elimina