lunedì 25 giugno 2018

Gruppo di lettura: "Il cavaliere d'inverno" di Paullina Simons (recensione e considerazioni finali)

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
avete visto il titolo del post di oggi? Eh si, il protagonista del giorno è proprio il mio amato cavaliere d'inverno e non credo possa esserci per me un modo migliore per iniziare la settimana con il piede giusto se non parlando dei miei amatissimi Tatiana ed Alexander! Arrivata la fine di Giugno, termina infatti la lettura di gruppo organizzata da me dalla mia carissima amica Susy (I miei magici mondi) incentrata su quello che è (oramai lo sanno anche i sassi) il libro del mio cuore: Il cavaliere d'inverno di Paullina Simons.



Per me (sapete già anche questo) si è trattato di una rilettura (la miliardesima, anche se è sempre come se fosse la prima volta), mentre per Susy è stato il primo "incontro" con Tatia e Shura. Siete curiosi di sapere se il capolavoro della Simons sia piaciuto anche a lei? Io vi confesso di aver dato una sbirciatina in anteprima alla sua recensione e credo sia meravigliosa, quindi non perdetevela (QUI), mi raccomando!

La mia recensione invece è online da ben due anni e, se ve la foste persi, la trovate QUI. Inutile dire però che nessuna dichiarazione d'amore per me basterebbe per descrivere quante emozioni il capolavoro della Simons mi abbia regalato. Adesso so che forse non riuscirò a raccontarvela mai abbastanza bene, il mio invito è sempre lo stesso quindi, ovvero quello di vivere questa storia con tutto il cuore.

ATTENZIONE SPOILER: Prima di iniziare questa lettura/rilettura di gruppo avevo avvertito che le date scelte con Susy non erano state casuali, se ci avete seguite, adesso sapete che avevamo scelto di concludere l'avventura il 22 giugno perchè coincide con il primo incontro tra Tatiana ed Alexander. Spero che questa storia abbia emozionato anche voi che ci avete seguite, che abbia saputo toccare le corde del vostro cuore e che, anche per voi, il 22 ed il 23 giugno abbiano adesso un valore speciale. Spero che, come me, anche voi avrete il batticuore a mille quando, in gelateria, vi troverete davanti il gusto creme brulè e che alla parola Lazarevo vi sentirete mancare.

Quando ho presentato il progetto del Gruppo di Lettura, vi avevo confessato che uno dei tatuaggi che vorrei avere il coraggio di fare è la parola Orbeli. Adesso sapete che è un nome importante e che racchiude un messaggio profondo, un mistero in realtà, per svelarlo non vi resta che leggere il secondo libro della serie dal titolo Tatiana ed Alexander

Piccola chicca, vi consiglio di recuperare la prima edizione di questo secondo volume perchè dalla seconda edizione in poi è stato tagliato il meaviglioso epilogo (sia nell'edizione italiana che in quella originale) perchè, in teoria, la storia doveva concludersi con il secondo volume, poi la Simons ha deciso di scrivere il terzo libro (Il giardino d'estate) e l'epilogo originale di Tatiana ed Alexander avrebbe potuto spoilerare qualcosa sul proseguimento della storia. Il mio consiglio, tuttavia, è quello di leggerlo perchè è pura poesia. Se foste curiosi, lo trovate QUI.

Bene, con questo si conclude questo meraviglioso progetto che ho adorato curare insieme alla mia carissima amica Susy. Aspetto di sapere che ne pensate e mi raccomando di volare da Susy per leggere la sua recensione💓



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

2 commenti:

  1. Grazie di nuovo Ely per avermi coinvolta in questa fantastica avventura.
    Ora non vedo l'ora di leggere il secondo

    RispondiElimina
  2. Ciao Ely! Come ho scritto anche da Susy, romanzo davvero bello che rimandavo da parecchio, anche se ero curiosa. Sono anche curiosa di assaggiare questo particolare gelato, ti giuro lo farò! XD È stata una lettura non sempre facile, considerando il periodo storico, che vede gli orrori più grandi compiuti dagli esseri umani, ma dimostra anche il grande cuore di altri e il coraggio e la crescita della protagonista che ho adorato. Il finale mi ha fatto solo venir voglia di leggere il seguito, che purtroppo non potrò prendere subito e piango internamente per questo =( Più che un commento è venuto un poema scusami, chiudo con una nota positiva cioè l'amore potente che si respira tra le pagine, ho avuto il batticuore e gli occhi lucidi in più di un passaggio. Un abbraccio =)

    RispondiElimina