giovedì 14 febbraio 2019

Review Tour 2.0 - Recensione: "La Musa degli Incubi" di Laini Taylor + Approfondimento: "Karou VS Sarai" + Giveaway

Buondì a tutti carissimi miei Hearts,
questa è una giornata speciale e non soltanto perchè oggi si festeggia San Valentino, sia chiaro. Sul mio calendario questo giorno è pieno di cuoricini rossi, è vero, nel dettaglio però dovete sapere che ciascuno dei cuoricini rossi che riempiono la casellina di questo 14 Febbraio è per lei, la mia Musa, ovvero Laini Taylor che, grazie alla Lain YA, proprio oggi torna in libreria con La Musa degli Incubi, secondo ed ultimo romanzo che conclude la duologia iniziata lo scorso anno con Il sognatore.

DUOLOGIA STRANGE THE DREAMER:
Il sognatore (Strange the dreamer #1) ⟶ QUI la mia recensione
La Musa degli Incubi (Strange the dreamer #2)

Con infinito piacere, ho avuto la possibilità di leggere in anteprima La Musa degli incubi ed oggi non solo ho il privilegio di riuscire a parlarvene in anteprima ma anche quello di dare inizio ad un Review Tour davvero speciale che vi terrà compagnia da oggi fino al        . 

Si ringrazia la LainYa per la copia del romanzo in anteprima e la bravissima Tania ( My Crea Bookish Kingdom) per aver realizzato la meravigliosa grafica dell'evento, oltre che per aver coordinato il GA realizzandone il segnalibro in palio.

Ogni giorno, una di noi vi parlerà de La Musa degli Incubi, offrendovi un personale approfondimento. Non solo però, perchè, se ci seguirete tutte, avrete anche la possibilità di vincere un bellissimo segnalibro raffigurante Sarai realizzato dalla nostra Tania (My Crea Bookish Kingdom), troverete la foto del segnalibro e le regole per partecipare al GA in fondo al post.

Che ne dite quindi di aprire le danze? Abbiamo tergiversato abbastanza, adesso tuffiamoci davvero fra le pagine del meraviglioso ed attesissimo "La Musa degli Incubi" di Laini Taylor.



La Musa degli Incubi

Laini Taylor


💝💝💝💝💝 ∞

Editore: Lain YA
Prezzo: Rigido 15,00€ Ebook 5,99
Pagine: 526
Serie: Strange The Dreamer #2
Genere: Fantasy, Young Adult


Trama: In seguito a una terribile esplosione, la fortezza dei Mesarthim ha rischiato di precipitare sulla citta` di Pianto. Ma la tragedia e` stata miracolosamente evitata da Lazlo, il quale, proprio in quest’occasione, ha scoperto di possedere dei poteri magici in quanto anch’egli figlio dei divini Mesarthim. L’unica vittima dell’incidente e` stata Sarai, sbalzata fuori dall’oscillare della fortezza per andare a schiantarsi sulla citta` sottostante. Nel nuovo capitolo della storia del Sognatore Strange, Lazlo e Sarai si ritrovano a dover vivere la loro storia d’amore sotto sembianze che non gli appartengono: lei fantasma, lui dio dalla pelle blu. Entrambi dovranno battersi per la propria sopravvivenza e quella della stessa Pianto, mentre una nuova minaccia si profila all’orizzonte e i misteri dei Mesarthim riaffiorano dal passato: da dove sono arrivati, davvero, gli de`i e perche?? Che fine hanno fatto le migliaia di bambini nati nella nursery della fortezza? E, soprattutto, i veri eroi devono per forza massacrare mostri per essere tali, oppure possono, al contrario, salvarli? Amore e odio, vendetta e redenzione, distruzione e salvezza si scontrano in questo fantastico seguito del best seller del New York Times Il sognatore..


Se mi seguite sui social collegati al blog (se non lo state già facendo, cosa spettate? Trovate i pulsanti nella colonna di destra della pagina!) sapete già che la lettura de La Musa degli incubi è stata per me un'esperienza veramente totalizzante. In ciascuna delle stories pubblicate non ho fatto mistero del fatto che ogni pagina scritta da Laini Taylor mi stava prendendo alla gola, ho temuto che spezzasse il mio cuore in due, proprio come un osso dei desideri, ho trattenuto il fiato per tutta la lettura e, alla fine, quasi il cuore mi è uscito fuori dal petto. Ecco perchè non so se, alla fine, questa mia recensione avrà un senso compiuto quando, in fondo, l'unica cosa che potrei dirvi (saltellando come una matta) è: uscite ed andate immediatamente a comprare questo libro perchè è semplicemente epico!
Lei era un fantasma e lui un dio, e si baciarono come se avessero perso il loro sogno e lo avessero ritrovato.

Ho letto l'ultima pagina di questo romanzo con mani tremanti, mentre il cuore andava a mille e la Speranza (notate il maiuscolo) si faceva strada nel mio cuore. Già, perchè se la conclusione de Il Sognatore mi ha tolto il sonno fino ad oggi, quello de La Musa degli Incubi mi ha stordita. La duologia si conclude, state tranquilli ma... e se non fosse davvero la fine? Da oggi e fino a quando Laini non ci darà notizie io vivrò nella Speranza, perchè si...sotto sotto, in fondo a questa lettura, la troverete.

Ma andiamo con ordine. La Musa degli Incubi inizia proprio da dove la storia si era interrotta con l'epilogo de Il Sognatore. Sarai è morta, il suo corpo giace fra le braccia di Lazlo ma il suo fantasma è vittima del controllo di Minya che vuole usare la ragazza per tenere in pugno Lazlo, scopertosi figlio di Skathys al pari suo.

Sarai dovrà presto fare i conti con il suo essere incorporeo, avrà ancora i suoi poteri? Sarà ancora la Musa degli Incubi? Riuscirà a ribellarsi a Minya o ne sarà per sempre il burattino? E Lazlo sarà capace di rinunciare a Sarai per la salvezza di Pianto, oppure consegnerà la città alla sorella per salvare l'amore della sua vita?


Le cose non sono certo come sembrano e la Taylor ce lo dimostrerà presto, andando in fondo ad una storia che coinvolge in realtà più mondi, attraversando i Portali aperti dai Serafini in un altro tempo, Laini ci conduce al cuore di una storia epica e senza paragoni, una storia che avevamo solo potuto intuire ne Il Sognatore e che ora si dispiegherà davanti noi vividamente, destinata a rimanere indelebile ai nostri occhi di sognatori, nei nostri sogni ed ovviamente nei nostri cuori.

Se Il Sognatore era stato il libro di Lazlo Strange, La Musa degli Incubi è quello di Sarai, la ragazza un po' dea, un po' Musa degli Incubi e un po' fantasma, la ragazza blù che ha rubato il cuore di Lazlo, la metà di una delle coppie fantasy più epiche di tutti i tempi, proprio lei, Sarai, insomma.

Il passato di Sarai verrà svelato, il mistero sui figli degli Dei e quello della figura più misteriosa (ma anche più inquietante) di questa storia, ovvero Minya. Ma, come ho detto, nulla è come sembra, nulla è scontato. Se ne Il Sognatore avevo odiato Mynia dal profondo del cuore, La Musa degli incubi è riuscita a fare ciò che non pensavo avrei mai creduto: l'ha resa umana, quasi.

Minya aveva fatto di lei quello che era – la Musa degli Incubi – ma anni di immersione nei sogni umani l’avevano cambiata. L’odio era stato come un’armatura, ma adesso Sarai l’aveva persa e, senza, si era ritrovata priva di difese contro le sofferenze di Pianto. La sua coscienza era stata strappata in due e lo strappo era una ferita aperta. Due metà non facevano affatto un intero. Facevano due monconi separati e sanguinanti: la parte che era leale alla sua famiglia divina e la parte che comprendeva che anche gli umani fossero delle vittime.

In questo romanzo c'è redenzione, c'è coraggio, c'è perdono, c'è lotta, c'è amore e c'è compimento. Tutto è perfetto insomma. Ho assorbito ogni parola vergata dalla Taylor come fosse acqua nel deserto, desiderandone ancora, sempre di più. Già, perchè ogni pagina, ogni parola, di cui è composto questo libro è assolutamente necessaria e perfetta, non avrei potuto desiderare qualcosa di diverso, non di certo pagine in meno. Tutto ha un equilibrio ne La Musa degli Incubi, tutto è assolutamente ponderato e si spiega davanti ai nostri occhi nella più totale e struggente epicità.


Devono esistere per forza delle cose effettivamente impossibili. Ma credo che ancora non ne abbiamo incontrate. Guarda noi. Abbiamo appena cominciato. Sarai, noi siamo magici

Ritrovare Lazlo e Sarai fra queste pagine è stato quanto di più meraviglioso potesse esserci, la loro storia è così dolce da avermi fatto sognare ad occhi aperti, quei due insieme sono veramente perfetti e complementari. 

«Le persone sono i nostri luoghi sicuri. Io ne ho una: una persona che per me è casa e mondo»

Ho adorato tutto di questa storia, non meno la parte romance che ho trovato veramente magica. Lazlo è un protagonista straordinario, ha un cuore d'oro ed un'integrità che lo porta ad essere indimenticabile. Sarai è un personaggio veramente complesso, la Musa degli Incubi racchiude però nel suo cuore tutto blù una profonda umanità che me l'hanno fatta sentire estremamente vicina. Sarai si evolverà moltissimo durante questo romanzo e prenderà coscienza di sè, di ciò che era, chi è e chi sarà. 
Non era impaurito, ma aveva i cuori in gola. Era stato il dono di Sarai a portarla da lui – nella sua mente e nella sua vita – e lui amava stare nei sogni insieme a lei. Era più bello di qualsiasi storia avesse mai letto. Era come essere dentro una storia e scriversela tutta intorno, e non da solo, ma con una persona che, guarda caso, era magica e splendida come una fiaba divenuta realtà.

Sarà proprio di Sarai la domanda che vi lascerà senza fiato sul finale e che aprirà le porte a qualcosa che andrà ben oltre l'epico, nutrendo i vostri sogni da oggi e fino a quel giorno, proprio come farà con i miei.
Tanto tempo fa, c’era un silenzio che sognava di diventare una canzone, poi ho trovato te e adesso ogni cosa è musica.

Per quanto allo stile della Taylor è sempre al top, elegante, raffinato, magico ed evocativo. La penna di Laini è intrisa di sogni, leggera e naturale come due ali che spiccano il volo. Come ho già detto più e più volte Laini è epica, tanto da poter dire che davvero come lei nessuno mai. Che aspettate a correre in libreria? La Musa degli incubi non vi deluderà, anzi, vi conquisterà definitivamente, portandovi a vivere non già in uno ma in infiniti nuovi mondi. Sempre e per sempre Laini.


APPROFONDIMENTO: KAROU VS SARAI




Come vi avevo preannunciato, il nostro Review Tour comprenderà, ogni giorno, un diverso approfondimento su La Musa degli Incubi ma anche sulla precedente meraviglia creata da Laini Taylor, ovvero la serie de La Chimera di Praga. In calce al post troverete il calendario con le tappe e la specifica dei giorni in cui saranno online, mi raccomando di seguirci tutte!

Il mio compito oggi è quello di correlare Sarai a Karou, l'indimenticabile protagonista de La Chimera di Praga.

In realtà ho trovato molti punti di contatto tra Sarai, alias Musa degli Incubi, e l'indimenticabile Karou. Già, perchè la semidea tutta blù e la "ragazza" dai capelli blù hanno molto in comune. 

Entrambe, Karou e Sarai, non sanno bene da che mondo provengano, nè conoscono i propri natali, entrambe, inoltre, considerano famiglia quella che si sono scelte ed alla quale va tutta la loro lealtà.

Se l'amore per Akiva, il Serafino, ha portato Karou a scontrarsi con le Chimere che lei ha sempre considerato famiglia,  l'amore per Lazlo ha portato Sarai a scontrarsi non poche volte con Mynia che ha sempre considerato quasi come una madre/sorella maggiore.

Sia Karou che Sarai, durante le letture a loro dedicate, compiranno un viaggio interiore che le porterà a ritrovare la parte di se stesse che è sempre sfuggita persino a loro stesse, diventeranno giovani donne ricche di consapevolezza di sè che accetteranno la loro natura divenendo ciò per cui sono nate: eroine di uguaglianza ed amore. Per tutte e due sarà determinante proprio l'amore, la scintilla che le porterà a porsi molte domande alle quali, quando finalmente daranno risposte, le condurrà verso quel destino di coraggiose eroine che renderà entrambe immortali, regalando a loro ed a coloro che amano una nuova, seconda vita. Sarai e Karou sono giovani donne coraggiose, ricche di ideali, che combatteranno duramente e vinceranno. Sempre.

Alla fine de La Musa degli Incubi, fra le righe, personalmente ho letto quella che mi piace considerare una promessa, se ci ho visto giusto e se Laini la rispetterà, credo che sentiremo ancora parlare di Karou e Sarai. Inutile dire che è sicuramente un mio grandissimo Sogno ed una splendida Speranza.


GIVEAWAY


Vorreste vincere il segnalibro creato dalla nostra Tania e raffigurante Sarai? Che aspettate a partecipare? Per farlo vi basterà seguire le sottostanti regole. Il GA ha inizio oggi e terminerà il 22 Febbraio. Chi vincerà sarà contattato direttamente da noi tramite mail!






Regole:

-Mettere la propria email SOLO nel form così che verrete contattati in caso di vincita.
-Essere follower dei blog partecipanti
-Commentare TUTTE le tappe in maniera intelligente e che abbia senso.
-Seguire la pagina FB della casa editrice e della creatrice del premio Wonders'Clouds.
-Condividere l'iniziativa nei vostri social



Il Giveaway inizia il 14 Febbraio e finisce il 22 Febbraio, dopo due o tre giorni sarà estratto il vincitore e contattato.

a Rafflecopter giveaway

Bene Hearts, direi che il mio consiglio risuona fra le righe forte e chiare: che aspettate a correre in libreria? L'attesa è finalmente finita e La Musa degli Incubi è lì che vi aspetta! Siete fan della Taylor come lo sono io? Per me Laini è il top, la mia autrice contemporanea preferita, lo è anche per voi? Siete pronti a fangirlare con me? Se avete, inoltre, un account TWITTER, per tutta la giornata di oggi, grazie all'hashtag #LaMusaDegliIncubi vi aspettiamo tutte per una lettura di gruppo in anteprima, troverete citazioni e tanto altro, se partecipate non dimenticate di taggare la CE! Io vi aspetto nei commenti ovviamente ma, prima di salutarvi, aggiungo il calendario del nostro evento, mi raccomando di seguirci tutte!


Anche voi siete pronte a dedicare il vostro San Valentino a La Musa degli Incubi?





L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

8 commenti:

  1. Che meraviglia questa storia mi è piaciuta moltissimo e devo ringraziare te altrimenti lo sai non l'avrei mai cominciata.
    Adoro, adoro, adoro Sarai e Lazlo <3 <3 <3
    Adesso devo solo lanciarmi sulla Chimera e so che sarà un bel salto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che felicità leggere queste parole... adesso devi assolutamente conoscere Karou e Akiva! *____*

      Elimina
  2. Sarai, così come Karou, è proprio un personaggio femminile di tutto rispetto e mi è piaciuta un sacco in questo secondo volume!

    RispondiElimina
  3. Quel finale...Non riesco a pensare ad altro!

    RispondiElimina
  4. Deve parlarci ancora di loro, DEVE! Grazie Ely, ho adorato tutto di questa storia, anche l'aver partecipato a questo review party

    RispondiElimina
  5. "La penna di Laini è intrisa di sogni, leggera e naturale come due ali che spiccano il volo."
    Quanto mi piace questa tua frase. Non posso che concordare con ogni singola parola <3

    RispondiElimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!