mercoledì 22 maggio 2019

Review Party - Recensione: "Cosa resta dell'estate" a cura di S. Perkins

Buondì Hearts,
come procede la vostra settimana librosa? Oggi arriva in libreria una pubblicazione che fa l'occhiolino all'estate, pronti ad assaporare (seppur librosamente) la bella stagione?

Si ringrazia Tania, admin del blog My Crea Bookish Kingdom, che ha realizzato la meravigliosa grafica dell'evento e
la Dea Planeta per l'invio di una copia digitale del romanzo in omaggio

Grazie alla Dea Planeta da oggi trovate in libreria Cosa resta dell'estate, una raccolta di racconti a tema estivo curata da Stephanie Perkins. Io ho avuto il piacere di leggere in anteprima questi racconti, curiosi di sapere cosa ne penso? La mia recensione di oggi si inserisce nel Review Party di promozione, mi raccomando quindi di non perdere nessuna delle nostre recensioni per farvi un'idea più precisa del romanzo.


Recensione



Cosa resta dell'estate

A.A.V.V.


💝💝💝

Editore: DeA Planeta
Prezzo: Rigido 16,60€ Ebook 9,99
Pagine: 445
Serie: Autoconclusivo
Genere: Racconti

Trama: Sarà per colpa delle lunghe giornate oziose o forse del caldo insopportabile che manda tutti fuori di testa, ma non esiste momento migliore dell'estate per innamorarsi. Ne sono convinti anche Veronica Roth, Cassandra Clare e altri dieci autori internazionali che ci regalano questa raccolta di racconti. Dodici storie romantiche, unite dal doppio filo dell'estate e dell'amore. Una lettura perfetta per sognare passeggiando al chiaro di luna, guardando un tramonto o facendosi accarezzare dalla brezza del mare. Frizzante come una bibita fresca e avvolgente come il sole d'agosto..


C'era una volta (millenni fa) una cantante che fece successo mettendo in musica le tre parole chiave dell'estate, ovvero sole, cuore e amore. Quella cantante (lo dico per chi non è attempato come la sottoscritta) era Serena Rossi che, certo non scoprì l'acqua calda, ma che, alla fin fine, ci fece ballare per tutta un'estate, componendo un tormentone che ancora rimane impresso nella mente ai miei coetanei in quanto decisamente orecchiabile e profondamente estivo. Perchè sì, le tre parole che descrivono meglio l'estate sono davvero: sole, cuore e amore. Cosa resta dell'estate è una raccolta di racconti che hanno tutti un filo conduttore, l'estate, e dunque anche fra queste pagine troverete tanto sole, tanto cuore e tanto amore.

La torrida, estenuante ma anche magica estate in cui tutto può accadere e che lascia degli strascichi indelebili per sempre è sfondo e cornice di tutte queste storie, un leitmotiv che vi coinvolgerà senza stancarvi e che vi porterà nelle terre del Fantasy, della Distopia, del Romance, dell'Urban Fantasy ed in moltissimi luoghi meravigliosi a cui solo i libri riescono a dare vita.

Parlando di racconti, non me la sento di darvi particolari e dettagli sulle trame perchè rischierebbe di essere una recensione eccessivamente spoilerosa, quindi ho deciso che, visto il caso, l'approccio migliore sarà quello di darvi una panoramica generale di Cosa resta dell'estate, in modo da non togliervi la curiosità di scoprire man mano queste brevi ma emozionanti storie.

Stephanie Perkins figura come la curatrice del progetto ma ben dodici sono le voci che hanno contribuito a dargli vita, dodici illustrissime voci, direi. Si inizia per esempio con la Bardugo, autrice di quel Sei di Corvi che sta per arrivare anche nelle nostre librerie italiane e che io non vedo l'ora di leggere, anzi, sono pronta ad ammettere che sto proprio contando i secondi, in realtà. Il racconto della Bardugo fa da apripista a questa raccolta e lo fa catapultando il lettore nelle atmosfere fantasy per cui è famosa, incantando con quel suo tocco di realismo fantastico che per me è veramente  irresistibile. 

Anche gli amanti della distopia non rimarranno delusi perchè uno dei racconti è firmato dalla celeberrima Veonica Roth (autrice della Divergent saga) che, anche in questo caso, fa centro stupendo i suoi lettori e confermandosi sempre narrativamente e stilisticamente al top. Mi è piaciuta moltissimo la sua novella, sia per originalità che ovviamente per lo stile immediato e naturale della Roth che, a me personalmente, è sempre piaciuto anche perchè si spinge sempre in profondità.

Fra le voci narrative che ho subito evidenziato come quelle che più stuzzicavano il mio interesse di lettrice figurano poi ovviamente quella di Cassandra Clare e quella di Jennifer L. Smith, due maestre  indiscusse dell'urban fantasy che con i loro racconti impreziosiscono questo volume, attribuendogli un notevole valore aggiunto.

Se, come ho detto, tutti i nomi di spicco che hanno fatto sì che io non vedessi l'ora di leggere Cosa resta dell'estate sono stati delle riconferme, anche i nomi che all'inizio mi erano nuovi hanno saputo incuriosirmi. Prima fra tutte proprio la Perkins che non avevo mai letto e che ha saputo conquistarmi con il suo Tra novanta minuti svoltare a Nord. Con il suo bellissimo ed emozionante racconto, la Perkins ci fa virare nelle terre del Romance, luogo che adoro, lo sapete. Suo è il racconto che più ho adorato leggere infatti. Come ho detto, non avevo mai letto nulla della Perkins (sebbene abbia in libreria il suo Il primo bacio a Parigi) e non vedo l'ora di rimediare perchè la sua penna ha saputo stupirmi per intensità ma anche scioltezza.

Cosa resta dell'estate è sostanzialmente una lettura che fa buona compagnia, che, essendo costituita da racconti, può essere intervallata fra un romanzo ed un altro e che vi porterà a dare un primo assaggio alla prossima estate. Tutti gli autori che hanno partecipato al progetto lo hanno fatto a modo proprio, mettendoci il cuore ma anche le proprie abilità peculiari, in modo da fornire ai lettori un volume destinato ad un pubblico vario che non può che rimanere soddisfatto.




I 12 RACCONTI CHE COMPONGONO "COSA RESTA DELL'ESTATE"
(Ho evidenziato i miei preferiti)

Testa, squame, lingua, coda (Leigh Bardugo)
La fine dell'amore (Nina LaCour)
L'ultima battaglia al Cinesplatter (Libba Bray)
Piacere malato (Francesca Lia Block)
Tra novanta minuti svoltare a Nord (S. Perkins)
Souvenir ( Tim Federle)
Inerzia (Veronica Roth)
L'amore è un labirinto ( John Skovron)
In bocca al lupo e buon viaggio (Brandy Colbert)
Una nuova attrazione (Cassandra Clare)
Mille modi in cui potrebbe andare tutto storto (Jennifer E. Smith)
La mappa delle piccole cose perfette (Lev Grossman)




Ma, ditemi, voi che ne dite miei Hearts? Siete pronti a dare un primo assaggio libroso all'estate grazie a questa raccolta di racconti? Fra questi titoli ne avete trovato qualcuno che stuzzica la vostra curiosità? Fra questi dodici, c'è qualche autore che amate particolarmente e di cui siete curiosi di leggere il racconto? Che ne pensate di Cosa resta dell'estate? Lo leggerete? Vi piacciono i racconti? Ne leggete spesso? Io vi aspetto nei commenti ed intanto vi invito a non perdere le altre recensioni del Review party.

Noi ci rileggiamo domani 💓


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

4 commenti:

  1. Ciao Ely!
    Sono contenta che la raccolta ti sia piaciuta e non posso che essere d'accordo con te sulla bellezza di 'Mille modi in cui potrebbe andare tutto storto'. Jennifer E. Smith è stata una scoperta e non vedo l'ora di buttarmi in altri suoi lavori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao leen! Eh si, è stato veramente uno dei racconti più belli.. devo leggere altro di suo, ci organizziamo qualcosa?

      Elimina
  2. Ciao! Mi piace tantissimo l'idea alla base di questa raccolta e che tanti autori abbiano lavorato insieme. Sicuramente la Clare e la Bardugo, sono le autrici che mi incuriosiscono di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seree <3 Si, si, a me incuriosiva parecchio la Bardugo anche perchè a settembre faremo una bella scorpacciata dei suoi libri ;)

      Elimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!