lunedì 29 agosto 2016

Recensione: " Come lui nessuno mai" di Bethany Chase

Buongiorno heartreaders! 
Eccomi qui a recensire "Come lui nessuno mai" di Bethany Chase. Un libro davvero particolare per me. Perchè? Beh, per più ragioni che ora vi racconto! Innanzitutto è stato il primo libro cartaceo omaggiatomi dalla DeA ed io gliene sono grata di  tutto cuore. Per la prima volta ho provato quella felicità assoluta di cui avevo solo letto tramite i racconti di altre blogger, quella felicità assoluta e magica di ricevere un bel pacchetto direttamente dalla CE che mi dimostri, tramite il suo gentilissimo dono, che il lavoro che sto facendo con il mio blog viene apprezzato anche da loro. Felicità assoluta e magia pura, in due parole. Ringrazio la DeA per la fiducia, il grazie più grande e sincero con tutto il mio cuore!
"Come lui nessuno mai" non è "particolare" però solo per questo heartreaders. Prima di iniziare a leggerlo mi sono imbattuta in varie recensioni, alcune mi avevano atterrita devo dire, altre invece erano positive. Non sapevo cosa aspettarmi dall'esordio di Bethany Chase, non era possibile altro se non prendere in mano il libro ed iniziare a leggerlo! Mi ha stupita heartreaders. Volete scoprire perchè?

Titolo: Come lui nessuno mai
Autrice: Bethany Chase
Casa editrice: DeA
Collana: Bookme
Pagine: 351
Prezzo: €12,90
Data di pubblicazione: 12 Luglio 2016


Tutte noi ne abbiamo uno. È il Grande Se della nostra vita: l’amore che avrebbe potuto essere e non è stato. Per Sarina Mahler – architetto trentenne di Austin, Texas – si chiama Eamon Roy, occhi penetranti e fisico da urlo scolpito da anni di allenamenti come nuotatore olimpionico. Praticamente perfetto. E imperdonabile, per il modo in cui la lasciò senza preavviso né spiegazioni. Adesso, dopo anni di assenza, Eamon è tornato in città, e pretende che sia proprio Sarina a seguire la ristrutturazione della sua nuova casa. L’occasione professionale è troppo ghiotta perché lei possa permettersi di rinunciare. Tanto più che, fidanzata con l’impeccabile Noah, non ha nulla da temere da Eamon, dal suo famigerato sorriso e dai suoi modi premurosi e attenti, così lontani dal ragazzo brusco e taciturno che ricordava. E allora come spiegare il brivido di pura emozione che le percorre la schiena ogni volta che i loro sguardi si incrociano?


Allora heartreaders, questa recensione parte da una grande premessa: non credo sia una lettura per lettrici giovanissime. Ora però mi spiego meglio e per farlo ci metto del mio ovviamente, quindi, vi avverto, la mia potrebbe essere un'affermazione veicolata dall'esperienza personale e, per questo motivo, non mi sognerei mai di farla passare come assioma universale. Ho 31 anni, come la protagonista, e penso che per questo io sia riuscita ad immedesimarmi meglio in lei  rispetto a quanto io stessa avrei potuto fare se avessi letto la sua storia a quindici anni si perchè nei quindici anni che passano dai 15 ai 30 ne cambiano di cose. Sarina è una ragazza che ha vissuto a vent'anni un dolore tra i più profondi se non quello peggiore. Questo nella trama non c'è scritto ma è un tassello molto importante di questo personaggio, la caratterizza ed a mio avviso va tenuto presente per comprenderla. Sarina è anche una ragazza che ha provato l'amore ardente dei vent'anni e ne è rimasta delusa. Ferita, ha iniziato a cercare la stabilità che una relazione matura può dare ma Eammon non era pronto, fugge e la lascia senza spiegazioni, rimanendo così il suo grande "se" della vita. Poi Sarina conosce Noah, più grande di lei, con un divorzio alle spalle, desideroso di creare una famiglia e Sarina lo vede come il "porto sicuro" di cui sente la mancanza. Noah però si allontana per lavoro. Dalla trama si capisce subito che Sarina dovrà fare i conti con il ritorno di Eammon ma, vedete, non è questo il punto a cui vuole arrivare il romanzo. Dalla trama sembra quasi un chick lit ma, heartreaders, non lo è. Se comprate questo libro aspettandovi un chick lit, battibecchi amorosi, battute sarcastiche da trentenni single "alla Bridget Jones", se mi passate l'espressione, beh secondo me potrebbe deludevi. 
Il punto non è il ritorno di Eammon, l'unico vero punto fondamentale di questo libro è e rimane Sarina. La protagonista non è affatto piatta, cresce, capisce di più se stessa, trova un punto di contatto con la vera se stessa e la se stessa che pensava di dover essere, quella che pensava di voler essere. Alle soglie dei trent'anni tutto sembra gridarle "matrimonio" ma è giusto sposare un uomo a cui vuoi semplicemente bene ma che sai potrà darti stabilità, oppure bisogna aspettare l'uomo la cui vista ti fa danzare all'istante le farfalle nello stomaco? Ecco adesso tutte in coro dai gridiamo "w le farfalle" ma non è così facile quando le farfalle ti hanno portato solo guai e delusioni nella vita. Sarina lo sa e di dolore ne ha già vissuto e molto nella sua vita. Vedete heartreaders, "come lui nessuno mai" non è un chick lit ma non è neanche un mattoncino, come potreste star pensando a questo punto della recensione, state tranquilli. Sarina è una ragazza che sa di dover diventare donna e lo farà nell'unico modo in cui credo si possa fare: commettendo errori, avendo paura, facendo scelte dettate dal cuore, tornando sui propri passi per assecondare la mente, sognando come una bambina per poi scoprire che la paura di amare e di essere amata scompare solo quando incontri l'uomo giusto al momento giusto. L'amore è una danza, se uno dei due partner balla seguendo un ritmo diverso c'è il rischio che pesti i piedi all'altro. La danza a quel punto si ferma ed uno dei due abbandona la pista. L'amore ha bisogno di tempo, ha bisogno di ritmo, ha bisogno che i due partners ascoltino e seguano la stessa musica. 
A questo mi ha fatto ripensare Sarina, pensieri che non mi passavano minimamente per la testa a quindici anni ma che stavano per farmi un buco nel cervello nei successivi quindici. Sono pensieri che fai quando cresci e leggerli con le parole di Sarina mi ha fatto sorridere. Come quando ti volti indietro e rivedi la te stessa del passato, desiderando solo di poterla abbracciare per tranquillizzarla dicendole "tranquilla, andrà tutto bene". Poi capisci chi sei, cosa vuoi, a cosa puoi rinunciare ed a cosa no. Capisci che c'è una parte di te che non cambierai per nessuno al mondo, la parte migliore di te, e che quella parte sarà la stessa che l'uomo giusto amerà con tutto se stesso. 
Il viaggio interiore di Sarina però non riguarda solo l'amore, sarà messa alle strette per capire molte cose di sè fra cui quanto spazio della sua vita voglia riservare al suo lavoro, i compromessi che sente di poter accettare e quelli che non potrà mai prendere in considerazione.
Nel corso del romanzo Sarina sarà anche costretta a dire addio ad una persona che ha contato molto nella sua vita, l'ultimo ponte che la collega al suo passato. Anche in questo caso Bethany Chase mi ha fatto riflettere, le scene all'ospedale mi hanno ricordato una perdita che mi ha segnato molto e si, ho ripensato a quanto, avere accanto la persona giusta che di lì a qualche anno sarebbe diventato mio marito, mi abbia dato la forza necessaria per continuare a respirare. 

"A voce alta dico a John che gli voglio bene, e immagino le onde sonore che mi salgono dalla gola, vibrano nell'aria, rimbalzano contro le pareti, la finestra e oltre. Forti e chiare, capaci di raggiungerlo ovunque si trovi. Come se non fosse ancora troppo lontano e come se forse, ma solo forse, fosse ancora possibile intercettarlo."

Se siete pronti a pensare a tutto questo, a vedere Sarina come una protagonista pensante, una protagonista da vivere nei pensieri e nelle paure, più che nelle azioni, allora si, questo libro vi piacerà quanto è piaciuto a me.


Lo ricorderò con piacere

Fino all'ultimo sono stata indecisa tra l'assegnare a questo libro tre o quattro diamanti, alla fine gliene ho attribuiti tre, non perchè non mi sia rimasto nel cuore o perchè non mi abbia comunicato profonde emozioni ma per qualche pecca che ho notato nello stile. Nei dialoghi più concitati tra Sarina ed Eamon non ho apprezzato l'uso, a volte gratuito, di intercalari. Forse la Chase voleva accentuare così la particolare agitazione di Sarina in quel determinato momento ma secondo me avrebbe potuto evitarlo. In qualche punto è vero, ha sforzato il chick lit e secondo me non a ragione, perchè ho apprezzato di più questo libro proprio per la profondità dei sentimenti che portano Sarina a capire se stessa, accettare il passato ed accogliere il futuro senza paura ma con cognizione di sè. In fondo la Chase era al suo primo esperimento letterario ed io lo considero riuscito. 

E voi heartreaders che ne dite? Avete letto questo libro? Spero di essere riuscita a rappresentare le emozioni che ho provato leggendolo, sono state abbastanza forti, ve l'ho detto, fra le righe ho parlato un po' della mia esperienza da trentenne. Spero che non vi sia dispiaciuto.

L'abbraccio più grande del mondo,
Ely


21 commenti:

  1. Avendo letto la mia, sai già come la penso al riguardo. Sono contenta, però, che le parole di Lilì non abbiano scoraggiato nemmeno te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ink, devo dire che la tua recensione mi ha fatto tornare l'ottimismo, menomale <3 <3

      Elimina
  2. Che emozione ricevere un pacchetto da una casa editrice*-*
    Il libro sembra molto più interessante che non leggendone la trama e hai trasmesso molto bene i pensieri e le riflessioni che ti sono girati in testa nel corso della lettura, riflessioni fra l'altro anche molto interessanti e, come dici tu, mature. Il fatto che questo libro te le abbia suggerite è indice del fatto che, pur essendo probabilmente un chick-lit di base, ha anche tutta una sottotrama di crescita e sviluppo da non sottovalutare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia eccome se me ne ha fatte provare di emozioni, tanti ricordi della me stessa di ieri ^_^

      Elimina
  3. Ciao Ely, hai scritto davvero una bella recensione, dettagliata e precisa. Hai saputo mettere in evidenza i punti di forza del romanzo.
    Anche io ho 31 anni e credo che riuscirei a immedesimarmi nella protagonista per capire meglio le sue sfaccettature.
    Non è esattamente il mio genere, ma come sempre tu riesci sempre a farmi cambiare idea :)
    Un bacio :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, sono felicissima ti sia piaciuta, non vedo l'ora di sapere se lo leggi e se siamo d'accordo anche questa volta <3 un bacione

      Elimina
  4. Buon lunedì! Devo dire che leggendo la trama non gli avrei dato nessuna opportunità, mi sembrava il solito triangolo amoroso. Invece la tua recensione mi ha fatta ricredere, sembra molto più profondo di quanto avevo pensato. Bella recensione, ciao ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, ti ringrazio! Si dalla trama ci si potrebbe aspettare un altro genere di libro ^_^

      Elimina
  5. Ciao Ely, è sempre un piacere leggerti perchè come sempre ci metti il cuore ma questo libro non sembra tanto nelle mie corde.. Peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara è sempre un piacere leggerti anche per me <3

      Elimina
  6. Una bellissima recensione, Ely! ♥

    RispondiElimina
  7. Ciao Ely! Eccomi di ritorno. <3 Subito mi sono fiondata a leggere questa recensione. Prima di tutto perchè è un libro che mi intrigava molto e noto con molto piacere che la tua opinione conferma il mio istinto. La tua affermazione riguardante l'età è un piacere per me! Anche io non sono giovanissima, ho qualche anno più di te e questa cosa che hai detto non può che spronarmi ancora di più a leggerlo!
    Bellissima e sentita recensione. Emozioni ed esperienze che fanno parte di te e attraverso le quali hai filtrato la storia. <3<3<3
    Come sempre un abbraccio grandissimo e forte! :*****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata gemellina, sono subito volata da te ^_^ che bello tornare a leggerti! Mi sei mancata *_* Grazie per le tue parole, non vedo l'ora di sapere se la penseremo allo stesso modo su questo libro <3 <3

      Elimina
  8. Ciao Ely! Eccomi di ritorno. <3 Subito mi sono fiondata a leggere questa recensione. Prima di tutto perchè è un libro che mi intrigava molto e noto con molto piacere che la tua opinione conferma il mio istinto. La tua affermazione riguardante l'età è un piacere per me! Anche io non sono giovanissima, ho qualche anno più di te e questa cosa che hai detto non può che spronarmi ancora di più a leggerlo!
    Bellissima e sentita recensione. Emozioni ed esperienze che fanno parte di te e attraverso le quali hai filtrato la storia. <3<3<3
    Come sempre un abbraccio grandissimo e forte! :*****

    RispondiElimina
  9. Ciao Ely! Recensione molto bella e accurata. Mi piace molto come scrivi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela, sei un tesoro! <3

      Elimina
  10. Ciao Ely!!
    Noto con piacere che le tue belle recensioni, sono sempre accurate e dettagliate perchè riesci con le tue parole a far trasparire ciò che provi quando leggi ed è sempre un piacere leggerti.
    Il libro l'ho letto prima delle vacanze, come te non mi ha coinvolta in modo esagerato, è un libro carino ma nulla di più. Peccato perchè pensavo di meglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Susyy sono felicissima di tornare a leggerti ed ogni volta le tue parole mi fanno sciogliere, graziee ❤️❤️❤️

      Elimina
  11. Va a finire che prima o poi questo libro lo leggo anch'io!
    non me lo sono mai segnata, ma ci sono talmente tante recensioni discordanti (chi lo ama e chi lo odia), che ora sono veramente incuriosita!
    Vorrei leggerlo per farmi un'opinione tutta mia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fai bene Jasmine, non vedo l'ora di leggere il tuo parere ^_^

      Elimina