venerdì 7 ottobre 2016

Recensione "Il lupo in inverno" di John Connolly

Buongiorno a tutti heartreaders,
potete crederci? Siamo arrivati al venerdì finalmente! Il weekend che si apre per me sarà un weekend casalingo solo a metà, si, ci sarà da fare un viaggetto all'Ikea perchè io e mio marito abbiamo intenzione di attuare una piccola rivoluzione in salotto ma questo sarà anche un weekend in cui mi dedicherò a preparare una sorpresa per voi. 

Ve lo annuncio in anteprima, lunedì troverete una nuova rubrica ne Il Regno dei Libri ed io ne sono già adesso emozionata.

Oggi però siamo qui per parlare de "Il lupo in inverno" di John Connoly che ho letto grazie alla Fanucci a cui vanno tutti i miei  "grazie" per avermi inviato una copia cartacea del romanzo.


Il lupo in inverno
Autore: John Connolly
Titolo: Il lupo in inverno
Casa Editrice: Fanucci
Prezzo ebook: € 4,99
Prezzo cartaceo: € 14,90
Data di pubblicazione ebook: 22 Settembre 2016
Data di pubblicazione cartaceo: 29 Settembre 2016


Al centro della città di Prosperous sorgono i resti di un’antica chiesa, traslata pietra dopo pietra dall’ Inghilterra dai fondatori della comunità, secoli prima. Prosperous è sempre stata un’isola felice. I suoi abitanti sono ricchi, il futuro delle nuove generazioni assicurato. Non c’è posto per chi viene da fuori, non c’è possibilità di scalfire l’ordine costituito. La granitica normalità della cittadina del Maine viene però sconvolta dalla morte violenta di un senzatetto e dalla scomparsa della figlia. L’arrivo in città del detective Charlie Parker, chiamato a far luce sulla vicenda, rischia di diventare un evento ancor più sconvolgente della violenza stessa: i rigidi schemi che regolano la vita di una comunità così protettiva nei confronti dei propri segreti stanno per essere turbati, il che potrebbe rivelarsi ben più pericoloso del crimine che imperversa. C’è qualcuno pronto a tutto pur di scongiurare che Charlie Parker arrivi alla verità, qualcuno disposto persino a sacrificare la vita del detective, purché Prosperous rimanga quello che è sempre stata: la tomba di indicibili segreti.




 Recensione



"Il lupo in inverno" è il dodicesimo romanzo che John Connolly dedica all'ex agente del Dipartimento di New York Charlie Parker ma non c'è da temere se non avete letto i precedenti romanzi, avrete tutto il tempo per recuperarli perchè ogni romanzo fa riferimento ad un caso a sè stante. C'è una trama generale è vero ma lo stile di questo autore è talmente scorrevole che vi terrà per mano portandovi con sè nella storia. Questo per me è il primo romanzo di Connolly e vi anticipo che non sarà di certo l'ultimo perchè sono rimasta assolutamente affascinata dal suo stile.

"Il lupo in inverno" appartiene senza ombra di dubbio al genere thriller - poliziesco e, per questo, ero pronta a suspance ed adrenalina, ero pronta a crimini efferati, ero pronta alle ferite d'arma da fuoco ma, no, non pensavo che Connolly sarebbe riuscito a farmi stringere il cuore anche per empatia. Ed invece così è stato perchè questo autore ha un dono, a quanto pare, ovvero quello di presentare i propri personaggi con uno stile talmente evocativo che non solo questi sembreranno materializzarsi davanti a voi ma entrerete in profonda empatia con loro. Ciò che da un thriller non mi aspettavo erano i sentimenti ed invece eccoli i sentimenti, non romance eh, sto parlando di quei sentimenti autentici che legano un essere umano ad un altro.

Non importa se un personaggio sia presente solo in qualche pagina, non esistono personaggi minori per Connolly, lui dipinge, si il termine giusto è proprio "dipinge", ciascuno dei suoi personaggi con con tratti semplici ma decisi. Li fa vivere per noi che assistiamo rapiti in preda alle emozioni più disparate.

Non mi soffermerò molto sulla trama, non sono solita farlo e questa volta ancora di più resto ferma nel mio proposito, vi rovinerei i colpi di scena e questo proprio non lo voglio. Come avete letto nella sinossi questo romanzo inizia con la morte di un senzatetto. Ciò che la sinossi non dice è che insieme a quel senzatetto morirà anche un pezzo del cuore del lettore. Si, vi avevo avvertiti in fondo, Connolly ferisce al cuore già dalle prime pagine. Il modo in cui l'autore ci presenta quest'uomo, raccontandocene il passato ma anche le debolezze, il dolore, lo strazio della sua anima, mi ha portato a provare una fortissima empatia, degna solo della migliore narrativa.

"Il lupo in inverno" non è un classico thriller è un thriller a cui non importano solo i gesti eroici del protagonista, è un thriller a cui non importa solo che il cuore del lettore batta all'impazzata, no, Connolly semplicemente vuole che il cuore del lettore batta insieme al suo e ci riesce. Quel senzatetto che ho conosciuto nelle pochissime pagine iniziali de "Il lupo in inverno" io lo ricorderò per sempre perchè l'autore ha fatto si che lo conoscessi molto più che come un amico e mi ha permesso di sentire la parte più profonda della sua anima. Ebbene si,lo ammetto, ricorderò quel senzatetto forse con più tenerezza e dolore rispetto ai protagonisti di molti altri libri.

E questo è solo l'inizio, da qui inizia la storia. Cos'è successo in realtà? Siamo sicuri che un uomo impiccato sia un suicida? E se ci fosse qualcosa sotto? Iniziano i misteri.

La narrazione procede fluida, tutto è ben organizzato ed ogni evento ben collegato e così ci ritroviamo nel bel mezzo di una storia di sicuro cruda ed inquietante. 

La protagonista indiscussa del romanzo è Prosperous, una cittadina del Maine, in cui gli abitanti sembra proprio abbiano molto da nascondere. Non vogliono intrusi a Prosperous e quando la figlia tossicodipendente del senzatetto di cui vi parlavo fuggirà proprio a Prosperous per cercare una seconda opportunità troverà ad attenderla il più crudele dei destini.
Ed eccolo lì il destino che intreccia i suoi fili: una tossicodipendente, un senzatetto galantuomo, una scomparsa, una morte e Prosperous è l'anello mancante.

Charlie Parker arriverà a Prosperous per indagare sulla morte del senzatetto, apparentemente suicida, ma non sa che quello che troverà sarà una cittadina che posso definire solo con un aggettivo ovvero "agghiacciante".

Lo stile di Connolly incanta, incatena, evoca. Connolly da voce ad una stora mai scontata, a tratti toccante, suggestiva, cruda, nera, folle ma anche misteriosa.

I personaggi sono veri, ruvidi al tatto alcuni, impalpabili altri. Charlie Parker è un protagonista tormentato, il suo passato non lo abbandona un istante ed è un passato denso di dolore e di perdita che ne fa un uomo a brandelli, un uomo la cui anima sembra dannata. Il salvatore dei caduti.

"Ti chiedi perchè vengono da te, perchè sono attirati verso di te quelli che sono caduti" Sussurrò le parole, come se temesse che qualcuno potesse sentirla. "Quando passi il tempo accanto al fuoco, poi odori di fumo. Quelle cose non cercano solamente il loro Dio sepolto. Sono alla ricerca di un fuoco, un fuoco che vorrebbero spegnere ma non riescono a trovare. Tu ci sei stato vicino. Lo hai visto. Porti addosso l'odore del fumo, e questo li attira a te".

Un thriller sofisticato, uno stile evocativo e poetico che appassiona ad ogni pagina. Una narrazione vivida, pregna di elementi thriller, horror ma anche mistery. 

Si, avete letto bene, ho scritto proprio "mistery", Connolly vi sorprenderà perchè tirerà fuori dal cilindro impalpabili elementi paranormal che mi hanno fatta quasi cadere in ginocchio in preda all'estasi letteraria più struggente. Questo autore mi ha conquistata, una singola virgola non avrei voluto cambiarla. Io un thriller così nuovo, così toccante, così unico forse non l'avevo mai letto.

Ciò che trovate scritto sulla cover è vero, Connolly è il poeta del thriller, sono assolutamente d'accordo.

Un libro che prende al cuore e che trascina il lettore in un vortice di emozioni. In una parola? Impareggiabile.


Perfetto

Se siete amanti del thriller e del mistery non potete lasciarvelo sfuggire, Connolly mi ha conquistata ed io ho deciso solennemente che recupererò i suoi precedenti libri e che non mi farò scappare i nuovi.

Qualcuno di voi ha letto "Il lupo in inverno"  heartreaders? Non vedo l'ora di parlarne e di sapere se anche voi siete rimaste affascinate dallo stile di questo autore oppure se pensate di iniziare a leggere presto  qualcuno dei suoi libri.


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

23 commenti:

  1. è un autore che proprio non conosco ma dalla tua recensione sembra ne valga la pena.. andrò a vedermi la bibliografia..;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono felicissima di averti incuriosita Saya <3

      Elimina
  2. Holaaa <3 che bella recensione** sono contenta che ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
  3. Ciao cara Ely,
    non amo i gialli anche se con mia sorella che li adora, ne ho letto qualcuno. Comunque non potevo perdermi le tue recensioni perchè sono sempre belle.
    Un abbraccione!

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questo autore, ma la tua recensione entusiasta mi ha convinta a dare un occhio alle sue pubblicazioni. Mi piace che i libri sia autoconclusivi, così si possono recuperare alternandoli con altre letture ^^
    Bellissima recensione complimenti! ciaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, si mi è proprio piaciuto questo thriller, conquistata al 100%!

      Elimina
  5. Ciao dolce Ely, che bellissima sorpresa trovare questa recensione! Oggi sono stata fortunata perchè sia qui che da Virginia ho trovato le vostre opinioni su due romanzi che ho intenzione di leggere, uno in realtà lo sto già leggendo, The Quick.
    Comunque, non avevo dubbi che questo romanzo fosse bello, io vado molto ad istinto e so che è così anche per te. Il fatto che tu abbia definito il suo stile poetico, evocativo, non posso chiedere altro. A parte il fatto che a me il titolo ha colpito subito.
    Ora, dopo aver letto cosa ne pensi, non vedo l'ora di iniziarlo.
    Un abbraccio fortissimo! <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gemellina mia un istinto davvero infallibile <3 Era il primo libro di Connolly che leggevo ed il suo stile mistery thriller paranormal mi ha letteralmente colpita ed affondata, sono suriosissima di leggere gli altri suoi libri <3 Non vedo l'ora di leggere anche la tua recensione ^_^ un bacione

      Elimina
  6. Ciao Ely!!
    La tua recensione mi ha letteralemente tenuta attaccata allo schermo del computer!!
    Semplicemente WOW!!!!
    Non conoscevo l'autore, ma se il libro si può leggere anche senza i precedenti, me lo segno subito!!!
    E poi è un po' strano vederti leggere dei thriller!! ahahaha!! Solo per questo lo devo mettere in lista!!
    Un bacione!!! :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jasmire caraaa che tesoro che sei! Eccome se questo è un thriller molto particolare. Intensissimo oltre ogni aspettativa con quel pizzico di paranormal e mistery che mi ha davvero stregata ^_^ Voglio assolutamente saperne di più anche io di questo Mr Connolly xD un bacione

      Elimina
  7. Ciao Ely :-* Grazie a te ho conosciuto questo libro che fin dall'inizio mi ha incuriosito molto e ora con la tua recensione me ne sono innamorata *_* Adoro i thriller, lo sai, e questo non posso assolutamente farmelo sfuggire ^_^
    Buon fine settimana e un grande bacio :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria cara si eccome, da amante del thriller e del mistery non puoi lasciartelo sfuggire, te lo consiglio sotto ogni punto di vista! Non vedo l'ora di sapere che ne pensi. Resto in attesa eh, ci tengo <3 un bacione

      Elimina
  8. Quest'anno ho rivalutato moltissimo i thriller e se questo ti ha colpito così tanto non posso che segnarmelo!!! Adoro i misteri:):)
    Ma questa rubrica del lunedì?!?! Sono proprio curiosa;)
    Baci❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha Nikkkkk sei grande xD Ps eccome se ti consiglio questso libro, fammi sapere che ne pensi, io oramai sono super fan di Mr Connolly *_*

      Elimina
  9. Non sono una grande appassionata del genere thriller, ma la tua recensione mi ha spinto a segnare il titolo nella mia wishlist, non si sa mai, quando mi capitano quei periodi di letture alternative lo prenderò in considerazione!

    RispondiElimina
  10. Io non l'ho letto perché essendo di una serie pensavo non ci avrei capito nulla. Ora me ne sto pentendo tantissimo!! Ok, me lo segno e vedo di recuperarlo a Natale *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si eccome Deb se te lo consiglio *_*

      Elimina
  11. Ciao Ely, questo non è proprio il mio genere, ma tu riesci a descrivere tutto talmente bene che non si può non amare tutto ciò che scrivi. Complimenti <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede carissima che complimento bellissimo, grazie grazie grazie di cuore <3

      Elimina
  12. Ciaooo!! Non conoscevo questo libro (e a dire il vero nemmeno l'autore) ma lo metto di sicuro nella wishlist perchè mi interessa proprio, e complimenti per la recensione! :)
    Fede

    RispondiElimina