lunedì 19 dicembre 2016

Recensione: "La classe dei misteri" di Joanne Harris

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
la recensione di oggi sarà abbastanza particolare perchè, essendo il primo libro di Joanne Harris ad essere recensito qui ne Il Regno dei Libri, ci tengo davvero tanto a parlarvi in modo più ampio del mio amore per questa autrice.

Tutto è iniziato con .... Lo so, lo so, state pensando che tutto sia iniziato con "Chocolat", invece no cari heartreaders. Sebbene ami dal profondo del cuore il libro più celebre scritto da Joanne, il romanzo con cui tutto è iniziato e che ha incendiato il mio cuore è stato "La donna alata". Lo adoro, semplicemente lo adoro, c'è poco da fare.

Ed ora sto per svelarvi un'altra mia "stranezza" da lettrice. Dovete sapere che, a volte, quando sono in libreria e prendo fra le mani un libro (soprattutto se uno di cui non ho mai sentito parlare) riesco ad avvertire se sarà una lettura irrinunciabile, una di quelle che mi rimarrà nel cuore. Non so come spiegarlo, è che a volte certi libri hanno un magnetismo quasi magico, è come se mi "chiamassero". Lasciamo stare quei libri tanto sponsorizzati che magari voglio leggere spinta dalla curiosità, sto parlando di volumetti mai visti, scovati chissà come in libreria.

Devo dire che in passato mi capitava molto più spesso, quando non seguivo molto la blogosfera anni fa, mi capitava spessissimo di scovare sorprese sorprendenti e piacevolissime in libreria, da un certo punto di vista era un po' più magica la "ricerca" del libro da acquistare e portare a casa. Sono un po' nostalgica per certi versi e mi ricordo di quando internet non era sempre a portata di mano. Certo sono felice delle comodità ma, non so, c'era qualcosa di magico e più sorprese, tutto qui.

Cercando di ritornare in me e di non divagare ancora, posso dirvi che ho scoperto "La donna alata" quando venne pubblicato per la prima volta in Italia, per me è stato il colpo di fulmine che ha segnato il mio idillio letterario con Joanne Harris. "La donna alata" racconta di Juliette, una ragazza allevata dagli zingari,  Juliette è un'acrobata del circo a cui deve il suo soprannome "Aileè", l'Alata appunto. La giovanissima Juliette resta incinta e, tradita dall'affascinante Le Corbeau, lascia tutti e si rifugia in un convento, lì vivrà con la sua piccola Fleur, nascondendosi sotto il velo ma, ad un certo punto, la sua vera natura ritornerà a galla. L'Alata non può vivere in gabbia ed il ritorno di Le Corbeau movimenterà e rimetterà in gioco tutto, compresa Juliette stessa. Lo avete letto heartreaders? Io sono affascinata dalla vita degli acrobati. Un'acrobata in un convento, wow, come avrei potuto lasciare un libro così in libreria? E niente, da lì ho conosciuto Joanne Harris e non ho più smesso di leggere i suoi romanzi. 

Ho continuato a conoscere lo stile di Joanne  grazie al meraviglioso "Chocolat", "Le scarpe rosse" (il suo sequel) e "Il giardino delle pesche e delle rose" (terzo ed ultimo libro con cui Joanne torna a parlare di Vianne). Ho adorato anche il misteriosissimo "Il fante di cuori e la dama di picche", stupendo e magnetico. Mi piacerebbe rileggerlo anzi. Ho amato molto anche "Le parole segrete" in cui Joanne ha iniziato il suo "filone norreno" poi proseguito con "Le parole di luce" e "Il canto del ribelle", wow, bellissimi. Ho amato anche "vino, patate e mele rosse", "cinque quarti d'arancia" e "la spiaggia rubata" che sono fra i suoi primi romanzi.

Adoro la Harris anche nei racconti, ho amato sia "profuni, giochi e cuori infranti" che "un gatto, un cappello e un nastro". Poi ci sono due romanzi più oscuri come "il ragazzo con gli occhi blù" e "il seme del male", belli e bui.

Ovviamente ho amato anche le sue ricette ed ho collezionato i suoi due libri di cucina, davvero molto belli, con stupende fotografie anche della stessa Joanne.

E poi c'è stato il mistery per eccellenza, "la scuola dei desideri" di cui, appunto, "la classe dei misteri" è il sequel.

Io adoro questa donna praticamente, si sarà letto fra le righe immagino. L'ho conosciuta grazie all'Alata ma non è volata via dal mio cuore.

Non potevo non fare questa premessa, non avevo ancora avuto il piacere di parlarvene qui sul blog e sono felice di averlo fatto adesso, anche perchè non vedo l'ora di parlarne con voi e, come sempre, sapere se condividiamo l'amore per gli stessi libri. Ma, se non aveste letto nulla di Joanne, il mio consiglio resta sempre quello di partire da "La donna alata", è stato il mio colpo di fulmine e, si sa, il primo amore non si dimentica.


La classe dei misteri
Joanne Harris

Editore: Garzanti
Prezzo: Rigido 18,60€ Ebook --,--
Pagine: 480
Serie:  #Malbry

Trama: I lunghi corridoi dalle finestre a bifora sono illuminati dalla fredda luce del sole d’autunno. Sta per cominciare un nuovo anno scolastico a St Oswald, un prestigioso collegio per soli ragazzi nel Nord dell’Inghilterra. E, come ogni anno, i professori si ritrovano per la riunione inaugurale del corpo insegnante. Ma stavolta l’anziano Roy Straitley, docente di lettere classiche, si rende conto che il clima è ben diverso dal solito. Durante l’anno precedente, molti eventi inquietanti hanno minato la serenità e il buon nome della scuola. Ecco perché, per contrastare la crisi, è stato scelto un nuovo Rettore. Ed è proprio questa scelta a lasciare l’anziano professore spiacevolmente stupito: a guidare la scuola sarà Johnny Harrington, una sua vecchia conoscenza. Un suo ex studente legato a una brutta storia. Tutta la scuola ne è affascinata, ma Straitley non si fida. C’è qualcosa in lui che gli sfugge. E man mano che la nuova gestione si afferma a St Oswald, il passato ritorna senza pietà con le sue violenze nascoste. Solo il professore è in grado di fermare tutto questo. Ma quando si avvicina alla verità, Straitley capisce di dover compiere una scelta. Fare giustizia o salvare la scuola a cui ha dedicato la sua intera vita? . 


💖 Recensione ðŸ’–

Con "La classe dei misteri" Joanne Harris, non solo torna al genere mistery, ma torna anche all'indimenticabile ed oscuro Istituto St. Oswald che ci aveva tenuti incollati alle pagine de "La scuola dei desideri".

Nel 2010 Joanne ha pubblicato "Il ragazzo con gli occhi blù" che potrebbe essere considerato parte di una sorta di "trilogia" composta da "La scuola dei desideri", "La classe dei misteri" ed, in fine, da "Il ragazzo con gli occhi blù". Sebbene pubblicato per secondo, quest'ultimo romanzo si colloca in un periodo postumo a "La classe dei misteri" ma ne condivide alcuni personaggi, oltre che l'ambientazione, Malbry appunto, poco fuori l'Istituto di St. Oswald.


"La classe dei misteri" è invece il vero e proprio diretto sequel de "La scuola dei desideri", ritroviamo il Prof Roy Straitley, docente della cattedra di lettere classiche. Sono passati molti anni dagli oscuri avvenimenti raccontati nel primo libro e l'oramai anziano Straitley si ritrova a dover fare i conti con un St. Oswald cambiato a causa del tempo. La cattedra di lettere classiche viene snobbata, il tempo è passato ed ha scalfito muri che si credeva non sarebbero stati mai corrosi. Straitley deve fare i conti con il progresso tecnologico, con le mail per esempio ma, soprattutto, con il nuovo Preside. Possibile che solo lui riesca a scorgere il marcio dietro quei sorrisi affabili ed incantatori?

Un nuovo mistero è pronto a sconvolgere il St Oswald. Un mistero che Straitley sa di poter portare alla luce.

La narrazione procede su due piani temporali, da una parte siamo nel 2005 e troviamo il Prof Straitley impegnato a fare i conti con la propria memoria per cercare di capire chi è davvero il nuovo Preside e perchè nei suoi occhi legga solo un profondo, radicato, viscerale odio puro nei suoi confronti.

Dall'altra parte, ascoltiamo la diretta voce di un ragazzo senza nome. Torniamo indietro nel tempo fino al 1981, un  nuovo ragazzo è appena giunto al St. Oswald e, leggendone il diario, comprendiamo subito il suo odio per il corpo docente e per l'Istituto in generale. Sono sinistre le parole ed i toni usati da questo misterioso ragazzo, non ci sono dubbi già dall'inizio che nasconda un piano, un piano oscuro e violento.

Apparentemente scollegati, i due piani temporali andranno colmare le reciproche lacune grazie alla maestria di Joanne.

Voglio avvertirvi però, non troverete un ritmo serrato e colpi di scena ad ogni pagina. Non è una pecca del libro eh. Semplicemente, questo non è un Thriller ma un mistery che trova le sue ragioni nei ricordi di accadimenti oscuri che hanno le proprie radici in un passato che sembrava sepolto sotto una coltre di polvere. Se avete letto "La scuola dei desideri", posso dirvi che il ritmo qui è meno ad alto voltaggio, segue i ricordi di uno Straitley più anziano ma ancora vigoroso.

La narrazione è fluida, non aspettatevi di comprendere subito dove la Harris voglia andare a parare, lo scoprirete alla fine grazie ad un epilogo che di certo mi ha sorpresa. Un epilogo davvero sorprendente che fa comprendere al lettore il grande genio della Harris.

Se non vi siete ancora approcciati allo stile di Joanne posso assicurarvi che, nella sua vastissima bibliografia, troverete tutti pane per i vostri denti. Joanne ha il sono di spaziare verso diversi generi pur rimanendo sempre fedele a se stessa. La sua voce profonda, calda, intimistica è sempre ben riconoscibile. Cambia nei torni, mai però nella potenza evocativa.

Se amate il mistery e voleste approcciarvi a Joanne a partire da questa serie #Malbry, il mio consiglio è di partire da "La scuola dei desideri".
Sebbene si possano leggere autonomamente tutti e tre i libri, "La scuola dei desideri" per me rimane il punto di partenza perfetto, la prima magica nota che da il "la" a tutta una storia indimenticabile.

Se invece voleste approcciarvi alla Harris con un romanzo autoconclusivo potente ed evocativo, non posso non consigliarvi di partire da "La donna alata" di cui vi ho straparlato nell'introduzione sopra. Magnifico.

Se invece in questi giorni pre-natalizi avete una predilezione per il fantasy e per le leggende norrene, vi consiglio di iniziare da "Le parole segrete", intrigantissimo davvero.

E poi, ovviamente, c'è il suo capolavoro, "Chocolat" appunto. Il libro è un po' diverso dal film, io li amo entrambi.

E voi heartreaders? Avete letto i libri di Joanne Harris? E' una scrittrice che amate anche voi? Quali sono i libri di Joanne che preferite? Non vedo l'ora di scoprirlo e di parlarne insieme. 



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

24 commenti:

  1. Ciao Ely! io la Harris l'ho solo vista in giro in libreria ma non mi ci sono mai avvicinata, non immaginavo spaziasse in così tanti e diversi generi letterari! Mi hai incuriosito cmq quindi inserisco in wl La donna alata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow non ne potrei essere più felice saya <3

      Elimina
  2. Ciao Ely,
    ho letto Le parole segrete di quest'autrice ma non mi aveva entusiasmato parecchio anche se la storia non era male. Mi devo segnare però La donna alata, se ti è piaciuta così tanto sono curiosa di scoprirne di più.
    Un abbraccione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii Susy sono contentissima che potresti leggere la storia di JUliette,Fleur e Le Corbeau <3

      Elimina
  3. Ciao Ely! Non conosco per niente questa autrice, quindi grazie per avermela segnalata! Devo ammettere che "La donna alata" mi ha molto incuriosito :-)

    RispondiElimina
  4. Ho letto ancora poco della Harris, ma la serie di Le Parole Segrete (:P) mi ha stregata talmente tanto che ho deciso di leggere ogni suo romanzo e questo sarà sicuramente uno dei prossimi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello sapere che amiamo entrambe Joanne e la serie de Le parole segrete <3

      Elimina
  5. Ciao! Devo dire che nonostante mi sia trovata i libri di quest'autrice più volte davanti, non ho mai letto nulla di suo. Conosco "Chocolat" per il film, bellissimo! Il tuo entusiasmo mi ha contagiata, probabolmente inizierò con un autoconclusivo. ciaooo =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena fammi sapere allora, non vedo l'ora di avere news e vedere che libro sceglierai <3

      Elimina
  6. Ciao dolce Ely! Che meravigliosa recensione, fa venire davvero la voglia di leggere di corsa questo romanzo. Fortunatamente conosco questa autrice l'adoro tantissimo anche io, nonostante questo mi mancano davvero parecchi suoi romanzi da leggere, anche perchè ne ha scritti molti. Questo mi ispira molto ma a dire la verità mi ha colpito ancora di più La donna alata che non ho ancora letto e di cui tu racconti in modo così appassionato e toccante!
    Grazie per questo bellissimo invito alla lettura! <3
    Un abbraccio fortissimo! :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Gemellina mia per aprire il tuo cuore ai miei vaneggiamenti letterari appassionati, per me La donna alata è indimenticabile, non vedo l'ora di sapere quando lo leggerai cosa ne pensi <3 un bacione

      Elimina
  7. Ciao Ely <3 qualche giorno fa ero indecisa se iniziare la lettura de La classe dei misteri o rimandarla e ora scopro che è un sequel. Sicuramente leggerò prima La classe dei desideri e non voglio assolutamente perdermi La donna alata, mi hai incuriosito troppo :)
    Un bacione grande <3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow Maria ne sono stra super felicissimissima allora <3

      Elimina
  8. Ciao Ely:) Non ho mai letto la Harris ma era da tempo in wl. Le tue parole appassionate mi hanno convinta, ancora una volta, nonchè questa trilogia dalle atmosfere così intriganti. Mi piacerebbe iniziare proprio da questa infatti (poi io amo le ambientazioni scolastiche e qui mi pare ci sia pure un po' di noir, insomma, la perfezione*-*) e seguirò sicuramente l'ordine da te consigliato! Un abbraccio:-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia <3 Sono certa che ti piacerà lo stile della Harris e questa serie in particolare, fammi sapere ci tengo <3 un abbraccione

      Elimina
  9. Non ho mai letto nulla a dir la verità di questa autrice, ma mi hai davvero incuriosita.. Inoltre non sapevo avesse scritto così tanto, mi ero fermata alla trilogia di Chocolat.. Spero di recuperare al più presto qualche suo titolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felicissima di averti incuriosita allora! ^___^

      Elimina
  10. ED ECCO CHE UN ALTRO ROMANZO FINISCE NELLA LISTA DEI LIBRI DA LEGGERE DURANTE LE FESTE. Ciaone Ilaria xD

    RispondiElimina
  11. Ciao, Ely! Di questa autrice al momento ho letto solo la saga di Chocolat. Ma prossimamente vorrei leggere qualcos'altro di suo 😊😊

    RispondiElimina
  12. Cavolo Ely quante informazioni mi hai dato sulla Harris in un singolo post!!!Io ho letto Chocolat e l'ho adorato. Sicuramente continuerò a leggerla e La donna alata sarà la prossima lettura. Certo, però, che La classe dei misteri è davvero intrigante!Ci farò un pensiero ma dovrà aspettare!!!:)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nik cara sono felice ti abbia stuzziacata un po' con questo post, Joanne per me è davvero magica <3 Fammi sapere se e quando continuerai a leggerla e soprattutto se riprenderai proprio da La donna alata *___* un bacione

      Elimina