lunedì 25 settembre 2017

Review Quote - Recensione: "Io e te come un romanzo" di Cath Crowley

Buongiorno a tutti miei carissimi heartreaders,
oggi vi auguro buon lunedì proponendovi la recensione di un romanzo pubblicato dalla DeA lo scorso 19 settembre. Sto parlando dell'attesissimo "Io e te come un romanzo" di Cath Crowley che ha ricevuto grandissimi consensi in USA e che sono certa piacerà moltissimo anche ai lettori italiani.

Oggi non sproloquio da sola però, la mia recensione si inserisce all'interno di un bellissimo evento organizzato dalla cara Susy del blog I miei magici mondi. Vi consiglio di leggere tutte le nostre cinque recensioni, io, Susy, Grazia, Jessica e Belle siamo prontissime a dirvi la nostra, e voi? Tutti prontissimi?

Un grazie alla CE per la copia cartacea del romanzo!




Io e te come un romanzo
Cath Crowley

Editore: DeA
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 6,99€
Pagine: 416
Serie: Autoconclusivo

Trama: Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come il giorno in cui Rachel ha detto addio al suo migliore amico, Henry Jones. Era una sera d'estate, e lei stava per trasferirsi dall'altra parte del Paese. Ma, prima di andarsene, si era nascosta nella libreria gestita dai Jones e aveva infilato una lettera nel libro preferito di Henry. Una lettera d'amore a cui Henry non aveva mai risposto. Ora, però, sono passati tre anni e quel giorno sembra lontano una vita intera. Perché nel frattempo il fratello di Rachel è morto, e lei è l'ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e l'unica via d'uscita sembra tornare a casa. Dalle cose che Rachel ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano quindi a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle parole. E, mentre tra gli scaffali impolverati della libreria si intrecciano le storie di tutta la città, Rachel e Henry si ritrovano. Perché non c'è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovare se stessi.. 


💖 Recensione 💖

Ho letto Io e te come un romanzo in sole due notti, infatti, complici lo stile scorrevole dell'autrice ed il punto di vista alternato dei due protagonisti, questa storia mi ha davvero trascinata. Ho letto a manetta e, senza accorgermene, la notte ha lasciato il posto all'alba senza neanche avvertire. Una tazza di caffè in mano ed il secondo giorno sono andata avanti fino a quando, voltando l'ultima pagina, sono arrivata ai ringraziamenti. Non posso quindi non fare i miei complimenti all'autrice per il suo stile scorrevole ed immediato.
I libri usati sono pieni di misteri, ed è per questo che mi piacciono

La storia raccontata da Io e te come un romanzo è una storia d'amore si ma anche di perdita, di accettazione e di crescita. Rachel ed Harry sono i due protagonisti, due ragazzi legati da una profonda amicizia, due amici che però durante gli anni del liceo si allontanano perchè Rachel si innamora di Harry che, almeno consciamente, non la ricambia. Passano i mesi, Rachel si trasferisce con la sua famiglia e presto quello che sembrava l'immortale RacheledHarry non esiste più. La vita di Rachel è purtroppo destinata a subire una profonda tragedia, la perdita del fratello minore, Cal, che annega davanti ai suoi occhi e che lei non riesce a salvare. Quando tu e tua madre portate a riva il corpo senza vita di tuo fratello, beh, non c'è proprio la minima speranza che un giorno la vita possa ritornare quella che era. Non c'è più luce negli occhi di Rachel che, per allontanarsi da quella spiaggia che le ha portato via il fratello, torna in città e lì incontra di nuovo Harry.

Rachel ed Harry sono dunque i due protagonisti, fra i due però ho trovato più vivida l'immagine di Rachel. Non ho invece apprezzato per niente Harry, se non per il suo amore verso i libri e per il rispetto con cui ne parla e li tratta.  Anche se Harry alla fine farà un'evoluzione all'interno della storia. l'ho trovato davvero patetico in molti comportamenti, vista la sua età e così andiamo ad una nota stonata che ho avvertito in Io e te come un romanzo. Nel pieno svolgimento della storia troviamo Rachel ed Harry quando hanno appena finito il liceo, Harry lavora nella libreria di famiglia (e su questo ci torneremo a brevissimo) mentre Rachel, a causa del trauma subito, è stata bocciata ma non ha trovato il coraggio e la forza di iscriversi nuovamente all'ultimo anno di liceo. Nonostante non siano più ragazzini, per i dialoghi e per molte sfumature (più di Harry che di Rachel) avevo l'impressione che l'età dei protagonisti fosse molto più bassa, gli davo 15 anni al massimo. Se voleva due protagonisti più teen, perchè l'autrice non ha semplicemente abbassato la loro età? I dialoghi, il comportamento di Harry che non vede più in là del suo naso ma resta impelagato nella storia con Amy, una ragazza superficiale che non lo ama ma che gli sbatte in faccia questo suo non - amore senza che Harry se ne renda conto, beh si, il modo che ha Harry di soffrire queste pene d'amore, tutti questi fattori insieme, per un attimo mi hanno fatto pensare di avere tra le mani un romanzo teen scritto da John Green; scritto benissimo quindi ma con protagonisti decisamente teen.
Non sapevo esattamente di cosa parlasse “Il canto d’amore di J. Alfred Prufrock”, ma stare sdraiata accanto a Henry, sentire la sua voce così vicina, mi aveva fatto venire voglia di turbare l’ordine delle cose. Volevo scuoterlo, affinché smettesse di vedermi solo come Rachel, la sua migliore amica. Quella poesia mi era piaciuta perché mi aveva fatto capire che la confusione era possibile. E perché mi diceva qualcosa sulla vita che volevo sapere, ma non comprendevo. «Spiegamela» gli avevo chiesto. «Hai bisogno di capirla, per amarla? La trovi bellissima. È sufficiente» aveva replicato chiudendo il libro. «È la prova che non detesti tutta la poesia.»
I personaggi secondari li ho molto apprezzati, in primis la sorella di Harry, George, un'outsider che dovrà iniziare a credere  di poter essere felice e che dovrà imparare ad aprirsi al mondo, alla vita ma soprattutto all'amore, anche se così facendo si corre il rischio di essere feriti. Ho apprezzato moltissimo anche Rose, la zia di Rachel, un personaggio davvero positivo e pieno di forza. In sostanza, devo ammettere che tutti i personaggi secondari mi sono piaciuti perchè hanno tutti una loro storia che si inserisce perfettamente in quella principale. Tante storie nella storia quindi, alcune davvero coinvolgenti. George per esempio l'ho adorata già dalle prime battute, se l'autrice ci avesse dato più George in questo libro ne sarei stata felicissima, è un personaggio a cui mi sono subito affezionata e del quale vorrei sapere di più.

Come ho detto, Harry lavora nella libreria di famiglia e, tornata in città, anche Rschel lo farà, ricominciando così a vedere Harry tutti i giorni. La libreria riveste un ruolo importantissimo in questa storia, da vera protagonista arriverei a dire. E qui le mie antenne da amante dei libri si sono subito alzate! Grazie alla libreria, in Io e te come un romanzo, troverete snocciolate molte citazioni e respirerete quell'aria magica che solo nelle librerie e nelle biblioteche si respira. 
Ricordi che tuo padre diceva sempre che questo posto è infestato dai fantasmi?» gli chiedo, mentre ascoltiamo i rumori del negozio. «Secondo lui sono i libri usati a essere infestati. Fantasmi tra le pagine.» «E tu ci credi.» «Diciamo che non sono del tutto scettico a riguardo. Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante tu ne possa sognare nella tua filosofia.»
Ed ora andiamo alla parte del romanzo che ho amato di più...  Nella loro libreria i genitori di Harry hanno istituito la Biblioteca delle lettere, una speciale biblioteca in cui i libri possono essere annotati, sottolineati e, cosa più importante, fra quelle pagine i lettori possono affidare delle lettere in cui mettono a nudo la propria anima arrivando, a volte, persino a comunicare così con altri lettori. Troviamo (e leggiamo) lettere ad amori perduti, ad ex, oppure lettere in cui si parla a se stessi come pagine di diario. Come la definisce lo stesso padre di Harry, questa speciale parte della libreria di famiglia è una vera e propria biblioteca di persone. Magia pura. Idea eccellente che vorrei tanto fosse realtà, bravissima signora Crowley!
La lettera è bellissima e coraggiosa e mentre la ascolto so per certo che Henry aveva ragione. Ho guardato il mondo dal lato sbagliato. È la vita a essere importante.
La biblioteca vi conquisterà e vi regalerà storie intense, davvero belle ed emozionanti come quella di Frederick o di George, leggete il libro e mi darete ragione.

Il ritmo usato dall'autrice è veloce senza essere approssimativo, fattore decisamente positivo. Non me la sono sentita di dare il punteggio pieno a Io e te come un romanzo e questo è dovuto a ciò che penso dell'età dei personaggi che secondo me è troppo alta per come l'autrice li ha costruiti, oltre che per il fatto che a tratti questa storia mi è sembrata abbastanza prevedibile, non ci sono colpi di scena pazzeschi ed inoltre ho detestato il personaggio di Harry, troppo debole e cieco, comportamento che invece avrei potuto arrivare a comprendere in un adolescente. Ho invece dato ben 4 stelle a questa lettura perchè ho adorato l'idea della Biblioteca delle lettere, ho apprezzato molto lo stile dell'autrice, ho amato le citazioni ed i riferimenti a tantissimi libri, sia classici che contemporanei, e mi sono emozionata grazie alle storie di Cal, George e Frederick.



E questa era la mia opinione heartreaders, non dimenticate di scoprire anche quelle delle mie compagne di viaggio, prima però fatemi sapere cosa ne pensate di Io e te come un romanzo, se lo state leggendo, se lo aspettavate e se lo leggerete, in sostanza, scrivetemi tutto quello che volete! 😉💖

A prestissimo!


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

22 commenti:

  1. Bellissima recensione Ely.
    La Biblioteca delle lettere ^-^ che meravigliosa idea!

    RispondiElimina
  2. Henry ci ha fatto disperare! :p

    Bella recensione!

    RispondiElimina
  3. Henry :( che delusione!!!! Patetico è forse l'aggettivo che meglio gli si addice

    RispondiElimina
  4. ne parlate tutti tanto bene, ma niente, non mi ispira

    RispondiElimina
  5. Continuo a sostenere che non faccia per me xD

    RispondiElimina
  6. Great post!

    You have a nice blog!

    Would you like to follow each other? (f4f) Let me know on my blog with a comment! ;oD

    Have a great day!

    xoxo Jacqueline
    www.hokis1981.com

    RispondiElimina
  7. Ciao, mi sono appena iscritta al tuo blog, davvero carino :) Ottima recensione, mi piacciono i libri leggeri e uno stile scorrevole è sempre gradito, ahah :D forse la trama è un po' smielata con i miei gusti... ci penserò. un bacio, alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere di conoscerti! ^^ Grazie per esserti aggiunta, passo subito da te a curiosare un po' sul tuo blog <3 ps Felicissima che la recensione ti sia piaciuta <3

      Elimina
  8. lo sto leggendo proprio ora :D adoro la libreria della famiglia di harry!

    RispondiElimina
  9. Umm.. Sai che sono piuttosto indecisa? Ero partita con l'idea di leggerlo ma ora non ne sono più tanto sicura.
    In compenso hai scritto un'ottima recensione perché mi hai dato un'idea molto più precisa di ciò che avrei trovato leggendolo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jasmine! ❤️ Secondo me però ha del potenziale, spero che tu lo legga ^^ fammi sapere!

      Elimina
  10. Dopo aver letto la tua recensione, sono ancora più curiosa. Credo che sia un bel libro e che possa piacermi.

    RispondiElimina
  11. Ho sentimenti contrastanti per questo libro. A momenti mi ispira e altri no quindi ancora non ho deciso se prenderlo o meno. Sto leggendo opinioni e la tua mi è piaciuta molto ma chissà. Vedremo :)

    RispondiElimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!