lunedì 8 gennaio 2018

Parole tra i libri #4

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
avete trascorso un bel weekend? L'Epifania è andata bene? Cos'avete trovato nella calza della Befana? Avete fatto incetta di cioccolato?

Visto che però "l'Epifania tutte le feste porta via", noi abbiamo già riportato in garage tutti gli addobbi. Da oggi si riprende la routine quotidiana insomma e si aspettano le prossime feste. In realtà qui da me non si dovrà aspettare molto perchè il 5 Febbraio festeggiamo S.Agata che è la Santa Patrona di Catania, quindi fra meno di un mese avremo qualche altro giorno di festa!

Ma bando alle ciance, oggi è il secondo lunedì del mese ed anche in questo 2018 torna fedele e puntuale l'appuntamento con Parole tra i libri!



Questa rubrica trae liberamente ispirazione da "Io e te come un romanzo" di Cath Crowley. Nel caso non aveste letto il romanzo in questione (qui la mia recensione)  lascerò che  sia la stessa autrice a parlarvi della Biblioteca delle lettere alla quale la nostra rubrica si ispira:

"La Biblioteca è ciò per cui è famosa la Howling Books, almeno a livello locale. Ogni tanto, sulle guide online della città, la segnalano come una delle cose da vedere assolutamente.
Si trova sul retro, vicino alle scale che conducono al nostro appartamento, separata dal resto della scaffalatura. Dentro ci teniamo copie di libri particolarmente amati: narrativa, saggistica, romanzi rosa e di fantascienza, poesia e atlanti e manuali di cucina. I clienti possono scriverci sopra. Possono cerchiare le parole che amano, evidenziare le frasi. Possono lasciare delle note ai margini, appuntare riflessioni sul significato delle cose. Abbiamo dovuto procurarci più copie di libri di autori come Tom Stoppard e John Green, perché Rosencrantz e Guildenstern sono morti e Colpa delle stelle sono pieni di appunti dei lettori. Si chiama Biblioteca delle lettere perché molte persone non si limitano a scrivere una nota a margine: scrivono lettere intere e le mettono tra le pagine dei libri. Lettere ai poeti, agli ex che non hanno più restituito la loro copia di Alta fedeltà. Per lo più, le persone scrivono a perfetti sconosciuti che amano i loro stessi libri: e qualche perfetto sconosciuto, da chissà dove, risponde."

Ogni secondo lunedì del mese io e le amiche con cui abbiamo dato vita a questa rubrica sceglieremo una citazione alla quale siamo affezionate o che ci ha colpito molto e, come glossando il libro dal quale è tratta, per ogni citazione scriveremo ogni mese qualcosa di personale al riguardo: una lettera ad un'amica, ad un familiare, ad un ex, oppure a noi stesse, come fosse una pagina del nostro diario. Insomma in ogni post di sicuro ci sarà un po' di noi. Vi basterà leggere tra le righe o, visto il caso, fra le pagine!

Siamo in sei a partecipare a questa avventura, sei amiche blogger che sono certa conoscete già, eccoci qui tutte insieme:

Ely - Il Regno dei Libri
Jessica (Ink) - The Ink Spell


Siete pronti a scoprire la citazione che ho scelto oggi?

"...non si sceglie di chi ci s’innamora: si sceglie solo di chi si resta innamorati.”

Avete già riconosciuto da che libro l'ho tratta? So che fra di voi ci sono molte lettrici che amano Colleen Hoover e questa frase è tratta dal libro che più ho amato fra quelli che ho letto di questa autrice. Di quale parlo? Ma del bellissimo "Forse, un giorno"

(Coro di sospiri in sottofondo... "Ridge... oh Ridge....." 




Ho letto questo libro nel 2015, poco prima di sposarmi e devo dire che questa storia è riuscita davvero ad emozionarmi tantissimo. La particolarità del libro sta nel fatto che Colleen ha collaborato con Griffin Peterson per la realizzazione di una colonna sonora del romanzo e, così, è possibile ascoltare davvero le canzoni cantate dal protagonista, il bellissimo e dolcissimo Ridge. Una storia emozionantissima che mi è rimasta nel cuore a tal punto da poter dire che, almeno per ora, Forse un giorno è il mio libro preferito fra quelli che ho letto della Hoover. A dover di cronaca, non ho ancora letto la novella collegata, inedita in Italia, dal titolo Maybe not, sapete che non sono solita leggere in lingua originale, ma comunque i protagonisti sono diversi, si tratta della coppia di amici di Ridge e Sidney che abbiamo conosciuto in Forse, un giorno. In ogni caso, voci insistenti dicono che Colleen Hoover ci regalerà il diretto seguito di Forse, un giorno ed ovviamente mi fionderò su quelle pagine alla velocità della luce!

Ed ora, prendo in mano la mia copia di Forse, un giorno e la glosso insieme a voi...


Da piccole ci hanno insegnato a credere nel Principe Azzurro, un ragazzo perfettamente uguale a noi, che ci capisca al primo sguardo e che condivida tutti i nostri desideri. Col tempo e l'esperienza si comprende che la verità non è proprio questa. 

Ci si innamora di chi siamo destinate ad innamorarci ma non si deve assolutamente pretendere che lui/lei abbia i nostri stessi gusti in tutto. Non sempre l'altra metà della mela è perfettamente uguale a noi, anzi.

Le diversità fanno bene in una  coppia. A volte si litiga? Eh, beh, capita ma l'importante è crescere sempre insieme. Confrontarsi, comprendersi, accettarsi, venirsi incontro e crescere insieme appunto. Col tempo e con l'esperienza sono arrivata a capire che non possiamo cambiare chi amiamo, che non sarebbe neanche giusto. E' l'amore che ci spinge invece a migliorarci ogni giorno, per noi stessi ma soprattutto per chi amiamo. 

Non ogni giorno è facile, non ogni giorno il sole splende dalla mattina alla sera, eppure, ritorniamo casa, ci accoccoliamo sul divano e condividiamo la stessa coperta. Non è detto che due anime gemelle debbano essere uguali in tutto e per tutto. Ciò che è necessario sia comune sono i valori importanti, quelli si, è necessario. Ma per il resto, se ci sono il rispetto e l'amore reciproco, si possono accettare le diversità dell'altro. Bisogna impegnarsi nelle relazioni, non basta il "vissero per sempre felici e contenti". Quello può essere vero solo per le favole ed i film. Dissolvenza. Colonna sonora. Titoli di coda. No, non è così. 

Forse la vita è più come una serie tv dove ogni giorno è una puntata nuova. I personaggi non cambiano ma la sfida è nuova. Restare innamorati è una sfida continua, se ci si riesce vuol dire che è vero amore. Se ci si riesce è davvero una delle avventure più belle.



Ecco, questo era un mio pensiero e voi? Che ne pensate? Lo condividete? Avete letto questo meraviglioso libro della Hoover? Lo avete amato quanto me? Se non lo avete ancora letto invece, ovviamente ve lo consiglio, per me è il top!

Bene, adesso vado subito a leggere i post delle mie amiche e vi rinnovo l'appuntamento con Parole tra i libri per il prossimo mese.


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

12 commenti:

  1. condivido ogni singola parola, davvero. A volte è persino faticoso, ma i rapporti vanno coltivati e ci vuole impegno, tanto. Soprattutto quando non va tutto bene, come succede sempre nella vita. E bisogna anche accettare il patner nella sua interezza, con le sue caratteristiche.
    La Hoover mi piace un sacco, ma questo forse è quello che ho apprezzato meno. Sono forse l'unica. La particolarità della musica però è straordinaria.
    Al prossimo mese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d’accordo allora Chiara ❤️

      Elimina
  2. Ciao Ely.
    Adoro quest'autrice e questo libro è davvero molto bello.
    Hai scelto una frase bellissima e l'hai descritta alla perfezione sul perchè ti piace e sul perchè è importante. Adesso mi hai fatto venire voglia di rileggere il libro ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È venuta voglia di rileggerlo anche a me Susy!! XD

      Elimina
  3. Che bel pensiero Ely! Le relazioni sono difficili d coltivare, ma se fatto come si deve possono dar vita a qualcosa di fantastico!

    RispondiElimina
  4. Ciao Ely! Che bel pensiero, molto romantico! Non ho letto i romanzi di quest'autrice...rimedierò prossimamente!

    RispondiElimina
  5. Dopo quasi otto anni in una relazione e svariate delusioni precedenti, non potrei essere più d'accordo.

    RispondiElimina
  6. Questo libro lo lessi su tuo consiglio e l'ho amato alla follia. Non sapevo di un possibile seguito e un po' mi spaventa, perché ho adorato tantissimo il precedente. Sulle tue parole condivido in pieno, spesso si pretende di avere tutto rosa, il nuovo è facile, riuscire a portare avanti una relazione dopo anni,con impegno e sacrifici conta davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne parla da così tanto, io spero che si concretizzi ma, avendolo amato tanto, condivido anche i tuoi timori!

      Elimina