lunedì 23 luglio 2018

Review Party - Recensione: "Darkest minds" di Alexandra Bracken

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
questa settimana librosa inizia sulle note della distopia, sapete? Proprio da domani 24 Luglio in tutte le librerie vi aspetta infatti Darkest minds  che da inizio alla nuova quadrilogia distopica firmata da Alexandra Bracken già autrice della serie Passenger


Darkest Minds è edito dalla Sperling e Kupfer che ringrazio per la copia cartacea inviatami grazie alla quale riesco oggi a parlavi in anteprima di questa affascinante storia. Ho quindi il piacere di darvi il benvenuto al Review Party di Darkest Minds, di cui ovviamente vi invito a non perdere neanche una tappa!



Darkest Minds

Alexandra Bracken


💝💝💝1/2

Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: Rigido 17,90€ Ebook 4,99
Pagine: 360
Serie: Darkest Minds #1
Genere: Distopico

Trama: "Quando Ruby si sveglia il giorno del suo decimo compleanno, qualcosa in lei è cambiato, tanto da costringere i genitori a mandarla a Thurmond, un brutale campo di riabilitazione gestito dal governo dove sono raccolti e imprigionati i giovani come lei. Ovvero, i giovani che sono riusciti a sopravvivere alla misteriosa malattia che ha decimato la popolazione e che da allora sembrano aver acquisito poteri speciali. Ci sono i Verdi, dotati di intelligenza straordinaria; i Blu, di telecinesi; i Gialli, che controllano l’elettricità, i Rossi il fuoco e gli Arancioni, come Ruby, la mente umana. Ora Ruby ha sedici anni ed è riuscita ad evadere da quell’inferno, ma essere in fuga non è come essere liberi, e presto capirà che non può fidarsi di nessuno.".



Recensione

Darkest minds è il primo volume di una corposa serie distopica che ho trovato davvero interessante e che è riuscita sin da subito ad attirare la mia attenzione. Sapete quanto io apprezzi questo genere letterario ma confesso che la mia curiosità per questo titolo è schizzata alle stelle anche grazie alla notizia per la quale già il prossimo mese al cinema approderà l'omonimo film il cui trailer mi ha davvero convinta anche grazie alla presenza nel cast della bravissima Amandla Stenberg, già protagonista dell'indimenticabile Noi siamo tutto tratto dall'omonimo bestseller di Nicola Yoon (QUI la mia recensione).



Ruby è la protagonista della serie ma insieme a lei, tra le pagine di Darkest Minds, troverete dei ben caratterizzati personaggi secondari che renderanno ancora più reale e ricca di emozioni la lettura. Che succederebbe se ad un certo punto, senza una spiegazione dichiarata, i bambini iniziassero misteriosamente a morire in massa? E che direste se quei pochi bambini rimasti in vita scoprissero di essere dotati di strani poteri? E che direste poi se il Governo decidesse di sottrarre questi bambini alle loro famiglie con la scusa di proteggerli quando invece l'unica cosa che vuole fare è studiarli e neutralizzarli? Beh, io direi che tutto questo darebbe in la ad una storia distopica suggestiva ed intrigante, non siete forse d'accordo?

Non tutti i bambini superstiti all'epidemia manifestano lo stesso tipo di potere ma ciascuno viene sottoposto a dei test attraverso i quali viene classificato appartenente ad una precisa categoria identificata con il nome di un colore: Arancione (controllo psichico), Verde (capacità intellettive superiori), Giallo (controllo dell'elettricità), Blu (telecinesi) e Rosso (controllo del fuoco). Curiosi di sapere qual'è il potere di Ruby? La sua è fra le abilità più pericolose perchè riesce, solamente toccando un'altra persona, ad entrare nella sua mente ed a modificarne i ricordi. Interessante, no?


Ruby all'età di 10, ai primi segni di "malattia", verrà portata a Thurmond, un terribile "centro di riabilitazione" per questi speciali bambini ma ben presto capirà che di riabilitazione questa orribile prigione ha ben poco. L'infanzia di Ruby, con l'arrivo al centro, verrà del tutto spezzata e la bambina dovrà far presto i conti con un mondo sconosciuto in cui solo con l'astuzia potrà sopravvivere. Dovranno passare diversi anni prima che Ruby abbia la possibilità di lasciare il campo e fuggire ma lo farà e lì inizierà davvero questa bellissima ed emozionante storia che la porterà a varcare i confini del centro per scoprire la verità sulla società in cui vive, un viaggio che le permetterà di avere al fianco amici davvero speciali con i quali formerà una nuova, improbabile forse ma anche incredibile, famiglia alla ricerca di un posto adatto a loro, a questi ex bambini in fuga, per poter dare nuovamente un senso alla parola "casa". La leggendaria figura di Slip Kid che da una casa ai bambini in fuga dai centri di riabilitazione sarà spronerà Ruby ed i suoi amici a non smettere mai di credere nel domani e sarà nuova linfa per l'avventura che vivremo insieme a loro.

Ruby è una protagonista di cui ho apprezzato tanto l'introspezione, la sua voglia di fidarsi del prossimo anche quando ha sempre vissuto in prigionia, dove nessuno poteva fidarsi di nessuno. Ruby non ha di certo avuto un'infanzia facile ma è una combattente, ha sempre resistito, vuole proteggere i suoi amici e lo farà anche a costo di sacrificarsi. In lei c'è davvero tanto, un substrato di timori e paure che la condizionano ma che la faranno anche crescere. Se in questo primo volume il suo personaggio vive delle incertezze mi aspetto una marcata evoluzione che ho intravisto già adesso, d'altronde siamo solo al primo dei quattro volumi che compongono la serie!

Ho amato tantissimo anche i personaggi secondari, fra cui il dolcissimo Liam, la tenera Zu (bellissimo il rapporto di amicizia che la lega a Ruby) ed ovviamente Ciccio, di loro non vi spiffererò tanto per non togliervi la curiosità della lettura ma ciò che posso dirvi è che, alla fine, non potrete dimenticarvi di loro tanto facilmente, in loro è racchiuso infatti un epilogo davvero intrigante, sarà per il loro destino che vi fionderete fra le pagine del secondo libro della serie non appena verrà pubblicato. 

Già, il finale di questo primo volume toglie davvero il fiato heartreaders, era quasi imbarazzante la mia espressione di quando ho capito che, si, quello era l'epilogo perchè l'ho letto in ebook e, lo sapete, con questi e readers si legge senza accorgersi davvero di quante pagine manchino alla fine! 

Un finale davvero suggestivo, che forse mi ha ricordato un po' un altro ditopico che ho adorato, The Program, ma che ha saputo catturare la mia attenzione.

La storia raccontata dalla Bracken (questa di Darkest Minds è precedente alla serie più famosa Passenger) l'ho quindi trovata suggestiva ed avvincente, forse a tratti qualche colpo di scena lo avevo già immaginato ma, tutto sommato, si tratta di una lettura perfettamente calata nel genere letterario di appartenenza che non potrà non piacere agli appassionati. Ora voi però potreste dire heartreaders: ma se la storia è così bella, Ely, perchè il tuo giudizio è fermo a tre stelline (cuoricini) e mezzo? E' un errore? No, heartreaders, non lo è perchè  c'è stato un elemento che, pur facendo rimanere positivo il mio giudizio, non lo ha fatto salire al massimo riguarda lo stile. 

Pur avendo apprezzato la narrazione in prima persona che mi ha fatto subito entrare in empatia con Ruby, lo stile della Bracken è in alcuni punti eccessivamente puntiglioso, è come se l'autrice avesse voluto descriverci la scena secondo dopo secondo a discapito di una fluidità ed immediatezza che purtroppo mi sono mancati. Non sempre amo le descrizioni puntigliose, dipende da come sono scritte e dai contesti, in questo caso devo ammettere che avrei preferito uno stile più immediato e snello, magari sorvolando su alcune cose, c'era un po' di superfluo (per mio gusto personale) che avrei scremato tra queste pagine, ecco il perchè dei tre cuori e mezzo. Alla storia avrei dato un punteggio decisamente più alto, lo stile non mi ha purtroppo pienamente convinta ma il giudizio resta sempre assolutamente più che positivo s'intende! 

Di sicuro quindi mi fionderò tra le pagine del secondo romanzo non appena verrà pubblicato e spero che la Casa Editrice ce lo conceda al più presto, molti destini sono in bilico ed io non vedo l'ora di sapere come proseguirà questa storia, quindi statene certi che ne riparleremo presto di Ruby ed i suoi amici speciali..

Stavo pensando… so che sembrerà terribilmente sdolcinato, ma… se c’è qualcosa di buono in tutto questo, è che ci siamo incontrati. Rifarei tutto di nuovo…» Le lacrime mi facevano bruciare gli occhi. «Rifarei tutto, se significasse arrivare a incontrare te.» «Lo pensi davvero?» Liam si raddrizzò e mi posò le labbra sui capelli. «Perché, francamente, per come la vedo io, tu e io? Inevitabile. Imma- giniamo pure di non essere finiti in quei maledetti campi… No, ascolta. Adesso ti racconto la fantastica storia di noi due.»

La serie Darkest Minds è così composta:
1.0 Darkest Minds (The Darkest Minds)
1.5 In Time (novella inedita)
1.6 Liam's story (novella inedita)
2.0 Never Fade (inedito)
2.5 Sparks Rise (novella inedita)
3.0 In the Afterlight (inedito)
3.5 Beyond the Night (novella inedita)
4.0 The Darkerst Legacy (inedito)
Collection: Through the Dark (collezione inedita contenente le novelle 1.5, 2.5 e 3.5)


Bene heartreaders, che ve ne pare di Darkest Minds? Pensate di iniziare questa nuova serie distopica della Bracken? Siete fra i suoi fan? Vi piace il genere distopico? Ditemi, ditemi! Prima di salutarvi ovviamente vi invito a non perdere le recensioni delle mie amiche e colleghe blogger che partecipano all'evento così da avere un quadro più completo di questa lettura.



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

12 commenti:

  1. The Program mi era piaciuto (anche se poi non ho continuato la serie) quindi questo mi da alte speranze su questo libro ahahaha anche se ammetto che ho 0 aspettative

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, allora fammi sapere cosa ne pensi quando lo leggi! ;)

      Elimina
  2. Ciao! Avevo visto il trailer al cinema e mi era piaciuto, per non parlare del mio amore per l'attrice principale. Sono curiosa di leggere il romanzo, anche se con riserva, al momento è un nì xD Vedremo se la Sperling porterà i successivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seree <3 Si anche io non vedo l'ora di vedere il film!

      Elimina
  3. La trama mi dà di qualcosa di visto e rivisto, però alla fine non è tanto la trama quella che conta ma come viene resa su carta. Poi devo ammettere che dopo aver visto il trailer sono piuttosto incuriosita, ma la serie vanta troppi libri quindi non mi sembra il caso di iniziarla (soprattutto non sapendo se verranno pubblicati tutti in Italia).

    RispondiElimina
  4. Liam *__* quanto l'ho adorato...e Zu, la bambina più dolce!!! Anch'io ho avuto un dejavu con The Program, ma anche con Shatter me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... per me Warner è troppo unico e meraviglioso non credo riuscirò mai a trovare un bookboyfriend come lui per questo col secondo paragone non mi trovo d'accordo ahaha xD Però su The program d'accordissimo ;)

      Elimina
  5. Quella fine.... Noooo!
    Ci sono rimasta davvero, davvero malissimo e ora curiosissima di leggere il secondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, bisogna assolutamente leggere il seguito alla svelta!

      Elimina
  6. Credo che su Liam siamo tutte d'accordo! Passenger era molto più descrittivo, questo è stato una boccata d'aria fresca ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm come stile non mi ha convinta pienamente però la storia è bella si ^^

      Elimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!