Recensione: "Sei di corvi" di Leigh Bardugo - Review party

Buondì a tutti Hearts,
procede la nostra settimana foriera di novità librose super interessanti. E' incredibile - mi sembra quasi troppo bello per essere vero - se quantifico quanto Fantasy (sie young che new adult) io stia leggendo in questo periodo, roba da far venire gli occhi lucidi per l'estrema bellezza!

Eccomi qui oggi per parlarvi di un altro gioiello del Fantasy internazionale che, grazie alla Mondadori, da ieri è approdato nelle nostre librerie italiane: Sei di corvi di Leigh Bardugo.



Come vedete il nostro Review Party è iniziato ieri e si concluderà oggi, mi raccomando di non perdervi nessuna delle nostre recensioni per farvi un'idea più approfondita di cosa aspettarvi da questa tanto attesa lettura.

Titolo: Sei di corvi
Autore: Leigh Bardugo
Editore: Mondadori
Serie: Six of Crows #1
Data pubblicazione: 24 Settembre 2019
Genere: Fantasy, Young Adult
Pagine: 440
Formato: digitale (euro 8,99) cartaceo (euro 17,99)
A Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali, non c'è niente che non possa essere comprato e nessuno lo sa meglio di Kaz Brekker, cresciuto nei vicoli bui e dannati del Barile, la zona più malfamata della città, un ricettacolo di sporcizia, vizi e violenza. Kaz, detto anche Manisporche, è un ladro spietato, bugiardo e senza un grammo di coscienza che si muove con disinvoltura tra bische clandestine, traffici illeciti e bordelli, con indosso gli immancabili guanti di pelle nera e un bastone decorato con una testa di corvo. Uno che, nonostante la giovane età, tutti hanno imparato a temere e rispettare.

La serie è composta da
Sei di Corvi (Six of Crows #1)
Il regno corrotto (Six of Crows #2) Previsto per fine Ottobre/inizio Novembre


Si ringrazia la Mondadori per l'invio di una copia del romanzo in omaggio
E ci siamo, eccoci qui a parlare di un altro gioiello del Fantasy internazionale che finalmente approda nelle nostre librerie italiane. Non ci speravo e ci speravo allo stesso tempo che, prima o poi, avremmo letto la Bardugo. Ed eccoci qui, prontissimi nel permettere a Leigh di fare la sua magia, radendo al suolo ogni più microscopica incertezza e conquistandoci.

Pinterest
Quando ho aperto il file di Sei di corvi le mie aspettative erano decisamente alte, la fama della Bardugo la precede - com'è giusto che sia  -  ma ciò che mi spaventava era il non riuscire a sentirmi a casa fra le pagine di Sei di corvi, non avendo letto la precedente trilogia (che comunque dovrebbe arrivare anche da noi nel 2020) , ovvero Shadow and Bone. Sia la duologia di Sei di corvi che la trilogia Shadow and Bone, infatti, sono ambientate nell'universo Grisha e gli avvenimenti di Sei di Corvi si svolgono due anni dopo quelli della Shadow and Bone, essendo il worldbuilding il medesimo. Fermo il fatto che la stessa autrice ha rassicurato i lettori dicendo che le due serie, pur condividendo il worldbuilding, possono essere lette senza un ordine preciso, io ho provato un primo momento di incertezza ma sono riuscita a gustarmi la storia di Sei di corvi il cui inizio è sì lento ma, appena ingranata la marcia giusta, si viaggia speditamente.
La storia avvincente  ed i personaggi intriganti (tutti caratterizzati magistralmente), oltre che un intreccio narrativo che tiene incollati al romanzo, fanno il resto.

Narrato in terza persona ma con l'ausilio di molteplici pov, Sei di corvi racconta la storia di un gruppo di ragazzi che si ritroveranno a dare vita ad una missione impossibile. Kaz, spavaldo e machiavellico ladro del Barile, si ritroverà per le mani l'occasione di un guadagno non da poco e cercherà di sfruttarlo in tutto e per tutto. La missione richiede l'evasione di un prigioniero dalla prigione più sicura del Paese e  Kaz metterà in piedi una squadra appositamente, oltre a piani machiavellici che vi terranno col fiato sospeso. Tutti i sei ragazzi hanno le proprie motivazioni nell'accettare la sfida, chi lo farà per un guadagno, chi per la libertà, chi per la gloria e, man mano che leggerete, li conoscerete tutti talmente bene da ritrovarvi a volergli bene e questo è decisamente un grande merito dell'autrice che ha scelto lo strumento del pov alternato padroneggiandolo molto bene, non era facile con ben sei protagonisti a cui dare spazio ma la Bardugo è stata molto brava!

Molti sono i protagonisti di questa duologia, tutti indimenticabili, ciascuno di loro ha davvero il fuoco dentro, anche se Kaz ha una marcia in più, questo ve lo dico subito, il Re dei giocatori di Poker più affascinanti di sempre.

La caratterizzazione è eccezionale, nessuno cade in clichè e tutti sono assolutamente unici e perfettamente riconoscibili. Se all'inizio ho fatto un po' fatica ad entrare in sintonia con la storia della Bardugo, dalla metà del romanzo in poi la lettura ha preso quota, costringendomi a seguire con tutta l'attenzione possibile l'avventura dei protagonisti, catapultandomi a mia volta nel Grishaverse dal quale fatico tutt'ora ad uscire.                               

Lo stile dell'autrice è molto particolare, la sua è una penna che mi piace definire "corposa", vi chiedo in tutta sincerità di non mettervi in agitazione se all'inizio della lettura di Sei di corvi vi sentiste destabilizzati (sì, come se non ci steste capendo niente) perchè, se avrete la perseveranza di attendere, ad aspettarvi troverete una storia davvero sagace, adrenalinica, intrisa del fantasy/ young adult migliore.

Se sono le ship quelle che bramate, dovete sapere che ne partiranno un bel po', ship potenti  che tolgono il sonno e che promettono tanto, credo proprio che ve ne innamorerete come me, io sono subito corsa su Pinterest per gustarmi qualche fanart e vi consiglio di fare lo stesso, io le adoro!

Non è facilissimo entrare nel mondo della Bardugo ma, credetemi, una volta che lo avrete fatto non ne uscirete facilmente. L'ambientazione è curata ed avvolgente, così come la descrizione dei poteri dei Grisha di cui ne sapremo di più di certo leggendo - nel 2020 - la trilogia Shadow and bone a quanto ho capito.

Bene, direi quindi che non smetteremo tanto presto di parlare della Bardugo qui nel Regno! Segnate in fluo sull'agenda la data del 29 Ottobre quando assisteremo alla conclusione della duologia di Sei di corvi, per poi, l'anno prossimo, dare largo spazio alla trilogia Shadow and Bone che diverrà anche una serie Netflix, direi quindi che è proprio il momento giusto per conoscere questa autrice, vero?


E voi che ne dite Hearts? Leggerete Sei di corvi? Lo aspettavate? Lo avete letto in lingua originale? Spero stiate seguendo il nostro Review Party, io come sempre non vedo l'ora di fangirlare insieme e scoprire quale coppia di Sei di Corvi avete shippato di più naturalmente!



L'abbraccio più grande del mondo,

2 commenti

  1. Grazie Ely, concordo anche io con il tuo pensiero e non vedo l'ora di leggere il seguito!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Come forse sai (ma forse no) ero esitante riguardo a questa serie, perchè Shadow and Bone non era proprio nelle mie corde e pensavo di non poter avere un rapporto sano con la Bardugo. E invece come mi sbagliavo (qui la mia recensione)! Questo libro è molto più bello, con una trama spettacolare, dei personaggi che funzionano e entrano nel cuore dei lettori.
    Meraviglioso, spero ora nel secondo (e le mie aspettative sono drasticamente decollate).
    Che soddisfazione e che felicità!
    Rainy

    RispondiElimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!