venerdì 30 marzo 2018

Domino Letterario - Recensione: "Nowhere Girls" di Amy Reed

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
eccoci all'ultimo post prima della sosta per le festività pasquali, che mi dite? Tutti pronti al tour de force del cioccolato? Io si, ovviamente, alzo entrambe le mani.. presente! Prima di dare il via al Chocolate Party torna nel Regno dei Libri l'appuntamento con il Domino Letterario. Come penso già sappiate, il Domino letterario nasce da un'idea di Clarissa, admin del blog Questione di Libri, è una rubrica a cadenza mensile in cui i blog che nel suddetto mese hanno deciso di aderirvi pubblicano la recensione di un libro scelto in relazione proprio a quelli indicati dagli altri blogger. Come vere e proprie tessere di un domino, dunque, le nostre recensioni si intersecano, spetta a voi incastrale e trovarle tutte e, per questo, eccovi il calendario mensile dell'evento.

  

Quest'oggi la mia tessera si collega a quella di Virginia de Le recensioni della Libraia per autrice femminile. Pronti a scoprire di quale libro stiamo per parlare?


Nowhere Girls
Amy Reed

5 stelle
Editore: Piemme
Prezzo: Rigido 17,00€ Ebook 6,99
Pagine: 325
Serie: Autoconclusivo

Trama: Chi sono le Nowhere Girls? Sono tutte le ragazze, ma per cominciare sono in tre: Grace, tenera e impacciata, è nuova in città, dove si è dovuta trasferire a causa dei pregiudizi nei confronti della madre; Rosina, lesbica e punk, sogna di diventare una rockstar, ma è costretta a lavorare nel ristorante messicano di famiglia; ed Erin, un'asperger con due fissazioni, Star Trek e la biologia marina, vorrebbe assomigliare a un androide ed essere in grado di neutralizzare le emozioni. In seguito a un episodio di stupro rimasto impunito, le tre amiche danno vita a un gruppo anonimo di ragazze per combattere il sessismo nella scuola. Le Nowhere Girls.. 


Un grande grazie alla PIEMME per avermi inviato una copia cartacea del romanzo!


💖 Recensione 💖

Wow, heartreaders. Non so davvero come iniziare questa recensione, sul serio. Ho terminato questa lettura da qualche giorno e mi sto ancora chiedendo come fare a raccontare cosa ha rappresentato per me. Nowhere girls non è uno di quei libri che leggi durante la pausa al lavoro per distrarti. Non è uno di quei libri che ti fanno volare con la fantasia. Non è uno di quei libri che ti fanno sognare ad occhi aperti. Nonostante questo, Nowhere girls è una lettura che mi sento di consigliare senza se e senza ma perchè mostra una realtà che, se vogliamo, è anche un po' scomoda. Uno spaccato di vita che forse vorremmo che fosse solo la trama di una serie tv ma che, purtroppo, è ben presente nelle nostre scuole, fra quei corridoi affollati, ben nascosta dietro le apparenze ma presente, eccome se presente!
«Lo stupro non è sesso. È potere, violenza, controllo»
Nowhere girls tocca argomenti duri e spinosi ma purtroppo attualissimi. Parla di violenza, misoginia, bullismo e stupro. Tutti temi fortissimi affrontati con grande maestria dall'autrice. Questo libro è un manifesto al coraggio, quello di un gruppo di ragazze, molto diverse fra loro, accomunate dalla forza di dire "basta" a chi le vuole schiacciare. Grace, Rosina ed Erin sono delle ragazze forti nonostante i loro punti deboli, sono delle ragazze che hanno subìto i comportamenti altrui fino a sentire incrinarsi qualcosa dentro di loro ma hanno saputo dire "basta, io valgo" ed hanno fondato insieme le Nowhere girls, un gruppo, una comunità. Di più, una sorellanza. Radere al suolo un sistema che schiaccia senza pietà è dura ma queste ragazze sono toste e le amerete alla follia, proprio come ho fatto io.
Grace è la nuova arrivata, ha problemi di peso e si sente molto insicura, Rosina è di origini sudamericane e si sente isolata, è omosessuale e non si sente accettata, Erin, la mia preferita in assoluto, è una ragazzina con la Sindrome di Asperger. Tutte e tre outsider, tutte e tre meravigliose. All'inizio nessuna delle tre crede in se stessa abbastanza da ipotizzare di sovvertire un sistema incallito ma ce la faranno heartreaders, eccome se ce la faranno.Basta a quei ragazzi che prendono quello che vogliono, quelli che trattano le ragazze come merce, come cose, non come persone, quelli per cui un no non vale niente, quelli che neanche lo sentono quel no.

La storia raccontata dalla Reed vi scuoterà nel profondo e vi farà rivoltare lo stomaco ma saprete, ad ogni pagina, che non state facendo altro che leggere, nero su bianco, di cose che accadono ogni giorno. Tutto parte dalla storia di uno stupro insabbiato, da una ragazza, Lucy, e del suo drammatico destino ma la storia di Lucy darà solo il la ad una storia molto più ampia ed articolata che vi racconterà di molte ragazze, ciascuna delle quali speciali a modo loro ma accomunate da una ragnatela di violenza e dolore che le avvolge. Un libro che tocca nell'anima grazie ad una storia potente raccontata con uno stile scorrevole e discorsivo che non stanca ma coinvolge capitolo dopo capitolo. Un ritmo perfettamente bilanciato, una storia potete, personaggi ben caratterizzati ed un messaggio che scuote l'anima fanno di Nowhere Girls una delle letture più imperdibili del 2018.
Silenzio non significa "sì"
Nowhere girls è un libro che tutti i ragazzini dovrebbero leggere. Dovrebbe essere letto in tutte le classi, anche a discapito di un'ora di latino o di matematica perchè, purtroppo,  la società attuale grida disperata. Ha bisogno di aiuto non di silenzio. Basta silenzi! E' il momento di gridare, è il momento di alzare la voce, sbattere i pugni sul tavolo e fermare tutto. C'è bisogno di ragazze come le Nowhere girls in ogni scuola di ogni città del mondo, c'è bisogno di ragazze coraggiose che si uniscono e che, con le loro voci, scuotano le pareti delle loro scuole, le loro città e tutta la società. Quella società marcia dall'interno ma perfetta all'esterno, quella fatta di bei ragazzi che nascondono il cuore di bestie e belle ragazze che ne sono vittime silenziose. E ancora silenzio. Basta silenzio perchè non è che se una ragazza indossa una minigonna voglia dire "stuprami. Fai di me ciò che vuoi"! Una ragazza con la minigonna è una ragazza, non è una minigonna che la trasforma in una cosa.

Le Nowhere Girls urlano, gridano ed io vorrei sentire le loro urla anche qui nella mia città che è avvolta nel silenzio. Si, perchè io ho una bimba piccola che cresce ed sono atterrita dal mondo che erediterà, dalla società in cui vivrà. Io sono davvero atterrita dal futuro in cui potrebbe vivere mia figlia e voglio urlare e combattere, voglio sentire le urla delle ragazze di oggi che saranno le mamme di domani. Voglio che le ragazze insorgano e che questa società di silenzi diventi una società di parole e di persone, non di cose.

Amy Reed ha scritto una storia che è un manifesto, una storia che sa di realtà, una storia che disgusta profondamente ma che non bisogna avere paura di leggere. Fate un favore a voi stessi e leggete questo libro, non chiudete gli occhi, non giratevi dall'altra parte. Non fatevi inghiottire dai "tanto non cambierà mai niente" perchè non è vero, deve essere ciascuno di noi a crederci! Mamme, ragazze, professoresse, professori, presidi tutti ascoltate le Nowhere Girls. Gridate, urlate, battete i pugni sul tavolo anche voi perchè il cambiamento è possibile. Ora. Io urlerò e combatterò perchè mia figlia viva in una società migliore. Professori, genitori, leggete e fate leggere ai vostri ragazzi Nowhere girls, io lo conserverò in libreria per mia figlia nella speranza che, da qui ai prossimi tredici anni, possa apparire anacronistico e che non trasudi più realtà ad ogni pagina.
Perché le ragazze sono inarrestabili
Sono un esercito
Sono un corpo unico
Bene heartreaders questo era tutto ma, in realtà, non vorrei mai fare scendere il sipario su un argomento talmente importante come quello trattato in questo libro. Non vi nascondo che vorrei che mi diceste che lo leggerete, o che lo abbiate già fatto, perchè davvero vorrei con tutto il cuore che il grido delle Nowhere girls non rimanesse inascoltato o addirittura dimenticato! Leggete Nowhere Girls heartreaders mi raccomando, consigliatelo, parlatene anche voi.. basta silenzio! Io vi aspetto nei commenti heartreaders...

Prima di salutarvi e darvi appuntamento a martedì auguro a tutti voi buona Pasqua, 
che sia ricca di serenità, gioia, sorrisi e ... 
tante uova di cioccolato! 
A martedì!



L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

40 commenti:

  1. Recensione meravigliosa come sempre, Ely. :)
    Come ti avevo già scritto, me lo regalerò in inglese per il mio compleanno.

    RispondiElimina
  2. Ero curiosissima di leggere il tuo parere su questo libro e adesso sono più che convinta che devo leggere questa storia.
    Auguroni carissima Ely <3 <3

    RispondiElimina
  3. Mi fa piacere che ti sia piaciuto, a me è arrivato proprio oggi e non vedono l'ora di leggerlo *O*

    RispondiElimina
  4. Molto bella questa recensione, il libro merita, ne parlano tutti benissimo. Buona Pasqua anche a te :)

    RispondiElimina
  5. Il libro era già in wishlist, con la tua recensione è balzato in cima! Bella bella!
    Chiara :)

    RispondiElimina
  6. il titolo e la sinossi non mi avevano convinto pensavo banalizzasse certi argomenti, ma alla tua recensione è finito nella lista dei desideri

    RispondiElimina
  7. Che bello rileggerti, Ely! Ogni volta che torno operativo sul blog corro da te a leggere le ultime recensioni e riesci sempre ad arricchire la mia WL di splendide letture! Buona Pasqua anche a te<3

    RispondiElimina
  8. "Nowhere Girls" è uno di quei libri che sto vedendo ovunque, ultimamente, ma, non s o perché, non mi attrae particolarmente.

    RispondiElimina
  9. Wow recensione stupenda, avevo già adocchiato questo titolo, lo metterò in WL 😘

    RispondiElimina
  10. Ciao Ely! Lo avevo già adocchiato ma non sapevo bene cosa aspettarmi, però la tua recensione entusiasta e bellissima mi ha assolutamente convinta, è già in wishlist <3

    RispondiElimina
  11. Bella la recensione! Non avevo idea potesse essere un libro del genere ma mi piace! È una sorpresa e me lo segno! Anche perché non si parla mai troppo spesso di certi argomenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, di certi argomenti non si parla davvero mai abbastanza!

      Elimina
  12. Interessante, il tema è forte ma mi hai convinto con la tua recensione!! Anche questo romanzo finisce nella mia lista!! Stefania

    RispondiElimina
  13. Bellissima recensione, ho il libro in lista e non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sere! <3 Sono curiosissima di conoscere il tuo parere allora ^^

      Elimina
  14. Io l'ho scritto per me dovrebbe essere una di quelle letture obbligatorie insieme a Tredici da fare nelle scuole... Bella recensione complimenti ;-)

    RispondiElimina
  15. che bellissima recensione!!!! io mi ero solo soffermata alla cover senza convincermi troppo... ora invece è già sul carrello di amazon e sicuro lo leggerò a breve. Dalle tue parole si capisce che è un libro molto intenso e non voglio perderlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si, affronta un tema sul quale non vorrei assolutamente si fermasse il dibattito, è davvero troppo importante!

      Elimina
  16. Bellissimo, istruttivo e da far leggere. Vorrei che venisse proposto nelle scuole :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Lo leggerò! E complimenti per il blog, è bellissimo e ben amministrato! <3

    RispondiElimina
  18. Recensione bellissima, io che l'ho letto mi ritrovo in tutto ciò che hai detto. Libro strepitoso!

    RispondiElimina
  19. Questo libro mi incuriosisce davvero tanto. Spero di leggerlo a breve!

    RispondiElimina
  20. E' in WL dalla sua uscita e spero di leggerlo presto =)!

    RispondiElimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!