venerdì 29 giugno 2018

Domino Letterario - Recensione: "Le tre Bronte" di May Sinclair

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
oggi chiudiamo la settimana librosa con un libro che ha rubato un pezzo del mio cuore :"Le tre Bronte", uno dei migliori saggi (a mio avviso) scritti sulle celeberrime sorelle Bronte.

La mia recensione di oggi segna anche il ritorno nel Regno dei Libri dell'appuntamento con il Domino Letterario. Come penso già sappiate, il Domino letterario nasce da un'idea di Clarissa, admin del blog Questione di Libri, è una rubrica a cadenza mensile in cui i blog, che nel suddetto mese hanno deciso di aderirvi, pubblicano la recensione di un libro scelto in relazione proprio a quelli indicati dagli altri blogger partecipanti. Come vere e proprie tessere di un domino, dunque, le nostre recensioni si intersecano, spetta a voi incastrale e trovarle tutte e, per questo, eccovi il calendario mensile dell'evento:


Quest'oggi la mia tessera si collega a quella del blog Reading in the T.A.R.D.I.S.  per genere di appartenenza. Pronti a a parlare de "Le tre Bronte"?


Le tre Bronte

May Sinclair


💝💝💝💝💝

Editore: Liguori
Prezzo: Rigido 16,49€
Pagine: 212
Serie: Autoconclusivo
Genere: Saggio

Trama: Esempio di un modo nuovo di fare biografie, questa monografia delle Bronte che l'autrice scrive nel 1912 insegue e tesse un effetto: "un effetto di unità, di consonanza, di profonda e tragica armonia", che è dettato innanzitutto dal luogo biografico, un angolo dello Yorkshire, che agisce sulle Bronte con la fatalità di un destino poetico. May Sinclair coglie tutta la novità delle Bronte: la nascita di una mistica della passione femminile; la forte coscienza della diseguaglianza dei sessi presente con tutto il suo carico di dolore nei romanzi di Charlotte, ma che non manca neppure in quelli di Anne; la prosa superba di Emily rispetto alle insufficienze della vita..


Recensione


Considero Le tre Bronte una vera e propria pietra miliare per chi voglia conoscere un po' meglio le celeberrime Charlotte, Emily ed Anne, ovvero le straordinarie sorelle Bronte.

Ho sempre nutrito non solo ammirazione ma un vero e proprio affetto sincero per queste ragazze dall'animo così forte ma, allo stesso tempo, delicato che trabocca da ogni loro pagina. Tre sorelle che vissero, amarono e scrissero nel cuore della brughiera di Haworth, Yorkshire, ma il cui spirito si elevò ben al di sopra.

Charlotte, Emily ed Anne sono solo tre dei sei figli di Maria Branwell e del Reverendo Patrick Bronte, trasferitisi nella Canonica di Haworth dall'originaria Irlanda. Il cognome della famiglia era infatti O'Prunty, cambiato in Bronte dallo stesso Reverendo, in omaggio allo stimato Ammiraglio Nelson,  per celare le origini irlandesi.

Le primogenite della coppia (Maria ed Elizabeth), insieme alla madre, morirono poco dopo il trasferimento ad Haworth , lasciando le tre piccole Bronte ed il fratello Branwell alle cure del padre e della zia materna trasferitasi anch'essa ad Haworth per aiutare il cognato.


giovedì 28 giugno 2018

"Disney in BookLand"di Susy ed Ely

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
vi avevo promesso una settimana librosa davvero piena nel Regno dei Libri e quindi eccomi qui a tenervi compagnia anche quest'oggi con uno degli appuntamenti più amati del mese. Di quale rubrica sto parlando? Beh, di quella che unisce due grandissime passioni, anzi tre: le fiabe, il mondo Disney ed i libri. Eh già, nonostante non sia proprio l'ultimo lunedì del mese, io e Susy oggi vi proponiamo l'appuntamento di Giugno della nostra amatissima rubrica Disney in Bookland:

"Disney in BookLand di Susy ed Ely" è la rubrica inventata da me e Susy, admin del bellissimo Blog I miei Magici Mondi, in cui, a cadenza mensile, associamo ad un personaggio tratto da un film Disney il personaggio di un libro che abbiamo letto, desiderando che anche voi ci scriviate se condividete le nostre scelte o se invece voi avreste preferito associare il personaggio disney del mese con quello di un altro libro.

Anche questo mese siete stati proprio voi, attraverso l'apposito sondaggio, a scegliere il personaggio disneyano a cui io e Susy abbiamo recapitato il nostro invito. Pronti a scoprire chi stiamo per incontrare? 

Bene, diamo quindi il benvenuto a ...

Jasmine



Jasmine è la coraggiosa ed affascinante protagonista femminile del celeberrimo classico Disney Aladdin, chi non la ricorda, d'altronde? Bellissima, coraggiosa, audace ma rinchiusa nella sua prigione dorata. Unica figlia del Sultano, deve necessariamente trovare marito degno e titolato per regnare sul suo popolo. La ragazza, con coraggio ed astuzia, conosciuto l'amore della sua vita ("lo straccione"  più affascinante del mondo Disney), saprà sfidare e vincere le tradizioni, le antiche leggi e soprattutto il perfido Gran Visir, Jafar, che attenterà al Regno cercando di diventare egli stesso Sultano.

martedì 26 giugno 2018

Review Pary - Recensione: "Ogni nostro segreto" di Katie McGarry

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
la settimana che si è giusto aperta ieri sarà abbastanza piena, come vi avevo d'altra parte già annunciato, mettiamoci quindi all'opera ed andiamo subito a scoprire a quale lettura è dedicata questa giornata, che ne dite?

In occasione dell'attesissimo release, ho il grande piacere di parlarvi in anteprima di uno degli young adult più desiderati e bramati di sempre, sto parlando di "Ogni nostro segreto" di Katie McGarry che conclude la fortunatissima serie iniziata anni fa con l'acclamatissimo "Oltre i limiti".

Grazie alla mia carissima amica Susy che mi ha coinvolta anche questa volta e mi ha voluto con sè in questa avventura, la mia recensione si inserisce all'interno del Review party che ha organizzato, la ringrazio quindi per avermi coinvolta ed incoraggiata a leggere questa autrice, così come ovviamente ringrazio la DeA per l'invio di una copia digitale del romanzo in anteprima. 



Ogni nostro segreto

Katie McGarry


💝💝💝💝

Editore: De Agostini
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 6,99
Pagine: 470
Serie: Pushing the limits #5
Genere: Young Adult

Trama: Ribelle e indipendente, Abby lascia entrare solo pochissime persone nella sua vita. Non si fida di nessuno. E non è disposta a cedere all’amore. Mai. Per nessun motivo al mondo. Perché quello che fa per raccimolare spiccioli è un lavoro troppo pericoloso. Un lavoro di cui non va fiera, ma che - per via di suo padre e del doloroso segreto che entrambi custodiscono - non può abbandonare. Nei sobborghi di Louisville, Abby spaccia droga e ogni giorno si convince che non c'è altra scelta per lei, e che non le importa di niente e di nessuno. Ma a Logan importa di lei. Logan. Il ragazzo bello e dannato che farebbe di tutto per essere più di un amico per Abby. Eppure, quanto più i due si avvicinano, tanto più una fitta coltre di segreti li allontana. Segreti che, se svelati, potrebbero mettere fine a quel che sta nascendo tra loro..


Recensione


Ogni nostro segreto è il quinto e conclusivo capitolo della fortunatissima serie young adult che ha reso famosa Katie McGarry, Pushing the limits. I libri che compongono questa serie hanno come protagoniste coppie diverse, possono quindi essere letti singolarmente anche se, in ciascuna di queste storie, fanno la loro comparsa, come personaggi secondari, vecchi protagonisti. Tutti questi ragazzi sono infatti amici, tutti loro non hanno avuto una vita semplice ma, con tanto coraggio e  voglia di rinascita, lottano ogni giorno per ritornare in carreggiata e realizzare i propri sogni.

Abby era una spacciatrice. Io una bomba a orologeria. Nessuno di noi era stabile o affidabile. Eravamo come tsunami di benzina diretti a una centrale nucleare, e giocare col fuoco continuava a piacerci. Non aveva senso. Non che dovesse averne per forza.


I protagonisti di questo ultimo capitolo sono Abby e Logan. Abby è la figlia di Mozart, uno dei più grandi spacciatori e, purtroppo, anche se ha sempre cercato di non farsi prendere la mano da questa attività, ne ha bisogno per sbarcare il lunario e, visto anche il nome che porta, giorno dopo giorno le verrà sempre più difficile non farsi risucchiare da questa vita. Abby è una tipa tosta, una che non fa avvicinare nessuno al suo cuore, una che crede di poter fare a meno di tutti, in special modo dell'amore. 

Mentre leggo, non sono solita attribuire un volto proveniente dai film/telefilm ai protagonisti, qualche volta mi è successo, è vero, ma raramente. Questa volta è stato diverso perchè, appena "conosciuta" Abby, un volto mi è saltato in mente e mi ha accompagnata per tutta la lettura. Sto parlando di  Olivia Wilde, oggi apprezzatissima star di Hollywood ma che io ricordo anche e soprattutto nei panni di Alex Kelly, una delle guest star più badass di The OC, per me Abby ha proprio il volto di Olivia Wilde, io l'ho immaginata proprio così!

lunedì 25 giugno 2018

Gruppo di lettura: "Il cavaliere d'inverno" di Paullina Simons (recensione e considerazioni finali)

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
avete visto il titolo del post di oggi? Eh si, il protagonista del giorno è proprio il mio amato cavaliere d'inverno e non credo possa esserci per me un modo migliore per iniziare la settimana con il piede giusto se non parlando dei miei amatissimi Tatiana ed Alexander! Arrivata la fine di Giugno, termina infatti la lettura di gruppo organizzata da me dalla mia carissima amica Susy (I miei magici mondi) incentrata su quello che è (oramai lo sanno anche i sassi) il libro del mio cuore: Il cavaliere d'inverno di Paullina Simons.



Per me (sapete già anche questo) si è trattato di una rilettura (la miliardesima, anche se è sempre come se fosse la prima volta), mentre per Susy è stato il primo "incontro" con Tatia e Shura. Siete curiosi di sapere se il capolavoro della Simons sia piaciuto anche a lei? Io vi confesso di aver dato una sbirciatina in anteprima alla sua recensione e credo sia meravigliosa, quindi non perdetevela (QUI), mi raccomando!

La mia recensione invece è online da ben due anni e, se ve la foste persi, la trovate QUI. Inutile dire però che nessuna dichiarazione d'amore per me basterebbe per descrivere quante emozioni il capolavoro della Simons mi abbia regalato. Adesso so che forse non riuscirò a raccontarvela mai abbastanza bene, il mio invito è sempre lo stesso quindi, ovvero quello di vivere questa storia con tutto il cuore.

venerdì 22 giugno 2018

Recensione: "Ink" di Alice Broadway

Buondì a tutti heartreaders,
è andata bene la settimana? Per festeggiare il quasi inizio del tanto atteso weekend, vi propongo la mia recensione di un libro che ho tanto velocemente divorato quanto adorato. Curiosi di scoprire di quale recentissima pubblicazione sto parlando? Rullo di tamburi ...... oggi parliamo di: Ink di Alice Broadway, edito dalla Rizzoli ed approdato in libreria lo scorso 12 Giugno

Avete presente l'impareggiabile sensazione di quando una storia vi rapisce a tal punto che quasi quasi vi trovate a "parlare" nella vostra testa con l'autrice dicendole "sorella, ma cosa ti sei andata ad inventare, wow"! Va bene, non siete tutti strani come me magari. A me comunque è successo, l'ho detto, lo dico e lo ribadisco: chapeau Alice, brava davvero!

Iniziamo comunque subito a parlarne dettagliatamente heartreaders, prima vorrei solo ringraziare di cuore la Rizzoli per la copia cartacea del romanzo inviatami.


Ink

Alice Broadway


💝💝💝💝1/2

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 18,00€ Ebook 8,99
Pagine: 375
Serie: Skin Series #1
Genere: Distopia, Young Adult

Trama: Immagina un mondo in cui ogni tua azione, ogni evento della tua vita ti viene tatuato sulla pelle, perché tutti lo possano vedere. Immagina se avessi qualcosa da nascondere... Non ci sono segreti a Saintstone: dall'istante in cui si nasce, successi e fallimenti vengono tatuati sulla pelle, così che tutti possano vederli e giudicarti, come un libro aperto. E proprio un libro i morti diventano: la pelle viene asportata, rilegata e consegnata ai familiari, come antidoto all'oblio che è ancora più temibile della morte. A patto che le pagine della vita superino il giudizio del consiglio: in caso contrario il libro viene gettato alle fiamme, e con lui il ricordo di un'intera vita. Quando l'amato papà muore, Leora, sedici anni, è convinta che il giudizio su di lui sarà pura formalità, e invece si rende conto che l'uomo nascondeva dei segreti, ma che di segreti ne cela anche il Consiglio....


Recensione


Ink è il primo romanzo dell'omonima trilogia che sta spopolando in tutto il mondo. La Rizzoli non solo l'ha portato in Italia (grazie!) ma ha anche scelto di mantenere la meravigliosa cover (doppiamente grazie!), una cover che non potrà non farvi innamorare al primo sguardo. Non so se in video si noti chiaramente ma quell'arancio che vedete, dal vivo, è luminosissimo, come i riflessi del sole al tramonto, volendo cedere alla vena poetica. In una parola? Elegante. Ok, forse non mi basta una sola parola. Permettetemi di aggiungere anche "raffinata", si. Un'edizione questa che di certo metterò con piacere in bella mostra in libreria, poco ma sicuro.

Al di là di una cover magnetica e di prestigio, l'edizione è curata nei minimi dettagli, del resto io adoro le edizioni cartonate Rizzoli proprio per l'attenzione ai dettagli, non avevo quindi dubbi che così sarebbe stato anche per Ink.


Ciò che ha scardinato ogni più piccola perplessità io potessi mai avere è stata la trama. Leora vive in una società che trae le fondamenta da un'antichissima favola che racconta della Strega Bianca e di sua sorella, divenuta Principessa, la cui pelle è magicamente marchiata da incredibili tatuaggi che ripercorrono le tappe della sua vita. Fiabe, tatuaggi, streghe ed una società distopica affascinante. Potevo resistere? No, decisamente no.

martedì 19 giugno 2018

Baby Book - Doppia Recensione:"Le mie prime 100 parole" + "Il libro delle lettere"

Buongiorno a tutti carissimi miei heartreaders,
oggi ho il piacere di ritornare a proporvi la mia amatissima rubrica dedicata all'infanzia: Baby Book con la quale mi rivolgo ai baby lettori, alle mamme, ai papà, nonne, ziee, cugine o baby sitter che siano. Oggi in particolare vi parlo di due bellissime e curatissime edizioni destinate ai più piccini: "Le mie prime 100 parole" e "Il libro delle lettere" per le cui copie io e la mia Principessa ringraziamo la Fabbri Editori.



Il primo libro sul quale accendiamo i riflettori è "Le mie prime 100 parole", destinato ai baby lettori dai 3 anni in su:


Le mie prime 100 parole

AA.VV


💝💝💝💝💝

Editore: Fabbri Editori
Prezzo: Rigido 16,90
Pagine: 16
Serie: Autoconclusivo
Genere: Bambini

Trama: Il libro delle prime parole è un grande classico. In questo volume la tradizionale formula illustrata si coniuga al divertimento delle alette da sollevare, che aiutano la memoria e il divertimento. Le illustrazioni, pensate per i più piccoli, sono concepite proprio per catturarne al massimo l'attenzione. 

Recensione


"Le mie prime 100 parole" è un libro "gioca/impara" davvero imperdibile, un vero e proprio must che ogni baby lettore dovrebbe avere nella sua baby libreria. Se mi state leggendo, come me, amate i libri con tutto il cuore, se siete mamme (o volete diventarlo un giorno) so che, come me, vorreste che anche i vostri bimbi diventassero degli appassionati lettori e, fidatevi, se vi dico che non c'è davvero modo migliore per iniziare a costruire la libreria dei vostri bimbi se non con questa curatissima edizione.


Le mie prime 100 parole si presenta in un'edizione coloratissima, accattivante e maneggevole. Gli angoli smussati, le pagine robuste e cartonate, nonchè il formato maxi, fanno di questa un'edizione maneggevole e super sicura. 

giovedì 14 giugno 2018

Recensione in Anteprima: "Per lanciarsi dalle stelle" di Chiara Parenti

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
in occasione del release oggi vi propongo la recensione in anteprima di un libro che ho divorato in due giorni, un libro di cui mi sono innamorata a prima vista grazie alla bellissima cover e che ha saputo lasciarmi senza fiato! Curiosi di sapere a quale nuova pubblicazione io stia facendo la mia dichiarazione d'amore? Facilissimo! Stamattina miei occhi si sono trasformati in due cuoricini grazie a "Per lanciarsi dalle stelle", il nuovo romanzo di Chiara Parenti che approda in libreria, per Garzanti, proprio oggi 14 Giugno.




Prima di iniziare a parlare più approfonditamente di questa bellissima lettura, ricca di emozioni, voglio ringraziare però la CE per la copia digitale del romanzo inviatami. Detto questo, pronti a parlare di "Per lanciarsi dalle stelle"?



Per lanciarsi dalle stelle

Chiara Parenti


💝💝💝💝💝

Editore: Garzanti
Prezzo: Rigido 16,00€ Ebook 9,99
Pagine: 320
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa

Trama: «Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre». Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di partire e di sparire dalla sua vita. Sole non smette di guardare quel foglio perché, per lei, non c'è nulla di più difficile che superare le proprie paure. Quando non c'è nulla da rischiare, è tutto più facile. Per questo ha preferito un lavoro sicuro al sogno di laurearsi e non ha mai dato il primo bacio, perché è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Adesso, però, Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per cento giorni affronta una piccola paura dopo l'altra, dal salire sulle montagne russe al dormire in un bosco sotto le stelle, dal fare un viaggio da sola a Parigi a lanciarsi con il paracadute. Giorno dopo giorno scopre il piacere dell'imprevisto e dell'adrenalina che fa battere il cuore. Accanto a lei c'è Asia, una timida adolescente. Rivedendosi in lei, Sole prova a smontare tutti i tasselli della sua insicurezza per insegnarle quello che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, magnifico istante di coraggio per lasciarsi andare. E, per dimostrarlo, è pronta a vivere il suo timore più grande: confessarsi al ragazzo di cui è innamorata da sempre. La prova più difficile. Perché anche per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco..



Recensione


Per prima cosa, heartreaders, vi va di essere schietti e sinceri ed ammettere insieme a me che la cover di un libro è un biglietto da visita importantissimo? Una bella cover attrae e, diciamocelo, a volte costituisce anche il motivo principale (frivolo magari, è vero, non lo nego) che ci spinge all'acquisto di un libro. Un libro di un'autrice/autore che amo lo compro anche se ha una brutta cover, è ovvio, ma, se devo lanciarmi nel vuoto, una bella cover aiuta e facilita la scelta, lo ammetto. Anche l'occhio vuole la sua parte, non è così che si dice? Ebbene, io ho fortemente voluto leggere "Per lanciarsi dalle stelle" principalmente perchè la sua cover la trovo meravigliosa e magnetica.

Poi ovviamente c'è anche il fattore da tenere ugualmente in primo piano che la Parenti è una delle autrici contemporanee più acclamate del made in Italy. Insomma, potevo mai resistere al connubio? Mettiamoci poi che, come in molti credo già sappiate, questo 2018 mi sono ripromessa debba essere l'anno dei "nuovi incontri letterari", perchè negli anni passati mi sono lasciata indietro alcuni autori che non ho letto per la pigrizia di non voler "rischiare" facendo nuove "conoscenze". E voilat, direi che avete proprio ben compreso che non potevo assolutamente non fiondarmi su "Per lanciarsi dalle stelle".

A lettura conclusa, posso dire in tutta onestà che ho perso solo tempo non leggendo i romanzi della Parenti e che sarebbe stato un vero peccato non concedermi le meravigliose ed emozionanti pagine del suo nuovo "Per lanciarsi dalle stelle".


martedì 12 giugno 2018

Review Party - Recensione: "L'amore nella fila 27" di Eithne Shortall

Buon martedì cari miei heartreaders,
è iniziato bene questo secondo giorno della settimana? Qui le letture vanno bene devo dire, nonostante il caldo sia sempre più estivo. Anche lì da voi è già arrivata l'estate? In pieno clima da granite e gelati, oggi ho il piacere di parlarvi di una lettura che potrebbe essere una valida opzione per la vostra TBR delle vacanze. Sto parlando de "L'amore nella fila 27" di  Eithne Shortall che approda in libreria, grazie alla DeA Planeta, proprio da oggi 12 Giugno.


In occasione del Review Party, oggi vi propongo la mia recensione in anteprima ma, prima di raccontarvi per bene di cosa mi abbia lasciato questa lettura, vorrei ringraziare Susy che ha organizzato l'evento e che ha voluto coinvolgermi, BookCreativa che ne ha curato la bellissima grafica e la DeA Planeta per la copia digitale del romanzo in omaggio.


L'amore nella fila 27

Eithne Shortall


💝💝💝

Editore: Dea Planeta
Prezzo: Rigido 16,00€ Ebook 7,99
Pagine: 383
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa

Trama: Chi non hai mai fantasticato, almeno una volta, di trovare l’amore ad alta quota? Di prendere posto, allacciare le cinture, e alzare lo sguardo per scoprire che sul sedile accanto siede la sua anima gemella? Cora Hendricks è così: un’inguaribile romantica. Convinta che un cuore in transito sia naturalmente più esposto alle frecce di Cupido, e che, complice il sorriso di una hostess e il magico potere del destino, anche un caffè brodoso possa trasformarsi nel migliore afrodisiaco. A quasi trent’anni, Cora abita a Londra e lavora come impiegata per una piccola compagnia aerea. Dopo l’ultima, devastante delusione amorosa – un berlinese di nome Friedrich – si impegna a favorire incontri romantici tra i passeggeri che, ignari, si presentano al banco del check-in, affidandosi solo a internet e alla propria intuizione per fare in modo che i candidati più compatibili si ritrovino a sedere vicini. Dove? Nella fila 27, naturalmente: il minuscolo laboratorio amoroso nel quale Cora, con la complicità di una collega, insegue con ostinazione la formula della felicità altrui. È un campionario umano vasto e variegato quello che passa dai sedili della fila 27: per una scintilla che scocca e una relazione che prende quota, un’altra precipita senza paracadute. Ma anche il Cupido più incallito prima o poi abbassa la guardia, e non è detto che per Cora non si avvicini il momento di riporre il tavolinetto, raddrizzare lo schienale e affrontare il viaggio più romantico (e turbolento) di sempre: l’unico che non contempla misure di sicurezza..



Recensione


L'amore nella fila 27 è stata una lettura leggera che ricorderò con piacere in futuro per l'originale idea dalla quale trae origine. Cora, la protagonista della storia, è quella che si dice comunemente un'hostess di terra. Con una circolare interna, per un anno, la compagnia aerea per cui lavora Cora ha sospeso i check in telematici, l'esperimento durerà solo per un periodo di tempo limitato quindi ma, così facendo, si cercherà di risolvere i problemi di sicurezza intervenuti con sempre più preoccupante frequenza. Un ritorno indietro di qualche decennio quindi, a quando i computer non avevano ancora preso il sopravvento, a quando erano le hostess a vagliare e controllare ogni singolo documento e, dunque, ad assegnare i posti sugli arei ai passeggeri. Complice la circolare, Cora inizierà quindi quello che all'inizio sembrerà un gioco ma che ben presto le prenderà la mano, fino quasi a sfuggirle. 

A Cora piaceva pensare che il suo ruolo di Cupido dei cieli fosse la sintesi delle sue qualità migliori: immaginazione, romanticismo, un vivo interesse per le persone. Sì, certo, poteva anche essere considerato il passatempo di una ficcanaso, ma per il momento nessuno l’aveva ancora accusata di questo. Almeno, non apertamente.


Cora ha sempre amato l'amore in generale e formare le coppie in particolare. Ha sempre amato cioè giocare il ruolo di Cupido fin da bambina. Complice una vita non proprio facile ed un passato che stenta a dimenticare, Cora si metterà presto in testa di cercare potenziali coppie fra i passeggeri che incontrerà facendo loro il check  Come darà una mano al destino? Semplice, li farà sedere l'uno accanto, nella fila 27 precisamente. Complice un'amica, che dall'aereo la terrà costantemente informata, molte saranno le coppie formate dalla nostra (non infallibile) Cupido. 

lunedì 11 giugno 2018

Blog Tour - Recensione: "Dimmi che ti ricorderai di me" di Katie McGarry

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
buon inizio di settimana! Andato bene il weekend? Qui anche se il calendario non ha ancora annunciato l'estate, il meteo lo ha fatto eccome, infatti le temperature sono già altissime! Ma le mezze stagioni? No eh? Sono fuori moda, ma si, snobbiamole dai!

Il caldo già torrido non rallenta però le letture, state tranquilli, infatti, oltre ad averne molte in programma, quelle appena terminate mi hanno regalato tantissime gioie, come quella di cui parliamo oggi che mi ha fatto scoprire una nuova autrice di cui voglio assolutamente recuperare i precedenti romanzi. Oggi parliamo infatti di un romanzo che ha saputo conquistarmi: "Dimmi che non mi dimenticherai", il nuovo young adult firmato da Katy McGarry.




Lo scorso lunedì vi avevo già presentato questo romanzo (QUI il mio post) dando il via al blog tour organizzato da Susy che ringrazio ancora per avermi voluta con sè in questo bellissimo evento.

Oggi, a conclusione del blog tour, insieme alle care amiche blogger che partecipano con me all'evento, vi proponiamo le nostre recensioni che vi consiglio di non perdere! In fondo al post troverete, ancora una volta, il calendario dell'evento per ricordarvi i nomi dei blog partecipanti in modo da recuperare anche le eventuali tappe rimaste indietro, così avrete di certo un quadro ancora più completo del romanzo.

Ma adesso siete pronti a scoprire cosa ne penso io di "Dimmi che ti ricorderai di me"? di Katie McGarry?


Dimmi che ti ricorderai di me

Katie McGarry


💝💝💝💝 1/2

Editore: Harper Collins Italia
Prezzo: Rigido 16,90€ Ebook 6,99
Pagine: 480
Serie: Autoconclusivo
Genere: Young Adult

Trama: Quando Hendrix è finito in carcere per un crimine che non ha commesso, per un po' ha pensato che la sua vita fosse arrivata al capolinea. Poi è stato inserito in un ambizioso programma di riabilitazione, fiore all'occhiello del governatore del Kentucky, e si è reso conto subito che quella era la sua unica possibilità di rimettersi in riga. Ora, finalmente libero, ha tutte le intenzioni di rimboccarsi le maniche e lavorare sodo per costruirsi una vita. Ellison, invece, ha un'esistenza privilegiata: essere figlia del governatore le apre tutte le porte, anche se a volte le aspettative paterne e le pressioni a cui è sottoposta sono dure da mandar giù. A lei piacerebbe seguire le proprie inclinazioni e andare avanti per la propria strada, ovunque porti. Elle e Drix vivono realtà completamente diverse, eppure, quando le loro strade si incrociano, è subito chiaro a entrambi che tra loro c'è qualcosa di molto speciale. Ma è altrettanto evidente che ci sono anche parecchi problemi, perché Drix non è il tipo di ragazzo che il governatore ha in mente per la figlia, ed Elle non è il genere di ragazza che potrebbe capire la vita incasinata di Drix. Certo, l'amore potrebbe infrangere qualunque barriera... se solo avessero il coraggio di lottare contro una società che non vuole vederli insieme...


Recensione


"Dimmi che ti ricorderai di me" ha segnato il mio primo incontro con Katie McGarry, un'autrice di cui sentivo parlare da tempo e sempre in toni davvero entusiasti. Come sapete, lo scorso gennaio, mi sono ripromessa che il 2018 sarebbe stato l'anno in cui finalmente mi sarei dedicata a quelle autrici di cui ho tanto sentito parlare ma che mi sono lasciata indietro per mancanza di tempo o per la pigrizia di non voler fare "nuove conoscenze". Ebbene, complice la mia cara amica Susy (grazie!!!) ho finalmente letto qualcosa di Katie McGarry e devo dire che sono assolutamente colpita dalla fluidità del suo stile.


Dimmi che ti ricorderai di me si è rivelato uno young adult davvero imperdibile per gli amanti del genere ma credo che sia perfetto anche per chi si approccia solo oggi allo young adult. Come sapete, nonostante la mia età anagrafica non proprio ancora teen, adoro questo genere letterario, da una parte mi fa ricordare un po' di belle cosette e, dall'altro lato, ora che ho la mia Principessa, spero non mi farà dimenticare come ci si sente da ragazzi, così da mettere in pratica quella maxi dose di empatia che ho sempre detto di avere quando la mia bimba sarà una teenager (brividi!), inutile dirvi quindi che considero Dimmi che ti ricorderai di me una lettura perfetta sia per un pubblico teen che non. Ma andiamo con ordine.

venerdì 8 giugno 2018

Recensione: "Eleanor Oliphant sta benissimo" di Gail Honeyman

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
il libro di cui stiamo per parlare ho finito di leggerlo già da qualche giorno, ho avuto bisogno di un po' di tempo per metabolizzarlo perchè è stata una lettura che ho dovuto meditare a lungo. Ho desiderato leggere "Eleanor Oliphant sta benissimo", l'esordio di Gail Honeyman, appena ne ho visto la cover. Mi ha attratta. Non la capivo del tutto, c'era essenzialità ma anche qualcosa di più. Quei fiammiferi sono stati al centro delle mie congetture per un po'. E poi ho capito, tutto è divenuto chiaro e mi sono detta "è perfetta".

Come tutto il libro del resto. Pronti a parlarne più approfonditamente? Io si, prima di farlo, voglio solo ringraziare la Garzanti per la copia digitale in omaggio. 


Eleanor Oliphant sta benissimo

Gail Honeyman


💝💝💝💝💝

Editore: Garzanti
Prezzo: Rigido 17,90 € Ebook --,--
Pagine: 352
Serie: Autoconclusivo
Genere: Narrativa

Trama: Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo. Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno alla mia scrivania e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene. Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto. E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo. O così credevo, fino a oggi. Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E questo ha cambiato ogni cosa. D’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene. Anzi: benissimo..


"Eleanor Oliphant sta benissimo" sono certa si rivelerà uno dei più sorprendenti esordi letterari di questo 2018. Di sicuro, complice del suo successo sarà anche l'adattamento cinematografico presto prodotto dalla nuova casa di produzione di Reese Wihiterspoon la quale presterà il volto ad Eleanor. L'adattamento cinematografico a 5 stelle sarà però soltanto la ciliegina sulla torta, perchè, già di per sè, Eleanor Oliphant merita tutti gli elogi che sta raccogliendo e molti di più.

Eccomi qui. Capelli lunghi, lisci, castano chiaro, che mi scendono giù fino alla vita, pelle chiara, il volto un palinsesto di fuoco. Un naso troppo piccolo e occhi troppo grandi. Orecchie: niente di eccezionale. Altezza più o meno nella media, peso approssivativamente nella media. Aspiro alla medietà... Sono stata al centro di fin troppa attenzione in vita mia. Ignoratemi, passate oltre, non c'è nulla da vedere qui.

Eleanor Oliphant sta benissimo è un romanzo che vi spiazzerà completamente già dai primi capitoli, un romanzo che farà vibrare le corde dei vostri sentimenti e che risveglierà la vostra parte più empatica.