mercoledì 7 novembre 2018

Blog Tour - Recensione: "L'istante perfetto" di Jay Asher

Buondì a tutti carissimi heartreaders,
come di consueto, la giornata librosa del Regno dei Libri inizia presto e lo fa alla grande, grazie alla recensione di uno dei romanzi che più ho amato nell'ultimo periodo e che si avvia ad essere uno dei libri che regalerò a più amici durante le prossime feste natalizie. Si, perchè dovete sapere che io amo molto regalare libri ai miei amici, soprattutto a Natale, e devo dire che L'istante perfetto sarà una scelta "sicura" per molti di loro.



Siete pronti a conoscere la mia opinione su questa dolcissima lettura? Bene! Oggi non sarò la sola a parlavi de L'istante perfetto perchè proprio stamattina, 7 Novembre, si conclude il lungo blog tour organizzato per festeggiare il release e che proprio io vi ho presentato lo scorso 30 ottobre (QUI la mia tappa).

Dopo avervi proposto molti approfondimenti che spero abbiate seguito con piacere (troverete il calendario dell'evento a fine post), oggi tutte noi partecipanti all'evento posteremo la nostra personale recensione di questo tenero romanzo, mi raccomando di non perderne nessuna!


Recensione



L'istante perfetto

Jay Asher


💝💝💝💝1/2

Editore: Mondadori
Prezzo: Rigido 17,00€ Ebook 8,99€
Pagine: 204
Serie: Autoconclusivo
Genere: Young Adult

Trama: Da quasi trent'anni la famiglia di Sierra coltiva "alberi di Natale" in un grande vivaio dell'Oregon. E ogni inverno si trasferisce per un mese in California per venderli. Sierra vive perciò due vite: una in Oregon e l'altra in California, ma solo per il periodo natalizio. Finché si trova lì si è ripromessa di non legarsi a nessun ragazzo, perché sarebbe doloroso poi, dopo solo un mese, doverlo lasciare. Ma quando incontra Caleb, tutto cambia. Certo, da quel che si dice in giro, non è proprio il fidanzato ideale. Pare infatti che, anni prima, abbia commesso un errore enorme, del quale sta continuando a pagare le conseguenze, fatte di ostilità, pregiudizi e isolamento. Ma a Sierra tutto questo non interessa. Anche se migliaia di pensieri le ronzano in testa minacciando di distoglierla dal momento magico che sta vivendo, forse vale la pena di chiudere gli occhi, lasciarsi andare e mandare al diavolo la logica. Dopo tutto, la logica non sa quello che desideri e che quello che conta, alla fine, è l'amore. Vero, puro, necessario. Come il loro...


Leggere L'istante perfetto è stata proprio una boccata d'aria fresca, si, perchè questo piccolo romanzo porta con sè la gioia del Natale, la dolcezza del primo amore e la tenerezza dell'adolescenza. Ma procediamo con ordine. Sierra è la protagonista di questa dolce storia ed è una ragazza come molte, tranne che per il fatto che i suoi genitori gestiscono un vivaio e che nel periodo natalizio tutta la sua famiglia si trasferisce per un mese in California per la vendita degli alberi di Natale. 

Sono davanti al tendone, ancora un po’ assonnata ma pronta a dare il benvenuto ai primi clienti dell’anno. Un padre e una figlia, che potrebbe avere sette anni, scendono dalla loro auto. Lui le posa una mano leggera sulla testa mentre già osserva gli alberi esposti. «Mi è sempre piaciuto questo profumo» dice l’uomo. La bambina fa un passo avanti, gli occhi pieni di dolce inno- cenza. «È profumo di Natale!» Già, profumo di Natale. È quello che dicono in molti non appena arrivano da noi, come se avessero aspettato di pronunciare quelle parole per tutto il tragitto.

Ormai per Sierra questa è ben più di una tradizione, per lei e la sua famiglia è proprio come se nel mese di Dicembre vivessero un'altra vita. Ecco perchè Sierra non ha mai partecipato al ballo natalizio della sua scuola, nè ha mai passato le vacanze invernali con le compagne di classe. 



A dicembre Sierra è come se vivesse un'altra vita: altra città, altra scuola, altri amici... nuovo amore? Forse.


Questa'anno però sembra ci siano un bel po' di cambiamenti. Si, perchè gli affari non vanno molto bene e forse la trasferta natalizia in California non è più così conveniente per l'attività di famiglia. Ecco che quindi fra un ultimo anno che sa di nostalgia e la voglia di sperimentare un Natale diverso, Sierra si ritrova con il cuore diviso a metà. Come sempre a dicembre del resto. Da una parte Sierra vorrebbe trascorrere il Natale con le sue compagne di classe ed amiche del cuore nell'Oregon, dall'altro sa bene che la sua migliore amica della California, Heather, ci resterebbe malissimo se non si facesse viva a Natale. Che fare? In realtà però nulla sembra dipendere da Sierra e la soluzione sarebbe quella di godersi questo ultimo anno senza pensieri ma non sarà un progetto facile da mettere in pratica. Eh no, perchè Cupido ci metterà lo zampino portando un ragazzo misterioso sulla strada di Sierra.

Se Sierra è riuscita a conquistarmi da subito, posso tranquillamente dire che Caleb, il protagonista maschile di questa storia, è riuscito ad attrarmi più che immediatamente heartreaders. Misterioso ed affascinante, Caleb non è il tipico eroe romantico ma ha davvero fascino da vendere.

Ogni volta che do a Caleb il beneficio del dubbio, lui se ne conferma degno. Ogni volta che mi schiero dalla sua parte, so di essere nel giusto. Ci sono mille ragioni per cui potrei gettare la spugna, ma ogni volta che non lo faccio, cresce la voglia di impegnarmi ancora di più per far sì che fra noi funzioni.

Sulla carta non sarà forse il fidanzato ideale perchè strani pettegolezzi si aggirano a scuola ma Sierra sarà capace di andare ben oltre le malelingue, fino a conoscere nel profondo questo carismatico bad boy che nasconde un cuore d'oro. Perchè Caleb continua a presentarsi al vivaio per comprare alberi di Natale? A chi sono destinati questi abeti? La risposta sarà ben più tenera di quello che potrete star pensando. Non vi svelerò oltre se non che la storia d'amore che vi faranno vivere Sierra e Caleb penso sia fra le più dolci e che non potrà non coinvolgere le romanticone come la sottoscritta.

Se mi seguite, sapete che questo è stato il mio primo "incontro libroso" con Jay Asher. Prima di oggi, conoscevo infatti Asher solo di fama per essere il "papà" del celeberrimo Tredici di cui ho visto la serie tv apprezzandola davvero tanto. L'istante perfetto racconta una storia davvero diversa, dolce e tenera, una storia in cui comunque i pregiudizi ed i pettegolezzi hanno un ruolo importante ma che si differenzia da Tredici per tutto il resto.

Lo stile dell'autore lo promuovo a pieni voti perchè scorrevole e lineare.  Il ritmo è ben cadenzato e la costruzione della storia ben studiata. Per quanto ai personaggi, sono riuscita ad entrare in sintonia con tutti loro. Buona la caratterizzazione dei protagonisti, così come dei personaggi secondari. Bravo Asher, ci sai fare e si vede!

Ciò che ho amato di più di questo romanzo è comunque l'ambientazione, si, perchè l'autore è stato capace di farmi vivere l'atmosfera natalizia con quel tocco di magia che la contraddistingue. Sin dalle prime pagine infatti è stato come essere catapultata in una di quelle sfere natalizie innevate, talmente magiche da far profumo di Natale.

L'istante perfetto racconta una dolce storia young adult, tenera e ricca, una storia che farà battere più velocemente i cuori delle romanticone ma che credo potrà convincere anche un pubblico non più tanto young. In sostanza questa storia secondo me ha davvero tanto da offrire, io ve la consiglio di cuore. Sarà un perfetto regalo di Natale, da leggere alla luce delle luminarie dell'abete addobbato, in compagnia di una buona cioccolata calda.

È la persona giusta per me, lo so. Ma sul piano logico, come può...» «Al diavolo la logica» ribatte Jeremiah. «La logica non sa quello che desideri.» «E il mio non è solo un desiderio» dico fissando le fiamme. «È più di questo.» «Allora sei fortunata, perché qualcuno cui teniamo molto entrambi vuole esattamente la stessa cosa.»

Bene heartreaders, questa era la mia personale opinione ma vi invito a non perdere tutte le recensioni che, insieme alla mia, concludono il blog tour! Voi che ne dite di questo romanzo? Lo leggerete? Lo avete messo in wl? Avete già letto Asher? Fatemi sapere, vi aspetto nei commenti ed intanto vi allego nuovamente  il calendario dell'evento:




L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

6 commenti:

  1. Ciao Ely! A giudicare dalla tua recensione questo romanzo dev'essere perfetto per il periodo! Certo è ancora un po' prestino, forse, ma che male c'è a sognare un po' il Natale? Se poi lo stile di scrittura piace, ancora meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Silvia? Sono proprio d'accordo.. anche se è prestino, sognare il Natale fa sempre bene e poi il tempo passa in fretta! ;) Questa lettura a me ha dato un po' di serenità quindi, si, mi sento assolutamente di consigliarla <3 Fammi sapere se lo leggi, mi raccomando ;)

      Elimina
  2. Ciao Ely! Anche io ho apprezzato davvero tanto l'atmosfera natalizia e i due protagonisti, l'unico difetto che ho trovato è stata un'eccessiva approssimazione. Forse sono io un po' troppo esigente, ma avrei apprezzato maggiormente se la lettura avesse avuto qualche pagina in più, quel giusto che serviva a scendere un filo nei particolari. Per il resto l'ho trovata meravigliosa, ed è una storia che consiglio decisamente! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bellissima sorpresa, si forse in effetti pensandoci sul finale qualche pagina non avrebbe guastato però l'ho amato tanto *___*

      Elimina
  3. Che piacevole sorpresa che è stata questa storia vero Ely? Mi è piaciuto molto, la semplicità però condita da messaggi importanti.
    Anch'io ho adorato l'ambientazione che bello *_*

    RispondiElimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!