lunedì 17 dicembre 2018

Recensione: "Legend" di Stephanie Garber

Buondì a tutti miei carissimi Heartreaders,
spero che questo weekend sia stato librosissimo e ricco di atmosfera natalizia. Io non sono andata molto avanti con la Missione Regali di Natale perchè nel weekend i centri commerciali sono davvero impraticabili. Visto che ho la possibilità di avere liberi i pomeriggi dei giorni feriali, preferisco dedicare il weekend ad altro. 

In compenso, devo dire che ho avuto fra le mani belle letture in questi giorni ma di queste vi parlerò a tempo debito, perchè oggi voglio dedicare la giornata librosa del Regno dei Libri ad un romanzo che ho finito la scorsa settimana e che mi ha davvero stregata ed ammaliata: Legend, di Stephanie Garber.

DAL PROFILO INSTAGRAM:



Legend è il secondo capitolo di quella che inizialmente avrebbe dovuto essere una duologia e che invece, in corsa, la sua autrice ha esteso ad una trilogia. Il primo volume della serie, ovvero il magico Caraval, è approdato il Italia grazie alla Rizzoli lo scorso anno (RECENSIONE), il cui finale mozzafiato ha fatto lievitare le aspettative per Legend che erano davvero altissime ma devo ammettere che quelle che adesso nutro per l'ultimo atto, Finale, lo sono ancora di più.


Per fare il punto della situazione, la trilogia #Caraval è così composta:
1. Caraval
2. Legend (Legendary)
3. Finale - Inedito -


Recensione



Legend

Stephanie Garber


💝💝💝💝💝

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 18,00€ Ebook 9,99
Pagine: 480
Serie: Caraval#2
Genere: Fantasy

Trama: Dopo la travolgente avventura nel mondo magico e misterioso del Caraval, Donatella Dragna è riuscita finalmente a sfuggire al padre e a salvare la sorella Rossella da un disastroso matrimonio combinato. Ma Tella non è ancora libera; per ritrovare la madre Paloma ha stretto un patto disperato con un criminale misterioso, che vuole in cambio qualcosa che solo lei può dargli: il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval. L'unica possibilità per scoprire il vero nome di Legend è vincere il nuovo Caraval, che si terrà a Valenda, l'antica capitale dove una volta regnavano i Fati, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell'Impero di Mezzo. Tella dovrà quindi immergersi di nuovo nella competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d'amore impossibile e una ragnatela di segreti, tra cui anche quelli di Rossella. Se fallirà non potrà mantenere il suo patto e rischierà di perdere tutto, compresa forse la vita. Ma se vincerà, Legend e il Caraval saranno distrutti per sempre.


Con Legend si ritorna a respirare la magica e suadente atmosfera di Caraval che rivivrà sotto ai nostri occhi ancora più misterioso che mai.

«Cosa ti ho sempre detto a proposito del futuro?» «Che ogni persona ha il potere di scrivere il proprio.» «Esatto. Il tuo futuro può essere qualunque cosa desideri. Tutti abbiamo il potere di scegliere il nostro destino. Tuttavia, tesorino, se giochi con queste carte offri ai Fati ritratti l’opportunità di cambiare il tuo percorso. La gente usa i Mazzi del Destino, simili a quello che hai appena toccato, per leggere il futuro, ma una volta che il futuro è stato predetto diventa una cosa vivente, e combatterà con tutte le sue forze per realizzarsi. Ecco perché non devi mai più toccare queste carte. Capito?»

Se la protagonista di Caraval era stata Rossella (mi rifiuterò sempre e per sempre di chiamarla "Sella"), l'eroina di Legend è Donatella (mi rifiuterò sempre e per sempre di chiamarla "Tella"). In Caraval Donatella non aveva spiccato e, per questo motivo, ero molto titubante, temevo infatti che non avrei provato simpatia per lei come protagonista. Quanto mi sbagliavo! Donatella l'ho davvero sentita molto vicina per tutta la lettura del romanzo, complice anche e soprattutto il meraviglioso stile della Garber che, per usare un luogo comune, venderebbe ghiaccio agli Eschimesi.

La penna della Garber è talmente fluida ed ammaliante che attrae il lettore come poche. Complice infatti un linguaggio immediato e scorrevole, la fitte rete di misteri e magia che intesse questa storia trascina chi legge in un altro mondo, per la precisione quello di Caraval e del suo misterioso Mastro.

Donatella è davvero una bella protagonista, ben tracciata e delineata dalla Garber. Sebbene in certe occasioni l'abbia trovata un po' troppo indecisa, l'ho comunque sempre avvertita reale. Quella che insomma era stata solo una presenza in Caraval ha spiegato le ali ed è diventata un'ottima protagonista dotata di definita tridimensionalità.

Se lo scorso gioco si era rivelato una mera illusione, questa volta tutto sembra diverso, ancora più reale, addirittura autentico. Lo sa bene Donatella che cercherà di vincere a tutti i costi, pena un prezzo davvero gravoso. In ballo c'è un premio senza eguali, un premio che verrà consegnato al vincitore da Mastro Legend che svelerà a lui e soltanto a lui la sua vera identità. Già per questo sarebbe davvero un bel colpo vincere ma, ben presto, una rete di misteri, giochi che sanno di inganni ed una fitta nonchè intricata rete di conseguenze renderanno molto più complicato quello che, come sempre, inizia come un gioco ma che, ben presto, si rivela molto di più.

Legend era decisamente all’altezza del nome che si era dato. Tella si domandò se i suoi giochi avessero mai fine, o se il suo mondo fosse un incessante intreccio di realtà e fantasia, dove chiunque entrasse restava per sempre sospeso in un limbo.

Caraval è quindi pronto a rialzare il suo sipario, questa volta a Valenda, la Capitale, e proprio in occasione di una festa importantissima: il Genetliaco dell'Imperatrice.

Mistero, magia, incantesimi e suspense fanno da padroni durante tutta la lettura che si tinge delle tinte pregne di magia che già avevano contraddistinto il primo volume di questa stupenda ed ammaliante storia. Moltissimi sono i personaggi che ritornano ad animare Caraval, troveremo infatti, oltre a Donatella e Rossella, anche Julian e Dante. Se nel primo romanzo Julian aveva fatto accelerare i battiti del mio cuore, leggendo Legend ho dichiarato amore eterno a Dante. Molto meglio definito rispetto al primo volume (così come d'altronde Donatella), Dante è il vero eroe che ha fatto andare a mille i battiti del mio cuore. Me ne sono innamorata perdutamente. Sfrontato, sagace nonchè tremendamente affascinante, Dante mi ha fatto tremare le ginocchia. Lui e Donatella sono una coppia forse improbabile ma anche perfetta. Donatella è una ragazza che ha vissuto l'abbandono della madre e che per questo non è mai riuscita a fidarsi completamente di nessuno al di fuori della sorella. Dante quindi dovrà vincere la sua ritrosia, non sarà facile ve lo anticipo ma, come vi ho già detto, Dante ha davvero una marcia in più.

Niente tra loro era reale, perché Caraval non era reale. La gente adorava Caraval perché era una fantasia che prendeva vita; non importava quanto il gioco fosse contorto, alla fin fine restava sempre un’illusione. Tella non poteva lasciarsi coinvolgere troppo.

Alla fine del primo romanzo, avevamo lasciato Donatella alle prese con il suo passato, dopo aver saputo che la madre, scomparsa quando lei era una bambina, potrebbe non aver lasciato spontaneamente le figlie. Cosa è davvero successo a Paloma? Legend è incentrato sulla ricerca di Paloma ma porterà Donatella a comprendere di essere la pedina di un gioco molto più grande. Il destino di Paloma si scoprirà intrecciato con qualcosa di molto più grande che adesso presenterà il conto proprio a Donatella.

Se come ho detto molti sono i personaggi del primo libro che ritornano in questo secondo, altrettanti sono i volti nuovi e tutti di centralissima importanza. Primo fra tutti il Principe di Cuori. 

Secondo il mito, valeva la pena morire per i baci del Principe di Cuori e Tella si era domandata spesso quale sensazione le avrebbe procurato un simile contatto letale. Crescendo, però, e dopo aver conosciuto abbastanza ragazzi da capire che nessun bacio era degno di un tale sacrificio, era arrivata alla conclusione che quelle storie avessero l’unico scopo di illustrare i pericoli dell’innamoramento. Si diceva altresì che il Principe di Cuori non fosse capace di amare, dato che il suo cuore aveva smesso di battere molto tempo prima. Soltanto una persona avrebbe potuto farlo palpitare di nuovo: il suo unico vero amore. Secondo il mito il suo bacio era fatale per tutte, tranne che per lei, la sua unica debolezza, e si diceva che cercandola si fosse lasciato dietro una scia di cadaveri.


Curiosi? Beh dovete sapere che il Principe di Cuori è uno degli otto Fati che un tempo regnavano sugli uomini, malvagi, senza scrupoli ma dotati di un potere dominante. Oggi gli otto Fati sono rinchiusi in un mazzo di carte, le Carte del Destino, incarcerati proprio proprio da Legend in persona che oggi ha il potere di tenerli così sotto scacco. Che succederebbe se gli otto Fati tentassero di riprendersi il loro potere? E se cercassero di farlo proprio attraverso Donatella? Direi che se tutto questo accadesse proprio durante Caraval assisteremmo all'apoteosi della Magia che si combatte a suon di incantesimi e misteri.

Se deciderete di leggere Legend vi assicuro che potrete assistere ad uno spettacolo che va ben oltre questo termine, vi ritroverete a respirare aria di miti, leggende e magia. Sarà un'esperienza veramente indimenticabile, ve lo prometto io stessa.

Ho trovato questo secondo romanzo nettamente superiore rispetto al primo, molto meglio costruito, più complesso e tremendamente più intenso. Adesso non vedo l'ora di leggere l'ultimo atto che si intitolerà Finale. Così come mi aveva lasciato senza fiato la conclusione di Caraval, anche l'epilogo di Legend mi ha lasciato un'inesauribile voglia di sapere come si evolverà questa storia che, fra il primo ed il secondo libro, è maturata tantissimo, crescendo fino a diventare epica. 

Cosa vorrei leggere in futuro? Beh vorrei vedere sia Rossella che Donatella entrambe protagoniste. Caraval è stato il libro di Rossella, Legend quello di Donatella, in Finale vorrei vederle interagire alla pari come vere e proprie protagoniste. E poi? Ma è chiaro, voglio Dante, ne voglio ancora di più perchè lui e Donatella hanno davvero incendiato queste pagine dandogli quella parte di romance che le ha colorate di scarlatto e le ha rese perfette.


Si baciarono come se il mondo stesse per finire, le labbra che si cercavano avide come se i cieli stessero crollando e la terra si stesse spalancando, come se intorno a loro infuriasse una guerra cosmica che soltanto il loro bacio aveva il potere di fermare. Finché si fossero baciati, sarebbero esistiti soltanto loro due.

In Legend è stato scoperto il vero volto di Legend (che ovviamente non vi svelerò neanche sotto tortura, neanche a dirlo!) ma mi domando se è la verità o se si tratterà dell'ennesimo inganno del Mastro di Caraval. Avrà davvero alzato la maschera? E davvero questo il volto che si nasconde sotto il cilindro? Io personalmente non ne sono sicura. Ho giocato a Caraval insieme a Rossella prima e poi facendo squadra con Donatella, ciò che ho imparato è che niente è come sembra, neanche se a dirlo è lo stesso Legend. Io aspetto quindi impazientemente Finale per capire come la Garber metterà il punto a questa storia facendo scendere il sipario su Caraval. Conto i secondi..

Non fare come me, non adagiarti sulla comodità di un quasi-finale, quando puoi avere il finale vero.» «Non credo nemmeno di capire cosa significhi» disse Tella. «Non tutti arrivano al vero finale: ne esistono due proprio perché la maggior parte della gente si arrende quando la storia volge al peggio, quando la situazione sembra disperata. Ma è proprio lì che serve di più la speranza. Solo chi persevera trova il vero finale.»


Voi che ne dite? Amate la Caraval Series come me? Vi siete lasciati sedurre dalla storia della Garber? Avete già letto Legend? Ha mandato fuori di testa anche voi proprio come ha fatto con me? Aspettate impazienti Finale? Fatemi sapere... fangirliamo insieme?


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

1 commento:

  1. Ciao! Complimenti per la recensione, si sente in tuo entusiasmo per questa saga. Io finora non ne sono stata ammaliata a tal punto da leggerla, c'è qualcosa che ancora mi blocca.

    RispondiElimina

Adoro fangirlare con voi heartreaders, grazie quindi per ogni commento!