sabato 7 ottobre 2017

Review Party - Recensione: "Cuore Oscuro" di Naomi Novik

Buongiorno a tutti heartreaders e buon sabato,
oggi il Regno dei Libri festeggia il weekend partecipando al Review Party di una delle pubblicazioni più attese dell'autunno: Cuore oscuro di Naomi Novik edito dalla Mondadori che colgo l'occasione per ringraziare per l'omaggio della copia digitale del romanzo.


Ho atteso Cuore oscuro da tempo perchè, diciamocelo, la trama incuriosisce parecchio e stuzzica fin dalle prime battute i palati golosi di fantasy come quello della sottoscritta. La storia mi aveva da subito affascinata, pronti a scoprire se Cuore oscuro ha mantenuto le promesse?

Vi ricordo che la mia recensione si inserisce fra quelle delle mie amiche e colleghe blogger che partecipano all'evento di cui eccovi il calendario:

3 Ottobre - Sogni di Mazapane
5 Ottobre - Loving Books
6 Ottobre - The Ink Spell
7 Ottobre - Il Regno dei Libri


Ed ora direi di andare dritti al sodo, ovvero alla recensione di Cuore oscuro!


Cuore Oscuro
Naomi Novik

4 stelle

Editore: Mondadori
Prezzo: Rigido 19,50€ Ebook 7,99
Pagine: 432
Serie: Autoconclusivo

Trama: Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l'intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago. Quest'ultimo sembra l'unico, infatti, in grado di controllare con la sua magia il potere imperscrutabile e oscuro del Bosco. In cambio della sua protezione, però, l'uomo pretende un tributo: ogni dieci anni avrà la possibilità di scegliere una ragazza tra le diciassettenni della valle e di portarla con sé nella sua torre. Un destino a detta di tutti terribile quasi quanto finire nelle grinfie del Bosco. Con l'avvicinarsi del giorno della scelta, Agnieszka ha sempre più paura. Come tutti dà infatti per scontato che il Drago non potrà che scegliere Kasia, la più bella e coraggiosa delle "candidate" nonché sua migliore amica. Ma quando il Drago comunica la sua decisione, lo sgomento è generale.. 


💖 Recensione 💖

Cuore oscuro è uno dei pochissimi fantasy autoconclusivi attualmente in circolazione ed anche solamente per questo dovrebbe essere considerato una perla rara. Ecco, questa è stata la prima cosa che mi ha invogliata a leggerlo. Diciamocelo, ci sono forse troppe serie infinite in circolazione e, a volte, sapere che il libro che abbiamo sottomano ci regalerà una storia completa a me personalmente mette serenità! Non poche volte non ho iniziato una serie per paura che venisse sospesa, oppure non ne ho iniziata una perchè c'erano già all'attivo numerosissimi libri (senza contare che i libri più datati sono spesso fuori catalogo!), ma in questo caso c'è da star tranquilli perchè Cuore Oscuro è un bel piatto unico in cui tuffarsi.

La seconda cosa che mi ha invogliata a leggere questo fantasy è stata la trama, finalmente un fantasy puro dove la vera protagonista è la magia, si, un fantasy intriso di magia fin nel midollo che lo ha reso irresistibile ai miei occhi e che non potrà non fare lo stesso con gli amanti del genere. Se avete letto la trama che ho riportato nella scheda del libro, sapete che la protagonista è Agniezka, una goffa contadina, ma posso assicurarvi che si tratta di una protagonista che si farà ricordare per la sua forza e per il fatto che avrà una grande evoluzione all'interno del romanzo, tanto che da ragazzina insignificante agli occhi del mondo ben presto si trasformerà in uno strumento di potenza e salvezza per molti.

Come la trama ci racconta, il villaggio dove Agnieska vive è costantemente minacciato dal Bosco (entità malvagia e vero villain di Cuore Oscuro) a tal punto che solo il Drago, soprannome di un misterioso e potente mago, può tenerlo a bada. Come ricompensa, ogni 10 anni, il villaggio deve dare al Drago un tributo, ovvero una ragazza che rimarrà con lui nella sua torre per 10 anni appunto. Nessuno vedrà la ragazza offerta al Drago per questo periodo di tempo e nessuno potrà parlarle. Allo scadere del decimo anno, la ragazza, sofisticata e cresciuta, tornerà dalla sua famiglia ma raramente riuscirà a rimanervi perchè profondamente cambiata nell'anima. Il Drago non sfiora neanche le ragazze, questo è chiaro e nessuno lo ha mai messo in dubbio, le stesse ragazze lo confermano ma nessuno sa cosa abbiano fatto.

Agniezka fa parte della cerchia di ragazze che, nate in un particolare anno, saranno i tributi da offrire al Drago, tutti sanno però che Agniezka non verrà scelta perchè c'è una ragazza molto più adatta, la dolce e perfetta Kasia che, ironia della sorte, è anche la migliore amica di Agniezka. Kasia è stata educata per essere scelta, è perfetta lei o comunque lo sembrerebbe in apparenza almeno. Quando gli occhi del drago si posano su Agniezka però ecco una scintilla (di magia eh!) ed il Drago sceglie proprio lei. Perchè? Quello che il Drago ha solo intuito e che Agniezka ignora è che proprio lei ha la magia nelle vene ed è una magia molto potente. Sebbene Agniezka sia una contadinella goffa e poco coordinata, ben presto riuscirà a sentire la magia che le fluisce dentro e, mentre la magia farà il suo, lei rinascerà in una nuova veste.

Questo è solo l'incipit di Cuore Oscuro e posso assicurarvi che è stato per me uno degli incipit più intriganti degli ultimi tempi. La sensazione che ho avuto è stata quella di trovarmi in una versione dark de La Bella e la Bestia. Alt! Non pensate al film animato disney e neanche al live action, mi riferisco invece a La Bella e la Bestia di Once upon a time dove la Bestia è Tremotino. Ecco, inizialmente è stata questa l'atmosfera dark che ho avvertito in Cuore Oscuro. La coincidenza simpatica è stata che, durante la lettura di Cuore Oscuro, ho letto un'intervista all'autrice da cui ho appreso che sta lavorando ad un retelling della storia di Tremotino, quindi, sebbene il Drago e Tremotino alla fine ho capito che hanno meno in comune di quanto pensassi all'inizio, la mia curiosità sarà presto soddisfatta quando arriverà il vero Tremotino di Naomi Novik!

Ma torniamo a Cuore oscuro. Agniezka ed il Drago sono due protagonisti perfetti insieme, seppur scontrandosi, la loro evoluzione li amalgamerà pur lasciandone distinti i contorni. Li ho apprezzati, così come ho apprezzato anche i personaggi secondari che però rimangono servili alla storia di Agniezka.

Agniezka ed il Drago combatteranno fianco a fianco, ciascuno interpretando la magia secondo la propria natura e, dopo la prima metà del romanzo, gli eventi andranno a susseguirsi con un po' più di velocità rispetto all'inizio. La trama si infittirà fino ad intricarsi completamente per poi veder sciogliere tutti i nodi con la rivelazione sul Bosco. Ma non vi dico nulla. Zitta zittissima.

Il ritmo della narrazione e lo stile dell'autrice sono i due elementi che meno mi hanno convinta purtroppo. Il ritmo è stato troppo lento soprattutto per buona metà del romanzo  e, per quanto allo stile, non ha spiccato per linearità ed incisività. Troppo contorto e troppo descrittivo, la mole di pagine poi non ha aiutato e la lettura ne ha risentito perchè sono dovuta andare a rilento. Spesso mi sono persa mentre leggevo e sono dovuta tornare indietro mentre la concentrazione vacillava.

La storia raccontata da Cuore Oscuro mi è piaciuta molto in definitiva per la sua originalità, per il profumo dell'affascinante est che mi ha portato (suggestiva l'ambientazione che non posso non promuovere a pieni voti) ma, purtroppo, lo stile dell'autrice è risultato troppo contorto ed il ritmo lento per i miei gusti, per questo la mia valutazione del romanzo va sulle tre stelle e mezzo, non posso salirla di più.

Spiazzante il finale e bella la sorpresa che ci svela la verità sul Bosco, elementi che promuovo a pieni voti e che fanno di Cuore Oscuro un fantasy che ricorderò certamente con piacere in futuro.

E questo è tutto heartreaders, spero che leggerete Cuore Oscuro se non l'avete ancora fatto, non vedo l'ora di parlarne insieme per sapere se siamo d'accordo. Se invece l'avete già letto, che ne pensate di questo romanzo? Ditemi tutto! Io, prima di darvi appuntamento a lunedì con una sorpresa che spero potrà piacervi, vi auguro un librosissimo weekend e vi invito, qualora non lo aveste già fatto, a seguire le altre tappe del nostro review party! 💓


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

6 commenti:

  1. La storia del Bosco mi è piaciuta tanto, la narrazione lenta è stata un vero peccato!

    RispondiElimina
  2. Probabilmente se lo rileggessimo in futuro lo stile ci peserebbe meno

    RispondiElimina
  3. Ciao Ely!
    Finalmente leggo una recensione su questo libro tanto atteso!
    Ad essere sincera non è il mio genere preferito, ma dalla trama avrei potuto provare a leggerlo. Peccato per la narrazione lenta che mi fa dire proprio no :(

    RispondiElimina