giovedì 29 giugno 2017

Recensione: "Prima di domani"/ "E finalmente ti dirò addio" di Lauren Oliver

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
eccoci alla penultima recensione prima delle ferie anticipate del blog (se tutto va secondo i piani).

Il caldo aumenta e tocca vette davvero esagerate per quanto mi riguarda, qui all'estremo sud abbiamo superato i 40 gradi e vi assicuro che temperature così elevate non sono per niente salutari in generale ma se, come me, si è arrivati al 9 mese di gravidanza, beh, vi assicuro che queste assurde temperature diventano catastrofiche! Devo dire  però che sto riuscendo a leggere, non posso lamentarmi, ho tanto tempo libero perchè da quando sono entrata al nono mese non lavoro più, gli unici impegni che ho sono tutti legati alla bimba, mi divido tra visite mediche e la sistemazione della stanzetta che spero di finire la prossima settimana. Insomma al momento l'80% del mio tempo lo passo leggendo grazie alla magica brezza del condizionatore!

Il post di oggi è dedicato alla recensione di una delle letture che ho appena ultimato, si tratta dello young adult firmato Lauren Oliver ripubblicato dalla Piemme, che ringrazio per la copia, con il titolo "Prima di domani".



Prima di domani
Lauren Oliver

Editore: Piemme
Prezzo: Rigido 16,50€ Ebook 6,99
Pagine: 432
Serie: Autoconclusivo

Trama: Cosa faresti se ti rimanesse solo un giorno da vivere? Dove andresti? Chi baceresti? Fin dove ti spingeresti per salvare la tua vita? Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa. La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio. Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l'incidente. 


💖 Recensione ðŸ’–

Dal 27 Luglio è tornato in libreria l'acclamatissimo young adult di Lauren Oliver "Before I fall" che abbiamo imparato a conoscere ed amare con il titolo italiano di "E finalmente ti dirò addio". Dopo due fortunatissime pubblicazioni con questo titolo, dal 27 luglio la Piemme ha fatto approdare sugli scaffali delle nostre librerie una ghiottissima nuova edizione, stesso young adult ma nuovo titolo, "Prima di domani", e nuova cover che riproduce la locandina dell'omonimo film che verrà distribuito in Italia dal 19 luglio e che io non vedo l'ora di gustarmi.

Ne volete un assaggino? Bene, allora prendiamo i pop corn e gustiamoci insieme il trailer ufficiale!


martedì 27 giugno 2017

"Disney in BookLand"di Susy ed Ely

Buongiorno a tutti carissimi miei heartreaders,
eccezionalmente di martedì arriva oggi l'ultimo appuntamento con la rubrica "Disney in Bookland" che curo insieme alla carissima Susy, autrice che stimo molto e admin del blog I miei magici mondi.

Il nostro non è un addio ma solo un arrivederci ovviamente. Come sapete, fra qualche settimana il Regno dei Libri andrà in ferie anticipate per accogliere, con tutti gli onori, la sua nuova Principessina, la mia piccola Alessia! 💗

D'accordo con Susy, la rubrica "Disney in Bookland" ritornerà certamente alla riapertura del blog al più presto possibile, sia perchè a me e Susy piace molto collaborare insieme e sia perchè credo proprio di non aver esaurito ancora tutti gli abbinamenti tra personaggi disney e personaggi librosi.

Ad ogni modo, alle ferie del blog mancano ancora dei giorni e conto, se tutto va secondo i miei piani, di postare altre due recensioni, quindi stay tuned heartreaders mi raccomando!

Cercando di non perdermi in ulteriori chiacchiere, diamo il via a questa nuova puntata di "Disney in Bookland":


Disney in BookLand di Susy ed Ely" è la rubrica inventata da me e Susy del bellissimo Blog I miei Magici Mondi in cui, a cadenza mensile, associamo ad un personaggio tratto da un film Disney il personaggio di un libro che abbiamo letto, desiderando che anche voi ci scriviate se condividete le nostre scelte o se invece voi avreste preferito associare il personaggio disney del mese con quello di un altro libro.
Andiamo allora subito a scoprire il/i personaggio/i disney protagonisti dell'appuntamento di oggi, pronti?


Lilli e il Vagabondo


Esatto, la dolcissima Lilli e l'affascinante Biagio! Io li AMO!!!!

Il film disney "The Lady and the Tramp"


Lilli e il Vagabondo viene catalogato come il 15° classico disney e venne distribuito nel 1955.  Nel 2001 è stato invece distribuito il sequel dal titolo "Lilli e il Vagabondo - il cucciolo ribelle".

Il film venne diretto da Hamilton Luske, Clyde Geronimi e Wilfred Jackson, fu prodotto da Walt Disney e liberamente ispirato al racconto Happy Dan, The Whistling Dog di Ward Greene.

Forse infatti non tutti sanno che la storia di Lilli e il Vagabondo è stata ispirata dal racconto di Greene  pubblicato per conto della rivista Cosmopolitan. Proprio mentre Walt Disney lavorava al suo Lady, con la collaborazione dello storyman Joe Grant, ispirandosi alla cagnolina Springer Spaniel di quest'ultimo, Walt si ritrovoò fra le mani il racconto di Greene. Secondo Walt, infatti, la storia che stava iniziando a prendere forma grazie a Grant non aveva abbastanza mordente e, seppur fautore della semplicità, Disney considerava la storia di Lady ancora troppo poco interessante.
La storia originale trattava infatti solo della cagnolina che si trovava spiazzata e turbata dall'arrivo del bebè di casa, mancava quindi ogni altro riferimento alla storia che tutti noi oggi conosciamo. Mr Disney si mise dunque subito il contatto con l'autore del racconto Happy Dan, The Whistling Dog  seguendo l'idea di mettere in contatto la sua dolce Lilli (Lady) con un cane più cinico e svezzato e fu così che nacque quel furfante pieno di fascino che tutti noi conosciamo come il Vagabondo, ovvero Biagio (the Tramp).

Il progetto del film subì una battuta d'arresto a causa dell'infuriare della seconda guerra mondiale, anche Grant abbandonò il progetto perchè troppo distante oramai dalla sua idea iniziale. Grant ritornò poi nel 1989 ma oramai era decisamente troppo tardi per firmare quello che divenuto il 15° classico Disney, ovvero quel capolavoro di dolcezza e fascino che tutti noi amiamo.

Fonti:
Wikipedia, The Disney Compendium "La tana del sollazzo"

Chi non ricorda quel meraviglioso momento di romantica perfezione in cui Lilli e il Vagabondo mangiano gli spaghetti con le polpettine? 


Io sono e sarò sempre innamorata di questa scena, la trovo assolutamente I N D I M E N T I C A B I L E! Da piccola mi innamorai perdutamente di Biagio, si, lo ammetto! E voi? Ditemi la veritàà!!! 😆💓


Ma andiamo adesso al mio abbinamento libroso, i miei Lilli e il Vagabondo sono ....


Mallory e Rider de "Il problema è che ti amo" di Jennifer Armentrout




Il problema è che ti amo
Jennifer Armentrout

Editore: Nord
Prezzo: Rigido 16,90€ Ebook 9,99€
Pagine: 360
Serie: Autoconclusivo

Trama: Per quattro anni, Mallory Dodge ha cercato di dimenticare il passato. Circondata dall'affetto dei nuovi genitori adottivi, ha cercato di convincersi di non avere più bisogno di rendersi invisibile per sopravvivere. Ma, nonostante ciò, il silenzio è ancora lo scudo che la isola e la protegge dal mondo. Ecco perché era terrorizzata all'idea di frequentare l'ultimo anno di liceo in una scuola pubblica, dove sarebbe stata costretta a uscire dal guscio. E di certo non si sarebbe mai immaginata che tra i suoi nuovi compagni ci sarebbe stato anche Rider Stark, l'unico raggio di sole nella sua infanzia da incubo, il ragazzo che in più di un'occasione l'aveva salvata dalla violenza del padre affidatario. Così come non si aspettava che Rider sarebbe stato così diverso... e affascinante.. 


Sia Mallory che Rider sono due ragazzi che provengono da un'infanzia difficile, Mallory però ha avuto la fortuna di essere accolta da una buona famiglia, amorevole ed affidabile che l'ha aiutata a crescere con amore e pazienza . Fortuna questa che però non è capitata a Rider che invece è stato sballottato da una famiglia affidataria all'altra, passando per strutture di non degno ricordo. 

Mallory diventa la ragazza di buona famiglia che ogni mamma vorrebbe un giorno come nuora, la diligente "bimba dei quartieri alti", come il Vagabondo chiama Lilli nel film d'animazione, una ragazza diligente, motivata e con la testa sulle spalle. Rider invece, almeno all'apparenza, è quello che si potrebbe definire un "ragazzo difficile", infatti i genitori adottivi di Mal sono atterriti dall'influenza che potrebbe avere sulla loro piccola Mal. Ovviamente l'amore farà il resto e vi assicuro che questa storia non risparmia momenti romance degni di essere ricordati. D'altronde Il problema è che ti amo proviene dalla fluida e magica penna della Armentrout, no? Mal e Rider scopriranno insieme che la vita per essere davvero piena dev'essere vissuta nell'amore e direi che trovare l'altra metà della mela, chi ti completa davvero, è un buon inizio, non trovate anche voi?

"Il problema è che ti amo" l'ho letto qualche mese fa in occasione di un appuntamento della rubrica Twin reviews che curo insieme ad Ink,  (QUI la nostra recensione)

"Hai il potere di decidere. La gente può dire e pensare quello che vuole, ma sei tu a scegliere come reagire."

Che ne dite del mio abbinamento heartreaders? Prima di volare da Susy a scoprire il suo abbinamento non dimenticate di scrivermi chi sono invece i vostri Lilli e il Vagabondo, chi avreste scelto voi? Sono curiosissima!!

L'appuntamento con la rubrica Disney in Bookland ritornerà dopo le ferie estive, as soon as possible, ed ora voliamo insieme da Susy!

L'abbraccio più grande del mondo,

venerdì 23 giugno 2017

Flash news: John Green's new novel!!!!!!!!! "Turtles All the Way Down"

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
stiamo calmi, facciamo un bel respiro profondo perchè questa è una notizia che speravo di darvi da davvero tanto tempo!

No, no, non sto partorendo ... non ancora almeno! Non allarmatevi! (dovrei essere più precisa di questi tempi 😆)

Risultati immagini per john green turtle on the way down

Di solito non pubblico due post così ravvicinati e, visto il periodo in cui sono, sapete che si tratta davvero di una cosa eccezionale! Ed "eccezionale" è proprio l'aggettivo giusto per descrivere ciò di cui stiamo parlando. John Green ha annunciato infatti, dopo ben 5 anni dal suo meraviglioso "Colpa delle stelle", titolo e data di pubblicazione del suo prossimo lavoro.



"It all begins with a fugitive billionaire and the promise of a cash reward. 
Turtles All the Way Down is about lifelong friendship, the intimacy of an unexpected reunion, Star Wars fan fiction, and tuatara. But at its heart is Aza Holmes, a young woman navigating daily existence within the ever-tightening spiral of her own thoughts."


Si tratterà di uno young adult dal titolo  "Turtles All the Way Down" e verrà pubblicato oltreoceano il prossimo 10 Ottobre 2017! (Link Amazon + Wikipedia )




Io sono subito andata in brodo di giuggiole, aspettavo da così tanto il nuovo lavoro di John Green perchè ho amato alla follia "Colpa delle stelle" (libro + film) che rimarrà davvero nel cuore di miliardi di fan come me. Parafrasando John Green stesso, sarei anche disposta a leggere la sua lista della spesa con grandissimo ed inesauribile interesse, ecco perchè davvero questa è una notizia assolutamente da condividere per fangirlare insieme!

QUI trovate le prime info su "Turtles All the Way Down



Io francamente non vedo l'ora di leggere il nuovo libro di John e di conoscere la sua nuova protagonista Aza Holmes!

E voi heartreaders? State facendo i salti di gioia come me? La mia gioia ed il mio entusiasmo sono incontenibili, Green is back ed io non ne potrei essere più felice, spero tantissimo che il nuovo libro sia ai livelli di "Colpa delle stelle", assolutamente indimenticabile!

Pronti a fangirlare con me? Iniziamo il countdown che ne dite? Fatemi sapere!

Per oggi credo sia davvero tutto adesso, salvo sorprendenti news, a prestissimo 💓


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

Twin Reviews - Recensione: "Absence. Il gioco dei quattro" di Chiara Panzuti

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
eh si, non è uno scherzo, la Twin Reviews fa oggi un'apparizione a sorpresa! Lo so, lo so che da Febbraio questa rubrica latita ed è stata la più penalizzata dalle mie "frenate" dovute a qualche malessere della gravidanza. Non sapete quanto mi sia dispiaciuto dover mettere in stand by questa rubrica perchè, oramai penso lo abbiate capito tutti, Ink per me è una vera grande amica e recensire con lei  per me è un vero piacere! 

Non avendo letto con assiduità in questi mesi non sono riuscita ad impormi dei ritmi di lettura ed , anche in questo caso, Ink è stata così dolce da venirmi incontro. Abbiamo letto circa tre capitoli al giorno ma devo dire che "Absence. Il gioco dei quattro" di Chiara Panzuti è un libro che ci ha colpite molto entrambe e che, grazie ad uno stile di scrittura accattivante e scorrevole, ci ha davvero incollate alle pagine! Non ho fatto alcuno sforzo nel leggerlo, anzi mi ha davvero trasportata. Ma non voglio assolutamente spoilerarvi la recensione quindi direi di dare subito il benvenuto alla mia carissima Ink che ritorna con noi  ne Il Regno dei Libri direttamente dal suo bellissimo The Ink Spell!

Bentornata Ink, mi sei tanto mancata, scusa lo scompiglio che purtroppo i miei malesseri hanno comportato! Lo so che il prossimo mese Il Regno dei Libri andrà in ferie anticipate per darmi modo di accogliere la mia piccola Alessia, ma non sai che piacere sia per me ritornare a leggere e recensire insieme. spero tanto che al rientro delle ferie estive riprenderemo a farlo con regolarità 💕

Figurati Ely, come sempre è un piacere essere qua con te. Sai bene che non vedo l'ora di conoscere la piccola Alessia, perciò non importa se la nostra rubrica andrà di nuovo in pausa perché sono sicura che i nostri lettori capiranno :)

Prima di dare il via alla nostra recensione entrambe ringraziamo di cuore la Fazi - Lain per averci omaggiate di una copia digitale del romanzo.

Ed ora direi che siamo davvero pronte per iniziare Ink, sei d'accordo?



Absence. Il gioco dei quattro
Chiara Panzuti

Editore: Fazi - Lain
Prezzo: Rigido 15,00 € Ebook 6,99,
Pagine: 350
Serie: Absence #1

Trama: Viviamo anche attraverso i ricordi degli altri. Lo sa bene Faith, che a sedici anni deve affrontare l’ennesimo trasloco insieme alla madre, in dolce attesa della sorellina. Ecco un ricordo che la ragazza custodirà per sempre. Ma cosa accadrebbe se, da un giorno all’altro, quel ricordo non esistesse più? E cosa accadrebbe se fosse Faith a sparire dai ricordi della madre? La sua vita si trasforma in un incubo quando, all’improvviso, si rende conto di essere diventata invisibile. Nessuno riesce più a vederla, né si ricorda di lei. Non c’è spiegazione a quello che le è accaduto, solo totale smarrimento. Eppure Faith non è invisibile a tutti. Un uomo vestito di nero detta le regole di un gioco insidioso e apparentemente folle, dove l’unico indizio che conta è nascosto all’interno di un biglietto: 0°13'07?S 78°30'35?W, le coordinate per tornare a vedere. Insieme a Jared, Scott e Christabel – come lei scomparsi dal mondo – la ragazza verrà coinvolta in un viaggio alla ricerca della propria identità, dove altri partecipanti faranno le loro mosse per sbarrarle la strada. Una corsa contro il tempo che da Londra passerà per San Francisco de Quito, in Ecuador, per poi toccare la punta più estrema del Cile, e ancora oltre, verso i confini del mondo. Primo volume della trilogia di Absence, Il gioco dei quattro porta alla luce la battaglia interiore più difficile dei nostri giorni: definire chi siamo in una società troppo distratta per accorgersi degli individui che la compongono. Cosa resterebbe della nostra esistenza, se il mondo non fosse più in grado di vederci? Quanto saremmo disposti a lottare, per affermare la nostra identità? Un libro intenso e profondo; una sfida moderna per ridefinire noi stessi. Una storia per essere visti. E per tornare a vedere.. 


💖 Recensione ðŸ’–

Ely: "Absence. Il gioco dei quattro" è uno young adult davvero nuovo nel panorama attuale ed io devo dire di essere felice ed orgogliosa che sia nato da una penna made in Italy! E' stata, per quanto mi riguarda, una bellissima sorpresa, anche perché, sono sincera, la cover all'inizio non mi aveva attratta. Ink, tu lo sai bene, all'inizio, basandomi sulla sola cover, avevo temuto fosse l'ennesima storia di vampiri e licantropi. Che poi io non ho nulla contro vampiri e licantropi eh, sono stata, sono e sarò per sempre una delle più grandi fan di Twilight, però basta vampiri, non sono nel mood giusto almeno al momento. La cover, in sostanza, mi ha davvero fuorviata, questo cuore di vetro rotto con all'interno qualche goccia di sangue ha subito gridato al mio cervello "Vampiriiii"!!!! Menomale che ho letto la sinossi, è proprio vero il detto "mai giudicare un libro dalla copertina"! E si, lo ammetto, la sinossi mi ha stregata all'istante! Trama nuova, accattivante e decisamente degna di essere approfondita, peccato per quella cover davvero ma, se non erro, proprio la cover è stata cambiata in corsa dalla CE, vero Ink? Sei d'accordo con me sul fatto che questa cover sia poco azzeccata per far da copertina alla storia di Absence?

Ink: Ebbene sì Ely, non so i tuoi, ma i miei lettori sanno bene che Absence aveva una copertina ben diversa nell'annuncio che era arrivato a Marzo (potete vederla in questo post). Il bianco, ma soprattutto l'effetto vedo non vedo dato dalla sovrapposizione del viso alle braccia erano in completa assonanza con il libro. Perché diciamocela tutta, come vi diceva qui sopra Ely, Absence è qualcosa di nuovo nello scenario italiano. E non solo perché la talentuosa autrice è italiana, ma perché oggettivamente è una storia nuova, oserei dire mai vista nei libri che arrivano nelle nostre librerie. Compresi quelli che arrivano da oltreoceano. Sì, ammetto che inizialmente ha un po' il sapore di "Saw - l'enigmista" mescolato a "Maze Runner", ma ci vuole veramente poco perché tutto prenda una piega assolutamente personale. L'immagine che mi viene in mente Peter Pan che si stacca dalla sua ombra. Ecco, Absence è il Peter Pan di turno. In "Absence, Il gioco dei quattro" si avverte chiaramente questa sensazione di essere incompleti, di essere evanescenti, di non essere visti. E non solo letteralmente come già la trama ci spiega, ma proprio a livello sociale. Probabilmente è la cosa che ci è piaciuta di più, vero Ely?

venerdì 16 giugno 2017

Recensione: "Noi siamo tutto" di Nicola Yoon

Buongiorno miei cari heartreaders,
Risultati immagini per gif granita briochesoggi mi sto davvero letteralmente sciogliendo, non solo è arrivata l'estate ma potrei benissimo dire che, in realtà, è esplosa l'estate, così come sta esplodendo la mia povera testolina!  Unico ristoro? l'aria condizionata, fidata ed insostituibile amica che mi segue sia a casa che in macchina. 

In realtà ho anche altri due compagni di avventure: Mr Gelato e Miss Granita, sono davvero unici e preziosissimi e spessissimo (anche troppo spesso ad essere sinceri) mi stanno davvero salvando le mattinate afose! Parafrasando quello che mi hanno detto insomma, penso proprio che la mia bimba sarà golosetta come la sua mamma, gradisce tanto anche lei devo dire!

E adesso che ne dite di gustarvi una bella granita alla siciliana con me e di addentrarci nella recensione di oggi? Si tratta di una recensione a 5 stelle di un libro che davvero non potete perdervi, vi assicuro che si tratta di uno di quei "must have" in cartaceo nella vostra libreria, un romanzo che mi ha rapito il cuore e che ricorderò per sempre fra i più belli.

Sto parlando appunto di "Noi siamo tutto" di Nicola Yoon, pronti ad immergervi nella mia recensione al gusto di dichiarazione d'amore?


Noi siamo tutto
Nicola Yoon

Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: Rigido 17,90€ Ebook 9,99€
Pagine: 320
Serie: Autoconclusivo

Trama: Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. per questo non esce di casa, non l'ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d'aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede. lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. i loro sguardi si incrociano per un secondo, e anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più, e per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto. Bestseller n°1 del New York Times, e tuttora ai vertici delle classifiche negli Stati Uniti a oltre un anno di distanza dall'uscita, lo struggente e romantico romanzo d'esordio di Nicola Yoon è in corso di pubblicazione in 38 Paesi, e presto arriverà nelle sale cinematografiche l'omonimo film. Noi siamo tutto è una storia dolce e commovente, un libro destinato a diventare un cult. . 


💖 Recensione ðŸ’–

“Noi siamo tutto”  Ã¨ uno di quei rari e preziosi libri che arrivano al cuore naturalmente, senza sforzo, leggeri ma incredibilmente portentosi come i volteggi di una farfalla che sbatte le ali. Piccola, semplice, magica, immensa.
“La vita è un dono. E tu non devi mai dimenticarti di viverla”.
“Noi siamo tutto” è uno young adult che mi sento di consigliare a tutti coloro che come me hanno amato “Il mondo in una stanza” (QUI ne abbiamo parlato); uno young adult profondo come “Il tuo meraviglioso silenzio” (QUI ne abbiamo parlato), ironico in modo struggente come “Colpa delle stelle”, empaticamente indimenticabile come “Io prima di te” (QUI la mia recensione).

lunedì 12 giugno 2017

Attenzione: Forti delusioni librose!!!!!!!!Mini recensioni: "Noi, gli unici al mondo" di Siobhan Vivian e "Un altro giorno" di David Levithan

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
come state? Il caldo è diventato insopportabile anche da voi? Io sinceramente non posso più fare a meno del condizionatore e mi sento letteralmente una balena spiaggiata che si muove moooolto lentamente tra il divano ed il letto. Che immagine! Lo so, lo so, meglio non pensarci ed attendere pazientemente il lieto evento piuttosto che lamentarsi!

In compenso, la "situazione stanzetta" sta lentamente procedendo, questa settimana sono venuti i pittori che aspettavo già da 15 giorni e finalmente abbiamo ridipinto. Adesso una parete è stata tinta di rosa pastello e tutto il resto di bianco panna, ancora qualche giorno perchè la pittura di asciughi del tutto e la stanzetta sarà pronta ad ospitare i mobili che abbiamo scelto per la nostra principessa 💓 Vi terrò informati sull'avanzamento lavori!

Il post di oggi, purtroppo, non sarà tutto "zucchero e miele", mi spiace; oggi ho pensato di parlarvi di due letture che mi hanno davvero delusa. Nel corso di questi mesi, i due libri di cui parleremo oggi mi hanno chiamata a gran voce, ero davvero emozionata e felice di riuscire a leggerli ma le delusioni che mi hanno riservato, in entrambi i casi, sono state davvero cocenti.

Senza dilungarmi troppo andiamo a scoprire queste due letture:

Noi, gli unici al mondo


Noi, gli unici al mondo
Siobhan Vivian

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 10,00€ Ebook 0,99
Pagine: 416
Serie: Autoconclusivo

Trama: Cosa puoi fare se la tua città si sta inabissando, sommersa dall’acqua, e a tutti è stato ordinato di fare i bagagli e andarsene? Mentre gli adulti sono impegnati a pensare a come sarà il futuro, a mettere al sicuro i propri beni e a cercare nuovi luoghi in cui poter vivere, Keeley Hewitt e i suoi amici vogliono invece trovare il modo per rendere indimenticabili le ultime ore che trascorreranno insieme ad Aberdeen. E allora ecco che cominciano a organizzare feste d’addio incredibili per chi è in partenza per sempre, balli di fine anno in case abbandonate. Per Keeley, lasciare quel posto significa anche dire addio al ragazzo che ha sempre amato. Ma proprio quando crede di aver perso tutto, ecco che il destino le regala un incontro inaspettato. E forse la fine di Aberdeen coinciderà con l’inizio della sua prima storia d’amore… . 


💖 Recensione ðŸ’–

Partiamo dall'unica nota positiva hearteaders ovvero la cover. A mio avviso questa cover è davvero STUPENDA, romantica, leggera, suggestiva, elegante e dinamica. Tutto ciò che insomma non si è rivelata per me questa storia; perchè sprecare una cover così bella? Me lo domando.

La trama sembrava davvero coinvolgente così, appena appresa la data di pubblicazione, mi sono affrettata ad avere tra le mani l'ebook ma purtroppo, sin dalle prime pagine, di tutta quella dinamicità, eleganza, romanticismo e grazia che mi aveva suscitato la cover, beh, non ne ho trovato neanche l'ombra.

giovedì 8 giugno 2017

Recensione: "Ogni notte vengo da te" di Antonietta Mirra

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
dopo qualche settimana di vuoto arriva una nuova recensione e si tratta di una recensione a cui tengo davvero tanto perchè riguarda l'esordio di una carissima amica nonchè bravissima blogger: Antonietta Mirra che gestisce l'imperdibile blog "L'amica dei libri". Vi ho già segnalato questa pubblicazione (qui ) e vi avevo annunciato, già in quella occasione, di avere questo libro in lettura, mi preme assicurarvi oggi che la recensione si è fatta attendere soltanto a causa del fatto che in queste settimane ho avuto un po' di disturbi legati alla gravidanza che purtroppo mi hanno tenuta lontana dalla lettura in generale. 

In libro di Antonietta ha certamente confermato ogni mia aspettativa, conoscevo già la sua bravura e l'aurea di magia che permea la sua penna grazie alle sue numerosissime recensioni, ma devo dire che con questo romanzo mi ha davvero stupita. Se nelle sue recensioni Antonietta ci mostra il cuore dei libri che legge, grazie ad "Ogni notte vengo da te", questa talentuosissima autrice permette di scorgere il suo cuore.

"Ogni notte vengo da te" è un romanzo davvero speciale, un gioiello di rara bellezza, lo raffigurerei come un anello su cui due perle, una bianca ed una nera, si abbracciano. Perchè un anello? Perchè due perle? Ve lo racconterò nella mia recensione. Pronti a scoprirlo?



Ogni notte vengo da te
Antonietta Mirra

Editore: Selfpublishing
Prezzo: Rigido 10,40€ - Ebook 2,99€
Pagine: 272
Serie: Autoconclusivo

Trama: Alastair è un uomo il cui corpo è ormai diventato come il vento, che vaga nei secoli, alla ricerca dannata di colei che ama e che una maledizione lo ha costretto a perdere, ancora prima di averla avuta davvero. Helena è una ragazza come tante che nel cuore racchiude un impronunciabile segreto: da adolescente incrocia nei corridoi della scuola, lo sguardo di uno sconosciuto che le penetra l’anima. Un ragazzo misterioso che indossa un cappuccio, di cui intravede solo i lunghi capelli neri e gli occhi così intensi da impedirle di dimenticarli. Da quel momento non lo vedrà più ma sarà disegnando il suo volto che tenterà di tenere quel ricordo ancora in vita nel suo cuore. Quando tutto ormai sembra parte del passato e della memoria, l’incontro con Emily, una ragazza che ama scrivere, sconvolgerà la vita di Helena, conducendola ad un bivio che la farà tremare: credere o non credere che la scrittura possa donare la vita e riportare colui o colei che amiamo? Ogni notte vengo da te è la storia di Alastair ed Helena, la storia di due mondi lontani che s’incontrano, di una maledizione che non ha fine finchè qualcuno non la spezzerà, sacrificando tutto in nome di un amore che esige sangue e morte in cambio dell’eternità. Ma è anche la storia di un sogno, un sogno così grande da mettere i brividi, un sogno che questa storia può donare a chi sceglie di appartenergli, per una notte o per sempre. . . 


💖 Recensione 💖

"Once upon a time ....", si cari heartreaders, potrei benissimo iniziare la mia recensione con questa nota frase, l'incipit si rivelerebbe il più adeguato per parlare di  "Ogni notte vengo da te". Non voglio però assolutamente fuorviarvi, il "once upon a time" non significa che questa sia una storia di principesse da salvare e principi sul cavallo bianco, non ci sono draghi nè orchi. Nonostante ciò, questa è una storia talmente intrisa di mistero che per essere raccontata bisogna che le parole vengano sussurrate, si, alla penombra di una candela accesa, mentre state comode su un divano morbidissimo, al calar del crepuscolo e vedrete che appena Antonietta inizierà a sussurrarvi la sua favola dalle tinte gotiche vi irretirà in un mistero imperdibile.
«Non puoi andartene. Sono nella tua testa, nel tuo cuore, nella tua carne. Mi hai lasciato entrare e adesso farò l’ultimo passo che mi legherà a te per sempre.»

lunedì 5 giugno 2017

Blogtour "Puoi fidarti di me" di Susy Tomasiello

Buongiorno a tutti carissimi miei heartreaders,
Buon lunedì!!!! Avete trascorso un bel weekend? Con il caldo che fa qui avrei potuto fare una puntatina al mare ma alla fine sono rimasta in città per continuare a sistemare la cameretta per la bimba in arrivo, sabato per esempio è finalmente arrivato il lampadario a forma di stella che avevamo ordinato settimane fa. Voi? Come avete trascorso questo lungo weekend? Vi siete concessi un viaggetto? Fa caldo anche da voi? 

Oggi è vero che si ritorna alla quotidianità dei giorni feriali ma lo facciamo solo a metà perchè questo lunedì Ã¨ un giorno di gran festa per Il Regno dei Libri, alti gli stendardi e diamo il via alle danze! Fiumi di champagne e pasticcini al cioccolato, crema e zucchero filato per tutti voi...
Risultati immagini per gif cupcakes 


Come dite? Perchè questo banchetto? Perchè è un giorno di festa? Ebbene, oggi parte proprio da qui il blogtour ufficiale dedicato al libro Puoi fidarti di me di Susy Tomasiello edito dalla Genesis Publishing che vi avevo già presentato in anteprima QUI!

Susy, oltre ad essere una carissima amica, è una bravissima e talentuosissima giovane autrice ed io sono davvero felice ed onorata di inaugurare questo splendido blogtour. Credo sinceramente in Susy e nelle sue doti di autrice perchè è una delle persone più dolci, disponibili, altruiste e di cuore genuino che io conosca, nella vita quotidiana e nella blogosfera. Leggendo dei suoi lavori ho avuto la prova del fatto che uno dei suoi grandi talenti sia proprio quello di mettere il cuore nei suoi libri e sono certa che "Puoi fidarti di me" non farà eccezione. Così come il suo cuore, sono certa che anche il suo nuovo romanzo sarà pieno dei più luminosi e profondi sentimenti!


Il tour prevederà quattro tappe più una quinta per le riflessioni finali.
Conosceremo insieme gli estratti, i personaggi e l'incipit della storia stuzzicando così la vostra curiosità.

Come dite? Di cosa parla il libro?
Puoi fidarti di me è una storia d'amore contemporanea, ambientata in Italia dove i protagonisti, apparentemente diversi, scopriranno di essere perfetti l'uno per l'altra.

Sara e Stefano hanno ambizioni diverse, stili di vita e modi di pensare completamente opposti e sono più che sicuri che le loro vite non si intrecceranno mai. Invece, complice dei condomini che diventano la loro famiglia allargata, un simpatico bambino e un gatto grande e buono diventeranno una vera coppia.

Una storia semplice, leggera con un pizzico di suspance che potrebbe sorprendervi!!