Featured Slider

QUATTRO CHIACCHIERE CON ELY E SUSY: INTERVISTA A MARIAM TARKESHI

Buondì a tutti miei carissimi Hearts,
prima di augurarvi buon weekend e lasciarvi alle vostre letture del fine settimana, ho il grandissimo piacere di proporvi un nuovo appuntamento con la rubrica Quattro chiacchiere con Ely e Susy, ovvero la rubrica crossover tra Il Regno dei Libri e I miei magici mondi , grazie alla quale io e la mia carissima ed insostituibile amica Susy intervistiamo un'autrice che entrambe apprezziamo molto.


Se per caso vi foste persi i precedenti due appuntamenti con la nostra rubrica, QUI trovate lo speciale con ospite Clizia Fornasier e QUI quello con Tania Paxia.

Ed ora, ditemi, siete curiosi di scoprire chi sarà l'ospite di oggi che conosceremo meglio in questa intervista che, iniziando qui nel Regno dei Libri, continuerà ne I miei magici mondi? Bene, allora diamo il benvenuto a Mariam Tarkeshi, autrice de Il registratore di sogni ( QUI trovate la mia recensione) con cui ha esordito per  Sperling & Kupfer.

Recensione in anteprima: "Il paese del sale e delle stelle" di Zeyn Joukhadar - Review Party

Buondì a tutti Hearts,
come procede la settimana librosa? La mia sta davvero volando tra letture ed anteprime davvero bellissime  e, se la prima metà del mese si è rivelata al cardiopalma, credetemi che lo sarà anche la seconda, per non parlare poi del mese di Ottobre che si prospetta già ricchissimo!

L'anteprima su cui voglio puntare oggi i riflettori de Il Regno dei Libri è "Il paese del sale e delle stelle" che segna l'emozionante esordio di Jennifer Zeynab Joukhadar, romanzo che giusto oggi approda in libreria grazie alla Garzanti e che ho il piacere e l'onore di promuovere in occasione del Review Party di cui vi invito a non perdere nessuna tappa.



Recensione: "Il figlio del tempo" di Deborah Harkness

Buondì miei carissimi Hearts,
oggi chiamo a raccolta non solo gli amanti dell'Urban Fantasy ma anche tutti coloro che amano le serie TV. Era il lontano 2011 quando la Piemme pubblicava il primo capitolo di una trilogia (oggi quadrilogia) destinata a fare storia, la All souls trilogy di Deborah Harkness, formata da Il libro della vita e della morte, L'ombra della notte e, in fine, Il bacio delle tenebre. Io faccio parte della schiera dei fedelissimi alla Harkness, una di coloro che si sono accaparrati tutte le prime edizioni man mano che venivano pubblicate, aspettando impazienti di poter proseguire quella storia davvero intrigante e suggestiva, ricca di riferimenti storici ma anche profondamente intrisa di Fantasy.

A distanza di anni, oggi quella che era conosciuta come la All souls trilogy si è arricchita di un quarto libro, Il figlio del tempo, che approfondisce la figura di Marcus, "figlio" dell'affascinante vampiro Matthew De Clermont. Complice la serie TV (che nspero di riuscire a vedere il prima possibile!) la All souls trilogy della Harkess è tornata sotto i riflettori, arricchendosi di questo quarto libro pubblicato la scorsa estate dalla Piemme, un libro che mi ha permesso di ritornare nel mondo creato dalla Harkness dal quale, in realtà, non ho mai davvero preso commiato, visto che lo porto nel cuore.


Titolo: Il figlio del tempo

Autore: Deborah Harkness
Editore: Piemme
Serie: All souls trilogy
Data pubblicazione: 25 Giugno 2019
Genere: Fantasy
Pagine: 528
Formato: digitale (euro 3,99) cartaceo (euro 19,90)
Restare giovani per sempre, sfuggire alla tirannia del tempo: essere un vampiro vuol dire anche questo, e quando Matthew de Clermont fa la sua bizzarra e inquietante proposta al giovane Marcus - diventare, come lui, un non-morto - sta facendo molto più che salvargli la vita sul campo di battaglia. Gli sta offrendo l'opportunità di sconfiggere il tempo. È la fine del Settecento, e Matthew incontra il giovane chirurgo Marcus in piena Rivoluzione americana. Da quell'incontro provvidenziale comincia il suo viaggio nella storia e nell'eternità, sotto lo sguardo amorevole di Matthew e Diana, sua moglie e strega immortale, che lo considerano un figlio: è stato Matthew, in fondo, ad averlo fatto "rinascere". Ma diventare un vampiro vuol dire lasciarsi indietro una parte di sé, e liberarsi dalla mortalità significa rinunciare a ciò che, in fondo, ci rende umani. Due secoli dopo, a Parigi, sarà questo il tormento di Phoebe: umana, innamorata perdutamente di Marcus, dovrà decidere se accettare la meravigliosa e dolorosa transizione, e diventare vampira per seguire il suo cuore. Perché l'eternità è il dono più straordinario, ma anche più difficile, che si possa ricevere.


La serie è composta da:
1. Il libro della vita e della morte
2. L'ombra della notte
3. Il bacio delle tenebre
4. Il figlio del tempo (spin off)

Recensione in anteprima: "L'anno dopo di te" di Nina De Pass - Review Party

Rieccomi da voi miei carissimi Hearts,
anche oggi nel Regno arrivano ben due anteprime librose imperdibili. Abbiamo iniziato la giornata in toni fantasy e la continuiamo in quelli young adult, parlando dell'attesissimo L'anno dopo di te che arriva oggi in libreria grazie alla Sperling & Kupfer.



Con grandissimo piacere sono riuscita a leggere in anteprima L'anno dopo di te per potervene parlare oggi, in occasione del release, grazie al Review Party di cui vi invito a non perdere nessuna recensione! L'anno dopo di te avrà saputo conquistarmi? Continuate a leggere per scoprirlo!

Recensione in anteprima: "La Corte di ali e rovina" di Sarah J. Maas - Review Party

Buondì a tutti Hearts,
la giornata di oggi è incandescente di novità librose davvero imperdibili. Stamattina avrete online ben due recensioni in anteprima, la prima riguarda una delle pubblicazioni più attese di questo Settembre che arriva in libreria grazie alla meravigliosa Mondadori che - inutile negarlo -  ci sta viziando per bene, regalando autentici tesori agli amanti del Fantasy come la sottoscritta. 

Non è una novità che questo 2019 per me abbia assunto i colori della serie ACOTAR di Sarah J. Maas, una serie che ha saputo conquistarmi, emozionarmi e farmi fare meravigliosi sogni ad occhi aperti. 

Proprio oggi - 17 Settembre 2019 - approda in libreria l'attesissimo terzo romanzo che completa la trilogia su Feyre che io ho avuto l'onore di leggere in super anteprima per potervene parlare oggi in occasione del Review Party insieme alla care amiche blogger che come me amano la serie della Maas.

Si ringraziano la mitica Franci (Libri, libretti, libracci) per aver realizzato la bellissima grafica dell'evento e
la Mondadori per l'invio di una copia del romanzo in omaggio


Prima di iniziare a parlare di questo terzo romanzo, vi ricordo che la serie ACOTAR è così composta:

1 - La corte di rose e spine (QUI la mia recensione)
2 - La Corte di nebbia e furia (QUI la mia recensione)
3 - La Corte di ali e rovina
3.1 A Court of Frost and Starlight (novella)
4. Spin off Top secret (Previsto in Usa per il 2020)
5. Spin off Top Secret 
6. Spin off Top Secret


ATTENZIONE  Come vedete dal prospetto dal 2020 a seguire è prevista la pubblicazione oltre oceano di tre nuovi romanzi della serie, più una novella. Al momento non ci sono notizie certe sulla trama di questi nuovi tre libri, anche se la Maas ha specificato che la trilogia su Feyre è comunque conclusa (forse a traghettare la storia in una nuova direzione sarà la misteriosa novella?!), i nuovi saranno quindi dei companion books, romanzi cioè ambientati nello stesso mondo dei precedenti ma incentrati su nuovi personaggi. E se davvero si trattasse di un libro su Lucien? Di un libro su Nesta? E di uno su Mor? Io sto già scippando alla grande tutti questi che - purtroppo - al momento restano sogni ed ipotesi. Il dato di fatto è uno solo, ovvero l'incontrovertibile arrivo di tre nuovi romanzi (più una novella) companion della serie ACOTAR ed io non vedo l'ora di leggerli!
TITOLO: La Corte di ali e rovina
AUTORE: Sarah J. Maas
EDITORE: Mondadori
SERIE: ACOTAR #3
GENERE: Fantasy - New Adult
PREZZO: € 17,90 CARTACEO, € 9,90 EBOOK
PAGINE:684

Feyre è determinata a raccogliere il maggior numero di informazioni possibile sui piani di Tamlin e del Re di Hybern che minacciano di mettere Prythian in ginocchio. Per questo si è separata dall'uomo che ama e ha fatto ritorno alla Corte di Primavera. Ma per poter portare a termine il suo piano, dovrà tessere una fitta trama di inganni e tenere a bada il suo desiderio di vendetta. Sa bene, infatti, che un solo passo falso potrebbe condurre non soltanto alla sua rovina ma a quella di tutto il suo mondo. La ragazza sa anche che il Re di Hybern non si fermerà davanti a nulla, perciò, a mano a mano che la guerra si avvicina, dovrà decidere di chi fidarsi e cercare alleati nei posti più inaspettati.



Recensione


Se mi seguite, sapete già quanto io abbia amato i primi due romanzi della serie ACOTAR di Sarah J. Maas che, attraverso un crescendo di emozioni, mi ha spezzata e tramortita dopo l'epilogo de La Corte di nebbia e furia su cui sono rimasta a lungo. 

PINTEREST
Ho aspettato di poter leggere La Corte di ali e rovina come i i bimbi aspettano il giorno di Natale e, ora che l'ho fatto, posso dirvi in assoluta sincerità che secondo me la Maas con questa trilogia non ha sbagliato un colpo. Se l'epilogo de La Corte di nebbia e furia aveva prosciugato l'aria dai miei polmoni, quello de La Corte di ali e rovina mi ha restituito il fiato, donandomi la conclusione perfetta di una storia in cui ogni personaggio ha avuto qualcosa da imparare e che mi ha permesso di crescere a mia volta con lui.

La Corte di ali e rovina non segna solo l'epilogo della storia di Feyre - l'umana che ha sacrificato se stessa per Phrytian e che è stata uccisa da Amarantha nel Regno sotto la Montagna, la mortale resuscitata dai Sette Signori Supremi, rinata come Fae Maggiore, sposa di Rhysand, Signore Supremo della Corte della notte, incoronata Signora Suprema della stessa Corte - ma traccia il disegno di un mondo nuovo in cui umani ed esseri fatati si accingono a vivere insieme una volta caduto il muro magico che li divideva.

Se avevamo conosciuto Feyre come una ragazza umana dotata di grande coraggio ed audacia, una ragazzina che prendeva le sue decisioni spinta dall'istinto ma molto spesso anche dalla collera, fra queste pagine troviamo una Feyre matura, paziente, determinata, pronta a sacrificarsi in nome di chi ama, ma anche e soprattutto non più solo una ragazzina ma la perfetta Signora Suprema della Corte della Notte, pronta a difendere la libertà della sua Corte e della sua famiglia. L'evoluzione del personaggio di Feyre è sensazionale, una crescita maturata pagina dopo pagina, era una ragazzina così acerba all'inizio di questa storia, in lei si intravedevano le potenzialità, ma alla fine di questo romanzo è veramente una regina.